24
agosto


Top14 – Habana in campo a Grenoble nella pausa del Championship. By Giorgio Sbrocco

La logica è quella (ferrea e inattaccabile ) del “mostrare soldi, vedere cammello”. Ti pago e ti strapago ma tu per me lavori e fatichi quando e come decido io. Funziona più o meno così negli sport dove i soldi girano sul serio. E perciò non c’è da stupirsi né, tantomeno, da scandalizzarsi se Brian Habana, dopo due “paritelle” contro i Pumas nelle prime due giornate di Championship, utilizzerà la settimana di riposo del torneo australe per…fare un salto in Francia e giocare a Grenoble con la maglia del suo Tolone nella partita valida per il terzo turno del massimo campionato. Così gira il mondo, anche quello ovale. E a farlo girare sono, tanto per cambiare, le palanche. Altro che sterco del diavolo!Giorgio Sbrocc

24
agosto


Top 14 – Oyannax travolge Clermont. Che matricola! By Giorgio Sbrocco

Oyonnax – Clermont 30 – 19 (pt 20 – 0)Marcatori: 26’ m Jenneker tr. Urdapilleta, 30’ m. Denos tr. Urdapilleta, 36’, 40’ cp Urdipilleta, 44’ mnt Vosloo, 48’ cp B. James, 50’ cp Urdipalleta, 54’ , 57’ cp B. James, 67’ m. Ursache tr. Urdipalleta, 79’ mnt StanleyGiallo: 54’ Jenneker  (O)Altro colpo di scena nella seconda giornata del Top 14. Dopo i 40 punti che nell’anticipo di ieri sera Tolone ha rifilato al Racing, tocca al neopromosso Oyannax, nell’anticipo delle 15, salire agli onori delle cronache mettendo sotto il titolato (e pronosticato) Clermont grazie a un primo tempo praticamente perfetto che ha visto Jenneker e Denos andare in meta fra il 26’ e il 30’ e l’apertura argentina Urdapilleta centrare per due volte i pali. Nel secondo tempo Verne Cottere manda dentro Parra, Nalaga e Jaquet per provare a risollevare le sorti della squadra. Operazione che sembra funzionare dopo la meta di Vosloo e il calcio di B. James che al 48’ fissano li scarto a 12 punti. Ma Oyannax  ha idee molto chiare, un super tallonatore (il sudafricano Jenneker) e una grande mediana tutta argentina. Al 67’ (TMO) Ursache schiaccia per la meta del 30 – 14, dopo che in 14 Oyannax (giallo a Jenneker al 53’) aveva subito solo due calci. Fra il 68’ e il 70’ Oyannax “rischia” di segnare la quarta meta con Dens e Urdipalleta m,a il TMO giustamente non concede. A giochi fatti arriva la meta di Stanley che non rende meno amara la sconfitta della Yellow Army né meno importante  e storica la prima vittoria in Top14 della matricola in maglia rossa. Quando in pre campionato Oyannax aveva battuto 24-13 Clermont in amichevole, tutti si erano affrettati a specificare che i gialloblu erano scesi in campo in "formazione ampiamente rimaneggiata", sottintendendo che il successo della neo promossa doveva essere considerato alla stregua di un colpo di...sole. E invece!Giorgio Sbrocco

24
agosto


Top14 – Tolone annienta il Racing. Rosso a Castrogiovanni. By Giorgio Sbrocco

Dura solo un tempo l’equilibrio allo stadio Mayol nell’atteso anticipo del secondo turno di Top14 fra Tolone e Racing. Opposto alla corazzata rossonera di Bernard Laporte, il XV parigino si arrende nella ripresa e incassa quattro mete che valgono il bonus per i rossoneri campioni d’Europa. Per Tolone: mete di David Smith (2), Tillous Borde, Suta e Giteau cui il solito Wilkinson ha aggiunto 16 punti dalla piazzola. Per gli ospiti: 3 calci di Sexton e una meta a tempo scaduto di Lacombe. A pochi secondi dal fischio finale Martin Castrogiovanni (in campo dal 56’), venuti alle mani con la seconda linea Ghezal, ha subito il cartellino rosso dell’espulsione definitiva. Stesa sorte al suo avversario. Dichiarazione polemica del tecnico del Racing Laurent Labit a fine gara: “ I fatti ci sono stati contrari. Ma non posso dire di aver capito tutto. Mai stato contrario al TMO. Il video è uno strumento formidabile, a patto che venga messo a disposizione di gente che sia in grado di utilizzarlo correttamente” . C’era una volta il fair play!Tolone – Racing Metro 41 – 14 (pt 10-6)Giorgio Sbrocco

23
agosto


Tags
,

Top14 – I pronostici di Jaques Brunel. By Giorgio Sbrocco

“Un altro turno di campionato pieno di partite in quasi assoluto equilibrio. Come avevo previsto questo Top1 4 riserverà sorprese a non finire e prevederne l’andamento sarà impresa quasi impossibile. Sette gironi fa sono stato tradito dal pareggio di Montpellier e dalle sconfitte di Castres e Stade Francais. Stavolta punto   su Montpellier, Bordeaux e Castres. L’obiettivo è arrivare all’80% di pronostici azzeccati. Troppo presto per puntare all’en plein”. Così il ct dell’Italia ovale Jaques Brunel che torna in pista sul nostro sito nelle vesti di esperto di Top14.Top1 4 – II giornataTolone – Racing: vince ToloneOyannax – Clermont: vince ClermontBiarritz – Montpellier: vince Montpellier, Biarritz in bonus difensivoCastres – Grenoble: vince CastresPerpignano – St. Français: vince PerpignanoTolosa – Bayonne: vince Tolosa , Bayonne in bonus difensivoBrive – Bordeaux: vince Bordeau, Brive in bonus difensivoGiorgio Sbrocco

22
agosto


Top14 – Big match a Tolone. Parisse contro Benvenuti a Perpignano. By Giorgio Sbrocco

Si apre domani sera con l’anticipo Tolone-Racing (in molti pronosticata come partita di finale della stagione 2014) la seconda giornata del Top14 francese che vedrà (sabato) la capolista Bayonne rendere visita al Tolosa di Guy Noves reduce dalla (contestata) sconfitta di Montpellier. In casa le due matricole, Oyannax con Clermont e Brive con Bordeaux. Equilibrio annunciato a Perignano (Benvenuti in panchina) dove arriva lo Stade Francais di Sergio Parisse e a Biarritz (Furno titolare) dove sarà di scena il quotato Montpellier. Agevole (sulla carta) il debutto casalingo dei campioni in carica di Castres con Grenoble.Top1 4 – II giornataDomaniTolone – RacingSabatoOyannax – ClermontBiarritz – MontpellierCastres – GrenoblePerpignano – St. FrançaisTolosa – BayonneBrive – BordeauxGiorgio Sbrocco

21
agosto


Top14 – In Francia stadi pieni, tanti campioni e rugby di ottimo livello. Beati loro! By Giorgio Sbrocco

Top14: partenza stagionale col botto e, come si diceva una volta, con i cassieri dei club in cima alla classifica delle persone più felici del momento. Mentre Perpignano annuncia di aver battuto il record di afflusso e incasso in occasione del match vinto con Castres (Aimè Giral, capienza 15 mila, esaurito), i numeri complessivi del turno di apertura del  massimo campionato francese dicono che la media spettatori nelle 7 partite disputate è stata superiore alle 14 mila unità. Indovinatissimo e condivisibile il commento alla notizia di Onrugby.it: invidia. Con una piccola chiosa: per favore, nessuno cerchi di aprire un dibattito per scoprire se gli stadi pieni sono causati dal livello delle formazioni allestite, e quindi dalla qualità del gioco prodotto o se le formazioni in lizza sono di così altro livello tecnico grazie agli stadi pieni e ai biglietti venduti. Non se ne uscirebbe vivi! Per la cronaca: nel week end c'è Tolone - Racing. allo stade Mayol (capienza: 14.700) solo posti in piedi.Giorgio Sbrocco

20
agosto


Tags
,

Top14 – Guy Noves: “Con l’arbitro Cardona tutto chiarito. Siamo d’accordo su tutto”. By Giorgio Sbrocco

Sabato si era presentato (furente) in conferenza stampa dopo la sconfitta a Bordeaux con tanto di video montato e operatore per dimostrare che l’arbitro Cardona (quello del rosso a Parisse che fece perdere al nostro capitano una giornata di Sei Nazioni) aveva sbagliato ai danni di Tolosa. E aveva chiaramente sostenuto la tesi che proprio dagli errori arbitrali (tre particolarmente gravi, fra cui il giallo al mediano di mischia costato 10 punti di passivo) era nata la sconfitta (25-31) dei suoi. Una manciata di ore e una telefonata con l’arbitro dopo,  lo stesso Guy Noves ha tenuto a far sapere che: “Tutto è stato chiarito. Siamo qui per lavorare insieme e insieme vogliamo continuare a farlo. Ci siamo trovati d’accordo su tutto. Sia sulle decisione prese che si sono dimostrate corrette, sia su quelle da me contestate, sulla cui interpretazione l’arbitro si è detto d’accordo con me. Abbiamo concordato di continuare a lavorare insieme alla ricerca di punti comuni d’interesse con lo scopo di migliorare il nostro rugby”. Tutto qua. Marcia indietro a tutta forza. Chissà! Forse il tecnico di Tolosa pensava che la sua uscita avrebbe trovato eco più ampia all’interno dell’ambiente. Passata la nottata e verificato che rischiava di trovarsi con il (pericoloso) cerino in mano e con la scritta “allenatore nemico degli arbitri” in fronte dopo una sola giornata di campionato…ha preferito un saggio (e salutare?) passo indietro. Anche se solo telefonico.Giorgio Sbrocco

19
agosto


Tags
,

Top 14 – Vecchio e internazionale? Di corsa a Tolone. E Juan Smith…By Giorgio Sbrocco

Nel mondo blog dei siti ovali francesi gira da tempo il seguente teorema: sei vecchio e in passato hai giocato nella squadra Nazionale del tuo paese? Allora corri a Tolone che ti cercano. Cattiveria allo stato puro e forse anche dosi industriali di invidia da impotenza. Però è di oggi la notizia che Juan Smith, terza linea di Bloemfontein, 32 anni compiuti da poco, 69 volte Springboks, campione del mondo 2007, recentemente ritiratosi dalle scene per una (brutta) lesione al tendine d’Achille rimediata un paio di anni fa…sta per sbarcare in Francia, dove si sottoporrà a visite mediche e test fisici prima di firmare (mercoledì, in caso di esito positivo) il contratto. Ovviamente con Tolone. Ma allora hanno ragione i bloggers!Giorgio Sbrocco

19
agosto


Tags
,
,

Top14 – Sexton fa solo 3/6. E arrivano le prime critiche. By Giorgio Sbrocco

Più ti pagano più pretendono, più ti osservano e meno ti perdonano. Lo sta imparando a proprie spese l’apertura irlandese Jonathan Sexton che al debutto in Top 14 contro Brive ha messo fra i pali 3 calci di punizione altrettanti li ha sbagliati. Uscito al 56’, il suo posto è stato rilevato da Jonathan Wisniewski, che di palloni ne ha piazzato solo 2 ma entrambi sono andati a segno. Come dire: con tutti i soldi che prendi fai solo il 50% di realizzazione e il tuo collega (molto) meno pagato di te fa il 100! L’annotazione è di Rugby Rama del lunedì, che inserisce il caso del dublinese fra i fatti più rilevanti della prima giornata di campionato. Welcome to France Mr. Sexton!Giorgio Sbrocco

18
agosto


Tags
,

Top14 – La nuova mischia e il Tmo più presente. Presto per valutare. By Giorgio Sbrocco

Visto ieri sera sugli schermi di Sky (Perpignano-Castres) il nuovo Top 14, alla voce “novità”, si segnala per un paio di "cosette" che meritano una prima riflessione. Tutti si aspettavano “meraviglie” dalla nuova tempistica della mischia ordinata, con i piloni che si legano fra loro prima di ingaggiare. In effetti è ancora presto per verificare l’ipotesi di un calo di mischie resettate nell’ordine del 40 per cento. Servono numeri, volume di gioco, casistica. A prima vista (dopo aver seguito in streaming anche il pareggio di Montpellier) l’innovazione pare destinata a diminuire il numero di crolli in prima linea ma (impressione senza alcuna apporto di dati oggettivo, sia chiaro) a incrementare quello delle mischia “stappate”. Della serie: se prima era praticamente impossibile (diciamolo!) individuare il colpevole della perdita di assetto stabile (a meno che non rifiutasse la legatura) verso il basso, ora con due forze praticamente uguali e contrarie applicate senza alcuna componente dinamica…si rischia di replicare. Anche perché, essendo stata azzerata la “guerra degli ingressi”, staccare il piede da terra da parte del tallonatore si candida a diventare il gesto in assoluto più pericoloso/determinante dell’intera fase di contesa. Il futuro è nella conquista senza tallonaggio? Forse sì, anche se si tratta di una tecnica molto “raffinata” e per eseguirla correttamente servono piloni e tallonatori (molto) bassi o capaci di andare bassissimi mantenendo le spalle sopra il bacino. Mica pizza e fichi! Staremo a vedere. A fine girone di andata si potranno tentare analisi meno azzardate. Interessante è invece l’uso (qualcuno ha già parlato di abuso, ma l’osservazione è chiaramente ironica) del Tmo, che i Francia (popolo che è riuscito nell’impresa di tradurre in lingua nazionale anche la parola computer e di cambiare la struttura di sigle universalmente conosciute come Aids, Ufo e Nato) si chiama AV -. Arbitre video. La novità sta nel fatto che all’arbitro di campo è ora consentito di chiedere lumi su accadimenti della cui completa decifrazione ritiene di non essere in possesso, a volte per difetto di posizione. Il direttore di gara di Perpignano-Castres ha infatti interpellato il collega AV su presunte trattenute di un giocatore senza palla, sulla volontarietà di un in avanti, sulla possibile ostruzione di un attaccante a terra ai danni del difensore e su altri aspetti del gioco. In altre occasioni, richiamato dalle bandierine, ha chiesto lumi ai collaboratori di linea. Il dato è di per sé confortante. E non solo per la vecchia storia dei…quattro occhi che vedono meglio di due. Pare infatti scontato che con una tale possibilità da spendere in qualsiasi momento della gara, l’arbitro possa svolgere il proprio compito di giudice inappellabile in una condizione psicologica più confortevole. Da qui a sentirsi “allegramente deresponsabilizzato”…Anche questo è argomento su cui è sensato rimandare valutazioni e giudizi (almeno) alla seconda parte della stagione. Tenendo conto che si tratta di un’innovazione strettamente legata alla disponibilità di un numero adeguato di telecamere. Leggasi: palanche. Come dire: un problema di cui il rugby italiano di club potrà occuparsi solo a livello (strettamente) accademico. Per ora.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball