Top 14 – Ali Williams da Auckland a Tolone. È ufficiale. By Giorgio Sbrocco

Era vera la notizia secondo cui il capitano dei Blues Ali Williams stava per lasciare la Nuova Zelanda per venire a giocare in Europa. Williams, 32 anni, ex AB (77 caps), ha firmato un contratto di un anno con Tolone, squadra con cui disputerà la stagione di Top 14 e di HC 2013/2014 e che raggiungerà al termine della stagione di Super Rugby. Nella (sterminata) rosa a disposizione di Bernard Laporte prenderà il posto dell’inglese Nick Kennedy. A lui, che chiedeva di poter lasciare il club, il presidente padrone Mourad Boudjellal ha risposto che Tolone non trattiene chi se ne vuole  andare.  Ali Williams è il settimo acquisto della corazzata della Rada. Con lui sono arrivati: Martin Castrogiovanni, Benjamin Noirot, Emmanuel Felsina, Michael Claassens, Drew Mitchell e Bryan Habana.Giorgio Sbrocco

08
luglio


Tags
,

Top 14 – A Clermont il nuovo presidente si accontenterebbe di un titolo su due. By Giorgio Sbrocco

 Prima uscita ufficiale di Eric De Cromières, nuovo presidente del Clermont alla ripresa dell’attività della squadra di Vern Cotter che l’anno passato raggiunse la finale di HC (persa con Tolone) e la semifinale del campionato di Francia. De Cromières, che è director of Commercial Performance and Member of Executive Committee of Compagnie Generale des Etablissements Michelin SCA, di fatto un altissimo dirigente dell’equivalente per Clermont della Fiat pre Marchionne per Torino, ha subito chiarito che la sua sarà una presidenza nel segno della continuità. “Perché – ha precisato con un’immagine tipicamente francese – il mio compito è mantenere consistente ,la maionese”. Bene Cotter e bene la squadra: “Con la rosa di cui disponiamo possiamo giocare su due tavoli contemporaneamente: quello del Top 14 e quello della Heineken cup. Diciamo che l’obiettivo è vincere una delle due competizioni. Almeno”. Maestro nell’eludere le domande come tutti i grandi manager, il neo presidente ha così risposto a chi gli ha chiesto cosa avesse detto alla squadra in occasione della suo primo incontro con i giocatori: “Passate bene le vacanze?”.Giorgio Sbrocco

07
luglio


Top 14 – Partite storiche. Quella volta che Cardona a Clermont…By Giorgio Sbrocco

In una delle partite della stagione 2012/2013 del Top 14 che Rugby Rama ha inserito nel novero delle più belle dell’annata c’è Clermont – Tolone del 10 novembre. A farne un match da libri di storia, di quelli da tramandare ai posteri, è stato l’epilogo. Non che il resto della partita sia stato “normale”. Anzi: nonostante le numerose assenze degli Internazionali impegnati nella finestra autunnale, ne venne fuori una sfida molto combattuta e in equilibrio. Merito, soprattutto di tale Jonny Wilkinson (ancora lui!), apertura di Tolone, capace di mantenere i suoi a contatto con i padroni di casa nel punteggio grazie a una prova perfetta dalla piazzola e di agguantare il definitivo pareggio (21-21) quando al termine del tempo regolamentare di secondi ne mancavano meno di 30. Tempo regolamentare che spirò nel momento in cui Clermont effettuava il calci di rimbalzo da metà capo per la ripresa del gioco. Palla alta e lunga che arriva dalle parti dell’australiano di Tolone Matt Giteau (uno che di esperienza ne ha tanta, ma tanta davvero). Il quale, in tuffo, ne prolunga la traiettoria tanto da farla uscire dal terreno di gioco. Pareggio che accontenta tutti? Quasi tutti! Non l’arbitro, che è il signor Cardona, quello che di lì a qualche mese avrebbe fatto squalificare Sergio Parisse (a rischio mezzo Sei Nazioni) dopo averlo espulso nel corso di una partita dello Stade Francais per una frase offensiva che solo lui aveva sentito. Cosa fa monsieur Cardona? Ritiene che l’uscita della palla dal terreno di gioco sia stata causata da un intervento volontario con le mani da un giocatore presente in campo (Giteau). Comportamento che il regolamento considera sommamente illegale e che cataloga alla voce “antigioco”. Calcio di punizione a favore di Clermont. Brok James va sulla piazzola e non sbaglia. Clermont 24 – Tolone 21. Certo che un errore del genere da Matt Giteau…Giorgio Sbrocco

28
giugno


Tags
,

Top 14 – Tolone multato per eccesso di sponsor sulla maglia. By Giorgio Sbrocco

I tifosi, almeno quelli che usano esprimersi attraverso la rete e non solo tolonesi, non l’hanno presa benissimo. I fatti: la LNR (la Lega delle società professionistiche) ha multato il Tolone per non aver rispettato le norme circa l’esposizione di marchi pubblicitari sulla divisa da gioco in occasione della finale di Top 14. Quella persa contro Castres. L’ammenda di 35mila euro (non proprio bruscolini) pare sia stata generata dall’inserzione della scritta “Città di Tolone” sulla maglia da gioco dei campioni d’Europa. Una città considerata uno sponsor commerciale? Si è chiesto qualcuno. Sì,  gli ha prontamente risposto un altro rammentando un preciso disposto del protocollo sulle sponsorizzazioni commerciali. “Dal momento che l’Edf (sponsor storico del massimo campionato francese, ndr) non mette più soldi, dovranno pure procurarselo da qualche altra parte” ha postato un pungente Vive le Bearn. “Altrimenti con cosa pagheranno i ristoranti, gli alberghi di lusso e le…maitresses i potenti della Federazione?” ha concluso.Giorgio Sbrocco

25
giugno


Top 14 – Castro è a Tolone: “Giocherò con il club più forte d’Europa”. By Giorgio Sbrocco

Reduce dal Tour in Sud Africa, il pilone destro della Nazionale italiana Martin Castrogiovanni (campione d’Inghilterra con la maglia di Leicester Tigers) è stato presentato oggi alla stampa francese in occasione del suo arrivo a Tolone, con cui ha firmato un contratto biennale. Castro si è detto: "Felice di aver firmato con il Tolone” in quanto “Si tratta del  miglior club d'Europa. Io sono latino, un italiano e un argentino e sono emozionato all'idea di giocare in un club dove la passione e la pressione sono così forti". Auguri!Giorgio Sbrocco

19
giugno


Top14 – Il mm Springbok Vermaak dai Bulls a Tolosa. By Giorgio Sbrocco

Due anni di contratto con Tolosa per il mediano di mischia sudafricano dei Blue Bulls di Pretoria Jano Vermaak, visto all’opera (28 anni, primo cap con la maglia degli Sprinboks) contro l’Italia a Durban e in quell’occasione uscito per infortunio). Si è così conclusa la caccia del club francese  a un mediano di mischia di qualità che potesse riempire il vuoto lasciato dall’australiano Luke Burgess. Richiesto anche dallo Stade Francais, Vermaak ha scelto Tolosa dop oche il club di Guy Noves aveva a lungo inseguito Rory Kockott (sudafricano di Castres) e l’AB Brendon Leonard (fino alle Zebre). Tolosa dispone ora di tre numeri 9: Vermaak, Doussin e Bezy.Giorgio Sbrocco

16
giugno


Top 14 – Mirco Bergamasco non giocherà a Brive.By Giorgio Sbrocco

Non c’è il nome di Mirco Bergamasco (che non ha rinnovato con il Racing) nell’elenco dei 13 nuovi arrivi che Brive (neo promosso in Top 14 dopo un solo anno di permanenza in seconda divisione) ha ufficializzato in settimana. Il club del Limousin ha inoltre definito la propria campagna acuisti ufficialmente chiusa (bouclé). Questi i giocatori trasferiti a Brive: Sisaro Koyamaibole (ex Petrarca), Damien Neveu, Fabien Laurent, Gaëtan Germain, Karlen Asieshvili, Simon Pinet, Tamato Leupolu, Venione Voretamaya, Thomas Sanchou, Kevin Buys, Andrew Mailei, Alfie Mafi, Kieran Murphy.Giorgio Sbrocco

16
giugno


Tags
,

Top14 – Nel Best XV di Midol il tallonatore è il samoano Avei. By Giorgio Sbrocco

 Midol ha pubblicato il (suo) XV ideale riferito alla stagione appena conclusa di Top14. Fra i tanti in questi giorni immessi on line ci sembra il più equilibrato e il più aderente agli effettivi valori espressi. Nei migliori 15 i francesi sono solo 6. Miglior tallonatore dell’anno è stato eletto il samoano Ole Avei del Begles-Bordeaux, protagonista ieri a Nelspuit contro l’Italia.TOP 14 – BEST XV - 2013/201415. Brice Dulin (Castres) – (18 partite) 14. Sitiveni Sivivatu (Clermont) – (17 partite)13. Wesley Fofana (Clermont) – (16 partite) 12. Matt Giteau (Toulon) – (26 partite). 11. Napolioni Nalaga (Clermont) – (21 partite) 10. Jonny Wilkinson (Toulon) – (24 partite)9. Rory Kockott (Castres) – (28 partite) 8. Louis Picamoles (Toulouse) – (19 partite). 7. Julien Bonnaire (Clermont) – (17 partite) 6. Fulgence Ouedraogo (Montpellier) – (21 partite) 5. Christophe Samson (Castres) – (24 partite) 4. Bakkies Botha (Toulon) – (21 partite) 3. Carl Hayman (Toulon) – (24 partite). 2. Ole Avei (Bordeaux-Bègles) – (22 partite). 1. Andrew Sheridan (Toulon) – (23 partite)In panchina16. Dimitri Szarzewski (Racing-Métro) – (tallonatore, 19 partite)17. Karena Wihongi (Castres) – (pilone destro, 24 partite)18. Yoann Maestri (Toulouse) – (seconda linea, 21 partite)19. Alex Tulou (Montpellier) – (terza linea, 24 partite) 20. Camille Lopez (Bordeaux-Bègles) – (apertura, 22 partite)Giorgio Sbrocco

12
giugno


Top14 – Non c’è storia nella classifica dei n. 10. A mani basse vince Wilko. By Giorgio Sbrocco

Due francesi nei primi cinque posti della speciale classifica che Midol ha stilato prendendo in considerazione le stagioni dei numeri 10 delle squadra del Top 14. Una “gara” che, di fatto, ha messo in pali o(solo) i posti dal secondo in giù. Non dovendosi discutere sul nome di Jonny Wilkinson come il migliore dei mediani di apertura che giocano in Francia. Al secondo posto Camille Lopez del Bordeaux (non benissimo sabato all’Eden Parck contro gli AB) e al terzo Remi Tales dei neo campioni di Castres, eroe della finale di Parigi. Al quarto il neozelandese McAlister (Tolosa) e al quinto (nonostante la pessima opinione che ha di lui coach Vern Cotter) il cervello di Clermont: l’australiano Brock James.TOP 14 – 2013/2014Mediani di apertura1. Jonny Wilkinson (Tolone)2. Camille Lopez (Bordeaux)3. Remi Tales (Castres)4. Luke McAlister (Tolosa)5. Brock James (Clermont)Giorgio Sbrocco

Top 14 – Nuovi arrivi e nuovo (vecchio) stadio per lo Stade di capitan Parisse. By Giorgio Sbrocco

Arriverà Morne Steyn e, forse, anche Digby Ioane, insieme con una pattuglia ancora da definire di stelle dell’Emisfero sud. Resteranno il capitano Sergio Parisse (meta man della squadra con Paul Williams con 4 marcature) e al suo fianco Pascal Papè. L’obiettivo, inutile precisarlo, è tornare a far parte del giro che conta del Top1 4 francese. Lo Stade parigino ha chiuso la stagione ancora una volta lontano dalle prime 6 piazze, decimo in classifica generale (6° attacco, 12° difesa), e ha parzialmente salvato la stagione centrando la finale di Challenge Cup (eliminando Bath e Perpignano) che ha perso a Dublino con il Leinster. Molto probabilmente il “colpo” di mercato più importante lo Stade Francais lo farà prendendo possesso del rinnovato stadio Jean Bouin (a due passi dal Parco dei Principi), storico impianto della capitale risalente agli anni ’20 (proprietà del Comune), recentemente portato a una capienza di 20 mila posti (tutti coperti, costo dei lavori:110 milioni euro) e che si candida a diventare il 16esimo uomo in campo della formazione allenata dall’ex Racing Gonzalo Quesada. Auguri!Giorgio Sbrocco

Rugby Ball