27
settembre


Top14 – Lo Stade di Sergio Parisse non perdona. Battuto Montpellier. By Giorgio Sbrocco

Due mete firmate Slimani e Plisson hanno fatto vincere allo Stade Francais l’atteso anticipo del Jean Bouin, valido per l’8° turno di Top14, su Montpellier (meta di Trinh-Duc)che ha comunque portato  a casa un importante extra punto di bonusTop14 – VIII giornataStade Francais – Montpellier 18 – 11Giorgio Sbrocco

23
settembre


Top14 – Parisse: “A Oyonnax non una gran partita ma obiettivo raggiunto!”. By Giorgio Sbrocco

Sergio Parisse in versione capitano dello Stade Francais alla stampa francese dopo il successo (16-15) in casa della matricola (terribile) Oyonnax che ha riportato la formazione del n.8 azzurro in testa ala graduatoria con Tolone: “È tata una partita triste ma dalla quale abbiam ottenuto l’essenziale. Siamo tornati in testa alla classifica, una cosa che negli ultimi tre anni non è mai stata abituale per noi. Ma quest’anno disponiamo di una buona rosa, di tecnici molto competenti e di ottime infrastrutture. Il match di Oyonnax non ha avuto contenuti particolarmente elevati ma siamo riusciti a tornare a Parigi con quattro punti. Cosa che nelle ultime due stagioni raramente siam ostati in grado di fare. Abbiamo mantenuto la concentrazione per 80’ e questo è un bene. Non ci siamo espressi al massimo del nostro potenziale ma abbiamo centrato l’obiettivo”.Giorgio Sbrocco

31
agosto


Top14 – Esordio con bonus dello Stade al Jean Bouin. By Giorgio Sbrocco

Netta vittoria dello Stade Francais di Sergio Parisse su Biarrtiz nell’anticipo del terzo turno di Top14. Il match, che ha tenuto a battesimo il nuovo impianto Jean Bouin, da oggi la casa del XV parigino, ha visto il netto predominio degli uomini di Gonzalo Quesada che , dopo aver messo a segno una meta nel primo tempo (Rabadan al 25’) hanno dilagato nella ripresa mettendo a referto le marcature di Arias (58’),  Danty (63’) e Vuidrauwalu (70’) che hanno fruttato l’extra punto di bonus. Per Biarritz (3 gialli nell’ultima mezz’ora di gioco) solo un piazzato di Peyrelongue al 9’.Top 14 - III giornataStade Francais – Biarritz O. 38-3 (pt 16-3)Giorgio Sbrocco

Top14 – Lo Stade di Sergio Parisse debutta al Jean Bouin con Biarritz. By Giorgio Sbrocco

A Parigi, nel 16esimo arrondisment, a due passi dal Parco dei Principi, sorge lo stadio intitolato a Jean Bouin (un fondista marsigliese caduto sulla Mosa nel 1914) che da quest’anno sarà la casa dello Stade del presidente Thomas Savare. E proprio Savare ha recentemente confessato che la disponibilità dell’impianto è stata la vera e unica ragione che l’ha indotto a tornare ai vertici del club. Il rinnovato (la prima versione risale al 1925) Jean Boiun dispone di 20 mila posti a sedere, di una pista di atletica che annualmente ospita il meeting internazionale di Parigi (1985: Bubka 6.13), ed è circondato da 15 campi da tennis. L’inaugurazione avverrà venerdì sera in occasione dell’anticipo della terza giornata di Top14contro Biarritz. Un comunicato diffuso ieri a cura del club di Sergio Parisse informa che nella giornata del match saranno messi in vendita gli ultimi biglietti rimasti: in tutto un migliaio. Giorgio Sbrocco

13
luglio


Top14 – Il nuovo Stade Francais punta in alto. Morne Steyn e baby Ioane le star della squadra di Sergio Parisse. By Giorgio Sbrocco

Nuovi capitali (portati nelle casse del club dal presidente Thomas Savare), nuovo stadio (Jean-Bouin, 20 mila posti), nuovo staff tecnico (Gonzalo Quesada, Patricio Noriega, Jean-François Dubois), “qualche” nuovo giocatore per una rosa allestita nel segno della qualità ma, soprattutto, una rinnovata voglia di arrivare in alto e di tornare a competere per l’eccellenza ovale nazionale e europea. Questo, in estrema sintesi, lo Stade Francais di capitan Sergio Parisse che è stato presentato oggi alla stampa a Parigi. L’obiettivo dichiarato è un posto fra le prime sei del Top14. “E con esso – ha specificato Savare – un posto in HC e la possibilità di correre per il titolo” Le stelle di una campagna acquisti che ha puntato (molto) in alto e non ha badato a spese sono il sudafricano Morne Steyn (apertura dal calcio infallibile, uno che non placca molto ma…ci penserà qualcun altro) e l’ala australiana (20 anni!) Digby Ioane, un attaccante di razza che si candida come finalizzatore della manovra offensiva della squadra, possedendo doti da match winner che pochi possono vantare. A Gonzalo Quesada il compito di capitalizzare tanto talento e di creare armonia nel gruppo. Gruppo nel quale, in Francia non hanno dubbi in proposito, si candida a entrare da protagonista la seconda linea Alexandre Flanquart, prodotto del vivaio Stade ed esploso nel corso della passata stagione (19 presenze), che Saint-André ha voluto nel Tour ni NZ. Lui e Papé in seconda…promettono davvero bene. Nello staff tecnico spicca l’arrivo di Alex Marco, fino a giugno preparatore fisico dell’Italia di Jaques Brunel. Questi i nomi nuovi dello Stade Francais della stagione 2013/2014: Quesada (manager), Noriega (allenatore), Dubois (allenatore), A.Marco (prep. fisico), D.Ioane (Reds), M. Ioane (Australia ), H.Van der Merwe (Leinster), S.Taulafo (London Wasps), M.Steyn (Blue Bulls), Cocagi (L’aquila), R.Kingi (Melbourne Rebels), Sinzelle (Tolone), Nicolas (Tolosa), Kubriashvili (Tolone), Bosman (Sharks).Giorgio Sbrocco

07
luglio


Irlanda – Lyndon prenderà il posto di Sexton, intanto per maturare ha scelto Parigi. By Giorgio Sbrocco

Paragoni. Mentre da noi il ruolo di mediano di apertura è stato recentemente (Castle Lager Serie) affidato in via sperimentale a Alberto Di Bernardo (33 anni a novembre) che ha preso il posto del titolare Luciano Orquera (32 a ottobre), in Irlanda hanno risolto (alla grande) il dopo O’Gara con Jonatan Sexton (28 anni a giorni, fresco di impresa con la maglia dei B&I), dietro al quale però già scalpita tale Peter Lydon, 20 anni di classe e talento cristallini, che si è messo in luce nel campionato di A2 (Ulster Bank League) con la maglia del Seapoint Rugby club, lo stesso da cui sono recentemente usciti Felix Jones (Munster), Aaron Dundon (Leinster) e Mick Noone (Leicester). Il giovane Lydon, siccome il mondo è piccolo, giocherà le prossime due stagioni a Parigi con lo Stade Fancais. Al club della capitale parigina lo ha portato il vecchio Ronan O’Gara, da poco entrato nello staff tecnico (ma forse qualche partita gli toccherà giocarla ancora) del club di Sergio Parisse.Giorgio Sbrocco

01
luglio


Top 14 – La nuova maglia casalinga dello Stade di Sergio Prisse. By Giorgio Sbrococ

Bianca, con i mitici gigli color fucsia che scendono dal costato sinistro fino al fianco destro e le tre saette (dello stesso colore dei fiori) dietro al colletto. È la nuova maglia che lo Stade Francais di Sergio Parisse indosserà nei match casalinghi nella stagione 2013/2014 di Top 14. Sono scomparsi il rosa e l’azzurro. L’insieme appare nettamente più sobrio. Per farsi un’idea cliccate #élégance @adidasFR pic.twitter.com/AfJm2ycZe3Da oggi in vendita.Giorgio Sbrocco

23
maggio


Top 14 – Sergio Parisse eletto a Parigi "Meilleur joueur du club". By Giorgio Sbrocco

Sergio Parisse è stato eletto miglior giocatore dello Stade Francais dell'anno.  A deciderlo i tifosi del club parigino nel tradizionale sondaggio di fine stagione. Dietro al capitano (16 caps in Top 14, 5 in Amlin cup. 4 mete realizzate) azzurro si sono classificati il pilone Aled De Malmanche e l'estremo Porical.Giorgio Sbrocco

08
maggio


op 14 – Stade Francais stellare. Arriva anche Morné Steyn dai Bulls. By Giorgio Sbrocco

Dopo  l'australiano Digby Ioane (Reds) è la volta dell'apertura dei Bulls Mornè Steyn (28 anni, 42 caps Springboks, fuori dal girone della Nazionale per...colpa dell'astro nascente Pat Lambie) che ha firmato un triennale. Lo Stade Francais di Sergio Parisse fa davvero sul serio, almeno a giudicare dalla campagna di rafforzamento stellare che ha intrapreso. Il presidente Savare ha tutte le intenzioni di tornare ai fasti di un tempo e, a giudicare da come si muove sul mercato, è il caso di dire che: non bada a spese! È evidente che quattro anni senza post season, a Parigi, pesano assai. Quanto allo staff: Gonzalo Quesada (ex Racing) sarà capo allenatore, con  Jean-Frédéric Dubois al suo fianco. Confermati: Dupuy, Papé, Mostert e De Malmanche. Lo scontro con i concittadini del Racing si annuncia serrato. E non è detto che i colpi dello Stade siano finiti...Giorgio Sbrocco

30
aprile


Heineken cup – Stade Francais o Perpignano in Coppa l’anno prossimo grazie a Tolone e Clermont. By Giorgio Sbrocco

La finale tutta francese di HC ha portato da sei a sette i posti  a disposizione delle formazioni del Top14 per l'edizione 2014. Infatti, la vincente di Clermont-Tolone accederà alla competizione di diritto, liberando così un’altra ambita poltrona nel torneo più importante e ricco dell’Europa ovale. Due i club che si contenderanno l’ingresso nella Top 24 continentale: Stade Francais e Perpignano. La squadra di Sergio Parisse potrà guadagnarsi l’HC se vincerà venerdì 17 a Dublino la finale di Amlin cup con Leinster. Dovesse andar male ai parigini, ne approfitterebbe Perpignano, che rientrerebbe nel giro che conta da dove manca dal 2011, quando perse la semifinale con Northampton.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball