Amlin Challenge cup – Il piede di Porical porta Parigi in finale. By Giorgio Sbrocco

Perpignano – Stade Francais 22 – 25 (pt 13 – 9)Marcatori: 8’ Porical, 11’ mnt Guirado, 22’ mnt Hook, 26’ cp Porical, 29’ cp Hook, 35’ cp Porical, 43’ cp Hook, 44’ m Lyons tr. Porical, 48’ cp Hook, 53’ cp Poricaòl, 67’ cp Hook, 74’, 77’ cp PoricalPartita combattuta e di grandi contenuti agonistici all’Aimé Giral nella prima delle due semifinali di Amlin Cup. Decisivi i calci di Porical (Stade, che al 74’ ha mandato fra i pali un calcio da 60 metri!) e del gallese Hook (Perpignano).Vince lo Stade di Sergio Parisse che il 17 maggio a Dublino (RDS) affronterà la vincente di Leinster –Biarritz. Uomo del match: PoricalGiorgio Sbrocco

Top 14 – Lo Stade di Parisse vince il derby di Parigi. Metro al quinto posto . By Giorgio Sbrocco

Un piazzato calcio dell’estremo Porical al 73’ rompe l’equilibrio del derby parigino dello Stade Charlety e regala allo Stade Francais di Sergio Parisse (in campo 80’) la soddisfazione di un successo che nulla aggiunge a una stagione non certo brillante ma che minaccia di costare molto caro al Racing. I biancocelesti, che tutti davano per favoriti alla viglia della sfida stracittadina, hanno incassato il punto di bonus difensivo e, a una giornata dal termine della stagione regolare, si trovano al quinto posto (69 punti), 4 punti sotto Castres e con la concreta possibilità di dover disputare il barrage in trasferta.  Di Williams (39’) per lo Stade e  di Wisniewski   (20’) le due mete della partita.Top 14 – XXV giornataStade Francais – Racing Metro 19-16Giorgio Sbrocco

13
aprile


Top 14 – Niente "Gatland in Paris". Nessun mistero sulla foto che ingannò anche Diego Dominguez. By Giorgio Sbrocco

Non c’è lo Stade Francais nel futuro (prossimo) di Warren Gatland. "Al ritorno dal Tour dei Lions in Australia – ha dichiarato alla BBC – intendo tornare a occuparmi della Nazionale del Galles e onorare il mio contratto con quella federazione che scade dopo la World Cup 2015". Destituite quindi di fondamento le illazioni emerse nei giorni scorsi dopo che Gatland era stato fotografato nel corso di una seduta di allenamento della formazione parigina ai primi di marzo. Anche Diego Dominguez (ex dello Stade), vedendo la foto, aveva pensato a una trattativa in corso e a un possibile passaggio del tecnico neozelandese alla guida del XV di Sergio Parisse. "La verità – ha spiegato Gatlan – è che Richard Pool-Jones (l'inglese all’epoca coach della squadra parigina dopo la gestione Ceika e ora tornato a fare i presidente del CdA, ndr) mi aveva telefonato, chiedendomi di incontrarlo per approfondire alcuni aspetti del suo lavoro che non gli erano ancora chiari. Venne a trovarmi a Cardiff e io gli diedi alcuni suggerimenti sella metodologia di lavoro da adottare. Tornato in patria mi scrisse ringraziandomi e mi chiese di andare a Parigi a dirigere una seduta di allenamento della sua squadra. Quando mi si presentò l’occasione, andai a Parigi con mia moglie per un paio di giorni. In quell’occasione feci visita alla squadra e diressi una seduta di lavoro di 30 minuti. Niente di più. Solo che due ore dopo, grazie a Twitter, tutto il mondo ha cominciato a parlare del mio trasferimento in Francia. E invece è stata solo l’occasione per dare una mano a un collega e per stare due gironi a Parigi".   Giorgio Sbrocco                                  

07
aprile


Amlin Challenge – Polemiche dopo Bath-Stade. Stringer: “Fillol mi ha sputato in faccia”. By Giorgio Sbrocco

A sentire Peter Stringer, il mediano di mischia irlandese di Bath, il suo omologo dello Stade Francais, Jerome Fillol, gli avrebbe sputato in faccia al 25’ del primo tempo del match vinto oggi (36-20) dalla formazione francese al Recreation Ground e che ha fruttato alla squadra di Sergio Parisse la qualificazione per la semifinale di Amlin Cup.”Nel rugby non c’è posto per comportamenti di questo genere. È stato un gesto veramente squallido” ha dichiarato Stringer. Gli ha fato eco Brett Gosper Ceo dell’Irb che (su Twitter) ha invocato “il massimo della pena” per il colpevole. “Anche se – ha aggiunto – tutto deve essere verificato con la dovuta accuratezza”. Il gesto incriminato pare sia giunto al culmine di un acceso scambio di battute fra i due. Toby Booth, allenatore di Bath, ha già ammesso di non aver visto accadere il fatto. “Se fosse vero quanto dice Stringer sarei molto contrariato e dispiaciuto”. In caso di deferimento Fillol rischia una lunga squalifica. È confermato che nessuno degli ufficiali di gara (arbitro Nigel Owens) ha visto l’azione riferita da Stringer. Decisiva sarà la prova televisiva.Giorgio Sbrocco

25
marzo


Top 14 – Bezy (St.Francais) sta meglio dopo il ko di ieri a Tolosa. By Giorgio Sbrocco

Buone notizie per Nicolas Bezy, l’apertura dello Stade Francais vittima di una commozione cerebrale in seguito a uno scontro di gioco nel corso di Tolosa-Stade di ieri sera. “Sta meglio” ha dichiarato il suo allenatore David Auradou.  "Ha ripreso conoscenza e riesce a tenersi in piedi. Lo abbiamo sottoposto a una serie molto approfondita di accertamenti. Il ko di cui è stato vittima non è stato uno scherzo!”. Colpito fortuitamente dal ginocchio di Picamoles il giocatore parigino aveva lasciato il campo in barella.Giorgio Sbrocco

04
marzo


Top 14 – Morné Steyn a Parigi con lo Stade dopo la Currie Cup. By Giorgio Sbrocco

Il mediano di apertura sudafricano  Mornè Steyn (29 anni, 42 caps con gli Springboks) ) lascerà i Blue Bulls di Pretoria e entrerà a far parte del rinnovatissimo Stade Francais. La notizia è stata ufficializzata oggi dalla franchigia sudafricana. “Il giocatore ha accettato un’offerta del club parigino che lo avrà a disposizione fino al maggio 2016. Steyn giocherà con i Bulls fino al 31 ottobre 2013 (finale della Currie cup in calendario il 26)”. A Pretoria dal 2003, Steyn ha disputato 108 partite di Super Rugby segnando 1242 punti e vinto tre volte il torneo (2007, 2009, 2010). Titolare in Nazionale fino al Mondiale del 2001 in Nuova Zelanda, è stato sostituito dal giovane Pat Lambie dal 2012. Steyn per venire a giocare in Europa ha rifiutato la proposta di prolungamento di contratto sottopostagli dalla dirigenza Bulls.Giorgio Sbrocco

19
gennaio


Amlin Challenge – Stade Francais ai quarti. Sui Welsh di Londra vittoria e bonus "su al Nord". By Giorgio Sbrocco

Vittoria “delocalizzata” con bonus dello Stade Francais sui London Welsh allo Stade du Hainaut di Valenciennes (su al Nord, regione Passo di Calais) nel match che doveva decidere del passaggio del turno del raggruppamento 5. Missione compiuta ai danni di Grenoble che con 20 punti termina la fase di qualificazione al secondo posto ma esce di scena,  non prevedendo la formula della Challenge il ripescaggio delle non vincenti meglio qualificate (come avviene invece in HC). Per i parigini (Parisse a riposo) mete di: Doumayrou, Doumayrou, Pape, Bonfils e Fanifo. Per gli Exiles gallesi doppietta dell’ala MackenzieChallenge Amlin – VI giornataStade Français – L. Welsh 39-17 (pt 18-3)Giorgio Sbrocco

02
gennaio


Top14 – Attoub (Stade Fr.): “Il disastro di Montpellier? Tremendo. Ma ne usciremo con il cuore e con il carattere”. By Giorgio Sbrocco

Il pilone internazionale dello Stade Francias David Attoub è tornato sulla tremenda sconfitta (54-16) rimediata dalla sua squadra a Montpellier. E per quanto abbattuto cerca di rialzare la testa. Così a Rugbyrama: “Perché abbiamo perso? Perché l'avversario si è dimostrato più forte e più preparato di noi. Giocare contro Montpellier è difficile in 15, figurarsi in 14 o in 13 (il riferimento è ai due gialli quasi contemporanei di Missoup e Arias, ndr.)!”. Quanto al clima nel gruppo al termine della gara: “In spogliatoio tutti eravamo molto abbattuti. Ma dobbiamo reagire da uomini e non perdere tempo in accuse fra compagni. Abbiamo in tempo per crescere e per assorbire la sconfitta”. Sulle cause del tracollo: “Montpellier ha fatto una gran partita e noi siamo stati poco presenti nella zona di collisione. Quando ti mettono sotto nel combattimento...non può funzionare niente. Credevamo di aver preparato bene la partita, ma al momento della verità si è visto che...non c'eravamo. Importante, in futuro, sarà mostrare una faccia diversa”. Sugli obiettivi stagionali: “Ci sanno tutti per morti e sepolti, lo so. Ma in passato questa squadra ha dimostrato di avere cuore e carattere per uscire da momenti negativi. Ora non ci resta che lavorare e pensare alla partita contro Bayonne”.Giorgio Sbrocco

30
dicembre


Top 14 – Disfatta dello Stade Francais a Montpellier. By Giorgio Sbrocco

Pessima fine del 2012 per lo Stade Français (gialli al 51’ e 57’) sconfitto e umiliato a Montpellier. Padroni di casa incontrastati dominatori di tutte le fasi di gioco, sei volte in meta (4' T. Combezou 34' T. Nagusa, 38' F. Trinh-Duc 59' J. Tomas, 65' M. Bustos Moyano 71' K. Galletier). Per i parigini (Parisse titolare numero 8), oltre a una meta di Missoup in avvio di secondo tempo, solo tre centri dalla piazzola dell’estremo Porical. Il centro dello Stade Geoffrey Doumayrou, uscito nel corso del primo tempo è stato ricoverato al locale ospedale in osservazione. Top 14 - XIV giornata Montpellier – Stade Francais  54-16 (pt 27-9) A seguire (20.45)Tolone – PerpignanoGiorgio Sbrocco

13
dicembre


Amlin cup – Cavalieri coraggiosi e consistenti a Le Mans tengono di fronte allo Stade che prevale nel finale. By Giorgio Sbrocco

Cavalieri senza macchia e senza paura a Le Mans contro la corazzata Stade Francais che ha dovuto faticare (molto) più del previsto per incassare un successo che alla vigilia veniva considerato poco più di una scontata formalità. Due calci di Ragusi (che al 17’ ne ha sbagliato un terzo da posizione non impossibile) inframezzati dalla meta delle seconda linea Juan Cruz Guillemain (21’) e da un piazzato dell’estremo Porical (13’) hanno confezionato il sorprendente 8-6 per lo Stade alla fine del primo tempo. In apertura di ripresa (49’) la meta dell’altra seconda linea dei parigini Nicolas Garrault, che Porical trasforma, firmano il 15-6 con Prato ancora in inferiorità numerica per il giallo a Boscolo al 40’. Equilibrio in campo fino al 73’, quando il centro  Sinzelle realizza la terza meta (Porical trasforma). Stade alla ricerca del bonus negli ultimi combattuti minuti di partita. Obiettivo centrato dall’altro centro Fainifo al 75’. Porical non sbaglia ed è 29-6. Nell’altro anticipo giocato a Londra i Wasps hanno battuto Bayonne  20-16. In meta l'azzurro Andrea Masi nelle fila dei londinesi Amlin cup – IV giornataStade Fr. – Prato  29-6L.Wasps – Bayonne 30-16 Giorgio Sbrocco

Rugby Ball