21
luglio


Super Rugby – Auckland o Sydney? Questo è il dilemma di BM. By Giorgio Sbrocco

 Pare sul punto di risolversi la questione legata al passaggio di Benji Marshall al Rugby XV. Il forte giocatore neozelandese che attualmente veste la maglia dei Wests Tigers (NRL) di Sydney ha davanti a sé due prospettive: accettare l’offerta di Auckland e firmare con i Blues di John Kirwan, disputare il prossimo Super Rugby e poi puntare alla maglia degli AB alla prossima Coppa del mondo; restare a Sydney, firmare con i Waratahs di Michael Ceika e scordarsi (ammesso che veramente gli interessi) la felce argentata. Difficile prevedere come andrà a finire. A far pendere la bilancia dall’una o dall’altra parte, alla fine, saranno le palanche (dirette e indirette, sotto forma di contratti TV e pubblicità). Di certo c’è che Marshall ha chiesto alla dirigenza dei Wests Tigers di rescindere il suo contratto con due anni di anticipo sulla scadenza naturale. E che la federazione NZ non è intenzionata a “supportare” il board dei Blues nella copertura dell’ingaggio del 28enne di Whakatane (Bay of Pleny). Non è inoltre esclusa una sua temporanea deviazione in Giappone per rastrellare qualche (altro) dollaro non particolarmente “sudato”.Giorgio Sbrocco

21
luglio


Super Rugby – I calci di Lealifano portano i Brumbies in semifinale. Errore di Smit a tempo scaduto. By Giorgio Sbrocco

Partita tiratissima, in costante e quasi assoluto equilibrio. Brumbies superiori in chiusa, Cheetahs dominatori delle battaglie aeree in rimessa laterale. Lealifano (due errori dalla piazzola nel primo tempo) firma il + 4 a ridosso dell’ultimo quarto di gara e si ripete al 67’ per i punti del break. Minuti finali con i sudafricani molto aggressivi, alla disperata ricerca dei punti della rimonta. Brumbies in controllo delle operazioni e maggiormente incisivi quanto a territorio e possessi. Al 76’ i Cheetahs giocano alla mano un calcio nei 5 metri australiani ma l’ errore (in avanti) di Lodewyk de Jager concede alla difesa una mischia ordinata. La meta arriva al 79’, la segna Ryno Benjamin vicino alla bandierina. L’apertura Smit ha sul piede la conversione del pareggio ma sbaglia. Brumbies in semifinale BRUMBIES – CHEETAHS 15 - 13  (pt 6 – 5)Marcatori: 2’ cp Lealifano, 16’ mnt Sadie, 29’ cp Lealifano, 46’ cp Smit, 47’ cp N. White, 58’, 67’  cp Lealifano, 79’ mnt Ryno BenjaminArbitro: Glen Jackson (Nz)@@@@@@@@@@@In forza dei risultati dei due barrage gli accoppiamenti delle semifinali (sabato 27) del Super 15 edizione 2013 sono:Chiefs – Crusaders (Hamilton)Bulls- Brumbies (Pretoria)Giorgio Sbrocco

21
luglio


Super Rugby – Brumbies avanti di 1 al riposo. By Giorgio Sbrocco

Due calci di Lealifano (che ne ha sbagliati altrettanti) per i padroni di casa e una meta del centro Sadie per la frwnchjigia sudafricana fissano il punteggio del primo tempo sul 6-5 per i Brumbies nel secondo barrage di qualificazione alle semifinali del Super Rugby 2013 in corso di svolgimento a Canberra.Primo tempoBRUMBIES – CHEETAHS 6 – 5Marcatori: 2’ cp Lealifano, 16’ mnt Sadie, 29’ cp Lealifano.Giorgio Sbrocco

20
luglio


Super Rugby – Domani si decidono gli accoppiamenti di semifinale. By Giorgio Sbrocco

Si decideranno domani mattina gli incroci del turno di semifinale del Super Rugby 2013. Dal risultato del barrage fra Brumbies e Cheetahs dipendono infatti le composizione delle due sfide che eleggeranno le finaliste del torneo. Il regolamento prevede che la squadra prima classificata al termine della stagione regolare (Chiefs) incontri in semifinale (in casa) la vincitrice del barrage peggio classificata in stagione. Dovessero vincere i Cheetahs (6° posto in regular season) l’accoppiamento sarebbe con i campioni in carica di base a Hamilton. Al contrario, se a prevalere saranno i Brumbies, assisteremo a un derby neozelandese fra Chiefs e Crusaders, dal momento che la formazione di Richie McCaw (oggi in campo 20’ contro i Reds) ha chiuso la stagione regolare al quarto posto dietro ai Brumbies che hanno vinto la conference australiana. La possibilità di assistere a una finale tutta neozelandese (Chiefs-Crusaders) è quindi legata al successo dei Cheetahs domani a Canberra sui Brumbies.RiassumendoVittoria Cheetahs nel barrageSemifinaliChiefs – CheetahsBulls – CrusadersVittoria Brumbies nel barrageSemifinaliChiefs – CrusadersBulls – Brumbies Giorgio Sbrocco

20
luglio


Super Rugby – La felicità del capitano. Read: “Importante passo avanti”. By Giorgio Sbrocco

Raggiante per il risultato raggiunto be per la prestazione complessiva della squadra. Così il capitano dei Crusaders Kieran Read dopo la vittoria sui Reds nel barrage di Super Rugby dell’Ami stadium di Christchurch: “Sono davvero soddisfatto per come sono andate le cose. Penso che oggi abbiamo disputato davvero una buona partita. I ragazzi si sono impegnati e hanno dato il massimo. La squadra è partita subito molto e poi è stata capace di mantenere alto il livello della prestazione. Un importante passo avanti rispetto a una settimana fa. Le condizioni ambientali ci hanno sicuramente aiutato e il gioco prodotto è stato di buona qualità. Siamo stati capaci grande dinamismo e abbiamo alternato le forme di gioco in maniera intelligente e equilibrata”.Giorgio Sbrocco

20
luglio


Super Rugby – Super Crusaders. Annientati i Reds. By Giorgio Sbrocco

Crusaders – Reds  38 – 9 (pt 21-6) Marcatori: 2’ cp Carter, 10’ m. Crotty tr. Carter, 13’ cp Cooper, 25’ cp Carter, 29’ cp Carter, 31’ mnt Carter, 39’ cp Carter, 46’ cp Cooper, 51’ m. Marshall tr. Carter, 68’ m. Crotty tr. Carter, 72' cp Taylor Il film della partita42’ fuori gioco della linea dei Crusaders che sale in anticipo sul calcio di Carter. Cooper piazza ma il calcio è di molto lontano dai pali.46’ fuori gioco della linea Crusaders davanti ai pali su lunga sequenza Reds dentro i 22. Cooper non sbaglia. 21 – 951’ Marshall conclude in mezzo ai pali una prolungata azione avanzante dei Crusaders nel corso della quale l’organizzazione difensiva degli australiani viene messa in grande difficoltà. Monumentale il pilone Crockett Dentro la conversione di Carter. 28-960’ Buco e fuga di Samu (36 anni!) che penetra nel campo dei Crusaders ben sostenuto da Genia. Azione isolata, alla fine inefficace (mischia Crisaders) ma tecnicamente da incorniciare.61’ Bel drive Reds dentro i 5 metri a destra dei pali che frana in meta. Il Tmo non concede la meta. Discutibile. Ma “l’ immagine della palla che tocca terra non c’è”. La moviola vede ciò che viene inquadrato. Non ciò che effettivamente accade nella realtà64’ Sesto (!!) recupero Crusaders nella zona di collisione. Stavolta dentro ai propri 5 metri e sotto pressione! Immensi.66’ Entra in campo Richie McCaw! Pubblico in piedi. Il capitano è tornato (dalle ferie)68’ Carter trova lo spazio al limite del secondo canale e serve Crotty. Meta! È Accademia Crusaders. Carter ne aggiunge due. 35-9 IN CAMPO I 4 FRATELLI WITHELOCK 72' Taylor piazza da 35 metri (Carter appena uscito) una punizione concessa per fallo a terra. Bel piede. 38-9 75' Heinz perde palla sopra la linea di meta al termine di un'azione travolgente dei neozelandesi  79' Recupero Crusaders n. 7!! 80' Recupero Crusaders n. 8!! Finita Duelli personali: Ellis-Carter hanno battuto nettamente Genia-Cooper Grande partita di Crotty, Taylor e della prima linea Crusaders. Reds: annientati Giorgio Sbrocco                                                                                     

20
luglio


Super Rugby - Solo Crusaders nel primo tempo dell'Ami stadium. By Giorgio Sbrocco

Crusaders – Reds 21-6 Marcatori: 2’ cp Carter, 10’ m. Crotty tr. Carter, 13’ cp Cooper, 25’ cp Carter, 29’ cp Carter, 31’ mnt Carter, 39’ cp Carter Folla delle grandi occasioni all’Ami stadium di Chrustchurch, dove gli australiani hanno vinto l’ultima volta nel 1999. Da parte neozelandese c’è da vendicare la sconfitta nella finale del 2011.  McCaw in panchina e, in campo, duello uno contro uno Carter – Cooper. Anticipazione dell’imminente Championship? Anche quello fra Ellis e Genia si annuncia di grande spessore.Il film della partita2’ Lunga sequenza Crusaders innescata da Dagg che raccoglie al volo un calcio Reds. Buona ma fallosa la difesa, Carter piazza da 40 metri e non sbaglia. 3-09’ Crusaders al largo (che mani!) per Crotty che viene placcato a pochi centimetri dalla linea di meta sulla destra del fronte. Poi riparte Romano  e che carica e libera al suolo, pick & go di Read. Meta? L’arbitro chiama il Tmo che non convalida ma concede una mischia a cinque all’attacco (discutibile).10’ Palla tallonata, apertura sul lato dell’introduzione, Crusaders schierati in “doppia coppia”. Carter taglia e serve Crotty che, pur se placcato, schjiaccia in mezzo ai pali. Dentro la conversione. 10-012’ Recupero Crusaders (Todd) su Schatz sui 22 (legale?). Fallo in attacco sul contrattacco successivo. Cooper va sula piazzola e Cooper accorcia. 10-318’ Tenuto di Gilford che, placcato, non libera l’ovale a terra. Piazza l’estremo Lucas (?) che manca il bersaglio20’ Cooper si presenta con un chip che solo lui…manca di un niente la riconquista, si prende un’altra vagonata di fischi e concede ai Crusaders il contrattacco22’ Quirk entra illegalmente nella zona di collisione (grande Crotty palla in mano), Carter piazza da 45 metri a sinistra dei pali. Palla a lato25’ Problemi in chiusa per i Reds (Slipper a destra). Calcio contro per assetto illegale da posizione centrale. Carter non sbaglia. 13-329’ Fuori gioco della linea Crusaders nei pressi della linea dei 10 metri sulla sinistra dei pali. Piazza Cooper e firma il 13-631’ Numero di Sam Whitelock nel canale centrale, la seconda linea fa (molta)  strada. Placcato appena fuori dai 22. Trasformazione al largo, due passaggi e Carter trova l’intervallo che vale la meta. Fin troppo facile! 18-6IN CAMPO: SOLO CRUSADERS!37’ Tenuto dei Reds davanti ai 22 dopo 10 (poco efficaci) fasi.38’ Dagg spara un up&under di terrificante efficcia. Genia riceve sotto pressione. La marea neozelandese travolge lui, tutto il resto e conquista un calcio di punizione. Carter firma il 21-6. Genia esce con la spalla dolorante40’ sull’ultimo pallone del primo tempo Crusaders scatenati. Risalgono il campo (dai 22!) alla mano e entrano in area di meta. Il TmoGiorgio Sbrocco

19
luglio


Super Rugby – Lo spareggio salvezza fra S.Kings e Lions senza Andries Strauss infortunato. By Giorgio Sbrocco

Il 26 luglio e il 3 agosto, prima a Port Elisabeth e poi a Johannesburg, i Southern Kings e i Lions si affronteranno per decidere a chi spetterà il posto riservato alla quinta franchigia sudafricana nell’edizione 2014 del Super Rugby. Si tratta di una disposizione che la Saru ha adottato in piena autonomia (e fra un buon numero di polemiche) giusto un anno fa, all’epoca della decisione di estromettere i Lions dal campionato australe e di farvi partecipare, al loro posto i S. Kings. A un certo punto della stagione si era sparsa la voce di una possibile “soluzione intermedia” della spinosa faccenda (oltretutto discretamente costosa, perché mantenere un vita una franchigia con il solo scopo di disputare due partite ufficiali all’anno non è esattamente un affare). In pratica: una fusione fra le due realtà. Non se n’è fatto nulla e perciò è giusto che a decidere sia il campo. La regola dice che la peggior classificata delle cinque formazioni targate SA partecipanti al Super Rugby deve giocarsi la permanenza nel campionato (in pratica: la salvezza) battendo la formazione retrocessa l’anno prima. Per i S.Kings non è un problema da poco e il pronostico è tutt’altro che scontato. Oltretutto stamattina in allenamento il vice capitano Andries Strauss si è rotto una mano e non sarà in campo nel doppio confronto.Spareggio Saru 201326 luglio Port Elisabeth: S. Kings  - Lions3 agosto Johannesburg : Lions – S. KingsGiorgio Sbrocco

Super Rugby – Taylor (Crusaders): “Quade Cooper? Fortissimo, se lo lasci…giocare”. By Giorgio Sbrocco

“Quade Cooper? È uno che con la palla in mano ci sa fare. E che quando gli viene concesso tempo e spazio diventa veramente pericoloso. Il compito mio e dei miei compagni di linea sarà: non concedergli spazio né tempo per pensare". Così Tom Taylor, centro dei Crusaders, confermato nel XV titolare per il barrage contro i Reds nonostante la botta rimediata nell’ultima giornata di stagione regolare contro gli Hurricanes mentre stava per segnare. “Non so esattamente a cosa stessi pensando – ha dichiarato ricostruendo l’azione – so solo che a un certo punto non ho più visto né il campo né i miei compagni. Non so contro cosa abbia sbattuto, forse il gomito o la spalla di chi è venuto a placcarmi (l’estremo degli Hurricanes James Marshall, autore di un placcaggio da manuale, ndr). Certo è che ho cominciato a sentire suonare un’orchestra di campanelli”. E oltretutto: “Rivedendo l’azione ho capito che ho commesso un grave errore tecnico. Quel pallone dovevo passarlo a Ryan (Crotty, ndr) che era libero al mio fianco”. Il completo recupero di Taylor consentirà ai Crusaders di scendere in campo con Dan Carter schierato nell’abituale ruolo di apertura.Giorgio Sbrocco

19
luglio


Super Rugby – Contratto “atipico” per tenere Bismark DP in patria? By Giorgio Sbrocco

 “Mentirei se dicessi che la trattativa è conclusa. La firma non c’è, però l’accordo verbale c’è stato”. Parole del nuovo  Ceo dei Natal Sharks John Smit a proposito della posizione del tallonatore (anche degli Springboks) Bismarck du Plessis, il futuro del quale non è ancora chiaro se sarà in Sud Africa o all’estero (Francia?). La federazione SA normalmente stipula con i giocatori di interesse nazionale contratti di durata annuale. Ma stavolta, si mormora, sarebbe intenzionata a fare un’eccezione. Intanto gli Sharks hanno messo sotto contratto il fratello Jannie. Con l’obiettivo, afferma superxv.com, di tenere legato (“tie him down” nel testo) Bismark alle sorti e ai colori della franchigia.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball