17
novembre


Test match – Australia e Sud Africa vittoriose a Londra e a Edinburgo. Salvo Robbie Deans! By Giorgio Sbrocco

Inghilterra – Australia 14 - 20Diavolo di un Deans! Quando tutti (Davida Campese in prima fila) lo davano per spacciato e pronto all’esonero, ecco che la sua (inguaiatissima) Australia tira fuori il coniglio dal cilindro e vince a Twickenham con Inghilterram (in una orrenda divisa cremisi)! In meta i padroni di casa con Tuilagi (3 cp Flood) e con Cummins i Wallabies, che hanno trovato la vittoria grazie ai quattro calci e al drop di Barnes. Scozia – Sud Africa 10-21Coraggiosa ma incapace di raccogliere i frutti dell’ottimo lavoro svolto la Scozia si è arresa agli Springboks nel test match giocato a Murrayfield. Padroni di casa in meta con Pygros e fra pali due volte (5 punti) con Laidlaw. Sud Africa (giallo a Van der Marwe) in meta due volte con Strauss e 11 punti di piede di Lambie.Giorgio Sbrocco 

14
novembre


Tags

Test match – Dentro Murray in prima linea e Denton in terza nella Scozia anti Sud Africa. By Girogio Sbrocco

Il 32enne pilone di Glasgow Euan Murray, che epr motivi religiosi non gioca di domenica e David Denton (22, Edimburgo) al centro della terza linea sono le due novità (rispetto alla Nuova Zelanda) che il ct della Scozia Andy Robinson ha inserito nella formazione che sabato a Murrayfield  sfiderà il Sud Afirca. Nel match valido per il secondo turno della finestra internazionale di novembre. In panchina si rivede Dougie Hall preferito a Scott Lawson, accanto a Geoff Cross che prende il posto di Allan Jacobsen, John Barclay e Peter Murchie, preferito a Max Evans e candidato al debutto.SCOZIAStuart Hogg, Sean Lamont, Nick De Luca, Matt Scott, Tim Visser, Greig Laidlaw, Mike Blair, Ryan Grant, Ross Ford, Euan Murray, Richie Gray, Jim Hamilton, Alasdair Strokosch, Kelly Brown (cap.), David DentonIn panchina: Dougie Hall, Kyle Traynor, Geoff Cross, Alastair Kellock, John Barclay, Henry Pyrgos, Ruaridh Jackson, Peter Murchie Giorgio Sbrocco

14
novembre


Test match – Gli Springboks a Edimburgo con un cambio in prima linea e uno dietro. By Giorgio Sbrocco

Dopo aver battuto l’Irlanda a Dublino il Sud Africa si appresta ad affrontare la Scozia sabato a MUrrayfield nel secondo impegno del tour europeo. Scozzesi reduci dalla (prevista) rullata a opera dell’armata in Maglia Nera (cui hanno però segnato 22 punti con tre mete…) e con tanta scontata voglia di immediato riscatto. Springboks con due novità volute dal ct Heyneke Meyer che parte con Gurthrö Steenkamp a sinistra della prima linea e Juan de Jongh centro preferito a Jaco Taute che partirà dalla panchina. SUD AFRICA15 Zane Kirchner, 14 JP Pietersen, 13 Juan de Jongh, 12 Jean de Villiers (c), 11 Francois Hougaard, 10 Pat Lambie, 9 Ruan Pienaar, 8 Duane Vermeulen, 7 Willem Alberts, 6 Francois Louw, 5 Juandré Kruger, 4 Eben Etzebeth, 3 Jannie du Plessis, 2 Adriaan Strauss, 1 Gurthrö Steenkamp.In panchina: 16 Schalk Brits, 17 Heinke van der Merwe, 18 CJ van der Linde, 19 Flip van der Merwe, 20 Marcell Coetzee, 21 Morné Steyn, 22 Jaco Taute, 23 Lwazi Mvovo.Giorgio Sbrocco

11
novembre


Test match – AB vincono a Murrayfield ma la Scozia segna tre mete. By Giorgio Sbrocco

Pronostico rispettato, ma Scozia capace di segnare 22 punti con tre mete (due dell’olandese volante Visser) ai campioni del Mondo (e noi a Roma sabato prossimo?) e di competere alla pari per un’ora a Murrayfield prima di arrendersi alla mare nera e chiudere con sei mete al passivo il test match che ha aperto il novembre internazionale degli invincibili All Blacks. Scozia – Nuova Zelanda 22 – 51Marcatori: 1' cp. Carter, 12' m. Visser tr. Laidlaw, 18' m. Dagg tr. Carter, 24' cp. Laidlaw, 28' cp. Carter, 29' m. Savea tr. Carter, 33' m. Jane tr. Carter, 37' m. Hore tr. Carter, 40' m. Cross tr. Laidlaw, 50' m. Visser, 53' cp. Carter, 62' m. Savea tr. Carter, 75' m. B. Smith tr. CarterGiorgio Sbrocco

09
novembre


Test match – Piri Weepu torna titolare negli AB contro la Scozia. By Giorgio Sbrocco

Ci saranno capitan McCaw e Dan Carter nel XV di partenza della Nuova Zelanda che domenica a Murrayfield sfiderà la Scozia nel primo test del tour in Europa. Decisione che (purtroppo) prelude alla concessione di un turno di riposo in occasione del match con gli Azzurri all’Olimpico il 17. Sarà comunque una Nuova Zelanda con molte facce “inconsuete” in campo: dal “vecchio” Piri Weepu con la maglia numero 9 che torna titolare dopo un Championship-Four Nations passato in panchina alla coppia di Highlanders Ellison - Smith ai centri, Thomson in seconda e Crockett a sinistra della prima linea. NUOVA ZELANDA15 Israel Dagg, 14 Cory Jane, 13 Ben Smith, 12 Tamati Ellison, 11 Julian Savea, 10 Daniel Carter, 9 Piri Weepu, 8 Victor Vito, 7 Richie McCaw (captain), 6 Adam Thomson, 5 Sam Whitelock, 4 Luke Romano, 3 Owen Franks, 2 Andrew Hore, 1 Wyatt Crockett.In panchina: Dane Coles, Tony Woodcock, Ben Franks, Ali Williams, Sam Cane, Tawera Kerr-Barlow, Beauden Barrett, Ma’a Nonu.Giorgio Sbrocco

06
novembre


Test match – Gray in campo nella Scozia contro gli All Blacks a Mrrayfield. Henry Pyrgos parte dalla panchina. By Giorgio Sbrocco

Prima di misurarsi con l’Italia all’Olimpico di Roma gli AB di coach Hansen saranno di scena domenica (15-30 italiane) a Edimburgo contro la Scozia. Il ct Andy Robinson ha annunciato ieri la formazione che manderà in campo Murrayfield contro i campioni del mondo. Il rosso e lunghissimo Richie Gray sarà regolarmente al suo posto in seconda linea. Si rivedono Mike Blair e Kelly Brown (capitano), mentre centro giocherà Nick De Luca in sostituzione di Joe Ansbro, vittima di un grave infortunio al rachide in Premiership. L’emergente mediano di mischia Henry Pyrgos dei Glasgow Warriors partirà dalla panchina.SCOZIA Stuart Hogg, Sean Lamont, Nick de Luca, Matt Scott, Tim Visser, Greig Laidlaw, Mike Blair, Ryan Grant, Ross Ford, Geoff Cross, Richie Gray, Jim Hamilton, Alasdair Strokosch, Ross Rennie, Kelly Brown (captain)In panchina: Scott Lawson, Allen Jacobsen, Kyle Traynor, Alastair Kellock, Dave Denton, Henry Pyrgos, Ruaridh Jackson, Max EvansGiorgio Sbrocco    

24
ottobre


Tags

Scozia – Il blocco Glasgow-Edinburgo nella Scozia di novembre. By Giorgio Sbrocco

Quattorici giocatori di Glasgow, 12 di Edinburgo, 4 della Premiership, 2 del Championship   2 del Top 14 e  uno del ProD2 nella lista dei 35 atleti che il ct della Scozia  Andy Robinson ha diramato in previsione dei tre impegni di novembre con Nuova Zelanda (11), Sud Africa (17) e Tonga (24). SCOZIA Avanti: John Barclay (Glasgow Warriors), Kelly Brown (Saracens), Geoff Cross, David Denton, Ross Ford and Grant Gilchrist (Edinburgo), Ryan Grant (Glasgow Warriors), Richie Gray (Sale Sharks), Dougie Hall (Glasgow Warriors), Jim Hamilton (Gloucester), Allan Jacobsen (Edinburgo), Alastair Kellock (Glasgow Warriors), Scott Lawson (London Irish), Stuart McInally, Ross Rennie (Edinburgo), Tom Ryder (Glasgow Warriors), Alasdair Strokosch (Perpignano), Kyle Traynor (Bristol Rugby)Linea arretrata: Mike Blair (Brive), Nick De Luca (Edinburgo), Alex Dunbar (Glasgow Warriors), Max Evans (Castres), Stuart Hogg, Peter Horne and Ruaridh Jackson (Glasgow Warriors), Lee Jones, Greig Laidlaw (Edinburgo), Sean Lamont (Glasgow Warriors), Rory Lawson (Newcastle Falcons), Peter Murchie, Henry Pyrgos (Glasgow Warriors), Matt Scott (Edinburgo), Tommy Seymour (Glasgow Warriors), Tim Visser (Edinburgo)Giorgio Sbrocco

09
agosto


Pro 12 – Tante novità a Glasgow. Ma il capitano non si cambia. Al Kellock skipper per il settimo anno. By Giorgio Sbrocco

I Warriors di Glasgow cambiano lo stadio (il nuovo e civettuolo Scotstoun situato nel West End della città), lo staff tecnico (Gregor Townsend il capo allenatore) ma non il capitano. Sarà ancora la seconda linea Al Kellock a guidare in campo e fuori la squadra nella stagione che sta per cominciare. Per il forte giocatore formatosi nell’Edinburgh Rugby si tratta della settima stagione consecutiva nel ruolo di condottiero della squadra. Nel suo ricco curriculum, oltre a 76 presenze in Celtic league (70 da capitano, un record ancora imbattuto), la nomina a capitano del Best XV dell’edizione del torneo e la fascia al braccio (virtuale, nel rugby non si usa) nella vittoria della Scozia sull’Australia del 2009. Il commento di coach Gregor Townsend: “Una decisione decisamente facile e scontata. Kellock è un fantastico leader e rappresenta tutto ciò in cui crede il club. Un uomo che sul campo si è guadagnato il rispetto di compagni, avversari, arbitri e tifosi. È lui il vero e unico Mr.Glasgow Warriors, oltre che un esempio da seguire per tutti”. Perfettamente in linea le dichiarazioni del diretto interessato: “Indossare la maglia dei Glasgow Warriors è un privilegio e una responsabilità. Aspetti che aumentano di importanza e di valore quando di una tale squadra sei anche capitano”. Chiaro l’obiettivo della stagione: “L’anno scorso abbiamo conquistato i play off. Quest’anno la squadra si è molto potenziata e l’arrivo del nuovo tecnico ci sta spingendo a mettere in pratica nuove strategie di gioco”. Due le amichevoli, entrambe in trasferta, confermate in calendario: il 18 contro Sale e il giovedì 23 con Exeter. Prima giornata di Pro 12 a Belfast con l’Ulster il 31, debutto casalingo il 7 ottobre contro gli Scarlets gallesi.Giorgio Sbrocco

05
agosto


Pro 12 – Tim Visser, l’olandese volante di Edimburgo, punta a un altro anno da top scorer. By Giorgio Sbrocco

Quando si dice: avere le idee chiare. E tanta, tanta fiducia nei propri mezzi. Tim Visser, l’olandese “diventato” scozzese che ha debuttato in Nazionale nel corso del tour di giugno nel Sud Pacifico ha fatto sapere che, dopo tre stagioni di Pro 12 in cui è risultato essere il marcatore più prolifico (per mete segnate) della competizione…intende ripetersi per la quarta volta. Consecutiv! Nonostante sappia perfettamente che, essendo diventato un punto di riferimento della Nazionale di coach Andy Robinson, qualche partita del torneo celtico la dovrà saltare per impegni internazionali. “Vorrà dire che l’impresa sarà un po’ più difficile” commentato Visser dalle colonne di Scotsman. “Ci proverò comunque. Segnare mete è una delle mie caratteristiche e non voglio perderla. Intendo confermare quanto fatto in questi ultimi anni con Edimburgo”. Visser, nel momento del suo massimo splendore, alla viglia che potrebbe incoronarlo fra i grandissimi del rugby europeo, ha colto l’occasione per ringraziare Andy Boyd. “Gran parte di ciò che sono come giocatore lo devo a lui e alla sua capacità di farmi maturare fisicamente. Operazione cui in verità hanno contribuito tutti gli allenatori con i quali ho avuto modo di lavorare in Scozia”.Giorgio Sbrocco 

24
giugno


Tags
,

La Scozia batte Samoa nei minuti di recupero e festeggia il primo 3 su 3 della storia sotto l’equatore. By Giorgio Sbrocco

La Scozia di Andy Robinson batte Samoa grazie a una meta nei minuti di recupero firmata dal debuttante Rob Harley (Glasgow Warriors), magistralmente costruita da Mike Blair, e archivia il primo 3 su 3 in un tour nell’emisfero sud. Dopo la vittoria sull’Australia a Newcastle e il successo su Fiji a Lautoka è arrivato anche il 17-16 di Apia. Festa grande per capitan Ross Ford e i suoi (5 debuttanti nel corso del tour). “Il fatto che siamo riusciti a vincere una partita nella quale abbiamo avuto pochissimo possesso dimostra due cose importanti” ha commentato il ct degli scozzesi a fine gara: “Che sappiamo difendere molto bene e che con la palla in mano facciamo i punti che servono per vincere. Anche se la tocchiamo poche volte nel corso della partita”. Per la Scozia, per lunghi tratti dell’incontro costretta a tamponare e ad arginare le offensive del XV isolano: mete di Ansbro e Harley e 7 punti dal piede di Laidlaw. Per Samoa: meta e punti di piede tutti di Turi Pisi (apertura degli Huirricanes). Lunedì, quando l’Irb pubblicherà l’aggiornamento del ranking, la Scozia potrebbe trovarsi al 9° posto, avendo operato il tanto atteso sorpasso proprio ai danni di Samoa. Giorgio Sbrocco

Rugby Ball