B&I Lions – I giocatori di Tolone a disposizione di Mr Gatland per il Tour 2013. Come da regolamento! By Giorgio Sbrocco

Qualche giorno fa, a chi (pur se velatamente) criticava la sua gestione sul versante punto dell' impiego (eccessivo) delle risorse, il patron del Tolone Mourad Boudjellal rispondeva spiegando che “quando Tolone scende in campo, in spogliatoio restano circa 35 kg d'oro in orologi e gioielli di proprietà dei giocatori”. Per la serie: la classe non è acqua. E in base al celebrato Articolo V (...chi ha la grana ha vinto). Chissà cosa troverà da dire, ora, il re dei fumetti francesi quando qualcuno gli spiegherà che Jonny Wilkinson, Delon Armitage, Steffon Armitage, Andrew Sheridan, Simon Shaw e Gethin Jenkins, tutta gente nata al di là della Manica e che lui ha voluto Francia (pagando il dovuto) per far grande e vincente la sua squadra...potrebbero disertare l'appuntamento più importante dell'anno perché impegnati nel Tout 2013 dei B&I Lions in Australia agli ordini di Warren Gatland. Da buon generale comandante, Boudjellal aveva già, nei giorni scorsi, mandato a vanti i suoi luogotenenti (Bernad Laporte davanti a tutti) a urlare e a promettere sfracelli. A dire, in sostanza che (più o meno testuale): “col cavolo” che lui si sarebbe privato di tanti ottimi giocatori il giorno della finale di Top 14. Partita che, guarda caso, confligge e si sovrappone con gli impegni dei rossi Leoni di Inghilterra e Irlanda sotto l'equatore. Peccato che quelle in cui si è gettato a capofitto l'intero stato maggiore dei Tolonesi, sia una battaglia persa in partenza. Recita infatti il regolamento dell'Irb (cfr 9.6b) che “ Il tour quadriennale dei British and Irish Lions è un evento ufficiale e i giocatori selezionati per parteciparvi devono essere lasciati liberi dai rispettivi club. Il periodo di "permesso" va di norma dal 1 giugno e si conclude con il secondo weekend di luglio dello stesso anno" . Vero che sul “di norma” si potrà (molto) discutere e trattare. Ma che Laporte (a nome di Mourad Boudjellal )se ne esca tuonando che lui (il Tolone) i giocatori non li fornisce...non sta né in cielo né in terra. Chili d'oro e Ferrari in garage, ovviamente, a parte.Giorgio Sbrocco

10
settembre


Top 14 – Gialli a quota 13. Mont de Marsan la squadra più indisciplinata. By Giorgio Sbrocco

Si è alzato rispetto al vturno pèrecedebte il numero dei cartellini gialli nel corso della quarta giornata di Top 14. Sono stati in totale 13 le espulsioni temporanee decretate nel corso delle sette partite in calendario. Contrariamente ai turni precedenti, stavolta nessuna partita finita senza che almeno un giallo venisse estratto dal direttore di gara. Interessante anche il numero delle squadre che non ne hanno subiti (6). Tre partite hanno registrato un solo giallo, mentre il record di giornata appartiene a Mont de Marsan che ne ha subiti ben tre nel match perso con Grenoble. Questi gli indici numerici della giornataMedia gialli per squadra 0,93Media gialli per partita 1,86Media raffinata (escludendo le squadre che non hanno subito gialli) 1,63Le specifiche di giornata (numero complessivo gialli e suddiviso per squadra)Clermont – Racing 1 (1 – 0)Tolone – Bordeaux 1 (0 – 1)Grenoble – Mont de Marsan 3 (0 – 3)Stade Fr. - Castres 1 (0 – 1)Perpignano – Bayonne 2 (0 – 2)Tolosa – Agen 3 (1 – 2)Biarrtz – Montpellier 2 (0 – 2)Giorgio Sbrocco

10
settembre


Tags
,

Top 14 – Brunel ne sbaglia uno. No...mezzo! By Giorgio Sbrocco

Secondo en plain stagionale mancato di un soffio dal ct della Nazionale italiana Jaques Brunel nella sua consueta “schedina” del Top 14 per www.glengrant.it. Unico risultato non previsto dal tecnico transalpino, quello di Parigi, dove lo Stade di Sergio Parisse e il Castres  hanno chiuso sul 20-20. Ma per fortuna: scripta manent. Andate a leggere sul nostro sito cosa aveva detto Brunel circa la partita (in data 8 settembre)!Giorgio Sbrocco

10
settembre


Top 14 – La prima volta di Perpignano. Delpoux: “Per il bel gioco ripassare più avanti!”. By Giorgio Sbrocco

Dopo tre sconfitte consecutive e un inizio di polemica (anche interna) circa il nuovo piano di gioco voluto da coach Marc Delpoux (ex Calvisano), anche Perpignano sorride all'indomani della bella e sudatissima vittoria interna su Bayonne. Le cronache riferiscono di un match molto chiuso, fra due squadre (molto) preoccupate di non subire  e deciso (a conti fatti) dai gialli subiti dai giocatori della formazione ospite. Contento Delpoux, che già sette giorni fa, dopo il 53-21 subito a Biarrtiz aveva fatto i complimenti alla sua squadra per l'impegno e la determinazione dimostrati. E contenti anche i tifosi catalani ai quali lo zero nella casella dei successi cominciava a pesare. Sostanziale e incoraggiante il passo avanti in classifica, che ha portato i Sang et Or dalla 11esima piazza alla nona in coabitazione con Stade Francais e Bayonne. “L'importante era vincere. Per il bel gioco...ripassare fra qualche tempo” la frase attribuita a Delpoux da molto media Transalpini. Ottime, comunque, le prestazioni di Hook all'apertura, del baby  Vahaamahina in seconda e del centro Mafi. Sabato a Perpignano arriva Tolosa...Giorgio Sbrocco

10
settembre


Top 14 – Lanta chiede tempo per il suo Bayonne. By Giorgio Sbrocco

Il bilancio di tre sconfitte e una vittoria dopo quattro giornate di campionato non suona come un riconoscimento di qualità Ma la stagione è lunga, la fiducia nel gruppo c'è e le occasioni per rifarsi di sicuro nno mancherannoChiede tempo, per lui e per la squadra, ai dirigenti e ai tifosi Christian Lanta, tecnico (in grossa crisi di risultati) di Bayonne: “Lo ripeto, lasciateci un po' di tempo” ha ripetuto dopo il 18-13 subito a Perpignano. “Certo che siamo frustrati e delusi. Nel primo tempo praticamente non siamo mai stati in partita, poi ci siamo svegliati ma rimontare è stato impossibile, anche se qualcosa di buono in campo si è visto. Soprattutto in fatto di avanzamento sull'asse e nelle situazioni di impatto. Dopo un'ora di gioco si sapeva che la mischia dei nostri avversari (priva del pilone Mas, ndr) avrebbe perso colpi e cominciato a soffrire. Ma giocare l'ultimo quarto in 14 ci ha decisamente penalizzato”.Giorgio Sbrocco

10
settembre


Top 14 – Galthié: “Penalizzati da due gialli inesistenti!”. By Giorgio Sbrocco

Accetta il verdetto del campo ma con qualche necessario...approfondimento, il coach di Montpellier Fabie Galthiè all'indomani della sconfitta (27-8) sul campo di Biarritz: “Il risultato va accettato” attacca il tecnico ex Nazionale di Francia. “Ma è certo che quelli di Biarritz lo accettino più volentieri di noi”. Poi, esaurite le scorte di ironia: “Abbiamo subito tre mete quando eravamo in campo in 13, il primo tempo lo abbiamo chiuso 3-3. Ovvio che l'umore non sia dei migliori”. E ancora: “Una volta sotto non siamo riusciti a recuperare in tempo. Ci abbiamo provato ma era troppo tardi”. E infine il giudizio sull'operato dell'arbitro: “I due gialli non c'erano assolutamente! Basta guardare le immagini: c'è una contesa aerea e un placcaggio sull'uomo col pallone. Assurdo! Due decisioni ingiuste che hanno avuto un peso rilevante sulla partita. Giocare in 13, con in più le assenze che dobbiamo patire in questi giorni è davvero troppo! Impossibile competere”. E per chiudere: viva le metafore: “Diaciam oche abbiamo perso per colpa di rimbalzi maligni. Due, per la precisione. E non esattamente favorevoli”.Giorgio Sbrocco

09
settembre


Top 14 – Clermont di misura sul Racing nel posticipo serale. Tolone in testa, Grenoble splendido quarto. By Giorgio Sbrocco

Vittoria consecutiva in casa numero 45 per Clermont che allo stadio Michelin, nel posticipo della quarta di campionato ha fatto valere la sua ferrea regola anche contro un Racing Metro (Mirco Bergamasco ala in campo 80’) ben disposto negli spazi ristretti,, solido nelle fasi statiche e pronto ad approfittare dei “danni” creato dalla sua pressione. Il punteggio finale di 13-12 testimonia di un match giocato a intensità sempre molto elevate e in costante equilibrio. Per Clermont, che ha rinunciato a Debaty, sofferente alla schiena, sul lato sinistro della prima linea, sostituendolo con Domingo, una meta trasformata di Nalaga al 4’ e due calci di Parra nella ripesa. Per i parigini di Gonzalo Quesada: tre calci dell’estremo Dambielle e un drop al 55’ del centro Estebanez. Grazie ai quattro punti conquistati il Clermont si installa al sesto posto in classifica generale (10 punti), a un a lunghezza da Castres e un punto avanti alla coppia Racing-Montpellier. In testa, da solo, Tolone (nella foto il flanker Armitage) con 18 punti, inseguito a quota 17 da Biarritz e dal sorprendente neo promosso Grenoble quarto con 13. Sul fondo, ancora a zero punti, la matricola Mont de Marsan e un gradino più in alto Agen, penultimo con 2. PosticipoClermont – Racing Metro 13 - 12 Classifica Tolone 18Biarritz 17Tolosa 15Grenoble 13Castres 11Clermont 10Racing M., Montpellier 9Bayonne, Perpignano, Stade Francais 6Bordeaux 5Agen 2Mont de Marsan 0 Giorgio Sbrocco  

08
settembre


Tags
,

Top 14 – Tolone come un uragano vola in cima alla classifica. Bordeaux si arrende al Mayol. By Giorgio Sbrocco

Successo di larghe proporzioni  (42-12) di Tolone in versione Invincible Armada sul malcapitato Bordeaux che poco ha potuto contro la strapotenza del XV rossonero di Bernard Laporte e ha pagato un pesante tributo alla dura legge del Mayol. Il risultato finale dice di un Tolone con le mani sula partita fin dal primo tempo (13-6), capace poi di dilagare nelle ripesa e di andare in meta cinque volte con Smith, Armitage, Mermoz (2) e Basteraud. Tutti del mediano di mischia 23enne Saubbusse i 12 punti degli ospiti. Con i 5 punti conquistati stasera Tolone conquista la vetta della classifica a quota 18, lasciando Biarritz a una lunghezza e Tolos a tre. Domani  Clermont-Racing completerà il programma della giornata.Top 14Posticipo Tolone – Bordeaux 42-12 Giorgio Sbrocco

08
settembre


Tags

Top 14 – Biarritz vince senza bonus, pareggia Castres a Prigi e Grenoble distrugge Mont de Marsan. By Giorgio Sbrocco

Non perde un colpo la capolista Biarritz, che i casa regola abbastanza agevolmente Montpellier pur senza ottenere il bonus nel quarto turno di Top 14. Vittorie secondo pronostico anche nelle dimensioni per Tolosa su Agen e di Grenoble su Mont de Marsan nel derby fra matricole. A Parigi lo Stade impatta con Castres, mentre Tolone sta giocano con Bordeaux il posticipo di giornata. E domani Clermont-Racing completerà il programma. Top 14 – IV giornata Risultati Biarritz- Montpellier 27 – 8Perpignano – Bayonne 18-13Stade Fr. – Castres 20-20Grenoble – Mont de Marsan 52-7Tolosa – Agen 62-13Giorgio Sbrocco

08
settembre


Top 14 - I pronostici di Jaques Brunel. By Giorgio Sbrocco

Galvanizzato dal 100% di pronostici azzeccati sette gironi fa, il ct dell’Italia ovale Jaques Brunel tenta di replicare la prestazione perfetta della terza giornata e propone ai lettori di www.glengrant.it la sua personale schedina del quarto turno del Top 14. Ancora una volta: nessuna vittoria fuori casa.Biarritz – Momtpellier: vince Biarritz per ché tutto sta funzionando al meglio e Biordeaux ha qualche assenza di troppGrenoble – Mont de Marsan: vince Grenoble perché è oggettivamente superioreStade Francais – Castres: vince lo Stade, ma solo perché nel rugby i pareggi sono merce troppo rara e perché a Parigi hanno assoluto bisogno di un successo. Ma sarà durissimaPerpignano – Bayonne: vince Perpignano, anche se è senza piloni destriTolosa – Agen: vince Tolosa, troppo superiore per organico e individualitàTolone – Bordeaux: vince ToloneClermont – Racing M.: vince Clermont perché di spone di una fase offensiva molto efficaceGiorgio Sbrocco

Rugby Ball