10
gennaio


Super Rugby – I “retrocessi” Lions preparano al meglio lo spareggio promozione per tornare fra i grandi. By Giorgio Sbrocco

Un’intera stagione di amichevoli in giro per il mondo al fine di preparare al meglio due partite in calendario il 27 luglio e il 3 agosto. Quelle che metteranno in palio un posto nel Super Rugby 2014, un’opportunità e che i Lions si giocheranno contro l’ultima classificata delle cinque franchigie sudafricane che parteciperanno all’edizione 2013 del torneo australe. Esclusa dalla ciompetizione per volere della loro federazione, e non senza qualche risentito strascico polemico, in favore dei Southern Kings di Port Elisabeth, la franchigia di Johannesbrg (che gioca le partite interne all’Ellis Park) ha allestito una rosa discretamente dotata che non manca di eccellenze nei ruoli chiave e ha messo in cantiere un cartellone ricco di partite di alto profilo contro squadre nazionali (Russia, Namibia, Samoa), di club francesi (Mont de Marsan, Agen, Montpellier, Grenoble), formazioni sudafricane (Cheetahs, Bulls, Stormers, Sharks) e rappresentative Usa nel corso del tour di aprile in Nord America. Questo il programma dettagliato degli impegni: LIONS 19 Gennaio : Russia (Ellis Park)26 Gennaio: Cheetahs (Ellis Park)2 Febbraio: Bulls (Orlando Stadium)9 Febbraio: Kings (Ellis Park)23 Febbraio: Namibia (Windhoek)16 Marzo: Mont de Marsan (Ellis Park)13 Aprile: US Invitational (Irvine)20 Aprile: North American Barbarians (Vancouver)27 Aprile: Chicago Lions (Chicago)11 Maggio: Agen (Ellis Park)1 Giugno: Samoa (Ellis Park)8 Giugno: French Barbarians (Ellis Park)15 Giugno: Stormers (Ellis Park)21 Giugno: Sharks (Ellis Park)12 Luglio: Montpellier (Ellis Park)20 Luglio: Grenoble (Ellis Park)27 Luglio: qualificazione Super Rugby (trasferta)3 Agosto: qualificazione Super Rugby (in casa)Giorgio Sbrocco

08
gennaio


Super Rugby - È tempo di amichevoli pre stagione. Il 15 febbraio si comincia. By Giorgio Sbrocco

Scatterà il 15 febbraio (con il derby australiano fra Rebels di Melbourne e Western Force di Perth) l’edizione 2013 del Super Rugby, il campionato australe transnazionale che mette in competizione il meglio di Sud Afirca, Australia e Nuova Zelanda in forma di franchigie ovali. Detentori i Chiefs di Hamilton (Nz). Ricco, come da tradizione, il programma delle amichevoli di preparazione che si aprirà il 23 di questo mese con l’amichevole sudafricana fra Cheetahs e Lions. Sotto il quadro completo dell’attività di pre stagione.Mancano gli impegni degli Stormres di Città del Capo (SA). Blues (Auckland, Nz): Reds – Sabato 2 Febbraio a Toowoomba Waratahs – Sabato 9 Febbraio, Toll Stadium, Whangarei Highlanders – Venerdì 15 2 Febbraio, Recreation Ground, QueenstownBrumbies (Canberra, Aus): Western Force -Venerdì primo Febbraio al Rugby Park Darwin ACT XV – Venerdì 8 Febbraio al Viking Park, TuggeranongBulls (Pretoria, SA): Lions – Sabato 2 Febbraio, Orlando Stadium, Soweto Cheetahs – Sabato 9 Febbraio, Peter Mokaba Stadium, PolokwaneCheetahs (Bloemfontein, SA): Lions – Mercoledì 23 Gennaio, Coca-Cola Park, Johannesburg Bulls – Sabato 9 Febbraio, Peter Mokaba Stadium, PolokwaneChiefs (Hamiltonm, Nz): Highlanders – Sabato 2 Febbraio, Owen Delany Park, Taupo Reds – Venerdì 8 Febbraio, Stockland Stadium, Sunshine Coast                                              Hurricanes – Sabato 16 Febbraio, Mangatainoka RG, Mangatainoka Crusaders (Christchurch, Nz):Highlanders -Venerdì 8 Febbraio, Whitestone Contracting Stadium, Oamaru Waratahs – Giovedì 14 Febbraio, Allianz Stadium, SydneyHighlanders (Dunedin, Nz): Chiefs – Sabato 2 Febbraio, Owen Delany Park, Taupo Crusaders – Venerdì 8 Febbraio, Whitestone Contracting Stadium, Oamaru Blues – Venerdì 15 Febbraio, Recreation Ground, QueenstownHurricanes (Wellington, Nz): Crusaders, Sabato 2 Febbraio, Timaru Rebels, Sabato 9 Febbraio, Simonds Stadium di Geelong Chiefs, Sabato 16 Febbraio, MangatainokaRebels: (Melbourne, Aus) Waratahs – Sabato 2 Febbraio, North Hobart Stadium, Hobart Hurricanes – Sabato 9 Febbraio, Simonds Stadium di GeelongReds (Brisbane, Aus): Blues – Sabato 2 Febbraio, Toowoomba Chiefs – Venerdì 8 Febbraio, Stockland Stadium, Sunshine CoastSharks (Durban, SA): Leopards – Venerdì 8 Febbraio, Woodburn Stadium, Pietermaritzburg Pumas – Venerdì 15 Febbraio, Mbombela Stadium, NelspruitStormers (Città del Capo, SA):programma non comunicatoSouthern Kings (Porth Elisabeth, SA): Lions – Sabato 9 Febbraio, Coca-Cola Park, Johannesburg Griquas, Mercoledì 13 Febbraio, Nelson Mandela Bay Stadium, Port ElizabethWaratahs (Sydney, Aus): Melbourne Rebels -Sabato 2 Febbraio, North Hobart Stadium, Hobart Blues – Sabato 9 Febbraio, Toll Stadium, Whangarei Crusaders – Giovedì 14 Febbraio, Allianz Stadium, SydneyWestern Force (Perth, Aus): Brumbies – Venerdì primo febbraio, Rugby ParkGiorgio Sbrocco

31
ottobre


Super Rugby – 43 esordienti nelle cinque franchigie NZ. Quando si dice: l'abbondanza! By Giorgio Sbrocco

Presentati ufficialmente gli organici 2013 delle cinque franchigie neozelandesi  - Chiefs, Blues, Crusaders, Highlanders e Hurricanesche prenderanno parte alla prossima stagione di Super Rugby. Ai 159 nominativi ufficialmente inseriti  se ne aggiungeranno altri 25 entro la fine di novembre.  Basterebbe un dato - i 43 debuttanti- per dare valore assoluto alla qualità del movimento di base neozelandese che riesce, con una continuità che va considerata straordinaria, a rifornire le espressioni di vertice del rugby nazionale con  elementi di enorme potenzialità. “È bello – ha dichiarato  Neil Sorensen, responsabile per la federazione NZ del rugby professionistico – constatare che ragazzi provenienti dall'ITM cup o da nostre rappresentative nazionali, fanno il loro ingresso in una competizione che noi consideriamo il più importante campionato “regionale” del mondo”. Sorensen è poi sceso nei dettagli: “Fra i 43 debuttanti nel Super Rugby ci sono nove NZ Under 20,  quattro componenti della nostra Nazionale Seven eventi Maori All Blacks che stanno per intraprendere il tour 2012 in Europa”. Fra le notizie più rilevanti del “mercato” interno neozelandese: il passaggio di  Gareth Anscombe ai Chiefs e gli arrivi di  Ma’a Nonu, Tony Woodcock e Brad Thorn alla corte degli  Highlanders.Queste le composizioni delle cinque formazioni neozelandesiBLUES (Auckland) : Kane Barrett, Luke Braid, Steven Luatua, Brendon O’Connor, Ronald Raaymakers, Peter Saili, Anthony Boric, Liaki Moli, Culum Retallick, Ali Williams, Charlie Faumuina, Tom McCartney, Tim Perry, Angus Ta’avao, Ofa Tu’ungafasi, Keven Mealamu, Quentin MacDonald, James Parsons, Frank Halai, Waisake Naholo, Charles Piutau, Rene Ranger, Marty McKenzie, Malakai Fekitoa, George Moala, Francis Saili, Jackson Willison, Baden Kerr, Chris Noakes, Bryn Hall, Piri Weepu, Jamison Gibson-Park.CHIEFS (Hamilton): Ben Afeaki, Bundee Aki, Gareth Anscombe, Sam Cane, Craig Clarke, Nick Crosswell, Aaron Cruden, Hika Elliot, Ross Filipo, Mike Fitzgerald, Romana Graham, Josh Hohneck, Andrew Horrell, Richard Kahui, Tawera Kerr-Barlow, Tanerau Latimer, Fritz Lee, Brendon Leonard, Rhys Marshall, Lelia Masaga, Tim Nanai-Williams, Charlie Ngatai, Patrick Osborne, Augustine Pulu, Brodie Retallick, Robbie Robinson, Mahonri Schwalger, Toby Smith, Solomona Sakalia, Ben Tameifuna, Asaeli Tikoirotuma.CRUSADERS (Christchurch): Dominic Bird, Tyler Bleyendaal, Dan Carter, Shane Christie, Wyatt Crockett, Ryan Crotty, Israel Dagg, Tom Donnelly, Andy Ellis, Corey Flynn, Owen Franks, Robbie Fruean, Ben Funnell, Zac Guildford, Willi Heinz, Nepo Laulala, Tom Marshall, Richie McCaw, Johnny McNicholl, Joe Moody, Kieran Read, Luke Romano, Jeremy Su’a, Jordan Taufua, Codie Taylor, Tom Taylor, Matt Todd, Jimmy Tupou, Adam Whitelock, George Whitelock, Luke Whitelock, Sam Whitelock.HIGHLANDERS (Dunedin): Josh Bekhuis, Tim Boys, Liam Coltman, Elliot Dixon , Ma’afu Fia, John Hardie, Jarrad Hoeata, Andrew Hore, Chris King, Jamie Mackintosh, Nasi Manu, Brayden Mitchell, Jake Paringatai, Brad Thorn, Joe Wheeler, Tony Woodcock, Phil Burleigh, Tamati Ellison, Jason Emery, Hosea Gear, Ma’a Nonu, Declan O’Donnell, Kade Poki, Hayden Parker, Buxton Popoalii, Colin Slade, Aaron Smith, Ben Smith, Lima Sopoaga, Fumiaki Tanaka, Shaun Treeby.HURRICANES (Wellington) : Cory Jane, James Marshall, Julian Savea, Andrew Taylor, Matt Proctor, Tim Bateman, Rey Lee-Lo, Alapati Leuia, Conrad Smith,Beauden Barrett, Tuis Pisi, Samisoni Fisilau, TJ Perenara, Chris Smylie, Jack Lam, Faifili Levave, Karl Lowe, Ardie Savea, Brad Shields, Blade Thomson, Victor Vito, James Broadhurst, Jason Eaton, Mark Reddish, Jeremy Thrush, Ben Franks, Reggie Goodes, Ben May, Jeffery Toomaga-Allen, Eric Sione, Dane Coles, Motu Matu’u.Giorgio Sbrocco

16
agosto


Super Rugby – Decisione SARU: fuori i Golden Lions dentro i Southern Kings. E dal 2013 promozione e retrocessione a fine campionato. By Giorgio Sbrocco

Sarà la franchigia dei Southern Kings (costituita nel 2009 con base a Port Elizabeth) a disputare l’edizione 2013 del Super Rugby australe in sostituzione dei Golden Lions (1996, Johannesburg) che si sono classificati ultimi nella conference sudafricana e in classifica generale (3 vinte, 13 perse) nella passata edizione del torneo. La decisione, presa dalla Saru, equivale a una retrocessione d’ufficio e non è stata presa benissimo dal presidente dei Lions Kevin de Klerk che ha parlato di “Decisione poco felice della federazione” e di “Inserimento forzoso di una squadra (Southern Kings, ndr) in un campionato senza alcun effettivo merito sportivo”. È stato inoltre deciso che a partire dalla stagione 2013, l’ultima classificata fra le cinque formazioni sudafricane si giocherà la permanenza nel Super Rugby in un doppio confronto con la migliore fra le squadre di seconda fascia al termine del campionato. “Avevamo deciso di fare così già nel 2005” ha dichiarato il presidente della Saru, Oregan Hoskins. “Ma da allora, per due volte, decidemmo di posporre l’applicazione della regola”. La franchigia dei Southern Kings rappresenta geograficamente Eastern Cape e una parte di Western Cape. In essa affluiscono giocatori di tre Unions provinciali:  Eastern Province (Port Elizabeth), Border Bulldogs (East London), South Western Districts  Eagles (George)Giorgio Sbrocco

10
agosto


Super Rugby – Graham Henry ai Blues in sostegno a John Kirwan? By Giorgio Sbrocco

In Nuova Zelanda danno per  certo che sarà Graham Henry (del quale i rappresentanti della Rfu inglese hanno chiesto la messa sotto inchiesta per le dichiarazioni contenute nella sua autobiografia da poco in libreria)  a dettare la linea tecnica degli Auckland Blues dalla prossima stagione di Super Rugby. “Devono aver finalmente capito che per guidate una squadra serve un allenatore” avrà molto probabilmente  pensato Buck Shelford, l’ex n.8 All Blacks che all’indomani della notizia che dava John Kirwan sulla panchina della franchigia di Auckland aveva affidato ai taccuini dei cronisti tutto il suo disappunto per la scelta operata. Storie neozelandesi, vecchie ruggini fra un capitano che “tirava la carretta” e “il biondino” che raramente  si sporcava i pantaloncini, placcava poco o niente ma segnava mete a ripetizione e per il quale le folle andavano in delirio. L’arrivo di Henry a Auckland resta da vedere con quale ruolo specifico  all’interno dello staff, è comunque una notizia praticamente certa. Felice della cosa si è detto il ct AB Steve Hansen che a TV3 News ha dichiarato: “Graham (Henry, ndr) porterà in dote la sua grande esperienza e il curriculum di un allenatore vincente. Il suo ritorno è un bene per il rugby neozelandese. Molto meglio qui che ad allenare l’Argentina”. Sulla stessa linea ma con una sottile vena polemica le parole di Cory James, ala AB e degli Hurricanes che ha parlato di “grande colpo per i Blues” riferito all’arrivo di Henry nello staff della franchigia avversaria. “Essendo un grande allenatore – ha spiegato – porterà miglioramenti nel loro gioco. Tanti e importanti. Ma non saranno sufficienti  per vincere contro di noi!”Giorgio Sbrocco

08
agosto


Super Rugby – Nove neozelandesi nel Best XV di Planetrugby. By Giorgio Sbrocco

È di Planetrugby.com il primo Best XV dell’appena concluso Super Rugby, il torneo australe vinto dai Chiefs di Sonny Bill Williams nella finale di Hamiltono contro i sudafricani Sharks di Durban guidati  dal francese Michalak all’apertura. Inviate nelle zona riservata ai commenti il vostro personale Best XV. Giorgio SbroccoSUPER RUGBY – Best XV 15 Andre Taylor (Hurricanes)14 JP Pietersen (Sharks)13 Conrad Smith (Hurricanes)12 Sonny Bill Williams (Chiefs)11 Julian Savea (Hurricanes)10 Aaron Cruden (Chiefs)9 Tawera Kerr-Barlow (Chiefs)8 Kieran Read (Crusaders)7 Marcell Coetzee (Sharks)6 Adam Thomson (Highlanders)5 Brodie Retallick (Chiefs)4 Eben Etzebeth (Stormers)3 Dean Greyling (Bulls)2 Bismarck du Plessis (Sharks)1 Sona Taumalolo (Chiefs)

06
agosto


Super XV – Aaron Cruden (Chiefs) miglior marcatore dell’anno. Carter al 12esimo posto dietro a Michalak. By Giorgio Sbrocco

Concluso il Super XV sul campo con la prima storica vittoria dei Waikato Chiefs, è giunto il momento dei primi rilevamenti statistici. In attesa di conoscere i vari Best XV del torneo e di assegnare alcuni importanti riconoscimenti individuali, risulta di un certo interesse andare a vedere i numeri di top scorers della stagione. Tutti mediani di apertura, come logica vuole, ai vertici della classifica dei migliori marcatori. Al primo posto Aaron Crunden (Chiefs) che ha chiuso l’anno a quota 251, dietro a lui il sudafricano numero 10 dei Bulls Mone Seyn (228) e l’Highlandr Beaden Battet  fermo a 197. Il francese Michalak (107) vero eroe della stagione Sharks si è classificato all’11esimo posto, davanti a Dan Carter classificatosi 12esimo. Due a pari merito con 10 mete personali realizzate i vincitori della classifica dei meta-men: Bason (Bulls) e Taylor (Hurricanes).Giorgio Sbrocco

05
agosto


All Blacks – Per Sonny Bill comincia un biennio di fuoco. Tornerà per sempre al XIII? By Giorgio Sbrocco

Campione della federazione pugilistica della Nuova Zelanda i carica per la categoria pesi massimi e fresco trionfatore del Super Rugby con i suoi Waikato Chiefs, il 26enne Sonny Bill Williams (17 caps AB) si appresta a cominciare il suo prossimo complicatissimo  e super impegnativo biennio  che lo porterà, nell’ordine: a giocare un paio di partite del Four Nations con la maglia degli All Blacks, quindi a trasferirsi in Giappone, dove disputerà il campionato nazionale con la maglia dei Panasonic Wild Knights (si parla di un milione di sterline di ingaggio) che hanno la base operativa nella città di Ota, per poi tornare al suo primo amore del Rugby XIII con una squadra di cui non  ha però voluto rivelare il nome. Non giocherà il Super XV del 2013. E, forse, non ci sarà alla Coppa del Mondo del 2015 in Inghilterra. Quanto al “mistero” sulla sua prossima collocazione del Rugby XIII (Nrl) ha recentemente dichiarato: “Si tratta di un patto che ho siglato con una stretta di mano alcuni anni fa prima di tornare in Nuova Zelanda. Niente di scritto, nulla di firmato finora. Perciò no sono in grado di fornire alcun particolare”. Le voci sull’argomento si rincorrono, e parlano di una sua destinazione australiana presso i Sydney  Roosters. Non è escluso che dopo tanto girare, decisa di tornare al XV. “Ho scelto la mia strada e adesso devo percorrerla” ha recentemente dichiarato il  talentuoso centro nativo di Auckland.Giorgio Sbrocco

04
agosto


Super XV – I Chiefs neozelandesi dominano la finale. Sharks sconfitti nettamente a Hamilton. By Giorgio Sbrocco

Sono dei Chiefs neozelandesi, padroni di nome e di fatto del rugby australe in questo anno di grazia 2012, le mani sul titolo di squadra più forte dell’agguerritissimo Super XV del posto Mondiale. La finale giocata a Hamilton sotto la pioggia ha emesso un verdetto finale (37-6) che non ammette repliche e che non ha bisogno di alcuna analisi eccessivamente approfondita. Chiefs troppo forti per la mischia e per le linee di difesa sudafricane, capaci di mostruosi volumi di gioco e maestri inarrivabili nel mantenimento del possesso. Due calci di Cruden e la meta di Nanai-Williams  in risposta al 3-0 iniziale firmato Michalak fissano sul 13-3 lo score di metà gara. Ripresa sostanzialmente senza storia. Sharks orgoliosi e mai rassegnati ma, al contempo, incapaci di incidere in maniera  significativa sulle sorti della sfida. Le mete di Thompson, Masagi e Williams a due minuti dalla sirena scrivono la parola fine in calce a un’edizione del Super XV che ha offerto spettacolo, equilibrio e un tasso tecnico medio assai elevato. E ora: avanti con il Four Nations!CHIEFS - SHARKS 37-6 (pt 13-3)Chiefs: Robbie Robinson, Tim Nanai-Williams (59' Lelia Masaga), Andrew Horrell, Sonny Bill Williams, Asaeli Tikoirotuma, Aaron Cruden, Tawera Kerr-Barlow (68' Brendon Leonard),  Kane Thompson (59' Sam Cane), Tanerau Latimer, Liam Messam, Brodie Retallick,  Craig Clarke (c), Ben Tameifuna (68' Ben Afeaki), Mahonri Schwalger (68' Hika Elliot), Sona Taumalolo.Sharks: Pat Lambie, Louis Ludik, JP Pietersen (64' Meyer Bosman), Paul Jordaan, Lwazi Mvovo, Frederic Michalak (73' Riaan Viljoen), Charl McLeod, Ryan Kankowski (52' Jean Deysel), Marcell Coetzee (61' Jacques Botes),  Keegan Daniel (c),  Anton Bresler, Willem Alberts (52' Steven Sykes), Jannie du Plessis (52' Wiehahn Herbst), Bismarck du Plessis, Tendai Mtawarira.Arbitro: Steve Walsh Marcatori: 7' cp. Michalak, 19' m. Nanai-Williams tr. Cruden, 24' cp. Cruden, 33' cp. Cruden, 45' m. Thompson tr. Cruden, 51' cp. Michalak, 60' m. Masaga tr. Cruden, 72' cp. Cruden, 78' m. Williams tr. Cruden Giorgio Sbrocco

01
agosto


Super XV – Bruciati in poche ore 25 mila biglietti. Stadio troppo piccolo per la finale Chiefs-Sharks di sabato. By Giorgio Sbrocco

Troppo piccolo lo stadio di Hamilton (25.100 posti la capienza ufficiale), casa del Waikato Rc (Itm cup) e della franchigia dei Chiefs (Super XV) per ospitare la massa di tifosi neozelandesi alla caccia di un biglietto per la finale del Super XV  in programma sabato (ore 9.35 in Italia) fra Chiefs e gli Sharks sudafricani di Durban (Natal). In coda davanti ai botteghini a partire dalle 2 del mattino (sei ore prima dell’apertura!), i supporters della formazione allenata da Dave Rennie (che si avvale dell’opera del “trevigiano” Wayne Smith come assistente) hanno letteralmente bruciato i circa 17 mila tagliandi sopravvissuti alle “finestre di acquisto privilegiate” cui avevano avuto accesso in precedenza: abbonati, sponsor, membri e famigliari del club. Nel corso della stagione (13 vittorie) i Chiefs hanno registrato un incremento del 97% quanto a biglietti venduti.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball