30
aprile


Rabo Pro 12 – Troiani (Zebre): “Con Munster alla ricerca di una vittoria importante”. By Giorgio Sbrocco

Vigilia di fine della stagione regolare per le Zebre che venerdì chiuderanno la loro prima annata celtica ricevendo gli irlandesi di Munster. L’allenatore degli avanti Vincenzo Troiani: “L’atto conclusivo di una stagione deludente per quel che riguarda i risultati, ma positiva per la crescita del gruppo, dei singoli e del gioco. Lo staff tecnico può ritenersi soddisfatto per alcuni aspetti ma è conscio che si deve migliorare su tanti altri. E’ indubbio che alcuni giocatori hanno fatto ottime esperienze maturando a livello tecnico: sono convinto che alcuni di loro presto faranno parte del giro della nazionale maggiore. Le convocazioni le fa Brunel…ma penso che molti dei miei avanti più giovani, all’esordio in questo campionato, possano far parte del gruppo nazionale per continuare a crescere: questo era uno dei nostri obiettivi tecnici ad inizio stagione. Con il lavoro, la filosofia di questa franchigia e la possibilità di mettersi alla prova questi giocatori hanno dimostrato di non essere inferiori ai loro coetanei gallesi, irlandesi o scozzesi. Il bilancio generale lo faremo dopo la partita di venerdì, ma posso dire che siamo cresciuti rispetto alle prime sconfitte dove non eravamo abituati a giocare un rugby davvero ad un ritmo e  velocità non nostre. Attraverso questa crescita siamo riusciti ad imporre il nostro gioco che più di una volta è stato superiore sui nostri avversari, ma non nel punteggio. Non è bastato per vincere: dobbiamo crescere nel saper concretizzare nei momenti giusti del match, questo si acquisisce solo col tempo. Bisogna essere costanti nella performance di gioco ed avere elementi che riescano a cambiare la partita tirando fuori la squadra dalle difficoltà. Nella nostra classifica mancano almeno 6 vittorie alla nostra portata: ci ritroviamo a cercarla fortemente venerdì contro Munster che certamente è una squadra molto superiore a tante altre nel campionato”.Giorgio Sbrocco

10
aprile


Rabo Pro12 – Troiani (Zebre): “A Cardiff inseguendo una vittoria che riteniamo di meritare”. By Giorgio Sbrocco

L'allenatore degli avanti delle Zebre Vincenzo Troiani parla delle  sfide che attendono la franchigia biancoenra prima della cponclusione della stagione celtica di Pro 12: “Contro Edimburgo abbiamo dimostrato di avere possesso palla e qualità di gioco ma non siamo stati fortunati. Ci aspettiamo di vincere una gara, ci proveremo ancora. I giocatori hanno la convinzione che ci si possa riuscire entro la fine del campionato. Incontriamo un Cardiff che non ha avuto una bella stagione condita anche da infortuni importanti. Diversi effettivi hanno giocato in nazionale: una selezione che ha chiuso il Sei Nazioni in crescendo. Non ci aspettiamo una squadra dimessa ma agguerrita nonostante la classifica”.Giorgio Sbrocco

20
febbraio


Rabo Pro12 – Vincenzo Troiani (Zebre):”Con Newport dobbiamo vincere”. By Giorgio Sbrocco

L’aquilano Vincenzo Troiani, dello staff tecnico delle Zebre (reponsabile degli avanti) presenta la partita di domenica contro Newport per il 16esimo turno di Pro 12 e traccia un bilancio della recente trasferta nordirlandese in casa dell’Ulster: “Dobbiamo dire che i nostri ragazzi hanno fatto una grande gara difensiva. Peccato per le mete avversarie concesse con troppa leggerezza da parte nostra. Non bisogna buttare questa gara che è stata gestita bene dalla nostra squadra”.Sulla sfida ai Dragons gallesi :”E’ una gara che dobbiamo vincere, non è la prima. Anche in altre occasioni contro Cardiff o Connacht lo erano ma non siamo stati in grado di vincere. Penso che sono passate tante settimane e diverse partite che hanno fatto sì che le Zebre prendessero più forza e convizione nei propri mezzi. Domenica scenderemo in campo con la massima determinazione e convinzione che possiamo vincere la gara”.Sul rientro di Marco Bortolami :“Marco ha dato maggiore stabilità contro Ulster. Domenica dev’essere il nostro punto di riferimento per la gestione dei palloni in attacco ed in difesa. A Belfast è stato molto bravo e sono convinto che darà quella marcia in più che ci è mancata nei momenti decisivi per portare a casa la vittoria”Neve in arrivo e 8 assenze per il Sei Nazioni:”Noi siamo stra contenti che i nostri giocatori vadano in Nazionale, è l’obiettivo del nostro lavoro che dimostra la sua funzione di utilità per Jacques Brunel e l’Italia. Il maltempo ci ha impedito di allenarci bene la settimana scorsa, ma grazie ai campi sintetici della Cittadella del Rugby possiamo comunque lavorare bene. Questa settimana lunga non ci fa assolutamente male dopo la battaglia fisica di Belfast. Noi siamo una squadra che ha sempre provato a giocare, con errori e tanti palloni persi, ben 24 a Belfast: troppi. Provando a giocare sempre un campo pesante ci svantaggia sicuramente essendo una squadra che ama muovere il pallone”.Giorgio Sbrocco

Six Nations – Troiani (manager Italia): “Con o senza Parisse all'Olimpico sarà una grande Italia”. By Giorgio Sbrocco

Tre gli argomenti affrontati dal manager dell'Italia Luigi Troiani nel consueto incontro con la stampa del lunedì nel corso del raduno della Nazionale di Brunel a Roma in preparazione del match contro il Galles.Espulsione di Sergio Parisse“Abbiamo visto le immagini, parlato con il giocatore sappiamo cosa ha riportato l’arbitro nel suo referto: lo Stade Francais ha fatto richiesta per anticipare a mercoledì la data dell’udienza. Allo stato attuale possiamo solo attendere l’evolversi degli eventi, sino a nuove comunicazioni non possiamo che considerare il giocatore non disponibile per la gara di sabato. Detto questo, non possiamo preparare una gara difficile come quella che ci aspetta sabato contro il Galles pensando alla situazione di un singolo, anche se sicuramente l’assenza di Parisse sarebbe molto pesante. Il nostro compito è, prima di ogni altra cosa, rimanere concentrati e lavorare per scendere in campo sabato con l’obiettivo di battere il Galles”. Ritorno in azzurro di Mauro Bergamasco“Ritroviamo un atleta di esperienza e carisma, la cui presenza è certamente importante per il gruppo e sono sicuro che sabato all’Olimpico  ritroveremo lo spirito battagliero mostrato contro la Francia”. Sconfitta di EdinburgoContro la Scozia  non sono mancati  gli spunti positivi ma forse è mancata un poco di aggressività. Il Galles è una squadra solida, dovremo usare tutte le nostre armi per poter portare a casa il risultato perché loro vorranno confermarsi dopo aver espugnato Parigi ma sono sicuro che faremo una grande partita”.Giorgio Sbrocco

12
novembre


Tags

Italia – Luigi Troiani: “Con gli AB dovremo fare due passi in avanti”. By Giorgio Sbrocco

Il manager della Nazionale Luigi Troiani, che oggi è arrivato a Roma insieme alla squadra per preparare la partita contro la Nuova Zelanda di sabato all'Olimpico, è tornato sulla partita di Brescia cha ha visto gli azzurri prevale re senza tropo convincere su Tonga: “La gara contro Tonga non ha lasciato grandi strascichi e tutti gli atleti si sono allenati con la squadra, compreso Andrea Pratichetti che ha preso il posto di Canale nel gruppo. Abbiamo iniziato a preparare la partita con la giusta dose di entusiasmo e con la consapevolezza di dover alzare il livello di gioco. A Brescia abbiamo commesso troppi errori e questo ci ha impedito di chiudere per tempo la partita, rimasta in bilico sino alla fine. In squadra c’è la consapevolezza di poter dare di più rispetto a Brescia e questo ci da fiducia ed entusiasmo in vista della partita con i neozelandesi”.Sui passi da compiere nell'immediato futuro: “Come predica Brunel, lavoriamo per migliorare l’equilibrio di questa squadra partita dopo partita. Sabato dovremo fare due passi in avanti rispetto alla gara con Tonga per poter contrastare con efficacia il gioco degli All Blacks, una squadra che muove la palla in modo egregio e che, come si è visto ieri contro la Scozia, punisce ogni piccolo errore. Credo che gli scozzesi ieri abbiano fatto una buona partita, per quello che hanno fatto vedere non avrebbero meritato di subire cinquanta punti in casa, ma hanno pagato ogni piccolo sbaglio contro una squadra di altissimo livello”.L'opinione del video analyst dell'Italia David Fonzi:“Analizzando la partita è stato sorprendendo rilevare come, a fronte di un’intensità di gioco relativamente bassa e di un tempo effettivo di soli trentuno minuti, la Nuova Zelanda sia riuscita a segnare cinquantuno punti ad una Scozia che ha complessivamente giocato una buona partita. Sabato per l’Italia sarà fondamentale massimizzare la conquista, fare molte sequenze di gioco e tenere bassa l’intensità del match contro un avversario che, in gare ad alta intensità, può essere ancora più pericoloso di quanto già non sia”.Giorgio Sbrocco

05
novembre


Italia Test - Il team manager Troiani: "A Brescia contro Tonga per portare a casa il risultato". By Giorgio Sbrocco

Primi allenamenti della Nazionale  al “San Michele” di Calvisano in preparazione alla sfida con sfida con Tonga di sabato al “Rigamonti” di Brescia.Nella rosa della nazionale tongana in preparazione a Rovato sono 29 gli  atleti giocano all’estero in Aviva Premiership, Top14 e ProD2, Super 15, Pro12 e GiappponeUnico a giocare in Italia nella rosa del ct Mano ‘Otai è il mediano d’apertura Fangatapu ‘Apikotoa,  tesserato con l'Amatori Alghero in serie A (girone B) “Conosciamo bene i tongani, una squadra eccezionale sul piano fisico e delle individualità ma con delle lacune tecnico/tattiche che potrebbero rappresentare un vantaggio per noi” ha dichiarato il team manager Luigi Troiani “L’anno scorso Tonga ha disputato un ottimo Mondiale, battendo anche la Francia nella prima fase: avevano avuto molto tempo per ritrovarsi, costruire un gruppo, stare insieme. Adesso avranno molto meno tempo per ritrovare gli automatismi e questo può rappresentare per noi un vantaggio, l’Italia è al terzo raduno ed abbiamo già avuto modo di lavorare insieme per più tempo rispetto ai nostri avversari”. “Siamo qui per portare a casa il risultato – ha aggiunto Troiani – perché vogliamo iniziare questa serie di incontri autunnali con il piede giusto e regalare anche una soddisfazione al nuovo Presidente della FIR, che farà il proprio esordio nel ruolo nella sua città natale. Soprattutto, la gara con Tonga sarà fondamentale in vista delle due partite che seguiranno, contro gli All Blacks campioni del mondo e l’Australia: quella di Brescia è la partita più importante, vincere sabato è fondamentale per andare con la massima fiducia a sfidare la Nuova Zelanda all’Olimpico la settimana prossima”. Giorgio Sbrocco

10
settembre


Pro 12 - Troiani (Zebre): “Da noi nessuno è riserva. Buono la quantità del lavoro svolto. Non la qualità”. By Giorgio Sbrocco

Accorata ma lucida difesa del lavoro svolto e dei comportamenti sul campo tenuti nelle prime due uscite ufficiali di Pro 12, nelle parole dell'assistente di Christian Gajan sulla panchina della franchigia delle Zebre,  Vincenzo Troiani. La disamina parte dalle fasi statiche e dal reparto avanzato, quello di stretta e diretta pertinenza del tecnico aquilano:”Sotto il profilo di reparto stiamo consolidando il lavoro svolto. Dopo due gare pensiamo di dover cambiare qualche assetto sia nello schieramento in touche sia in mischia. Abbiamo lavorato su questo per non essere prevedibili nelle prossime gare. C’è una sana competitività all’interno del gruppo: i ragazzi sono disponibili. La nostra filosofia è schierare tutti i 23, portare i ragazzi in panchina ritenendo che siano pronti per entrare in campo e  dare il loro contributo. Non reputiamo i ragazzi a disposizione delle riserve:  ci sono giocatori che partono prima e altri che partono dopo. Siamo soddisfatti per la quantità del lavoro, non lo siamo per la qualità. Possiamo fare meglio, molto meglio. Crediamo che i ragazzi possano crescere di partita in partita. Stimo lavorando per dare a tutti opportunità di crescita individuale e collettiva. Il nostro è un gruppo che ha bisogno di fare esperienza  per progredire” Sulla sconfitta interna con Connacht (nella foto Mauro Bergamasco): “Non ci è piaciuto l’inizio: siamo stati contratti e timorosi. Dopo le prime tre rimesse sbagliate abbiamo preso fiducia e siamo molto migliorati. Dobbiamo subire meno la pressione e giocare con più serenità. Anche le nostre strutture possono creare difficoltà agli avversari”.   Capitolo ”difesa” e le 7 mete subite in due partite: “Dobbiamo migliorare la qualità dell’impatto, l’intensità e la densità difensiva. Se aspettiamo sulla linea gli avversari ci faranno tutti male. Ciò che maggiormente non va è il fatto di aver preso mete, più che sulla costruzione avversaria,  sulla nostra disorganizzazione. Lavoreremo molto sulla transizione difesa-attacco”. E venerdì: trasferta a Edimburgo: “In Scozia  mi aspetto una gara difficile. Edimburgo non meritava di perdere ni casa con Munster e venerdì è andato a vincere a Cardiff. Troveremo un avversario forte e agguerrito. Noi cercheremo di fare un passo in avanti rispetto a Connacht. Abbiamo sicuramente fatto meglio che a Newport. Ma servono altri passi in avanti per poter essere competitivi. Stiamo esplorando terreni nuovi con la consapevolezza di dover migliorare le nostra prestazione". Giorgio Sbrocco

Rugby Ball