08
novembre


Italia – Le scelte di Jaques Brunel. By Giorgio Sbrocco

Il ct Jaques Brunel in merito alla formazione che andrà in campo contro Tonga: “Mandiamo in campo la miglior formazione possibile, senza nessun pensiero alle due partite che verranno dopo  ma con l’obiettivo di partire subito nel migliore dei modi in questa serie di novembre. Abbiamo vinto tre delle ultime quattro partite che abbiamo giocato, l’obiettivo è di continuare in questa direzione. Abbiamo solo questa partita nella testa, non pensiamo a quello che verrà”.Sulla scelta diel bresciano Cittadini pilone destro: “Cittadini ha giocato di più in questa prima fase di stagione rispetto a Castrogiovanni, sono due piloni di livello internazionale e credo che davanti al pubblico della sua città Lorenzo meriti la chance di iniziare la partita. Cittadini ha già giocato come titolare nel Sei Nazioni quando Castrogiovanni era infortunato e nelle ultime settimane Castro ha giocato poco a Leicester E’ una scelta che riguarda la partita di sabato, più che il raffronto tra i due giocatori”. Sulla mediana Botes.Burton: “Scelte normali visto anche che Gori, per infortunio, non ha giocato nell’ultimo mese e abbiamo deciso di convocarlo nonostante il minutaggio ridotto dell’ultimo periodo. Oggi Botes è più pronto per una partita internazionale”.Sull’inserimento del debuttante Tommaso Iannone all'ala: “La scelta era tra lui e Venditti, anche alla luce dell’indisponibilità di Mirco Bergamasco: ma Iannone è una sorpresa solo se non si considerano le sue prestazioni con Treviso in questa prima fase di stagione e le risposte che ha dato in allenamento. Ha un buon timing con la squadra e si è allenato davvero bene nei due raduni che abbiamo fatto a Roma, potevamo aspettare o dargli subito la possibilità di far vedere le sue qualità: abbiamo scelto la seconda strada”.Sul rientro di Masi: “Andrea è in una condizione fisica eccezionale, ha grande fiducia in se stesso e crediamo sia la scelta che può dare di più alla squadra”.Giorgio Sbrocco 

08
novembre


Italia – Italia formato Benetton per il debutto contro Tonga. Castrogiovanni parte dalla panchina. By Giorgio Sbrocco

Indiscrezioni della vigilia confermate circa la formazione che il ct Jaques Brunel manderà in campo a Brescia contro Tonga (sabato ore 15, diretta su La7) nel primo dei tre Test match che l'Italia del rugby disputerà a novembre. L'unico, è bene chiarirlo, che deve assolutamente vincere. Il XV di partenza – 11 giocatori della Benetton – è quanto di meglio la nostra Nazionale, al momento, è in grado di mettere in campo. L'unica scelta (in parte) discutibile è quella di Masi estremo, con il dirottamento di McLean all'ala. Per il resto: il debuttante Iannone preferito a Venditti, coppia di centri made in Treviso come la mediana, e terza linea con Zanni-Barbieri pretoriani di lusso di capitan Parisse. Obbligata (fino a un certo punto) la scelta di Furno in seconda con Pavanello in panchina. Tattico l'impiego part time di Castrogiovanni. ITALIAMasi, Iannone, Benvenuti, Sgarbi, McLean, Burton, Botes, Parisse, Barbieri, Zanni, Furno, Geldenhuys, Cittadini, Ghiraldini, Lo Cicero In panchina: Giazzon, De Marchi, Castrogiovianni, Pavanello, Favaro, Gori, Orquera, VendittiGiorgio Sbrocco

05
novembre


Italia Test - Il team manager Troiani: "A Brescia contro Tonga per portare a casa il risultato". By Giorgio Sbrocco

Primi allenamenti della Nazionale  al “San Michele” di Calvisano in preparazione alla sfida con sfida con Tonga di sabato al “Rigamonti” di Brescia.Nella rosa della nazionale tongana in preparazione a Rovato sono 29 gli  atleti giocano all’estero in Aviva Premiership, Top14 e ProD2, Super 15, Pro12 e GiappponeUnico a giocare in Italia nella rosa del ct Mano ‘Otai è il mediano d’apertura Fangatapu ‘Apikotoa,  tesserato con l'Amatori Alghero in serie A (girone B) “Conosciamo bene i tongani, una squadra eccezionale sul piano fisico e delle individualità ma con delle lacune tecnico/tattiche che potrebbero rappresentare un vantaggio per noi” ha dichiarato il team manager Luigi Troiani “L’anno scorso Tonga ha disputato un ottimo Mondiale, battendo anche la Francia nella prima fase: avevano avuto molto tempo per ritrovarsi, costruire un gruppo, stare insieme. Adesso avranno molto meno tempo per ritrovare gli automatismi e questo può rappresentare per noi un vantaggio, l’Italia è al terzo raduno ed abbiamo già avuto modo di lavorare insieme per più tempo rispetto ai nostri avversari”. “Siamo qui per portare a casa il risultato – ha aggiunto Troiani – perché vogliamo iniziare questa serie di incontri autunnali con il piede giusto e regalare anche una soddisfazione al nuovo Presidente della FIR, che farà il proprio esordio nel ruolo nella sua città natale. Soprattutto, la gara con Tonga sarà fondamentale in vista delle due partite che seguiranno, contro gli All Blacks campioni del mondo e l’Australia: quella di Brescia è la partita più importante, vincere sabato è fondamentale per andare con la massima fiducia a sfidare la Nuova Zelanda all’Olimpico la settimana prossima”. Giorgio Sbrocco

04
novembre


Tags

Test Italia – Azzurri da stasera in raduno a Brescia. Nel mirino: Tonga. By Giorgio Sbrocco

Italia di Jaques Bunel da stasera in raduno al Novotel di Brescia in preparazione al test con Tonga in programma sabato allo stadio Rigamonti (ore 15, diretta La7). Da domani gli Azzurri si alleneranno al centro sportivo San Michele di Calvisano  ITALIAAvantiRobert BARBIERI (Benetton Treviso, 24 caps)Mauro BERGAMASCO (Zebre Rugby, 92 caps)Martin CASTROGIOVANNI (Leicester Tigers, 88 caps)Lorenzo CITTADINI (Benetton Treviso, 13 caps)Alberto DE MARCHI (Benetton Treviso, 2 caps)Simone FAVARO (Benetton Treviso, 13 caps)*Joshua FURNO (Narbonne, 5 caps)*Quintin GELDENHUYS (Zebre Rugby, 30 caps)Leonardo GHIRALDINI (Benetton Treviso, 45 caps)Davide GIAZZON (Zebre Rugby, 2 caps)Andrea LO CICERO (Racing-Metro Paris, 95 caps)Francesco MINTO (Benetton Treviso, esordiente)Sergio PARISSE (Stade Francais, 88 caps) – capitanoAntonio PAVANELLO (Benetton Treviso, 10 caps)Michele RIZZO (Benetton Treviso, 5 caps)Ratu Manoa Seru VOSAWAI (Benetton Treviso, 9 caps)Alessandro ZANNI (Benetton Treviso, 66 caps)Linea arretrataTommaso BENVENUTI (Benetton Treviso, 20 caps)*Mirco BERGAMASCO (Racing-Metro Paris, 87 caps)Tobias BOTES (Benetton Treviso, 5 caps)Kristopher BURTON (Benetton Treviso, 17 caps)Gonzalo CANALE (La Rochelle, 77 caps)Edoardo GORI (Benetton Treviso, 16 caps)*Tommaso IANNONE (Benetton Treviso, esordiente)*Andrea MASI (London Wasps, 69 caps)Luke MCLEAN (Benetton Treviso, 38 caps)Luca MORISI (Benetton Treviso, 2 caps)*Luciano ORQUERA (Zebre Rugby, 27 caps)Alberto SGARBI (Benetton Treviso, 20 caps)Giovanbattista VENDITTI (Zebre Rugby, 7 caps)**Accademia Fir di Tirrenia Giorgio Sbrocco    

30
ottobre


Tags

Test – Il marchio Ghial sulle maglie di Tonga. By Giorgio Sbrocco

Il marchio Ghial (sponsor storico del Rugby Calvisano), fonderia di proprietà della famiglia Ghidoni con sede a Castegnato (Bs), comparirà sulle maglie e sulle divise da gioco della Nazionale di Tonga che affronterà l'Italia a Brescia il 10 novembre. L'accordo, che prevede la presenza del marchio nel corso dell'intero tour europeo della formazione del Sud Pacifico, sarà illustrato lunedì nel corso della conferenza stampa di presentazione  in programma alle  ore 11 presso l'Hotel Touring di Coccaglio.Giorgio Sbrocco

22
ottobre


Tags

Test – Convocati 35 tongani per il tuour di novembre. By Giorgio Sbrocco

Resi noti i nomi dei 35 atleti tongani che parteciperanno al tour di novembre. Tonga incontrerà l'Italia (che precede di una posizione nel ranking Irb) a Brescia il 10 novembre, e nel corso del viaggio nell'emisfero nord giocherà contro i Newcastle Falcons (seconda divisione inglese), Scozia e Stai Uniti. TongaAvanti: Sona Taumalolo, Saoane Tonga'uha, Alani'Aulika, Tevita Mailau, Taufa'ao Filise, Elevisi Taione, Ilaisa Ma'asi, Aleki Lutui, S. Sakalia, Joe Tu'ineau, Joshua Afu, Sione Timani, Tukulua Lokotui, Samisoni Fifita Masima, Hale Ta Pole, Sitiveni Mafi, Nili Latu, Sione Vaiomo'unga, Paula Kaho, Viliami Ma'afu, Uamano Fono.Linea arretrata: Taniela Moa, Samisoni Fisilau, Fangatapu 'Apikotoa, Adney Mosese Uasila'a, Sione Piukala, Sukanaivalu Hufanga, Hudson Tonga'uiha, Viliami Helu, Viliami 'Iongi, Mateo Malupo, Fetu'u Vainikolo, Vunga Koto Lilo, Sitaleki Lu'au, 'Apakuki Ma'afu. Giorgio Sbrocco

11
maggio


Il grande rugby via da Torino perché (forse) Italia - Tonga rovinerà il manto erboso e (forse) la settimana dopo il Torino calcio giocherà in casa. By Giorgio Sbrocco

Da ridere (si fa per dire). Per non piangere (lacrime amare). Il fatto: Italia – Tonga (che non è proprio una sorta di sinecura ovale come qualche sbadato è portato a ritenere associando il nome dell’avversario degli azzurri a resort soleggiati,  ClubMed e a pedalò del Sud Pacifico), test match in programma il prossimo 10 novembre nel quadro del trittico internazionale che vedrà la formazione del neo ct Jaques Brunel sfidare Nuova Zelanda e Australia, non si giocherà a Torino. Meglio: non si giocherà allo stadio Olimpico del capoluogo sabaudo. Perché, come ha spiegato per iscritto l’assessore Stefano Gallo in un messaggio inviato al presidente Fir Giancarlo Dondi: “…non c’è il tempo materiale per l’eventuale ripristino del manto erboso”. Operazione che, secondo i tecnici, dovrebbe protrarsi per cinque giorni salvo complicazioni e per la quale il comitato organizzatore dell’evento ha già garantito la copertura economica (185 mila euro di fideiussione). E quindi? Quindi, secondo l’assessore, potrebbero sorgere (gravissimi?) problemi di agibilità per il Torino (calcio) che in quello stadio gioca e giocherà (questo è l’augurio di tutti) in serie A nella prossima stagione. Domanda: ma chi l’ha detto che il Torino (calcio) giocherà in casa la domenica successiva al 10 novembre 2012? Risposta:nessuno. Dal momento che il calendario 2012/2013 di serie A non è ancora stato stilato. Ma nel dubbio, pare evidente che l’assessore e i suoi consiglieri (ammesso che ne abbia interpellati sull’argomento e dei quali piacerebbe conoscere i nomi) hanno preferito andare sul sicuro producendosi nella seguente duplice controproposta (frutto di apposito e sofferto think tank?) : 1) spostare la partita allo stadio (di atletica) intitolato a Primo Nebiolo in parco Ruffini (“Il nuovo Valentino” per i torinesi) che dispone della bellezza di 7.200 posti a sedere. Di cui 1.200 coperti. 2) spostare la data della partita. Decidendo quella nuova una volta conosciuto nei dettagli il calendario del Torino (calcio). Cioè quest’estate. Fine della storia. Questo è il livello delle competenze (lasciamo da parte le sensibilità, che a un amministratore pubblico non possono essere richieste per legge)di chi amministra lo sport in una metropoli.  Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo  

Rugby Ball