18
febbraio


Six Nations - Scott Johnson (Scozia) allarga la rosa in vista dell'Irlanda. By Giorgio Sbrocco

 Anche per il ct della Scozia  Scott Johnson la vigilia della partita con l'Irlanda non è il massimo della serenità. A parte il pilone Euan Murray che non giocherà per ragioni religiose (la partita è di domenica), l'organico appare deficitario in più di una posizione. Per questa ragione Johnson ha chiamato 13 giocatori (8 di Glasgow)per rinforzare la rosa e per (tentare di) preparare adeguatamente la sfida all'Irlanda. Tecnicamente una “squadra allargata”. Questi i 13 nomi nuovi: Jon Welsh, Dougie Hall, Tom Ryder, John Barclay, Sean Kennedy, Alex Dunbar, Peter Horne, Peter Murchie (Glasgow Warriors), Alasdair Dickinson, Richie Vernon (Sale Sharks), Grant Gilchrist (Edinburgo), Tom Heathcote (Bath) et Nikki Walker (Worcester).Giorgio Sbrocco

12
febbraio


Six Nations – Storie di piloni vincenti: Lucia Gai, un 27 in Preatletica generale e l’Italia in vetta al Torneo. By Giorgio Sbrocco

Sulla fantastica vittoria dell’Italdonne sulla Scozia intervengo... per fatto personale, proponendo l'articolo apparso ieri su www.quotidiano.net. Io la conosco! Si chiama Lucia Gai, è di Pesaro, gioca a rugby con la formazione veneziana (entroterra) del Riviera del Brenta di Mira, è iscritta al corso di laurea in Scienze Motorie dell’università di Padova e ieri nella bufera di vento, pioggia e neve di Dundee , è stata fra le migliori in campo nella partita valida per il Torneo delle Sei Nazioni che l’Italia ha vinto (8-0) contro la Scozia e che ha portato le Azzurre del ct Di Giandomenico in vetta alla classifica insieme con la sorprendente Irlanda che ha fatto fuori la favorita Inghilterra. Il tutto giusto 24 ore dopo che Parisse e i suoi “ridicoli” compagni (la definizione è del capitano) erano stati asfaltati e brutalizzati a Murrayfield dai loro competitors maschi. Al termine di un incontro (da incubo) nel corso del quale gli italiani hanno avuto più possesso e più territorio (62%) dei loro avversari, placcato poco più di un terzo (58/146), incassato due mete a passaggi zero e una in prima fase. Lucia Gai non l’ho conosciuta per dovere professionale di cronista (a chi può interessare, parenti a parte, un’ intervista al pilone destro della Nazionale femminile di rugby in Italia?) ma perché è uno degli studenti che frequenta (con ammirevole assiduità, lo testimoniano i registri delle presenze che a Scienze Motorie sono obbligatorie) il mio corso di Preatletica generale presso quell’ateneo. Di lei avevo notato la “tuta Italia” che indossava nel corso delle esercitazioni pratiche. Ma siccome non è vero che con l’età si migliora (almeno non sempre…) non ci avevo fatto caso. Di roba con la scritta Italia in grande evidenza ce n’è in giro a camionate, e solo una minima parte di chi la indossa è sportivo praticante. Ho saputo che la studentessa Lucia Gai era anche parte della Nazionale ovale quando, al termine della penultima lezione del corso, è venuta a informarmi che avrebbe giocato contro la Francia a Brescia. Sicura (chissà perché?) che non conoscessi Rovato (dove in effetti si è svolta la partita), che invece conosco benissimo per averci giocato (da molto giovane) e averci mangiato della eccellente pasta all’uovo nel corso di terzi tempi davvero notevoli. E che probabilmente avrebbe mancato il primo appello dell’esame. Invece è venuta a farlo l’esame, lo scorso 5 febbraio (tre giorni prima della vittoria sulla Francia), insieme con una settantina di suoi colleghi, nell’aula E dello storico complesso padovano del Vallisneri. Ha preso 27, per via di qualche problema con la rottura dell’omeostasi legata alla sovracompensazione, del piano trasversale che non parte da destra ma da sinistra, e del passo ginnastico che è la distanza fra le prese e non quella “fra l’appoggio degli arti”. È buona norma, per quanti ritengano di potere o volere migliorare il voto, presentarsi all’appello successivo. Che ho fissato per martedì 19. Non conosco la media dei voti di Lucia Gai e non so se il mio 27 le comprometta qualcosa. Mi auguro di no. Anche perché domenica 24 l’Italia giocherà al Pacevecchia di Benevento contro il Galles. E la sede del ritiro della squadra azzurra dovrebbe essere da quelle parti. Signorina Gai, se mi legge segua il mio consiglio: lasci stare e pensi alla partita. Per migliorare il voto c’è sempre tempo. Vincere un Sei Nazioni è una “roba” che a un italiano o a un’italiana capita una volta nella vita. L’esame di Preatletica generale può aspettare. Si fidi!Giorgio Sbrocco

10
febbraio


Six Nations – C’è un’Italia che lotta, soffre, fatica e vince! Le donne del rugby comandano il Sei Nazioni. Battuta 8-0 la Scozia. By Giorgio Sbrocco

 Belle, simpatiche, coraggiose e determinate. Ma, soprattutto: vincenti!  Sono le azzurre dell'Italia del rugby che hanno vinto in Scozia e ora sono al comando della classifica del Sei Nazioni in compagni dell’Irlanda. Fan -  ta -  sti -  che!!!!  Questa la cronaca del trionfo. Alla fine il tabellone ha detto ITALIA 8 – SCOZIA 0  La partita, condizionata dalle avverse condizioni meteo, è stata gestita fin dalla prime battute, anche se la Scozia ha cercato di caricare e spostare l’ovale per tutto il campo. Al 20 da una touche vinta dalle azzurre è venuto il fallo delle padroni di casa. La Schiavon, seppur dai trenta metri e da posizione defilata, ha centrato i pali per il 3-0. La Scozia non faceva attendere la sua reazione e si posizionava nella metà campo dell’Italia. Scarsi tuttavia i rischi e comunque ben tamponati da una attenta difesa. Nella ripresa le azzurre affondano il colpo risultato poi decisivo. Da una corsa folle della FURLAN sulla linea di tuoche, la palla veniva da quest’ultima calciata in zona di meta. Fulmineo lo scatto di Sara BARATTIN che bruciava le avversarie e poteva tuffarsi per scacchiare l’ovale per il 8-0. (Trasformazione fallita di poco dalla Schiavon). Scozzesi a tentare di recuperare lo svantaggio ma Azzurre erano capaci di placcare tutto il placcabile, e di resistere fino al fischio finale. “Siamo primi? Così dice la classifica – afferma deciso il coach DI GIANDOMENICO – Sicuramente la vittoria è positiva. Adesso il Galles, per una partita determinante fondamentale direi. La vittoria vera è stato trovare una costanza di gioco ed una continuità nel seguire le sorti del match. Anche quando la Scozia ha provato a vincere, stazionando nel nostro campo, non abbiamo mollato. Peccato non aver chiuso la partita prima, nelle due – tre azioni che ci siamo creati al largo. Ma va bene così. Usciamo dal campo che abbiamo faticato ma con una vittoria in tasca.” DUNDEE (Mayfield) SCOZIA – ITALIA 0-8 (0-3) Marcatori: 20' cp Schiavon, 48' mnt Barattin. SCOZIA: 15 Steph Johnston; 14 Lauren HARRIS (40 STEVENS), 13 Annabel Sergeant; 12 Lisa Ritchie (76 NEARY); 11 Megan Gaffney, 10 Tanya Griffith; 9 Louise Dalgliesh (63 LAW); 8 Susie Brown, 7 Tess Forsberg; 6 Jade Konkel (63 LAFAIKI); 5 Bridget Millar-Mills; 4 Lindsay Wheeler; 3 Tracey Balmer (51 DICKENS); 2 Sarah Quick (63 MC LEOD); 1 Heather Lockhart (70 MC KERLIE-XEX). All. Findlay.A disposizione: 16 Beth Dickens, 17 Suzanne McKerlie-Hex, 18 Nikki McLeod, 19 Becca Parker, 20 Mary Lafaiki, 21 Sarah Law, 22 Leanne Neary, 23 Lauren Harris. ITALIA: 15) Manuela FURLAN; 14) Michela SILLARI; 13) Maria Grazia CIOFFI; 12) Paola ZANGIROLAMI; 11) Chiara CASTELLARIN; 10) Veronica SCHIAVON; 9) Sara BARATTIN; 8) Flavia SEVERIN (76 ARRIGHETTI); 7) Silvia GAUDINO; 6) Michela ESTE 5) Alice TREVISAN; 4) Cristina MOLIC; 3) Lucia GAI; 2) Melissa BETTONI; 1) Awa COULIBALY. All. DI GIANDOMENICO/SCAGLIA.A disposizione: 16) Debora BALLARINI; 17) Sara ZANON; 18) Marta FERRARI; 19) Ilaria ARRIGHETTI; 20) Giuliana CAMPANELLA; 21) Vanessa CHINDAMO; 22) Michela TONDINELLI; 23) Sofia STEFAN.Arbitro: Sherry TRUMBULL (canada)Note: Tempo piovoso. Temperatura – 2 gradi. Spettatori 500. Primo Turno 6 Nazioni femminile:Italia – Francia 13-12.Inghilterra – Scozia 76-0Galles – Irlanda 10-12Secondo Turno.Francia – Galles 32-0Irlanda – Inghilterra 25-0Scozia - Italia 0-8 Giorgio Sbrocco      

08
febbraio


Six Nations – Parisse sulla partita di domani: “Rimaniamo umili e concentrati”. By Giorgio Sbrocco

Sergio Parisse sulla partita di domani a Edinburgo “Noi favoriti? Non sono d’accordo – ha detto il capitano – perché la Scozia avrà un intero stadio a sostenerla e perché dopo la sconfitta contro l’Inghilterra vorranno cogliere l’occasione per riscattarsi. Noi abbiamo gestito con serenità i giorni che sono seguiti alla vittoria contro la Francia, rimaniamo umili e concentrati. Non abbiamo fatto nulla di speciale, solo vinto una partita”.Ancora: “Domani ci aspetta un altro durissimo impegno, una gara fondamentale per capire le nostre ambizioni. In caso di vittoria potrebbero cambiare le nostre prospettive per il torneo, ma non dobbiamo pensarci ora e non dobbiamo pensare alla partita del 2007: tre mete in sei minuti sono qualcosa che accade una volta nella storia”.Giorgio Sbrocco

07
febbraio


Six Nations – Sarà Canale il vice Sgarbi a Murrayfield. E Lo Cicero festeggerà quota 100. By Giorgio Sbrocco

Fuori Sgarbi per una caviglia in disordine, è Gonzalo Canale (attualmente in forza a  La Rochelle, club del ProD2 Transalpino), entrato in campo sul finire della gara vittoriosa con la Francia di sabato scorso il titolare della maglia numero 12 di primo centro nell’Italia che ct Jaques Brunel manderà in campo sabato a Murrayfield contro la Scozia (calcio d’invio alle 15.30 italiane) nella prima delle tre sfide in programma del Sei Nazioni 2013. In panchina andrà Gonzalo Garcia (Zebre), l’unico altro centro a disposizione nella truppa azzurra, al quale è stato preferito Canale (forse) per le superiori competenze in attacco. Quello imposto dalle precarie condizioni fisiche del centro della Benetton Treviso è l’unico cambio operato dallo staff della squadra azzurra in vista del primo impegno esterno. Mediana con Botes alla mischia e Orquera numero 10, capitan  Parisse al centro di una terza linea di grande talento ed efficacia completata dal placcatore Favaro e da Zanni sul lato aperto. Davanti la sicurezza di una prima linea che si candida a dominare la guerra degli assetti in chiusa e a fornire fondamentali sostegni alle penetrazioni nei pressi delle zone di collisione. La partita sarà l’occasione per festeggiare il centesimo cap del pilone Lo Cicero (per lui un ingresso in campo in solitaria e una speciale maglia commemorativa), giunto a una sola lunghezza dal record di Alessandro Troncon (101). Al suo fianco, il tallonatore padovano Ghiraldini (28 anni) taglierà il traguardo delle 50 presenze internazionali. Arbitrerà il sudafricano Jaco Peyper (32 anni) che vanta una discreta esperienza nel Super Rugby e che dirige l’Italia per la prima volta. Il bilancio degli scontri diretti è favorevole agli scozzesi che conducono 12-7.ITALIA 15 Andrea MASI (London Wasps, 73 caps)14 Giovanbattista VENDITTI (Zebre Rugby, 10 caps)*13 Tommaso BENVENUTI (Benetton Treviso, 24 caps)*12 Gonzalo CANALE (La Rochelle, 78 caps)11 Luke MCLEAN (Benetton Treviso, 42 caps)10 Luciano ORQUERA (Zebre Rugby, 30 caps)9 Tobias BOTES (Benetton Treviso, 9 caps)8 Sergio PARISSE (Stade Francais, 92 caps) – capitano7 Simone FAVARO (Benetton Treviso, 17 caps)*6 Alessandro ZANNI (Benetton Treviso, 70 caps)5 Francesco MINTO (Benetton Treviso, 3 caps)4 Quintin GELDENHUYS (Zebre Rugby, 34 caps)3 Martin CASTROGIOVANNI (Leicester Tigers, 92 caps)2 Leonardo GHIRALDINI (Benetton Treviso, 49 caps)1 Andrea LO CICERO (Racing-Metro Paris, 99 caps)In panchina16 Davide GIAZZON (Zebre Rugby, 6 caps)17 Alberto DE MARCHI (Benetton Treviso, 5 caps)18 Lorenzo CITTADINI (Benetton Treviso, 17 caps)19 Antonio PAVANELLO (Benetton Treviso, 14 caps)20 Paul Edward DERBYSHIRE (Benetton Treviso, 17 caps)21 Edoardo GORI (Benetton Treviso, 20 caps)*22 Kristopher BURTON (Benetton Treviso, 19 caps)23 Gonzalo GARCIA (Zebre Rugby, 25 caps)*Accademia FirGiorgio Sbrocco

06
febbraio


Tags
,

Six Nations u20 – Ferrari titolare e staffetta Boni-Benvenuti nell’Italia di Guidi a Galashiels. By Giorgio Sbrocco

Il ct Gianluca Guidi ha annunciato la formazione dell’Italia under 20 che venerdì a Galashiels (20.30 in Italia) affronterà i pari età della Scozia nella gara valida per il secondo turno del Sei Nazioni di categoria. “Abbiamo dovuto effettuare un cambio in prima linea a causa di un infortunio riportato  Pasquali in allenamento contro le Zebre – ha spiegato il tecnico – e lo abbiamo dovuto sostituire dando fiducia dal primo minuto a Ferrari, mentre la staffetta tra Boni e Benvenuti era prevista” Sulla partita che attende i l’Italia dei giovani: “ Sarà una gara dura contro una squadra motivata, che ha tenuto testa all’Inghilterra (6-15  a Plymouth, nda). I ragazzi hanno lavorato bene, sono un gruppo entusiasta, hanno creato un bell’ambiente e un successo li ripagherebbe di tutto quanto stanno facendo”. ITALIA under 20 15 Angelo ESPOSITO (Benetton Treviso)*14 David ODIETE (Zebre Rugby)*13 Michele CAMPAGNARO (Benetton Treviso)*12 Tommaso BONI (Marchiol Mogliano)*11 Filippo GUARDUCCI (Marchiol Mogliano)*10 Edoardo PADOVANI (Marchiol Mogliano)*9 Simone MARINARO (Fiamme Oro)*8 Maxime MBANDA’ (Rugby Grande Milano)*7 Jacopo SALVETTI (Cammi Calvisano)* - capitano6 Davide RIMPELLI (Crociati Rugby)5 Michele ANDREOTTI (CammI Calvisano)4 Andrea TROTTA (Nuova Rugby Roma)*                                                                                                                                                                                         3 Simone Pietro FERRARI (Crociati Rugby)2 Alain MORICONI (UR Capitolina)*1 Sami PANICO (Mantovani Lazio)* In panchina16 Luca CONTI (L’Aquila Rugby)*17 Matteo ZANUSSO (M-Three San Donà)18 Luca SCARSINI (Cammi Calvisano)*19 Giacomo RIEDO (Zhermack Badia)*20 Gianmarco VIAN (M-Three San Donà)*21 Marcello VIOLI (Crociati Rugby)*22 Filippo BUSCEMA (UR Capitolina)*23 Giovanni BENVENUTI (Marchiol Mogliano)* Questa la formazione della Scozia annunciata dal ct Lineen: Buchan; Hoyland, Auld, Bennett, Hughes; Allan, Hidalgo-Clyne; Ashe, Bordill, Spinks; Sinclair, Gray J. (cap); Cringle, Anderson, Bhatti. In panchina: Black, Muir, Rae, Leishman, Henderson, Price, Hagart, Fergusson  Giorgio Sbrocco  

05
febbraio


Six Nations – Boni e Zanusso convocati con l'Italia u20 di Guidi per la trasferta in Scozia. By Giorgio Sbrocco

Sono Tommaso Boni (Mogliano) e Matteo Zanusso (San Donà) i volti nuovi che il ct dell'Italia U20 Gianluca Guidi (l'anno prossimo Aessandro Troncon al suo posto?) ha convocato in vista della partita contro la Scozia (reduce dalla pesante sconfitta nella gara di esordio contro l'Inghilterra) che si disputerà venerdì alle 20.30 (ora italiana) a Galashiels., nel cuore degli Scottish Borders. La gara è valida per il secondo turno del Sei Nazion idi categoria. Domani verrà comunicata la formazioneITALIA U20 Nicolò ALBANO (Rugby Viadana)Michele ANDREOTTI (Cammi Calvisano)Giovanni BENVENUTI (Marchiol Mogliano)*Tommaso BONI (Marchiol Mogliano)*Filippo BUSCEMA (UR Capitolina)*Michele CAMPAGNARO (Benetton Treviso)*Luca CONTI (L’Aquila Rugby 1936)*Angelo ESPOSITO (Benetton Treviso)*Simone Pietro FERRARI (Crociati Rugby)Filippo GUARDUCCI (Marchiol Mogliano)*Vittorio MARAZZI (Crociati Rugby)*Simone MARINARO (Fiamme Oro Roma)*Mata Maxime MBANDA’ (Rugby Grande Milano)*Alain MORICONI (UR Capitolina)*David Michael ODIETE (Zebre Rugby)*Edoardo PADOVANI (Marchiol Mogliano)*Sami PANICO (Mantovani Lazio)*Tiziano PASQUALI (Leicester Tigers Academy)Giacomo RIEDO (Zhermack Badia)*Jacopo SALVETTI (Cammi Calvisano)* – capitanoLuca SCARSINI (Cammi Calvisano)*Andrea TROTTA (Nuova Rugby Roma)*Gianmarco VIAN (M-Three San Donà)*Marcello VIOLI (Crociati Rugby)*Matteo ZANUSSO (M-Three San Donà)Giorgio Sbrocco Nella foto Boni e Guarducci in azione con la maglia del Mogliano

05
febbraio


Six Nations – Harley in terza linea e Ford in prima sabato contro l'Italia a Murrayfield. By Giorgio Sbrocco

Già fatta e ufficialmente comunicata la formazione della Scozia che sabato a Murrayfield incontrerà l'Italia nel match valido per il secondo turno del Sei Nazioni 2013. Due i volti nuovi nel XV di partenza rispetto a quello schierato dal ct Scott Johnson  a Twickenahm contro l'Inghilterra: in terza linea il rosso 22enne (semi debuttante, un solo cap all'attivo) Robert Harley dei Glasgow Warriors prenderà il posto dell'infortunato Alasdair Strokosch , mentre in prima linea sarà Ross Ford (28 anni, Edinburgo, 64 caps) a sostituire  Dougie Hall che presenta problemi al ginocchio. I caps in campo sono in totale 389, cui vanno aggiunti i 169 della panchina. L'età media del XV titolare è 26,7, più alta quella delle riserve a disposizione che arriva a 31,5. SCOZIA15 Stuart Hogg, 14 Sean Maitland, 13 Sean Lamont, 12 Matt Scott, 11 Tim Visser, 10 Ruaridh Jackson, 9 Greig Laidlaw, 8 Johnnie Beattie, 7 Kelly Brown (capt), 6 Rob Harley, 5 Jim Hamilton, 4 Richie Gray, 3 Euan Murray, 2 Ross Ford, 1 Ryan Grant.In panchina: 16 Dougie Hall or Pat MacArthur, 17 Moray Low, 18 Geoff Cross, 19 Alastair Kellock, 20 David Denton, 21 Henry Pyrgos, 22 Duncan Weir, 23 Max Evans.   Giorgio Sbrocco 

05
febbraio


Six Nations – Sgarbi salterà Edinburgo, Canale forse. By Giorgio Sbrocco

“Trauma distorsivo del compartimento esterno con interessamento del legamento astragalo-peroneale anteriore”. Tradotto:una brutta distorsione alla caviglia, per il centro della Nazionale Alberto Sgarbi che, perciò, non sarà in campo sabato a Edinburgo contro la Scozia nel secondo appuntamento del Sei Nazioni2013. In forse anche Gonzalo Canale (trauma contusivo) , che gioca nello stesso ruolo del trevigiano e per il quale gli accertamenti eseguiti  hanno escluso lesioni muscolari. Una decisione circa un suo impegno contro la Scozia sarà presa entro giovedì.Giorgio Sbrocco

04
febbraio


Six Nations – Fuori Papé e Strokosch per infortunio. Perdite di peso per Francia e Scozia. By Giorgio Sbrocco

Sei Nazioni finito (dopo un pessimo inizio) per i capitano della Francia, ll seconda linea  Pascal Papé (trauma nella zona lombare) e per la terza linea della Scozia Alasdair Strokosch, che ha giocato meno di un quarto d’ora del match contro l’Inghilterra a Twickenham, essendo stato costretto a uscire dal campo a causa di un colpo all’occhio. Per lui, che sicuramente non ci sarà sabato a Murrayfield contro l’Italia: probabile frattura nella regione del piano orbitale. Per sostituire il capitano dei Coqs il ct Saint André ha convocato Jocelino Suta del ToloneGiorgio Sbrocco

Rugby Ball