Top14 – Pool-Jones lascia la prima squadra dello Stade Francais e torna a fare il vicepresidente del CdA. By Giorgio Sbrocco

L’attuale direttore sportivo (responsabile dell’area tecnica, director of rugby, direbbero al di là del Canale, capo allenatore, da noi, quello che decideva la formazione, per capirsi e farsi capire) dello Stade Francais Richard Pool-Jones ha lasciato le funzioni precedentemente ricoperte per tornare a fare il vice presidente del CdA del club parigino. Questo recita il comunicato ufficiale. Una ristrutturazione, continua la nota, che “per quanto prevista prefigura cambiamenti in seno al club”. Fuori dal politichese: Pool-Jones aveva accettato di assumersi la responsabilità della prima squadra nel giugno 2012 con il patto che la cosa sarebbe durata un anno. Ora, di fatto, si dimette o viene dimesso e toglie la propria supervisione sullo staff tecnico della squadra capitana da Sergio Parisse (che ha di recente prolungato il contratto insieme a Papé, Attou, Rabadan). I pessimi risultati fin qui ottenuti (niente play off) non possono non aver pesato sulla decisione. E non è escluso che all’orizzonte vi sia una vera e propria uscita di scena. Contratti blindati permettendo, è ovvio. Secondo il presidente Thomas Savare, invece, si tratta semplicemente di un ritorno alle funzioni originarie con il compito (impellente) di programmare la futura stagione sia in campo sia fuori (aspetti finanziari e commerciali). In pratica, se tutto fosse come sta scritto, Pool-Jones è l’uomo al quale il club ha affidato la propria rifondazione. Interessante sarebbe sapere, ma questo il comunicato non può dirlo, quale fosse il clima interno alla squadra negli ultimi gironi di gestione del dirigente inglese. Fra le poche cose certe che è dato conoscere c’è che Pool-Jones non sarà presente alla sfida di campionato contro Tolone che si giocherà la vigilia di Pasqua a Lille in quanto (figurerebbe) impegnato all’estero in missione per ragioni di mercato. Fino alla fine del campionato la squadra risulterà affidata alla responsabilità Christophe Laussucq (che, saputo dell'arrivo di Gonzalo Quesada per la prossima stagione, ha fatto sapere che se ne andrà),e David Auradou, rispettivamente allenatori della linea arretrata e degli avanti dello Stade. Giorgio Sbrocco

25
marzo


Top 14 – Tolone perde tre giocatori ma si potrà tenere Wilkinson fino alla finale. By Giorgio Sbrocco

Rischia di costare cara a Tolone la sconfitta di sabato Bayonne (33-28). Oltre al non pronosticato stop in casa dei baschi che peserà sul morale della squadra di Laporte, sono da registrare tre infortuni che terranno altrettanti importanti elementi della (smisurata, in verità) rosa della squadra rossonera lontani dai campi di gara. Si tratta: del tallonatore Orioli, della seconda linea Shaw e dell’estremo Armitage. Risolta, invece, e non certo nella maniera attesa dal diretto interessato, la questione legata all’impiego di Wilkinson in campionato nel periodo coincidente con il Tour dei B&I Lions. Semplicemente perché Wilko non rientra nei piani di Warren Gatland e non sarà convocato per il viaggio in Australia.Giorgio Sbrocco

25
marzo


op 14 – Servat (Tolosa): “Contro lo Stade Francais male le fasi di conquista”. By Giorgio Sbrocco

 Vincere (43-16 con lo Stade Français), incassare il bonus e…non essere contenti. Succede solo alle grandi squadre. Come Tolosa, il cui allenatore degli avanti William Servat è preoccupato per il malfunzionamento delle fasi  di conquista emerso anche nel corso della vittoriosa partita di domenica sera. “In effetti abbiamo perso alcuni importanti palloni su nostro lancio. In parte per merito dei parigini che ci hanno contrastato molto efficacemente, in parte per nostri errori esecutivi che mi auguro non ripeteremo più”. Non che la mischia ordinata sia andata benissimo: “Ci hanno messo in difficoltà nell’entrata” ha ammesso Servat  che non si è nascosto le difficoltà che attendono la sua squadra (attualmente al terzo posto in classifica) da qui alla fine della stagione regolare: “Dovremo andare a giocare in casa del Racing che viene da 9 vittorie consecutive, poi toccherà a Clermont e Montpellier. Tre match decisamente…difficili da preparare.Giorgio Sbrocco

24
marzo


Tags
,

Top 14 – Tolosa stende lo Stade Francais grazie a un super secondo tempo. By Giorgio Sbrocco

Il primo tempo si chiude sul 10-9 per Tolosa che mette a referto una meta dell’ala Huget e 5 punti di Beauxis contro 3 centri dalla piazzola firmati Porical. Nella ripresa Tolosa ancora in meta (51’), stavolta con l’altra ala, Clerc, che fissa lo score sul 15-9. I parigini non si danno per vinti e trovano (54’) la meta (l’ala australiana Fainifo) e la trasformazione (Porical) che valgono il sorpasso. Un vantaggio che dura una manciata di minuti: al 58’ è ancora Huget a schiacciare oltre la linea. Beauxis non sbaglia e Tolosa passa a condurre 22-16. Poi tocca a Jauzion (61’) arrotondare con la quarta segnatura (trasformata da McAlister) che vale anche il punto di bonus. Al 76’ Bregvadze segna la quinta meta e all’81’ tocca a Medard sancire un successo che nella ripesa ha assunto dimensioni in linea con i pronostici della vigilia. Parigini che hanno pagato a caro prezzo la resistenza della prima metà garaTop 14 – XXII giornataTolosa – St. Francais 43 - 16Classifica:  Tolone 77, Clermont 75, Tolosa 69, Castres, Racing 62, Montpellier 59, Perpignano 56, Grenoble 49, Biarritz 47, Stade Francais 46, Bayonne 45, Bordeaux 36, Agen 27, Mont de Marsan 15Giorgio Sbrocco

23
marzo


Top 14 – Che partita al Jean Dauger! L’orgoglio basco di Bayonne demolisce Tolone! By Giorgio Sbrocco

Bayonne – Tolone  33 - 28 (pt 20-11)Marcatori: 4’ m. Spedding tr. Potgeiter, 11’ cp Potgeiter, 15’. 21’ cp Armitage, 24’ m. O’Connor tr. Potgeiter, 28’ mnt Orioli, 32’ cp Potgeiter, 48’ cp Palisson, 49’ m. Gerber tr.Potgeiter, 52’ cp Potgeiter, 54’ m. Van Niekerk tr. Armitage, 60’ cp Potgeiter, 66’ m. Tillous B. tr. Palisson Menù per palati fini quello offerto bdal primo match della 22 giornata del massimo campionato francese! Spettacolo, paura (l’ala di casa Fuster è uscito privo di conoscenza all’8’ dopo uno scontro con Armitage per poi riprendersi negli spogliatoi), mete e buon rugby nella fossa dei leoni dello Stade Dauger dove Bayonne ha battuto la capolista Tolone al termine di un match contrassegnato da errori che si sono alternati a scampoli di buon rugby e a numero di alta scuola. Baschi in testa di 9 al riposo e capaci, nella ripresa, di non mollare (10’ senza l’estremo Spedding per giallo) e di firmare un successo che profuma di trionfo meritato su una delle candidate più accreditate per la corsa al titolo. Giorgio Sbrocco

21
marzo


Tags
,

Top 14 – Il Racing punta ad allungare la serie positiva. Parisse e i suoi in cerca di miracoli a Tolosa. By Giorgio Sbrocco

 L'anticipo della 22esima giornata del massimo campionato francese è in programma domani  a Bayonne, dovre arriva la corazzata Tolone prima in classifica per una partita che, in caso di vittoria degli uomini di Laporte, potrebbe chiudere (quasi) matematicamente la corsa dei rossoneri verso la semifinale per il titolo. Fra le partite del sabato spiccnao gl iimpegni del Racing (8 vittorie di fila) che ospita Perpignano per doppiare quota 60 e sentirsi (abbastanza) sicuro del barrage. Domenica sera Sergio Parisse e il suo Stade proveranno a Tolosa a tenere acceso il lumicino della speranza in un match che, però, tutti i pronostici danno a favore dei padroni di casa. Per  il resto: solo partite dal risultato che sembra ampiamente previsto: vittorie per Grenoble, Clermont e Castres. In coda dovrebbe sorridere Bordeaux. A meno di sorprese. Per quei pochi che non lo sapessero: le prime due classificate al termine della stagione regolare accedono direttamente alle semifinali, le squadre che chiudono in posizione 3°, 4°, 5° e 6° si scontrano in una partita secca (barrage) che vale da quarto di finale. Altra precisazione: il campionato francese riconosce il bonus offensivo alla squadra che segna tre mete più degli avversari. Non le quattro che tutto il resto del mondo (ovale) ritiene sufficienti per portare a casa l'extra punto. Niente di cui stupirsi: la Francia è l'unica nazione del pianeta terra dove è stata tradotta la parola computer (ordinateur) e dove anche le sigle più comuni sono state rivisitate. Otan invece di Nato, Sida per Aids e Ovni invece di Ufo ne sono esempi più che lampanti. TOP 14 – XXII giornata venerdì Bayonne - Tolone sabato Racing Métro - Perpignan Grenoble - Montpellier Bordeaux - Mont de Marsan Castres - Agen Biarritz - Clermont domenica Tolosa - Stade Français ClassificaTolone 76; Clermont 74; Tolosa 64; Castres, Racing Métro 58; Montpellier, Perpignan 55; Grenoble 48; Stade Français 46; Biarritz 43; Bayonne 41; Bordeaux 31; Agen 27; Mont-de-Marsan 15Giorgio Sbrocco

21
marzo


Tags
,

Top 14 – Chabal: “I giocatori di oggi trattati come bestiame al mercato”. By Giorgio Sbrocco

Duro atto d'accusa nei confronti dei tempi e dei modi del rugby moderno in salsa francese da parte dell'Orco/Anestesista Sébastien Chabal (35 anni,attualmente in forza al Lione in ProD2), che richiesto di una valutazione sul recente (pessimo) Sei Nazioni della Francia ha così argomentato: “I giocatori sono sottoposti a ritmi sfrenati. Michalak ha giocato 46 partite in un anno. Al giorno d'oggi un internazionale si ferma e riposa un po' solo quando si fa male. È il caso che il rugby francese si ponga alcune domande”. Durissimo nel prosieguo delle dichiarazioni: “Non c'è più nessuno in giro disposto ad ascoltare cosa hanno da dire i giocatori. Siamo parte di un mercato. Ci trattano come bestiame!”. E continua: “Mio nonno faceva il fantino. Quando una bestia era malata la curava. Oggi quando un giocatore non sta bene il club lo mette da parte e ne prende un altro”. Giorgio Sbrocco

19
marzo


Tags
,

Top 14 – Arriva dal Giappone Mike Delany. Ultimi tre mesi di stagione a Clermont. By Giorgio Sbrocco

Finita la stagione in Giappone, con i Sanyo Wild Knights, l’apertura neozelandese Mike Delany (30 anni, un cap con gli AB) raggiungerà Clermont e disputerà gli ultimi tre mesi di Top 14 con la maglia della formazione allenata da Vern Cotter. Arrivo e impiego dell’ex n. 10 di Bay of Plenty e dei Chiefs (finale Super Rugby 2010) erano previsti per la stagione 2013/2014, ma  l’infortunio (crociato del ginocchio, fuori fino al termine del campioanto) dell’estremo Julien Farnoux, hanno respo possibile l’ingaggio anticipato del giocatore con lo status di joker médical. Nel prossimo campionato Delaney ha concrete possibilità di accumulare minutaggi importanti in Top 14 e Heineken cup, anche alla luce del trasferimento di David Skrela a Colomiers.Giorgio Sbrocco

16
febbraio


Top 14 – Clermont e Tolone a valanga, bene le due parigine, Biarritz sconfigge Castres. By Giorgio Sbrocco

Sono  la sconfitta di Castres a Biarritz e quella interna di Tolosa con Perpignano gli unici risultati (un po’) fuori pronostico della giornata numero 18 del Top 14. Tutto nella norma e nel pieno rispetto delle attese della vigilia il resto delle partite in programma, con Tolone e Clermont che dilagano con Mont de Marsan e Montpellier, le due parigine che si impongono su Bordeaux e Bayonne e Grenoble che torna alla vittoria battendo Agen.Top 14 – XVIII giornataRisultatiBiarrtiz – Castres 15-9Clermont – Mont de Mardan 56-3Grenoble – Agen 27-13Stade Fr – Bordeaux 30-14Racing Metro – Bayonne 15-10Tolone – Montpellier  51-6Tolosa – Perpignano 18-19Classifica: Tolone 66, Clermont 60, Tolosa 55, Castres 50, Montpellier 49, Grenoble e Racing 46,Perpignano 43, Biarritz 41, Bayonne 35, Bordeaux 24, Agen 23, Mont de Marsan 14 Giorgio Sbrocco

16
febbraio


Top 14 – La vendetta di Perpignano nel giorno delle mille candeline di Noves. By Giorgio Sbrocco

Nel giorno della panchina numero 1000 del condottiero Guy Noves e dopo 31 anni di attesa si consuma la vendetta catalana ai danni di Tolosa (senza sette internazionali) all’Ernest Wallon, e Perpignano si impone sui campioni in carica 19-18 nell'anticipo del venerdì della giornata 18 del massimo campionato francese,  al termine di un match molto combattuto e che alla fine ha prodotto qualche (prevedibile) strascico polemico circa la condotta del direttore di gara. A decidere la contesa è stata la meta di Hume al 70’. Per i padroni di casa: 6 centri di McAlister, per i Sang et Or di Marc Delpoux  in versione corsari all’arrembaggio, 14 punti dal piede del gallese Hook.Giorgio Sbrocco Top 14 - XVIII giornata Tolosa- Perpignano 18-19 Giorgio Sbroccoi

Rugby Ball