11
agosto


Tags
,

Top 14 – Via da Tolosa per il piacere di giocare. Aurélien Impérial lascia l’elite e torna fra i dilettanti. Le ragioni di una scelta. By Giorgio Sbrocco

Il rugby come piacere opposto al rugby come mestiere. Stavolta ha vinto il primo.  Aurélien Impérial (ala di 23 anni, 1,90 per 95 kg) lascia Tolosa per tornare a casa. Più esattamente per andare a giocare con la maglia del Villefranche-de-Lauragais, il club di Federal 2 (la terza divisione francese, totalmente dilettantistica) nel quale si era formato e dal quale aveva spiccato il volo verso l’Olimpo dello squadrone rossonero campione di Francia nel 2009. Da allora : qualche apparizione in prima squadra, una meta "pesante" contro Clermont, una vita da professionista della palla ovale dopo il conseguimento del diploma in scienze agrarie e un futuro in apparenza lanciato e molto promettente. E invece ? Niente. "Per me non c’erano alternative". Ha spiegato il giovane a La Depeche du Midi. "Non avessi lasciato Tolosa avrei lasciato il rugby". Alla base della decisioni ci sono ragioni importanti che attengono alla qualità della vita : "Intrattenere rapporti umani con i compagni di squadra del gruppo Emergenti è quasi impossibile, cambiano ogni anno". E anche se consapeviole che molti ragazzi della sua età farebbero carte false per rpendere il suo posto : "Faccio fatica a considerare il rugby come un mezzo di sussitenza. Per me era e resta un piacere da cogliere e da condividere con i comapgni. Una dimensione che vivrò con i miei amici di Villefranche, non certo con i miei colleghi di Tolosa". Nessun dubbio sulla scelta operata : "Nessun rimpianto ! Anche se amnmetto che la cosa possa apparire soprendente". Quanto alla carriera : "L’anno scorso sono entrato in prima squadra due volte, contro Clermont e contro Tolone. L’anno precedente una, contro La Rochelle. Siamo sinceri: servivo per tappare i buchi !".Giorgio Sbrocco

09
agosto


Top 14 - Il sudafricano Gurthrö Steenkamp preferisce Tolosa alla Nazionale. “Ho avuto tanto, voglio restituire qualcosa”. By Giorgio Sbrocco

A prima vista ha un vago afrore da libro Cuore, poi magari si scoprirà che sotto c'era dell'altro (clausole sottoscritte in precedenza?) e molta della poesia di facciata si scioglierà. Ma finché non emergeranno altri fatti, ci piace pensare che non vi sia altro dietro. La notizia: Gurthrö  Steenkamp, pilone sudafricano di Tolosa, non disputerà con la maglia degli Springboks l'imminente Four Nations (18 agosto l'apertura), avendo rifiutato la convocazione con la sua Nazionale in quanto ha ritenuto di “Restituire a Tolosa ciò che il club ha fatto per me nel corso della passata stagione. Un anno che per me è stato molto difficile a causa di ripetuti infortuni. Ebbene, in quell'occasione il club ha molto aiutato me e la mia famiglia. Rimanere qui a giocare il Top 14 è il mio modo di dire grazie”. Non esclude, il forte giocatore 31enne originario della zona Capo Occidentale (Paarl), di vestire ancor ala maglia degli Sproingbocks. “La cosa ovviamente mi interessa. Ma dal momento che Tolosa sarà sempre la mia priorità, tutto dovrà avvenire in accordo fra il Sud Africa e il club”.  L'innamoramento di  Steenkamp sembra sincero, e va oltre la maglia del club. “Mi piace Tolosa come città – ha dichiarato – mi piacciono i ritmi di questi francesi, che prendono la vita con molta più tranquillità rispetto ai sudafricani. Mi piace anche la lingua, che sto cercando di imparare”. E per finire, un aneddoto che, se è vero, affascina, se è inventato...soldi ben spesi per l'addetto all'immagine: “Finite le vacanze estive in Sud Africa ero all'aeroporto di Johannesburg in attesa del volo per la Francia. Ho incrociato un gruppo di appassionati di rugby sudafricani che mi hanno chiesto dove fossi diretto. Torno a casa, ho risposto”.Giorgio Sbrocco 

Heineken cup: Tre francesi, due inglesi, due irlandesi e una gallese ai quarti. Sostiene Sean Holley. By Giorgio Sbrocco

 L’ex tecnico degli Ospreys Sean Holley ha messo nero su bianco (The Rugby paper) la sua analisi e, soprattutto, il suo pronostico  sulla prossima edizione della Heineken cup, la Champions league della palla ovale. Una competizione che, grazie all’eccellenza della cifra tecnica espressa e all’estremo equilibrio che da anni la contraddistingue ha conquistato un posto fra le grandi disfide ovali del pianeta. Una competizione, fanno notare i “non amici” di Sean Holley, che gli è costata il posto sulla panchina della squadra gallese dopo nove stagioni e tre Celtic vinte (oltre a una Anglo-Welsh) all’indomani del 36-5 subìto a Biarritiz nel match che avrebbe potuto qualificare gli Ospreys ai quarti di finale. Quanto all’edizione 2012/2013, la previsione più fuori dal coro riguarda i vice campioni d’Inghilterra dei Leicester Tigers che, secondo Holley, non passeranno la fase a gironi. Quella più in linea con il parere degli "esperti" riguarda Edimburgo che, secondo il coach galelse, non ripeterà l'exploiti delal passata stagione che lo portò in semifinale dopo aver eliminato Tolosa nei quarti. Procedendo con ordine.Pool 1 -  Saracens al primo posto, seguito da Munster che però non si passerà il turno come miglior secondo. Due i giocatori da tenere sotto attenta osservazione: Schalk Britz (Saracens) e Petere O’Mahonney (Munster) Pool 2 (il girone della Benetton Treviso) – Vincerà Tolosa ma gli Ospreys, secondi, passeranno ai quarti. Occhi puntati su:Ryna Jones (Ospreys) e Luke McAllister (Tolosa) Pool 3 – (il girone delle Zebre) - Harlequins primi davanti a Biarritiz che volerà ai quarti. Osservati speciali: Chris Robshaw (Harlequins) e Dimitry Yachvili (Biarritz) Pool 4 – Vincerà Ulster davanti a Northampton che però non passerà oltre. Migliori del girone: Ryan Lamb (Northampton) e Tommy Bowe neo acquisto dell’Ulster. Pool 5 – Vincerà Leinster che metterà dietro Clermont. Francesi fuori dai giochi dopo la prima fase. Individualità di spicco: Jonathan Davies (Scarlets) e Jamie Healship (Leinster) Pool 6 – Senza dubbio Tolone, che sovrasta (e schiaccia) la concorrenza anche sul piano del budget. Secondo: Montpellier ma niente quarti di finale. Da ammirare: Fernandez Lobbe (Tolone) e Jamie Roberts (Cardiff) pronto a spiccare il volo con i Lions in tour. Giorgio Sbrocco  

04
agosto


Top 14 – Amichevoli estive: Tolosa di misura su Brive, Tolone facile su Bordeaux. E con Lione debutta la premiata ditta Chabal & Nallet. By Giorgio Sbrocco

È stato ancora il piede di Beauxis (suo il recente 25-24 su Perpignano), stavolta letteralmente sulla sirena, a portare i campioni di Francia di Tolosa alla vittoria per 22-20 su Brive (ProD2) nel match amichevole che ha visto i meno titolati avversari dell’armata invincibile di Guy Novés (20-5 al riposo)  dominare per lunghi tratti della gara e raggiungere un vantaggio massimo di 17 punti sui titolatissimi e pronosticati avversari. Nonostante l’etichetta di match amichevole si è trattato di una partita “vera”, che ha confermato le ottime cose che si dicono del XV di coach Hugo Mola, immeritatamente retrocesso la scorsa stagione dal Top 14 in un’annata che l’ha visto competere fino alla semifinale in Amlin Cup. Interessanti anche gli altri risultati dei match giocati venerdì: Tolone ha battuto nettamente Bordeaux (35-0) ma rischia di dover fare a meno per lungo tempo del mediano odi mischia Durand (colpo alla trachea) e dell’ala Zabengo (spalla); Clermont ha superato 31-19 il retrocesso Lione che ha fatto debuttare in mischia la coppia Chabal-Nallet; il neo promosso Grenoble ha vinto 16-14 sul Racing Parigi grazie a un calcio di Lagrange allo scadere; combattuta e spettacolare la sfida fra Agen e Bristol, vinta dai francesi 35-20.Giorgio Sbrocco

03
agosto


Tags
,

Top 14 – Nel Tolosa in amichevole contro Brive in campo Fickou (18) e Guillamon (21). By Giorgio Sbrocco

Grande attesa stasera a Pompadour (Limousin) dove alle 19 scenderanno in campo Tolosa contro Brive in un’amichevole di lusso che segnerà il debutto fra i rossoneri del 18enne centro Gael Fickou e del 21enne pilone destro Antoine Guillamon (ex Lione) recentemente acquisito dal club campione di Francia. Nel Xv di partenza allestito da coach Guy Novés molti giovani accanto a giocatori esperti come Poitrenaud (estremo), Jauzion (centro) e la coppia di mediani Matanavou – McAlister. Tolosa Poitrenaud; Pujol, Fickou, Jauzion, Matanavou, McAlister, Doussain; Nicolas, Galan, Bouilhou; Boukerou, Lamboley; Guillamon, Botha, Poux. In panchina: Lacombe, Montès, Baille, Maestri, Maka, Moreaux, Tolofua, Nyanga, Dusautoir, Picamoles, Burgess, Beauxis, Fritz, Clerc, Huget, Bézy.Giorgio Sbrocco

01
giugno


Top 14 – Castres sogna di battere la corazzata Tolosa per fare la storia. Masoe: “Non abbiamo niente da perdere”. By Giorgio Sbrocco

Se c'è una semifinale che non viene considerata “equilibrata e incerta nell'esito finale, è quella in programma sabato fra i dominatori della stagione (e campioni in carica) di Tolosa e Castres, che torna a giocare una semifinale dopo 11 stagioni. E anche allora l'avversario era Tolosa, in panchina sedeva Guy Noves e finì 32-21. Ne è consapevole il 33enne capitano Masoe, neozelandese di origini samoane, vera anima della squadra di coach  Laurent Labit, alla sua ultima apparizione in maglia biancoblu (ha firmato un triennale con Tolone) . “Possiamo entrare nella storia” ha dichiarato convinto dopo il largo successo su Monpelllier nel barrage. Il sogno è evidente: battere Tolosa, andare in finale e, stavolta: vincere. Perché l'ultima finale per il titolo disputata da Castres risale al 1995, fu persa 31-16. “E l'avversario – sillaba Masoe – si chiamava Tolosa!”. Idee chiare anche quelle di Romain Teulet, l'apertura dal piede d'oro di Castres: “Rispetto a Tolosa noi siamo come Pollicino. È il minimo che si possa dire. Loro dominano la scena da un ventennio, hanno vinto 4 Heineken cup”. Chiude Masoe: “Una partita non è mai persa se prima non la giochi. E noi non abbiamo niente da perdere”. Giorgio Sbrocco

31
maggio


Top 14 – Semifinali da brivido. Si decide tutto sabato e domenica. By Giorgio Sbrocco

Sabato e domenica di decidono i nomi delle due finaliste del Top14 2012. Le due regine della stagione regolare, Tolosa e Clermont affrontano nel week end rispettivamente Castres e Tolone, vincitrici dei quarti di finale. I pronostici prevedono (a larga maggioranza e da agosto) una finale stellare fra Tolosa e Clermont. Ma nel campionato francese, tradizionalmente il più difficile da interpretare per il sostanziale equilibrio delle forze in campo, può davvero succedere di tutto. O quasi. La sorpresa, se ci sarà, potrebbe essere Castres. Giorgio Sbrocco sabato 2 giugno ore 20:45 Tolosa - Castres domenica 3 giugno ore 16:30 Clermont - Tolone

19
aprile


TOP 14 – E’ GUERRA IN TESTA E IN CODA. CLERMONT CON MONTPELLIER E TOLOSA CON BRIVE RISCHIANO QUALCOSA IN CASA. RACING CONDANNATO A VINCERE, STADE FRANCAIS ALL’ULTIMA SPIAGGIA. E SOTTO E’ LOTTA PER SOPRAVVIVERE. By Giorgio Sbrocco

Poche le certezze, in testa e in coda, alla vigilia della giornata numero 24 del Top 14. A tre turni dalla chiusura delle operazioni della stagione regolare, infatti, gli unici dati certi riguardano Tolosa e Clermont (prime a pari merito a quota 78) già in semifinale e Lione già in ProD2. Restano da assegnare le quattro poltrone che valgono i quarti di finale e definire il nome della seconda retrocessa. Per il primo prestigioso obiettivo sono in corsa cinque formazioni, per il secondo addirittura sei. L’equilibrio, in alto e in basso, è tale che pare ragionevole ritenere che alcuni dei tanto attesi verdetti verranno pronunciati solo allo spirare degli ultimi 80’ di campionato. L’anticipo serale del venerdì è quello di Clermont, dove i padroni di casa (attesi dalla semifinale di HC con Leinster) ricevono Montpellier (4., 62) per un match che, sulla carta, si annuncia discretamente combattuto  e dall’esito incerto. A pesare sugli equilibri in campo saranno le diverse prospettive e i differenti stati d’animo delle due formazioni. Montpellier, con un successo in casa dei campioni, lancerebbe nel migliore dei modi possibile la volata che porta ai quarti. Clermont, in probabile “scarico” (anche mentale) in attesa delle battaglie decisive di fine stagione, potrebbe subire la voglia di vincere degli ospiti. Anche se sette giorni fa, in condizioni psicologiche tutto sommato identiche o quasi, ha asfaltato lo Stade di Sergio Parisse. Sabato Bordeaux (12., 41) in piena lotta per la salvezza con i 44 punti subiti da Castres sette giorni che ancora pesano, riceve Agen (8., 48) reduce dalla bella vittoria su Tolone. Una squadra già salva che rende visita a una pericolante. Il pronostico  è tutto per Bordeaux. Sfida sul fondo della classifica quella fra Lione (14., 30) che ospita Bayonne (13., 38) per un match che gli ospiti, reduci dal corroborante successo di sette gironi fa nel derby con Biarritz, puntano decisamente a vincere. A loro favore, oltre al morale, anche la disposizione d’animo dei padroni di casa che difficilmente troveranno le risorse fisiche e mentali per disputare un match vincente al termine di una stagione davvero avara di soddisfazioni (eufemismo). Pronostico, comunque, impossibile. Il pericolante Perpignano (9., 44) rende visita allo Stade di Michael Ceika (7., 53) cui la matematica non ha ancora vietato di puntare alla post season. Sang et Or gasati dopo il colpaccio interno su Tolosa e più che mai determinati  a togliersi dalla palude dei quartieri bassi. Parigini (preso in settimana l’estremo Porical) aggrappati al calcolo delle probabilità per ottenere un pass per i quarti di finale. La capolista Tolosa (1., 78) , fuori dall’Europa ma fra le naturali pretendenti al titolo, riceve Brive (11., 42) che ha ottenuto l’accesso alle semifinali di Amlin ma non ha ancora risolto i suoi problemi nella lotta per non retrocedere. L’occasione di replicare l’impresa di Perpignano contro il gigante rossonero di Guy Noves e risolvere in anticipo i problemi di classifica è ghiotta. Ma, oggettivamente,  assai difficile da cogliere. Biarritz (10., 43) contro il Racing Metro del riconfermato PB (5., 59) merita il titolo di match clou della 24esima giornata. Padroni di casa con l’acqua alla gola, parigini che non possono perdere se non vogliono allontanarsi troppo dal gruppo delle prime 6. Sfida tutta da godere. Il posticipo semi serale (si gioca alle 17.55) è Tolone  (3., 63) – Castres (6., 59). Altra partita di assai difficile lettura, sul cui esito peseranno alcune indisponibilità eccellenti. Castres viene da un largo successo, Tolone da un’amara sconfitta. Partita da sfera di cristallo. XXIV giornataVenerdì 20:Clermont – Montpellier Sabato 21:Bordeaux – AgenLione – BayonneStade Fr. – PerpignanoTolosa – BriveBiarritz – RacingTolone – Castres Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo.

14
marzo


TOP 14 - Tolosa e Clermont in fuga. E' guerra per l'accesso ai quarti. In coda piange Lione ma la condanna non è ancora definitiva. By Giorgio Sbrocco

Una sola vittoria in trasferta, quella del Clermont ad Agen, il pareggio di Perpignano fra Usap e Tolone e cinque (pronosticate) vittorie delle formazioni di casa nel resoconto della 20esima giornata del Top14 francese. A sei turni dal termine della regular season, e prima della pausa di domenica prossima in occasione dell’ultimo impegno del Sei Nazioni, Tolosa guida da sola la classifica con 73 punti (16 vittorie) dopo la non facilissima vittoria interna (34-27) su Castres. Alle spalle del XV di Yannick Bru, però, incalza Clermont (69), capace di battere (29-20) fuori casa Agen. Dietro alla coppia regina del torneo, compreso fra i 58 punti di Tolone (22-22 a Perpignano) e i 47 dello Stade Francais (tornato alla vittoria 40-19 con il fanalino di coda Lione e in procinto di annunciare l’ingaggio di Chabal), un gruppo di cinque squadre che corrono per i quattro posti che dann oaccesso ai quarti di finale per il titolo di campione di Francia. Fra queste: Montpellier che ha vinto con Bayonne, Castres, il Racing di PB che ha regolato Bordeaux e, anche se solo per l’aritmetica, Agen che si trova a quota 44. In coda non è ancora scritto il destino di Lione, ultimo della classe con 26 punti, dal momento che Bayonne (30), Biarritz (34), Brive e Bordeaux (37) non sono ancora nelle condizioni di considerarsi fuori pericolo. Il Top 14 riprenderà venerdì 23 e sabato 24 marzo con la disputa della gare della 21esima giornata. TOP 14 risultati XX giornataPerpignano – Tolone 22-22Agen – Clermont 20-29Biarritz – Brive 26-11Montpellier – Bayonne 37-26Stade Francais – Lione 40-19Tolosa – Castres 34-27Racing – Bordeaux 22-13 CLASSIFICA – Tolosa 73, Clermont 69, Tolone 58, Montpellier 52, Castres 51, Racing 49, Stade Fr. 47, Agen 44, Bordeaux, Brive 37, Perpignano, Biarritz 34, Bayonne 30, Lione 26 Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo.

Rugby Ball