25
settembre


Top 14 – A Tolosa sarà Tolone2? In Francia monta la polemica per le "vacanze" delle star di Bernard Laporte. By Giorgio Sbrocco

È già cominciato, ovviamente fuori dal terreno di gioco, il big match della settima di Top 14 fra Tolosa e Tolone. Ad accendere i fuochi è stato Bernard Laporte, manager di Tolone, che nel commentare il successo su Castres (33-12) ha ritenuto di dare la notizia secondo cui “almeno una dozzina dei miei giocatori da oggi e fino a vernerdì può considerarsi in permesso premio”. Praticamente in ferie. Subito c'è stato chi ha “tradotto” il verbo di Laporte in: “dal momento che questa partita con Tolosa non è importante per la classifica e non ci interessa, andremo a Tolosa con una squadra di riserve e con pochi titolari”. A cercare di smentire la montante polemica è sceso in campo il presidente di Tolosa René Bouscatel : “Per me non c'è alcuna polemica” ha dichiarato. “Sopno certo che Tolone verrà qui con una squadra competitiva e farà di tutto per vincere”. A chi gl iha fatto notare che mancheranno: Sans Sheridan, Hayman, Botha, Suta, Masoe, Steffon Armitage, Van Niekerk, Wilkinson, Mermoz, Giteau e Palisson...mica cotica! Il nuemro uno dei campion idi Francia in carica ha replicato: “I giocatori di cui ha parlato Laporte sono in vacanza fino a venerdì...la partita è sabato. In panchina o in campo come titolari sono sicuro che qualcuno farà in tempo a esserci”. Come dire: Laporte lo conosco bene, e dopo il rugby la sua specialità è il bluff. Chi si è voluto tenere assolutamente fuori dal “dibattito” è il tecnico di Tolosa Guy Nooves (che qualche Tolosa2, nel passato l'ha pure impiegato a fini strategici). “Bernard Laporte ha tutto il diritto di far riposare i suoi giocatori quando e come vuole” ha serenamente dichiarato.Giorgio Sbrocco

24
settembre


Tags

Top 14 – Sempre meno gialli. Tre partite immacolate. By Giorgio Sbrocco

Crollo verticale  - 10 in totale - dei cartellini gialli nella sesta giornata del Top14 francese. Ben tre le partite senza espulsioni e una con meno di due. Il record negativo è di Stade Francais – Perpignano che ne ha totalizzati quattro. La media complessiva per partita scende perciò a 0.7, che diventa 0.4 se si escludono dal computo i tre match immacolati. Sotto l'unità la media per squadra complessiva (0.71), che si alza solo se  raffinata (1,25) Se il trend verrà confermato, il dato medio dovrebbe assestarsi intorno ai 10-12 cartellini gialli per turno. Con un possibile incremento nelle ultime giornate di stagione regolare.Questi i dati della VI giornataRacing – Biarritz ===Bordeaux – Montpellier ==Clermont – Grenoble 1 (0-1)Mont de Marsan – Agen 2 (1-1)Stade FR. - Perpignano 4 (2-2)Tolone – Castres ==Bayonne – Tolosa 3 (2-1)Giorgio Sbrocco

24
settembre


op 14 - Laussucq (Stade Francais): “Lasciateci lavorare!”. By Giorgio Sbrocco

L'allenatore dello Stade Francais Christophe Laussucq usa pochi giri di parole, ma si capisce che è contento (anche) per lo scampato pericolo dopo il successo dei suoi su Perpignano (34-24). Sincero fin dall'inizio: “Dovevamo vincere. Era un po' di tempo che non accadeva e pare che la gente non aspettasse altro per dire che eravamo in crisi, anche se erano passate sole tre settimane. Non so se ci verrà concesso altro tempo. Spero almeno una settimana! Che useremo per lavorare, una volta tanto senza i titoli dei giornali a ricordarci che “occorre cacciare gli allenatori, cambiare il sistema di gioco...”. Sappiamo da soli che niente è acquisito in maniera permanente. E che c'è un match molto difficile che ci attende la prossima settimana (trasferta a Clermont, ndr). Giorgio Sbrocco

24
settembre


Tags
,
,

Top 14 – Lanta (Bayonne): “Tolosa troppo forte per noi. Le abbiamo prese da tutte le parti”. By Giorgio Sbrocco

Poco da obiettare, nelle parole di Christian Lanta (Bayonne), all'indomani della sconfitta interna con Tolosa (6-35). Ma il riconoscimento della forza dell'avversario: La storia si ripete – ha osservato il tecnico – Quando pensi che Tolosa è morta...è la volta che resuscita. Succede sempre così. È un grande club, una grande squadra. Gli internazionale che sono scesi in campo hanno giocato al loro ritmo e hanno deciso loro l'intensità della gara. Ci è stata impartita una lezione di rugby, ci siamo misurati con una squadra dalle competenze smisurate e che riduce l'avversario all'impotenza. Le abbiamo prese da tutte le parti. Non siamo mai riusciti a organizzarci, salvo nel quarto d'ora finale. Se non riusciamo a far fronte alle difficoltà noi allenatori, non vedo come possano farlo i giocatori in campo”. Giorgio Sbrocco

24
settembre


Tags
,

Top 14 - “O cretini o cogl...” Boudjellal furioso per i fischi al suo amico rapper allo stadio di Tolone. By Giorgio Sbrocco

È stata ancora una volta la musica a far uscire dai gangheri il preisdnete del Tolone Boudjellal. Il nostro l'ha presa talmente male da arrivare a dire: “Mi vergogno di essere presidente di questo club!”. Cos'è successo? In occasione del match di sabato contro Castres (vinto da Tolone 33-12)  Boudjellal ha invitato a esibirsi allo stade Mayol il rapper di origini congolese Youssoupha (suo amico personale) che ha cantato prima del match, di fatto annullando la tradizione che vuole che prima del calcio d'inizio delle partite interne dei rossoneri tolonesi venga intonato la Coupo Santo (La santa coppa, l'inno riconosciuto della Provenza e della lingua d'Oc). La codsa non è stata particolarmente bradita da una parte del pubblico che ha sonoramente protestato contro il “sacrilegio”. “Quando   fischi qualcuno che è venuto a testimoniarti il suo amore – ha detto  Boudjellal – o sei un cretino e sei un coglione. Senza contare che quelli che hanno fischiato dovrebbero sapere che sono stato io a introdurre la Coupo Santo allo stadio”. E infine la stoccata culturale: “Bisognerebbe che questa gente provasse a leggere qualche libro, che viaggiasse un poco, che provasse ad aprirsi ad altre culture...” Per arrivare a: “Mi vergogno di essere il presidente del RCT!” Giorgio SbroccoPer saperne di piùLa Coupo Santo è una coppa in argento acquistata grazie a una sottoscrizione popolare che i catalani offrirono (nel 1867) all'associazione dei Felibres provenzali dello scrittore Frédéric Mistral per ringraziarli dell'accoglienza riservata allo scrittore catalano Victor Balaguer, esule politico in Provenza in quanto oppositore del governo di Isabella II di Spagna. La coppa è opera dello scultore  Guillaume Fulconis e dell'agentiere Jarry.   Questo il testo (nella sua traduzione francese) della Coupo Santo, che dagli anni '90 è l'inno del RCT ToloneLa CoupeProvençaux, voici la coupeQui nous vient des Catalans.Tour à tour buvons ensembleLe vin pur de notre cru.refrenCoupe sainteEt débordanteVerse à pleins bords,Verse à flotsLes enthousiasmesEt l'énergie des forts !D'un ancien peuple fier et libreNous sommes peut-être la fin ;Et, si tombent les félibres,Tombera notre nation.Coupe sainte...D'une race qui regermePeut-être sommes-nous les premiers jets ;De la patrie, peut-être, nous sommesLes piliers et les chefs.Coupe sainte...Verse nous les espérancesEt les rêves de la jeunesse,Le souvenir du passeEt la foi dans l'an qui vient.Coupe sainte...Verse-nous la connaissanceDu Vrai comme du Beau,Et les hautes jouissancesQui se rient de la tombe.Coupe sainte...Verse-nous la PoésiePour chanter tout ce qui vit,Car c'est elle l'ambroisieQui transforme l'homme en Dieu.Coupe sainte...Pour la gloire du paysVous enfin qui êtes consentants nos alliés,Catalan, de loin, ou frères,Tous ensemble communions !Coupe sainte...

21
settembre


Tags
,

Top 14 – I pronostici di Jaques Brunel. Primo successo di Mont de Marsan, Perpignano vince a Parigi e Bayonne supera Tolosa. By Giorgio Sbrocco

Settimanale appuntamento con Jaques Brunel che prova a “divinare” per www.glengrant.it  i risultati delle sette partite del sesto turno di Top 14. “Si tratta di una serie praticamente infinita di partite di difficilissima lettura” spiega. “Qualche previsione è figlia della ragione, altre del sentimento, altre dell'azzardo che, nell osport come nella vita, serve se usato nelle giuste dosi”. E conclude: “Dopo aver mancato la vittoria del mio Perpignano sabato scorso, stavolta parlo da tifoso e dico che vincerà a Parigi con lo Stade di Sergio Parisse. Il rugby non è una scienza esatta. E se i miei amici del calcio sostengono che il loro è uno sport poco prevedibile perché  la palla è...rotonda. Cosa dovremmo dire noi del rugby che giochiamo con il più anarchico e imprevedibile degli attrezzi?” Top 14 – VI giornata Bayonne – Tolosa: vince Bayonne perché è arrivato ha esaurito ogni bonus quanto a serie di sconfitte e deve per forza rialzare la testa. Sarà un arrivo in volata e un match molto combattuto Tolone  - Castres: vince Tolone ma Castres arriverà molto vicino e farà il bonus difensivoBordeaux -  Montpellier: vince Montpellier perché ha potenza, conservazione del possesso e una fantastica attitudine al recuperoClermont -  Grenoble: vince Clermont che però finora non ha ancora fatto vedere il suo effettivo valore. Grenoble molto vicino al bonusMont de Marsan  - Agen: vince Mont de Marsan perché è in credito con la sorte dopo le ottime prove contro Tolosa, Clermont e Tolone  Stade Français -  Perpignano: vince Perpignano perché è in forma, ha fatto vedere cosa è capace di fare e perché lo Stade attraversa un momento di grande appannamento, se non proprio di crisiRacing Metro – Biarritz: vince Racing perché gioca un rugby semplice ma molto efficace, ha giocatori molto potenti e un ottimo impianto difensivo. Giorgio Sbrocco

20
settembre


Tags
,
,

Top 14 – Olly Barkley da Bath a Parigi. Giocherà con il Racing. By Giorgio Sbrocco

Olly Barkley (30 anni, 23 caps con l’Inghilterra) ha firmato con il Racing Metro e passerà da Bath al Top 14 fra una decina di giorni. La decisione di tornare (pesantemente) sul mercato da parte del club parigino è stata dettata dall’incredibile serie di infortuni che ha di fatto “sterminato” la cabina di regia del Racing. Persa un’apertura, Bath si è consolata con un tallonatore, mettendo sotto contratto Brett Sharman proveniente dai Northampton Saint.Giorgio Sbrocco

18
settembre


Tags
,

Top 14 – Jaques Brunel fa 5 su 7. A tradirlo il “suo” Perpignano. By Giorgio Sbrocco

Cinque risultati azzeccati su sette per il “nostro” esperto di rugby francese Jaques Brunel nei pronostici della quinta giornata di Top 14 stilati per www.glengrant.it. A tradire il ct della Nazionale italiana la vittoria del “suo” Perpignano in casa contro Tolosa e la sconfitta interna di Bayonne con il Racing. Prese in pieno la vittoria di Castres su Biarritz e la sconfitta dello Stade di Parisse a Bordeaux. Giorgio Sbrocco

18
settembre


Top 14 – Quattro gialli a Castres. Nessuno a Montpellier e Mont de Marsan. By Giorgio Sbrocco

Due partite senza cartellini gialli e una con 4 nella quinta giornata del Top14 costantemente alle prese con problemi di disciplina (placcaggi illegali) e con la “rogna” degli arbitri che non vogliono (leggasi: hanno deciso di non) resettare le mischie chiuse e sono perciò costretti a fischiare quantità industriali di calci di punizione e a sventolare cartellini. Delle cinque partite “macchiate” dalle espulsioni temporanee iòl record (negativo) spetta a Castres – Biarittz. Le due sfide uscite immacolate dallo scontro sul campo sono Montpellier – Tolone e Mont de Marsan – Clermont. Queste le altreBordeaux – Stade Fr. 2 (1-1)Agen Grenoble 3 (2-1)Bayonne – Racing 2 (1-1)Castres – Biarritiz 4 (2-2)Perpignano – Tolosa 1 (0-1) Giorgio Sbrocco

17
settembre


Tags
,

Top 14 – Mazars: “Bayonne si riprenderà!”. Difficile capire come. By Giorgio Sbrocco

A Bayonne è già tempo di proclami. Undicesimo posto in classifica generale,7 punti frutto di una sola vittoria in cinque gare, 71 i punti segnati contro 98 subiti. Non sarà crisi, ma poco ci manca. E a far sentire la voce dei giocatori è il centro Lionel Mazars, che dopo la sconfitta interna con il Racing ha ammesso: “Non siamo stati capaci di concretizzare quelle poche azioni d’attacco che siamo stati in grado di creare”. Analisi impietosa ma aderente alla realtà. Ma nessuna intenzione di compiangersi o di arrendersi: “Ci riprenderemo, abbiamo davanti a noi partite importanti che ci attendono. Per Bayionne torneranno i giorni falici!”. Difficile capire come: “In allenamento ci riesce tutto alla perfezione. Poi, in partita, non riusciamo a ripetere quello che abbiamo provato in settimana. È il nostro problema dall’inizio del campionato. Un aspetto che va messo a posto quanto prima”. E quanto a fiducia: “Le sconfitte non aiutano, generano dubbi che ti fanno sbagliare l’ultimo passaggio…L’unico modo per uscirne è puntare su noi stessi e dare il massimo, sempre”. All’orizzonte un cambio in panchina?Giorgio Sbrocco  

Rugby Ball