25
ottobre


Top 14 - Turno facile per Tolosa, Tolone e Clermont. Sulla carta. By Girogio Sbrocco

Si aprirà domani sera (20.50) con l’anticipo fra Clermont e Biarritz la nona  giornata dl Top 14 francese, che riprende la nomale programmazione dopo il doppio stop di Coppa. Fra le partite più attese e dall’esito più incerto, spiccano Agen-Castres; Montpellier-Grenoble e Perpignano-Racing. Scontate (solo sulla carta) le sfide di Parigi fra Stade e Tolosa, di Tolone contro Bayonne e di Mont de Marsan dove Bordeaux è dato ampiamente favorito nei pronostici. Top 14 – IX giornataVenerdìClermont – BiarritzSabato Stade Fr – TolosaAgen - CastresMont de Marsan – BordeauxMontpellier – GrenobleTolone – BayonnePerpignano - RacingGiorgio Sbrocco

22
ottobre


HC – Dusautoir (Tolosa) infortunato a Treviso, fermo 6 settimane. Niente Nazionale? By Giorgio Sbrocco

Treviso amara per i colori francesi. Distorsione articolare con interessamento del legamento collaterale del ginocchio per il capitano di Tolosa e della nazionale francese Dusautoir, che moilto probabilmente salterà i test di novembre con   Australia, Argentina e Samoa.  “Si tratta di un infortunio che bloccherà il giocatore (30 anni, 54 caps) da quattro a sei settimane” ha dichiarato Guy Noves dopo l'esito degli esami diagnostici. “Si tratta di un grave danno per lui e per il nostro club. Anche se in questi casi è bene pensare positivo. Fosse stato il legamento crociato a rompersi il danno sarebbe stato molto maggiore”.Giorgio Sbrocco

22
ottobre


Tags
,

HC - Doussain (Tolosa): “Bonus mancato per nostri errori. Treviso? Una buona squadra”. By Giorgio Sbrocco

Non se la prende con l'arbitro il mediano di mischia di Tolosa  Jean-Marc Doussain all'indomani del successo dei suoi a Treviso sulla Benetton. “Ci attendevamo una partita complicata” ha dichiarato a Midol. “Treviso è una buona squadra di lega celtica e sul suo campo ha già battuto formazioni francesi come Perpignano e Biarritz e recentemente ha perso di un punto con Leinster. Di buono c'è stata la nostra reazione nella ripresa(24-3 il parziale, ndr) e il rendimento del pacchetto, in chiusa e in generale nelle fasi di conquista”. Sul mancato conseguimento del bonus offensivo: “A un quarto d'ora dalla fine ci abbiamo seriamente pensato tutti. Ma abbiamo commesso troppi errori determinanti. I cambi ci hanno creato qualche problema: fuori Picamoles, Fritz (centro) passato in terza linea...al momento opportuno non abbiamo avuto la lucidità di appoggiare il nostro gioco sulla mischia. Spero solo che questo punto non conquistato non abbia a pesare sulla classifica del girone alla fine della fase di qualificazione”. Giorgio Sbrocco

21
ottobre


Tags
,

HC – La stampa francese contro l’arbitro Hodges. Treviso favorito contro Tolosa? Pare di sì…By Giorgio Sbrocco

Mathieu Gherardi su Rugbyrama ha parlato di  “prestation douteuse” (favori immotivati) . Secondo il collega francese l’arbitro gallese di Treviso -Tolosa, mister Hodges, non ha certo brillato per equilibrio e perizia interpretativa. Fra le questioni sollevate a carico del direttore di gara: la scarsa attenzione al gioco sui punti d’incontro, le linee di fuori gioco non rispettate e, nello specifico, l’aver concesso troppo a Barbieri prima di punirlo con il cartellino giallo. Un metro molto diverso da quello applicato nei confronti, prima  del pilone Tolofua, poi di Clerc. “Tolosa non pretende trattamenti di favore” conclude Gherardi. “Ma non può accettare che si usi qualsiasi mezzo per creare delle soprese”. Questa ci mancava!Giorgio Sbrocco

20
ottobre


Tags
,
,

HC - Vince Tolosa. Benetton da applausi. By Giorgio Sbrocco

Benetton – Tolosa   21-33 (pt 18 – 9)Marcatori: 3’ cp Burton, 7’ cp McAllister, 10’, 13’, 16’cp Burton, 21’ cp McAllister, 25’ cp Burton, 30’ cp McAllister, 34’ cp Burton, 44’ cp Mcallister, 47’ cp Burton, 54’ mT Tolosa tr. Mcallister, 59’ m. Picamoles tr. Mcallister, 63’ m. Clerc tr, Mcallister,Gialli: 32’ Tolofua (T), 46’ Clerc, 48’ Barbieri (B), 75’ Tolofua (T  -rosso)Arbitro: Leighton Hodges (Wal) Fari accesi su Monigo. In tribuna non ne vuole parlare nessuno, ma si sente che l’impresa è nell’aria. Quella mancata di un niente nel 1995 (18-9, corsi e ricorsi storici sul tabellone…) nell’edizione numero uno della Coppa sembra davvero a portata di mano. Bisognerà vedere quanta cattiveria (agonistica) Tolosa sarà in grado di produrre dopo la prevedibile sfuriata di Guy Noves negli spogliatoi. E quanta benzina sarà rimasta nel serbatoio di questo meraviglioso Benetton Treviso tutto italiano. E la panchina di Tolosa scalpita…L’inizio non è dei migliori: Matanavu sbaglia la presa (senza pressione) in mezzo al campo e Treviso  carica con Barbieri-Zanni-Vosawai da mischia chiusa (42’). Poi Minto perde l’impatto e la palla appena dentro i 22. Noves manda in campo una prima linea nuova di zecca. E comincia un’altra partita. Fallo su Picamoles in rimessa laterale. Stavolta McAllister ci prova e non sbaglia (44’). Vincent Clerc (47’) ferma con una manata volontaria l’incursione di Toniolatti. Secondo giallo e Burton sulla rampa di lancio. Dentro! Barbieri (49’) caccia una palla a terra ma secondo l’arbitro gallese merita il giallo. McAllister stampa sul palo l’ovale del probabile – 6.Mischia Tolosa sui 22 a sinistra. Non c’è Barbieri. Tolosa rulla e Treviso e trova un calcio, che stavolta McAllister manda in rimessa  sui 5 metri. Pericolo! Benetton si difende ma in maniera illegale. Dusautoir ci rimette (quasi) un ginocchio ma si rialza e torna a lottare. Mischia Tolosa: spinta, confusione, meta tecnica (54’). Il rugby comincia in prima linea… Tolosa 19, Benetton 21. Dusautoir (55’) imbraga McLean, e guadagna un turnover. Segnali preoccupanti. Buco di Fickou (57’) che regala palla a Treviso. Si riparte da metà campo. Doppia mischia. Benetton agli sgoccioli, Smith non cambia i piloni. E in mischia Tolone fa ciò che vuole. Turnover. Parte Picamoles, Zanni lo affronta e lo ferma. Ma il bolide rossonero si è messo in moto e il motore romba. Picamoles torna sul pallone e Iannone (con Burton) può solo guadarlo mentre schiaccia per i punti del primo vantaggio francese. Mancano 20’ al termine. Troppi per una sconfitta dignitosa?La chiusa è un massacro. Al 62’ Treviso commette il fallo n.13. Drive da rimessa per Tolosa, palla fuori per McAllister che accarezza l’ovale di collo per l’accorrente Clerc in mezzo ai pali. Ora Tolosa cerca il bous della meta numero 4. McLean (66’) cerca una rimessa nei 22 da un calcio per fuori gioco a metà campo e la trova. Una mezza furba dentro i 5 per poco non coglie i francesi nel sonno, ma la palla di Barbieri a Ceccato è tutto tranne che perfetta. Peccato! Nel gioco rotto Tolosa si esalta, ma quando a metterci le mani sono i piloni…al 69’ entra Favaro in terza linea ed esce Steenkamp. In prima linea però la musica non cambia. Tolosa chiede la ripetizione sull’uscita di Cittadini. Buona 8 – 9 – 15 con chip di Huget per Clerc che non raccoglie. Mischia  a 5 per Treviso. La sofferenza continua. Botes libera (74’) e Tolosa riparte da rimessa appena fuori i 22. Più forma che sostanza  nella trasformazione al largo. Burton vede la palla fuori e di destro allontana la minaccia. Poi Tolofua (75’) prende il giallo numero 2 che si trasforma in rosso e abbandona la compagnia. Più appariscente che grave il suo fallo in raggruppamento. C’è ancora tanto Tolosa in campo, ma Treviso subisce senza smarrire lucidità e orgoglio. Finisce sotto di 12, con Tolosa che torna in Francia senza bonus e costretto a una discreta fatica. Bravi Leoni! Di più non si poteva! Nella foto di Elena Barbini: l'inarrestabile avanzata del pack di TolosaGiorgio Sbrocco      

20
ottobre


Tags
,
,

HC – Treviso sogna! In vantaggio su Tolosa al riposo. Burton perfetto! By Giorgio Sbrocco

Benetton – Tolosa 18 - 9Marcatori: 3’ cp Burton, 7’ cp McAllister, 10’, 13’, 16’cp Burton, 21’ cp McAllister, 25’ cp Burton, 30’ cp McAllister, 34’ cp BurtonGialli: 32’ Tolofua (T)Arbitro: Leighton Hodges (Wal) Monigo sembra piccolo, con le tribune piene di gente (tanti anche i francesi), colore  e entusiasmo nei minuti che precedono un match destinato a entrare nella storia. Solo il cielo non sembra voler partecipare alla festa. Il grigio la fa da padrone. Pazienza! In tribuna è sfilata di Vip: accanto a Amerino Zatta siede Flavio Briatore.Benvenuti e McLean provano ad attaccare la  linea del vantaggio al largo e infiammano le gradinate. Poi ci pensa Vosawai che carica dritto per dritto e guadagna un piazzato centrale da meno di 40 metri. Lo calcia Burton ed è 3-0. Si comincia a sognare!Furbata di Treviso alla prima chiusa (ingaggio anticipato). Poi Benvenuti semina il panico, si beve il suo centro e si fionda fin davanti ai 22. Pasticci in serie e calcio contro: Tolosa libera e poi (drive) guadagna un altro calcio per placcaggio alto di Pavanello su Dusoutoir. McAllister (7’) ci prova, 40 metri a sinistra dei pali e non sbaglia. Un fuori gioco di linea di Tolosa concede a Burton la possibilità di allungare. Da 45 metri l’apertura non sbaglia! Treviso ancora avanti! Huget deve essere qui in gita: una palla di McLean che gli arriva addosso dall’alto lo costringe all’errore. Pessimo segnale!Tolosa scadente (dominato?) anche in prima linea. Un’entrata storta e illegale regala a Burton un’altra pedata pesante ed è + 6. In campo c’è solo Treviso. Troppo bello per essere vero. Ma finché dura…Al 15’ Rizzo e Cittadini si bevono i due piloni in maglia rossonera. Fallo di disperazione dei francesi e Burton timbra la quarta pedata che passa dove deve passare e porta i Leoni a + 9.La domanda è: quando si sveglierà Tolosa?La prima timida risposta arriva dal 18enne Fickou che buca per 40 metri come se fosse in riscaldamento. Per fortuna perde palla in avanti ed è mischia. In prima linea Tolosa si fa rispettare, guadagna un calcio (19’) indiretto che gioca e spreca  a pochi metri dalla meta di casa. Un drive ben fatto frutta ai francesi un piazzata da destra che McAllister mette dentro con apparente facilità.Nella zona di collisione Treviso è all’altezza, addirittura superiore.  Anche se in chiusa (23’) Tolosa comincia a dare segni (preoccupanti) di vita. In coda a una rimessa laterale (lanciata male) Vosawai scippa l’ovale e si fionda nel cuore della difesa. Reazione fallosa e altro calcio per Treviso. Burton è i giornata di grazia e mette il 5/5 del 16-6Clerc (32 mete in Hc) scalda i motori sul lato destro del fronte di attacco, Fickou dà spettacolo ma McAllister azzarda un offload che non va a buon fine.  Lancio storto di Tolosa dentro i propri 22, ma la guerra degli assetti favorisce i francesi.Dusoutoir suona la carica (placcaggio monumentale su Sgarbi!) al 29’ e Tolosa sembra alzare testa, ritmo e intensità.  Trova un calcio sui 30 metri a sinistra e McAllister  firma il – 6.Mischia Treviso nei 22 (in avanti da calcio d’invio), il 18enne Tolofua “stappa” irregolarmente in prima linea e l’arbitro gli sventola il giallo. Poi ci pensa Burton in giornata di grazia a scrivere 18-9 sul tabellone. Un tenuto di Barbieri a metà campo regala a Tolosa una rimessa dentro i 22 (37’) , ne nasce un drive da cui esce Botha che porta la palla sui 5. Treviso, in formato barricate, resiste e viene graziato da un in avanti millimetrico dei francesi (?) a un mezzo passo dalla meta.  Mischia, parte Barbieri, Botes per McLean e palla lontana. Cavolata Treviso su palla rubata i rimessa laterale, Vosawai a terra subisce la controruck, ci mette le mani e prende calcio contro a tempo scaduto. McAllister sbanana fuori e stavolta perdona. Nella foto di Elena Barbini: Botes contrasta PicamolesGiorgio Sbrocco      

19
ottobre


Tags
,
,

HC – Fickou e McAlister titolari nel Tolosa a Treviso. Stellare persino la panchina. By Giorgio Sbrocco

 Ci sono il 18enne centro Fickou (recentemente chiamato in Nazionale) Huget estremo, Clerc all’ala e il neozelandese Mcalister apertura nella super linea arretrata di Tolosa che Guy Novesa manderà in campo domani a Monigo contro la Benetton Treviso di Franco Smith. Una formazione la cui (stra)potenza palesemente raffigurata nella composizione della panchina. Dove, fra gli altri, siederanno: Yannick Nyanga, Luke Burgess, Yannick Jauzion e Clement Poitrenaud. Francesi reduci dalla larga vittoria interna con le Tigri di Leicester, decisi a confermare la tradizione che li vede imporsi con regolarità nelle prime due giornate della Coppa europea. Tolosa15 Yoann Huget14 Vincent Clerc13 Florian Fritz12 Gael Fickou11 Timoci Matanavou10 Luke McAlister9 Jean-Marc Doussain8 Louis Picamoles7 Thierry Dusautoir (capitano)6 Jean Bouilhou5 Patricio Albacete4 Romain Millo-Chluski3 Yohan Montes2 Christopher Tolofua1 Jean-Baptiste PouxIn panchina:16 Gary Botha17 Gunthro Steenkamp18 Census Johnston19 Gregory Lamboley20 Yannick Nyanga21 Luke Burgess22 Yannick Jauzion23 Clement Poitrenaud Giorgio Sbrocco

19
ottobre


Tags
,
,

HC – Fatto il Benetton anti – Tolosa. Zanni c’è, Di Bernardo no. By Giorgio Sbrocco

Rizzo (nella foto di Elena Barbini) e Cittadini piloni titolari nella Benetton anti Tolosa domani a Monigo (14.35, arbitro il gallone Leighton Hodges) che completa il XV di partenza con la mediana Botes-Burton (Di Bernardo infortunato) e la terza linea con Barbieri numero 8 accanto al recuperato Zanni e Vosawai flankers. La partita ripropone lo scontro dell'edizione sperimentale delal Coppa del dicembre 1995, vinto dai francesi 18-9.Questa la formazione biancoverde: Benetton 15 Luke McLean14 Giulio Toniolatti13 Tommaso Benvenuti12 Alberto Sgarbi11 Tommaso Iannone10 Kristopher Burton9 Tobias Botes8 Robert Barbieri7 Alessandro Zanni6 Manoa Vosawai5 Francesco Minto4 Antonio Pavanello (capitano)3 Lorenzo Cittadini2 Leonardo Ghiraldini1 Michele RizzoIn panchina:16 Enrico Ceccato17 Alberto De Marchi18 Ignacio Fernandez-Rouyet19 Valerio Bernabò20 Simone Favaro21 Marco Filippucci22 Fabio Semenzato23 Andrea Pratichetti Giorgio Sbrocco

18
ottobre


HC - Poitrenaud (Tolosa): “A Treviso occorrerà dare il massimo”. By Giorgio Sbrocco

“Comprendo e rispetto le ragioni del comitato di selezione. Certo che essere rimasto fuori...certo: sono deluso”. Franco e diretto Clement Poitrenaud (Tolosa) all'indomani della sua esclusione dalla Nazionale di Francia in vista dei test di novembre. “Ho perso la prima parte della stagione per problemi fisici, ho cominciato a sentirmi davvero bene solo contro Tolone. D'altra parte, alla soglia dei trent'anni non è mai il caso di rallentare. Dietro ci sono i giovani che incalzano!”. E a proposito di giovani, un accenno alla convocazione del 18enne centro Fickou, suo compagno di squadra: “Nessuna sorpresa. Se lo merita. È un elemento che sta crescendo giorno per giorno. Il mio club ha fatto bene a puntare su di lui e a dargli fiducia”. Quanto al Benetton, prossimo avversario a Monigo sabato in HC: “Non ho mai giocato a Treviso, non conosco lo stadio. Ma da quel che ho visto in video, devo dire che si tratta di una squadra capace di creare problemi. Giocano sempre al limite del fallo, hanno messo in difficoltà gli Ospreys rallentando molto la liberazione della palla. Dovremmo dare il massimo, altrimenti tutto rischia di complicarsi”. Un pensiero anche al meteo: “Ci hanno detto che dovrebbe fare bel tempo. Speriamo sia vero! Sono tre settimane che ci alleniamo sotto l'acqua!”. Nella foto di Elena Barbini: la Benetton in cerchio prima dell'inizio della garaGiorgio Sbrocco

18
ottobre


HC – Quel Benetton – Tolosa del dicembre 1995. Se le mani di Perziano...By Giorgio Sbrocco

La prima (e unica) volta che il Benetton sfidò Tolosa fu nel 1995. Era metà dicembre, faceva freddo e l'edizione di Heineken cup era quella sperimentale, che l'anno dopo avrebbe lasciato il posto al format giunto fino a noi praticamente invariato. Si giocavano partite di sola andata e finì  18-9 per i francesi. Solo calci: 5 piazzati e un drop per il n.10 ospite Deylaud, un drop e due piazzati per il n.10 dei Leoni, l'australiano Michael Lynagh. “Quando penso a quella partita...” ricorda Andrea Passerini, già allora punto di forza “ovale” della redazione sportiva de La Tribuna di Treviso. “Mi vien da piangere. Ho ancora davanti agli occhi la perfetta pennellata che Lynagh spedì di collo pieno sul lato destro del fronte d'attacco e che chiedeva solo di essere raccolta al volo e schiacciata in meta". Treviso perdeva 9-15, sarebbe stata la meta del sorpasso e della storica vittoria su Tolosa, che già allora era una vera potenza del rugby mondiale. “Ci sarebbero volute le mani di David Campese...” ripete Passerini a distanza di quasi vent'anni. Ma invece di quelle del divino David, sotto quella magistrale parabola disegnata nel cielo di Monigo dal piede ispirato dell' apertura Wallabies “arrivarono quelle di Leonardo Periziano!” sacramenta ancor oggi Andrea Passerini. “Tolosa si salvò,  qualche minuto più tardi Deylaud mise dentro altri tre punti e la partita andò in archivio con la vittoria dei francesi. Tutto secondo pronostico. Purtroppo!”. Da allora Tolosa è diventata sempre più forte, ha vinto quattro volte la Heineken cup (1996, 2003, 2005, 2010) e ha partecipato a sei finali, comprese quelle perse con London Wasps (2004) e Munster. (2008). Dal 1989 la guida dalla panchina Guy Noves. “Che forse non si ricorderà di quella volta che a Treviso ha rischiato di perdere” nota Passerini.  Che sabato (calcio d'inizio 14,35) sarà in tribuna stampa. Come quel lontano 15 dicembre di diciassette anni fa. Nella foto di Elena Barbini: Lorenzo Cittadini contro Leinster in Pro 12Giorgio Sbrocco

Rugby Ball