04
maggio


Rabo Pro 12 – Zebre: Bortolami guarda avanti, Sole torna in NZ. By Giorgio Sbrocco

Amarezza per il modo in cui si è concluso il primo (travagliato come da scontato pronostico) anno di Pro 12 della franchigia federale delle Zebre ma, al contempo, idee chiare e coscienza a posto nelle parole di capitano Bortolami e di Josh Sole dopo la sconfitta di misura (25-27) con Munster a Moletolo ieri seraMarco Bortolami sulla sconfitta col gli irlandesi: ”Un peccato perché qualche episodio ci ha penalizzato e abbiamo perso solo di due punti. Il primo tempo abbiamo regalato due mete...È  stata comunque una delle nostre partite migliori. Un po’ più di disciplina nel secondo tempo ci avrebbe fatto comodo. Ripartiremo da qui per la prossima stagione consci che la base è sicuramente migliore di quella di partenza la scorsa estate.” . Sul futuro del gruppo: :”Oggi abbiamo giocato alla pari con una formazione che è arrivata in semifinale di Heineken Cup: dobbiamo aver fiducia nel lavoro e lavorare duro perché ci sono enormi margini di miglioramento e solo il duro lavoro paga a questo livello. Molti giovani esordienti  hanno capito quest’anno cos’è l’alto livello; sono cresciuti anche se non è ancora sufficiente. Sono fiducioso, dobbiamo confermare questi segnali di miglioramento”.Josh Sole, Man of the match della serata:”E’ stata un’esperienza incredibile per me qui in Italia, sono cresciuto tanto nel rugby in questo paese soprattutto in Nazionale grazie ai tecnici Berbizier e Mallett. Anche quest’anno alle Zebre in una rosa con molti giovani sono cresciuto con loro: ci sono tanti bravi ragazzi e bravi allenatori come Gajan, Troncon e Troiani. Con Munster, come in tante partite nella stagione, abbiamo peccato nella disciplina. Non è mancata mai la voglia: è stato un problema di disciplina soprattutto nel secondo tempo”. Quanto al suo futuro: “Torno in Nuova Zelanda e giocherò nel campionato nazionale neozelandese da fine agosto a ottobre. Una scelta fatta con e per la mia famiglia”. Giorgio Sbrocco

Rugby Ball