18
maggio


Heineken cup – Wilkinson prende per mano Tolone e gli consegna la Coppa! By Giorgio Sbrocco

Clermont – Tolone  15 - 16 (pt 3-3)Marcatori: 3’ cp Parrà, 13’ cp Wilkinson, 42’ m. Nalaga tr. Parra, 46’ cp Wilkinson, 48’ m. B. James tr. Parra, 60’ cp Wilkinson, 65’ m. Armitage tr. Wilkinson Tolone Campione! Il XV di Bernard Laporte mette le mani sulla Heineken cup al termine di una finale tutta francese (7 i francesi titolari di Clermont, 4 quelli di Tolone…) dominata dalla Yellow Army fino a metà ripresa. Poi Wilkinson, Fernadez Lobbe e Bastareaud suonano la carica e alimentano la rimonta che si concretizza a un quarto d’ora dalla sirena. E pensare che il presidente del Tolone Boudjellal si era detto certo della vittoria di Clermont, tanto da definirlo imbattibile. Diavolo d’un presidente! Maestro nel trasformare un successo in trionfo!  Primo tempo con Clermont superiore per possesso e occasioni costruite ma concluso 3-3 grazie a due centri di Parra e Wilkinson. In apertura di ripresa l’uno-due che decide la sfida: Sivivatu recupera un pallone a terra e innesca una splendida azione dei suo che porta Nalaga (ottava meta in HC) a sprintare lungo l’out sinistro (assist di Rougerie) fino al tuffo oltre la linea bianca a ridosso della bandierina. Subito Wilkinson accorcia le distanze per il - 2 Tolone al 46’. Ma arriva il capolavoro di Brok James al 49’: chip dietro la linea, raccoglie Rougerie che restituisce alla sua apertura che fila in meta per il 15-6 che profuma di vittoria annunciata (e di resa di Tolone). Un tenuto di James (bel calcio lungo di Michalack su fallo a terra di Clermont) al 60’ sotto pressione regala a Wilkinson la palla del sotto break. Sua Maestà non sbaglia e Tolone, puir in grande sofferenza, si porta a – 6. Partita riaperta? Un miracolo del Puma Fernandez Lobbe al 64’ (placcaggio-recupero da manuale) innesca le gambe di Armitage che vola in meta. Wilko non sbaglia ed è sorpasso Tolone! Clermont schiuma rabbia, Verne Cotter toglie Parra, James e Rougerie per immettere forze fresche. Ma Tolone non molla un centimetro. E Wilkinson al 79’ stoppa il drop di Skrela! Giorgio Sbrocco

16
maggio


Heineken cup - Frank Azema (Clermont): “In finale si gioca solo per vincere!”. By Giorgio Sbrocco

Tensione alle stelle per il big match tutto francese che sabato all'Aviva stadium di Dublino assegnerà  la Heineken cup 2013. In campo Clermont e Tolone, le due squadre che molti osservatori indicano come le finaliste designate (anche) del Top1 4. Secondo Frank Azema , assistente di Vern Cotter sulla panchina di Clermont: “Si tratta della partita più importante dell'anno”. E continua: “Fondamentale per giocatori e staff è riuscire a conservare serenità e tranquillità pur mantenendo altissima la concentrazione sugli 80' che decideranno la stagione”. Sugli avversari: “Tolone ha dominato la stagione regolare quasi dall'inizio alla fine e ha passato il turno di HC nonostante fosse inserito in un girone molto duro con un'altra formazione francese (Montpellier, ndr). Hanno una grande difesa, basi molto solide e giocatori di vasta esperienza in ogni ruolo. Quanto al controllo del territorio con il gioco al piede, hanno Wilkinson che del ramo è veramente un maestro. Sono forti, sanno di esserlo e cercheranno di sorprenderci. Occorrerà rimanere concentrati sul nostro gioco. Le finali si giocano solo per vincerle!”Giorgio Sbrocco

Italia – E se Castrogiovanni venisse a giocare in Italia? By Giorgio Sbrocco

I bene informati dicono che il suo passaggio al Tolone è certo. Solo che lo stanno dicendo da mesi e, semplicemente, non è vero. Almeno: non ancora. L’unica certezza l’ha data lo stesso Martin Castrogiovanni ai microfoni della BBC: “Non ho alcun contratto e me ne andrò da Leicester”. In pratica una notizia: il forte pilone azzurro è tecnicamente svincolato da ogni obbligo contrattuale. Se si aprirà un’asta sarà lo stesso giocatore ad accasarsi dove più riterrà più opportuno andare. Ma se l’asta non partisse (difficile: piloni destri forti in giro ce ne sono pochi, pochissimi, però)…Potrebbe decidere di tornare in Italia in una delle due franchigie di Pro 12. O no?Giorgio Sbrocco

06
maggio


Top 14 – Merci Clermont! e conti correnti on line. L'ultimatum di Mourad Boudjellal fa discutere. By Giorgio Sbrocco

Rischia di assumere i contorni della “storia sbagliata” in tutti i sensi quella che era cominciata (forse) come una delle tante boutades che precedono i grandi match ovali. Il presidente del Tolone Mourad Boudjellal (tanto per cambiare!) aveva lanciato il sasso, sostenendo che Clermont (prossimo avversario di Tolone in finale di HC e, forse anche in Top 14) aveva a disposizione mezzi economici illimitati e che da questo traeva la sua indubbia forza. “Quando cerco dagli sponsor io devo vendere un prodotto di qualità e bussare a un sacco di porte” aveva tuonato il “N.1 della Rada”. “Non come Clermont che riceve soldi da clienti di un potente gestore finanziario...”. Pronta la replica dei tifosi di Clermont che su Facebook hanno aperto una colletta denominata Mouradthon (sul modello del noto Telethon benefico televiso) invitando i sostenitori del XV di Verne Cotter a inviare al presidente del Tolone assegni da un centesimo di euro. Potenza della rete! Hanno risposto in 12833! E al club rossonero sono giunti altrettanti assegni (in Francia sono gratuiti e si accettano anche in pagamento di un caffè al bar) che il diabolico Mourad ha mandato prontamente all'incasso. “Fossero stati di un euro l'uno sarebbe stato meglio” ha dichiarato apparentemente divertito. Ma qualcosa deve essergli andato per traverso, dal momento che poco dopo ha comunicato l'intenzione di ringraziare pubblicamente i contributori con una pagina speciale dal titolo “Merci Clermont”...rendendo al conptempo noti i numeri dei loro conti correnti in rete. Dopo aver concesso ai generosi tifosi della Yellow Army “...48 ore di tempo per cambiare numero di conto in banca”.  E qui l'ironia e le smargiassate lasciano il posto a qualcosa di molto meno leggero. Perché un atto del genere è un reato e, nel caso, dovrebbe scendere in campo l'autorità giudiziaria. L'ultimatum scade domani. Quand la blague tourne au vinaigre… Giorgio Sbrocco

30
aprile


Heineken cup - Mourad Boudjellal (Tolone) all’attacco: “Clermont? Mezzi illimitati!”. By Giorgio Sbrocco

La guerra psicologica che porterà alla finale di Dublino fra Clermont e Tolone è già cominciata. E chi poteva essere il primo a dar fuoco alle polveri a tre settimane dal calcio d’invio? Proprio lui! Il grande Mourad Boudjellal, presidente del Tolone e, all’occorrenza castigatore di costumi. Sentite questa (fonte RTL): “Se c’è una cosa che non sopporto sono le persone che mentono. Clermont è una menzogna vivente. Gran bella squadra, ricca  di talento ma con molti mezzi a disposizione. Niente di male, sia chiaro! Solo che a dirlo si ha netta la sensazione che si tratti di un’offesa. Vorrei chiarire che da parte mia non lo è. Mi congratulo con loro per le enormi risorse di cui sono in possesso. Mezzi di cui mi piacerebbe tanto poter disporre”. Il riferimento è allo sponsor di maglia di Clermont (Logica)…” si tratta di un gestore di patrimoni. Per averlo sulla maglia occorre avere mezzi all’altezza. E mi stupisce il fatto che abbiano investito così tanto a Clermont. Credo proprio che ci sia sotto qualche interesse particolare”. E ancora: “Io, quando vado alla ricerca di uno sponsor per la maglia della mia squadra non ho alle spalle gente che mi dice: vai da quel tale, a lui interessa la tua maglia. Io devo bussare a molte porte, dimostrare che Tolone è un ottimo veicolo di comunicazione. È evidente che viviamo in due pianeti differenti”. E infine: profilo basso sopra ogni cosa: “I favoriti per la vittoria in finale sono loro. Io sono orgoglioso di aver allestito una squadra capace di andare a sfidare un gigante come Clermont. Il pronostico dice che loro sono i più forti,  hanno una potenza di fuoco che noi non possediamo”. Poverino!Giorgio Sbrocco

29
aprile


Heineken cup – Quarta finale tutta francese. La prima volta di Clermont e Tolone. By Giorgio Sbrocco

La finale di HC del 18 maggio a Dublino fra  Clermont (attualmente al comando della classifica del Top1 4) e Tolone (al secondo posto) è la quarta fra due formazioni francesi  nella storia delle 18 edizioni della Champions league ovale, la seconda che si gioca nella capitale irlandese. Entrambe le squadre transalpine sono alla loro prima esperienza nella sfida finale del torneo. Il vincitore sarà il decimo ad apparire  nell'albo d'oro della competizione. Nelle tre precedenti finali Francia-Francia ha sempre vinto Tolosa: nel 2003 contro Perpignano (22-17), contro lo Stade Francais (18-12) e nel 2010 contro Biarritz a Parigi (21-19).Giorgio Sbrocco

28
aprile


Heineken cup – Tolone è in finale e Wilko è il suo profeta. A Dublino sarà sfida tra francesi. By Giorgio Sbrocco

Saracens – Tolone 12 – 24 (pt 9 – 12)Marcatori: 3’ cp Farrell, 5’ , 13’, 18’ cp Wilkinson, 22’ cp Farrell, 25’ cp Wilkinson, 34’ cp Farrell, 46’ cp Wilkinson, 49’ cp Farrell, 55’ cp Wilkinson, 74’ dr Wilkinson, 77’ cp WilkinsonArbitro: Roland (Ire)Gialli: 49’ Russow (T) Sabato 18 maggio all’Aviva stadium di Dublino saranno Tolone Clermont a contendersi il titolo 2013 di miglior squadra europea.  Questo hanno detto le due semifinali di Montpellier  e di Londra.La cronaca del secondo tempoWilkinson prova il drop ma non c’è la mira (42’)Controruck  dei Saracens e fallo dei francesi (43’). Il secondo tempo inizia nel segno della pressione inglese.Un pessimo passaggio (sx-dx) di Farrell al largo appena fuori dai propri 22 regala un’introduzione a Tolone in zona di attacco.Dentro Wyles per Strettle nei Saracens.*Un fallo Saracens mette Wilkinson in posizione di sparo sui 30 metri a sx dei pali. Il Re non sbaglia! Tolone + 6Numero di Fernandez Lobbe su Vunipola: placcaggi oe palla rubata! (48’)*Giallo a Russow (49’) per placcaggio illegale su Vunipola (eccessivo?) e Farrellnon si fa pregare per il – 3Fuga di Vunipola (52’) palla in mano e Saracens dentro i 5 metri di Tolone. Grande multifase ma errore di passaggio di Farrell (dx-sx)Si fa male il centro Barritt (52’) che prova a restare in campo.Vunipola in mischia chiusa vale poco e si vede (54’ fallo di assetto)Dentro Hodgson (55’) per Baritt con Farrell che passa centro.*Wilkinson prova a centrare i pali da più di 50 metri! Fa 18-12 ToloneFollia Tolone in rimessa laterale. Orioli (61’) lancia la palla con il suo allineamento ancora di spalle!! In tribuna è furia Laporte.Dentro Smit nella prima linea dei Saracens (65’)Dentro S.Armitage per Russow per Tolone (66’)Wilkinson in recupero annulla il grubber di Hodgson (67’)Saracens all’arrembaggio! E alla ricerca costante di intervalli sulla linea del fronte allargatoWulf raccoglie al volo un calcio di Giteau (69’) all’ingresso nei 22 ma spreca con un passaggio al largo clamorosamente in avanti.Tap in interno di Fernadez Lobbe (71’) su cross di Giteau da sinistra. Palissons arriva con un microsecondo di ritardo.Esce Masoe entra Van Niekerk. In campo anche “l’azzurro” Carlos Nieto nei Saracens*Al 74’ Wilkinson chiude la partita: drop di sinistro sotto pressione da quasi 40 metri. Non bellissimo, ma dentro!! Tolone sale a 21. L’anticamera del ParadisoSaracens in rottura prolungata (Ashton da fucilazione). Partita finita anche per loro.*Al 77’ (pasticcio Saracens su in avanti e fuori gioco) ancora tre punti di WilkinsonTripudio dei tifosi francesi sulle gradinate di TwickanhamMigliori per Tolone: Masoe, Armitage, F. Lobbe e (ovviamente) WilkinsonMigliori dei Saracens: Wray, Stevens, Barritt e (ovviamente) FarrellGiorgio Sbrocco

28
aprile


Heineken cup - Tutto di piede il primo tempo a Twickenham. Tolone + 3. By Giorgio Sbrocco

Saracens – Tolone 9 - 12Marcatori: 3’ cp Farrell, 5’ , 13’, 18’ cp Wilkinson, 22’ cp Farrell, 25’ cp Wilkinson, 34’ cp FarrellArbitro: Roland (Ire)Gialli: // La cronaca                                                                                                                                                                                                                                   Ci sono 25 mila spettatori sulle tribune di Twickanham*Un fallo di Russow (3’) concede a Ferrell il calcio del primo vantaggio che il n.10 dei Saracens non si lascia scappare. *Un ingresso laterale del pilone Stevens nei suoi 22 manda Wilkinson sulla piazzola di tiro e Sua Maestà non sbaglia. È pareggio al 5’.Saggio difensivo dei Saracens (11’) che chiudono su Wilkinson,  dentro i propri 5 metri vicino alla bandierina, lanciato da Armitage. *Sulla mischia susseguente Roland punisce (12’) un assetto illegale della prima linea inglese. Wilkinson chiede i pali e li trova. Avanti Tolone! Calcio a seguire di Palisson (16’) dopo un gran buco generato da una fantastica progressione di Wilkinson palla in mano. Palla in area di meta ma rimbalzo carogna che porta la palla fuori.*Nella stessa azione Roland rileva un fallo di Farrell su Palisson senza palla e manda ancora Wilkinson (18’) sulla linea di tiro. Tolone si allontana: è a +6*Masoe (schierato flanker) si stacca dalla mischia per fare pressione su Wigglesworth (22’) sui 40 metri a sinistra dei propri pali. Farrell piazza e accorcia le distanze.*Fallo (di frustrazione, al 25’) di Joubert davanti ai pali nella zona di collisione sui 22. Wilkinson ne mette altri 3 ed è 12-6 Tolone.Saracens che entrano stabilmente nei 22 francesi. Ma un super recupero di Armitage a terra (31’) li costringe al fallo che salva Tolone.Al 33’ è ancora l’estremo inglese di Tolone che annulla in area di meta un calcio a seguire di Streettle dopo un bel contrattacco Saracens dopo una “candela” di Tillous-Borde recuperata da Giteau e poi scippata.*Al 33’ tenuto di Bastareaud e calcio di Farrell da 45 metri a sinistra. È dentro e fa – 3Masoe (37’) recupera su Britt con un placcaggio che solo gli isolani del Sud Pacifico… Dubbio sulla concessione (40’) a Farrell di un calcio di punizione per fallo di Bastareaud su Goode placcato. Palla troppo larga. Primo tempo si chiude con Tolone avanti 12-9Giorgio Sbrocco

26
aprile


Heineken cup - Masoe (Tolone): "Saracens fortissimi, ma Johnny è una leggenda e gioca con noi!”. By Giorgio Sbrocco

Così Cris Masoe, il 34enne terza linea neozelandese di Tolone (ha detto di lui Bernard Laporte: “In terza linea piazzo prima di tutto lui, il resto: intorno) a Rugby Rama alla viglia della semifinale di HC a Twickenham: “I Saracens sono la miglior squadra d'Inghilterra, hanno un gioco che assomiglia a quello del Sud Africa: avanti straordinari che permettono concatenazioni e sequenze di gioco molto lunghe. Se li lasciam ogiocare come vogliono siamo destinati a scoppiare!”. Sui singoli: “Davanti ai tanti che mi hanno molto impressionato metto il tallonatore Schalk Brits: un giocatore atipico ma semplicemente eccezionale. È veloce come un centro, ha gambe incredibilmente forti ed è un maestro nel rilancio del gioco. Uno da tenere davvero sotto stretto controllo. Al secondo posto metto il loro triangolo profondo Chris Ashton, David Strettle e Alex Goode. Tutti e tre molto veloci, gente che si capisce al volo e capace di adattarsi a ogni situazione. Guai a sbagliare qualche salita difensiva. Per vincere nopn dovremo sbagliare niente nel gioco al piede. Ma su questo sto tranquillo. Mi fido di Jonny Wilkinson... quell'uomo è una leggenda!”. Sui numerosi inglesi che giocano con Tolone: “ Andrew Sheridan,, Simon Shaw,  Nick Kennedy, i fratelli Armitage e Wilkinson sono state le nostre spie in settimana (risata, ndr). So che hanno parlato molto con Bernard Laporte”.Giorgio Sbrocco

25
aprile


Tags
,
,

Heineken Cup – Domenica a Twickenham la multinazionale Tolone. By Giorgio Sbrocco

Il futuro (anche dello sport di alto livello) evolve verso il superamento dei confini nazionali. Forse verso la loro completa cancellazione. Staremo a vedere. Per il momento è giusto prendere nota della situazione di Tolone, club che sta lottando sul fronte del campionato interno (Top 14) e della Heineken cup (in semifinale domenica con i Saracens a Londra). Con i rossoneri “della rada” giocano internazionali di Francia, Inghilterra, Nuova Zelanda, Australia, Sud Africa, Argentina, Galles e Georgia (dal prossimo anno anche Italia, visto che sembra davvero essere arrivata a conclusione la trattativa per l'arrivo in Francia di Martin Castrogiovanni). Alcuni nomi: Jonny Wilkinson, Simon Shaw, Adrew Sheridan, Bakkies Botha, Juan Fernandez Lobbe, Frederic Michalak, Mathieu Bastareaud, Matt Giteau, Gethin Jenkins. Domanda: ma continuando di questo passo il Torneo delle Sei Nazioni lo giocheranno le riserve dei migliori club europei (nel calcio e nel basket sta succedendo qualcosa del genere, inutile negarlo)? O il saggio legislatore abbasserà ulteriormente l'assicella per le eleggibilità? Magari liberalizzando il tutto nel nome della .libera circolazione degli uomini? Resta il fatto che quando gioca come può, Tolone è davvero uno spettacolo!.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball