10
giugno


Scozia – Molti infortunati dopo la…cura-Samoa. By Giorgio Sbrocco

Non è che i samoani…menano, e che il loro rugby sia (molto) diverso da quello giocato dalle altre formazioni del Sud Pacifico. È che fanno male. Che non è esattamente la stessa cosa. Ma quasi. D’altra parte è pur vero che, secondo la vulgata corrente, sono loro gli inventori del “crash bones tackle”. Che, in parte, è marketing ovale. Ma in parte: no. L’Italia è avvertita: "E' probabile che dovremo chiamare molti sostituti per le prossime  partite” ha dichiarato il ct della Scozia Scott Johnson.” Ci sono troppi giocatori usciti malconci dal match con le Samoa". Le stime in merito alla “situazione – infortunati” non sono ufficiali (Duccio Fumero sul suo Rugby 1823 arriva a contare 15 acciaccati) ma anche in assenza di numeri certi…pare che almeno una decina di scozzesi rischi di non farcela a essere in campo sabato contro il Sud Africa. Fra questi: lo sfortunato tallonatore Pat MacArthur (Glasgow Warriors), uscito dopo 10 minuti e il flanker Kelly Brown. Giorgio Sbrocco

08
giugno


Scozia – Troppo forte Samoa. Prima vittoria firmata Tuilagli-So’oialo nel quadrangolare sudafricano. By Giorgio Sbrocco

La premiata ditta So'oialo – Tuilagi (& Co) stende la Scozia nel match di apertura del quadrangolare sudafricano cui prende parte anche l’Italia. Nello stesso stadio in cui gli azzurri fra meno di un’ora affronteranno gli Springboks la Nazionale samoana lascia poco alla Scozia e, soprattutto grazie a una netta supremazia nelle situazioni di uno contro uno negli spazi allargati, mette a segno tre mete contro l’unica del XV europeo firmata Lamont.Samoa – Scozia 27 -17Marcatori: 6' m. So'oialo tr. So'oialo, 10' cp. Laidlaw, 11' m. Tuilagi tr. So'oialo, 18' cp. Laidlaw, 31' cp. Laidlaw, 41' cp. Laidlaw, 49’ mnt Lamont 53' cp. So'oialo, 62' m. Tuilagi tr. So'oialo, 69' cp. So'oialoGiorgio Sbrocco

07
giugno


Tags

Samoa – Con la Scozia aspettando l’Italia. By Giorgio Sbrocco

La Nazionale di Samoa di coach Stephen Betham apre il quadrangolare sudafricano contro la Scozia in attesa di misurarsi con l’Italia. Paul Williams capitano e prima linea di peso e di talento con la coppia di piloni “europea” formata da Census Johnston e Logovii Mulipola.Samoa15 James Sooialo, 14 Alapati Leiua, 13 Paul Williams (c), 12 Jonny Leota, 11 Alesana Tuilagi, 10 Tusiata Pisi, 9 Jeremy Sua, 8 Taiasina Tuifua, 7 Jack Lam, 6 Ofisa Treviranus, 5 Daniel Leo, 4 Teofilo Paulo, 3 Census Johnston, 2 Wayne Ole Avei, 1 Logovii MulipolaIn panchina: 16 Maatulimanu Leiataua, 17 Sakaria Taulafo, 18 James Johnston, 19 Faatiga Lemalu, 20 Junior Poluleuligaga, 21 Brando Vaaulu, 22 Seilala Mapusua, 23 Alafoti FaosilivaGiorgio Sbrocco

01
giugno


Italia – Azzurri partiti per il SA. Brunel: “Sarà un tour duro ed interessante”. By Giorgio Sbrocco

L’Italia di Jaques Brunel è in volo alla volta di  Durban, la città sudafricana capitale del Natal che raggiungerà domani (via Parigi-Johannesburg) e dove sabato 8 giugno al Kings Park affronterà gli Springboks  nel primo dei tre Test previsti nel corso di questo Tour 2013 che vedrà l’Italia prendere parte al quadrangolare con le Nazionali di SA, Samoa e ScoziaPrima della partenza, all’Acquacetosa il ctl ha incontrato la stampa: “Vogliamo crescere, e per farlo non possiamo che andare a sfidare i migliori. Saranno tre partite difficili, per questo era logico convocare un gruppo esperto su cui innestare alcuni giovani interessanti. Questa squadra è un giusto mix di esperienza e volti nuovi”.Quanto al recente passato: “Nel Sei Nazioni è successa una cosa strana dal punto di vista  perché pur essendo la squadra che nelle singole partite disputate ha sempre avuto il maggior possesso, siamo stati anche la formazione più penalizzata. Dobbiamo lavorare sulla disciplina, ma anche per migliorare la percezione dell’Italia verso l’esterno otto questo punto di vista”.E ancora: “Da novembre ad oggi  abbiamo sempre avuto momenti forti in tutte le partite che abbiamo disputato, imponendo sempre o quasi qualcosa. Forse solo le gare contro Scozia e Galles hanno fatto eccezione, ma in ogni caso noi dobbiamo puntare a giocare sempre allo stesso livello, dobbiamo trovare la nostra continuità sugli ottanta minuti. E’ fondamentale per sfidare alla pari squadre come gli Springboks”.Brunel ha infine analizzato le avversarie: “Il vantaggio di un tour come questo è che giocheremo tre gare nello stesso Paese, evitando la trasferta di continui spostamenti e cambi di fuso orario. Ma sarà durissima, il Sudafrica è una delle prime tre squadre al mondo, Samoa ha forse la miglior squadra della propria storia e la Scozia, che arriva da un Sei Nazioni chiuso davanti a noi, avrà probabilmente già il supporto tecnico di Vern Cotter, un grande allenatore. La Scozia non ha bisogno di presentazioni, ha un grande potenziale. Sarà un tour duro ed interessante”. Giorgio Sbrocco

07
maggio


Scozia – Nove uncapped fra i convocati per il Sud Africa. By Giorgio Sbrocco

In attesa di conoscere quelli dell’Italia di Jaques Brunel, sono stati resi noti oggi i convocati della Scozia per il quadrangolare sudafricano di giugno. Nove i debuttanti chiamati dal ct ad interim Scott Johnson.SCOZIA Linea arretrata: Alex Dunbar (Glasgow Warriors), Tom Heathcote (Bath Rugby), Peter Horne, Ruaridh Jackson (Glasgow Warriors), Greig Laidlaw (Edinburgh), Sean Lamont, Peter Murchie, Henry Pyrgos (Glasgow Warriors), Matt Scott (Edinburgh), Tommy Seymour (Glasgow Warriors), Duncan Taylor (Saracens), Greig Tonks, Tim Visser (Edinburgh)Avanti: John Barclay (Glasgow Warriors), Johnnie Beattie (Montpellier), Kelly Brown (Saracens), Geoff Cross, David Denton (Edinburgh), Alasdair Dickinson (Sale Sharks), Ross Ford, Grant Gilchrist (Edinburgh), Ryan Grant (Glasgow Warriors), Jim Hamilton (Gloucester Rugby), Alastair Kellock (Glasgow Warriors), Steven Lawrie (Edinburgh Rugby), Moray Low, Pat MacArthur (Glasgow Warriors), Euan Murray (Worcester Warriors), Alasdair Strokosch (Perpignan), Tim Swinson , Ryan Wilson (Glasgow Warriors).esordienti in grassettoGiorgio Sbrocco

23
aprile


Rugby Femminile – L'Italia batte anche la Scozia a Madrid. Decisivo il match di sabato con la Spagna. By Giorgio Sbrocco

Ancora una vittoria per l'Italia rosa di Andrea Di Giandomenico a Mardrid nel corso del torne odi qualificazione alla World cup del 2015. Le ragazze di capitan Zangirolami, confermando quanto di buono fatto vedere con Samoa e, prima ancora, nel corso del Sei Nazioni, hanno battuto nettamente la Scozia. Il punteggio finale di 27-3 dice di quanto la suiperiorità delle azzurre sia stata oggettiva e evidente. “Abbiamo confermato la bontà del nostro gioco, della nostra organizzazione sia offensiva che difensiva – ha detto a fine gara il ct Di Giandomenico – e sono contento sia del rugby che le ragazze hanno fatto vedere oggi sul campo sia della reazione avuta sul finire del primo tempo, con due mete realizzate nel miglior momento delle nostre avversarie”. Un solo rammarico: ““Peccato  non aver conquistato il bonus, che avrebbe potuto essere fondamentale in chiave qualificazione: adesso la formula di questo torneo, nonostante le due vittorie all’attivo, ci costringe a dover vincere ad ogni costo anche contro la Spagna (battuta 29-12 in amichevole lo scorso dicembre) sabato per garantirci la qualificazione. Ma, del resto, siamo qui per questo”ITALIA -SCOZIA 27-3 Marcatori:  11’ cp. Schiavon Ve. (3-0); 25’ cp. Dalgliesh (3-3); 40’ m. Furlan tr. Schiavon Ve. (10-3); 42’ m. Furlan tr. Schiavon Ve. (17-3); 47’ cp. Schiavon Ve. (20-3); 62’ m. Barattin tr. Schiavon Ve. (27-3)Italia: Furlan; Sillari, Cioffi (35’ st. Stefan S.), Zangirolami (cap), Veronese; Schiavon Ve., Barattin; Severin, Zublena (20’ st. Zublena), Arrighetti (35’ st. Giordano); Trevisan, Molic; Gai (20’ st. Coulibaly), Bettoni (35’ st. Zanon), FerrariScozia: Green; Dixon (4’ pt. O’Donnell), Sergeant, Inglis, Gaffney (18’ st. Martin); Griffith, Dalgliesh (7’ st. Law); Brown (cap), Forsberg, Konkel (7’ st. Beale); Parker, Wheeler; Balmer, Smith, LockhartArb. Charlon (Francia). Gialli: 7’ O’Donnell (S), 14’Cioffi (I)Giorgio Sbrocco

23
aprile


Rugby femminile – L’Italia a Madrid contro la Scozia nel secondo turno del torneo di qualificazione. By Giorgio Sbrocco

Secondo impegno oggi alle 13.30 all’Estadio Universitario di Madrid per l’Italia di Andrea Di Giandomenico impegnata nel torneo di qualificazione alla World cup 2015. Dopo la convincente (e pronosticata) vittoria su Samoa nella gara di esordio, oggi le azzurre di captian Zangirolami affronteranno la Scozia, formazione decisamente più quotata e sconfitta (8-0) al recente Sei Nazioni. Un solo cambio nel XV titolare, dove la monzese Ilaria Arrighetti prende il posto di Michela Este in terza linea, mentre in panchina non ci sarà Silvia Gaudino (problemi al costato). “Scozia e Spagna sono due squadre molto forti – ha dichiarato alla vigilia del match il manager dell’Italdonne, Cristina Tonna – ma noi vogliamo andare ai Mondiali e farlo vincendo questo Torneo. I prossimi centosessanta minuti non saranno facili, ne siamo consapevoli. Per battere la Scozia dovremo confermare l’attitudine e lo spirito dimostrati all’esordio”. Classifica: Italia, Spagna e Scozia punti 5; Samoa 1; Olanda e Svezia 0 ITALIA15 Manuela FURLAN (Benetton Treviso)14 Michela SILLARI (Rugby Colorno)13 Maria Grazia CIOFFI (Red&Blu Rugby) 12 Paola ZANGIROLAMI (Valsugana Rugby Padova) - capitano 11 Maria Diletta VERONESE (Valsugana Rugby Padova)10 Veronica SCHIAVON (Sitam Riviera del Brenta)9 Sara BARATTIN (Rugby Casale)8 Flavia SEVERIN (Benetton Treviso)7 Cecilia ZUBLENA (Sassenage Isere)6 Ilaria ARRIGHETTI (Rugby Monza 1949)5 Alice TREVISAN (Sitam Riviera del Brenta)4 Cristina MOLIC (Sitam Riviera del Brenta)3 Lucian GAI (Sitam Riviera del Brenta)2 Melissa BETTONI (Sassenage Isere)1 Marta FERRARI (Sitam Riviera del Brenta)________________________________________ In panchina16 Debora BALLARINI (Mustang Rugby Pesaro)17 Awa COULIBALY (Rugby Monza 1949)18 Sara ZANON (Benetton Treviso)19 Alessia PANTAROTTO (Sitam Riviera del Brenta)20 Elisa GIORDANO (Valsugana Rugby Padova)21 Claudia TEDESCHI (Red&Blu Roma)22 Michela TONDINELLI (Benetton Treviso)23 Sofia STEFAN (Valsugana Rugby Padova)________________________________________ Giorgio Sbrocco

17
marzo


Six Nations – La Francia vince con la Scozia ma chiude all’ultimo posto. By Giorgio Sbrocco

Non basta alla Francia vincere (finalmente!) una partita in questo maledetto (per Saint André e la sua ex Grande Armée) Sei Nazioni 2013 per risolvere in un colpo solo i problemi di prestigio internazionale e di scarsa consistenza tecnica clamorosamente emersi nei primi quattro turni del Torneo. Il successo di Parigi sulla Scozia per 23-16 (pt 0-6) cancella lo zero dalla casella delle vittorie ma nel complicato (e abbastanza inutile, in verità) gioco delle comparazioni avulse consegna ai Bleus l’ultimo posto in classifica generale. Con lo stesso criterio l’Italia si classifica quarta dietro alla Scozia che chiude al terzo posto. Per la Francia: mete di Fofana, Medard e 14 punti dai piedi di Michalack e Mechenaud;  Scozia in meta con Visser e a segno con Laidlaw (9) e Jackson 2. Classifica finale Six Nations 20131. Galles   8  2. Inghilterra 83. Scozia 44. Italia 45. Irlanda 36. Francia 3Giorgio Sbrocco

12
marzo


Six Nations – La Francia non cambia per la Scozia. By Giorgio Sbrocco

Evitato il Cucchiaio grazie al pareggio di Dublino con l’Irlanda, la Francia di Philippe Saint-André si prepara a vivere l’ultimo atto di questo (maledetto?) Sei Nazioni contro la Scozia. Per il match che nelle speranze e nelle previsioni di molti (moltissimi, compresi quelli che adesso attaccano e demoliscono il ct al grido di: noi l’avevamo detto!) avrebbe dovuto suggellare vittoria o Grande Slam, non sono annunciati cambiamenti nella rosa rispetto al 13-13 dell’Aviva stadium. Unica novità (obbligata e in via precauzionale) è la chiamata di Alexandre Flanquart (compagno di Parisse nello Stade Francais) in considerazione delle non perfette condizioni di Yoann Maestri FRANCIA Avanti: Vincent Debaty (Clermont), Thomas Domingo (Clermont), Benjamin Kayser (Clermont), Guilhem Guirado (Perpignano), Luc Ducalcon (Racing-Metro), Nicolas Mas (Perpignano), Yoann Maestri (Tolosa), Christophe Samson (Castres), Sebastien Vahaamahina (Perpignano), Alexandre Flanquart (Stade Francais), Antonie Claassen (Castres), Thierry Dusautoir (Tolosa), Yannick Nyanga (Tolosa), Louis Picamoles (Tolosa)Linea arretrata: Maxime Machenaud (Racing-Metro), Morgan Parra (Clermont), Frederic Michalak (Tolone), Francois Trinh-Duc (Montpellier), Mathieu Bastareaud (Tolone), Vincent Clerc (Tolosa) Maxime Medard (Tolosa), Wesley Fofana (Clermont), Florian Fritz (Tolosa), Yoann Huget (Tolosa)Giorgio Sbrocco

05
marzo


Six Nations – Due recuperi importanti nella Scozia che attende il Galles a Murrayfield. By Giorgio Sbrocco

Tornano fra i selezionati il pilone Euan Murray (che non gioca la domenica, il giorno del Signore, per convinzione religiosa) e la seconda linea del Perpignano Alasdair Storokosh (infortunato all'occhio contro l'Inghilterra nel match di apertura del Torneo) nella Scozia che prepara la sfida di Murrayfield contro il Galles. Assente il 23enne terza linea Denton (ginocchio), al suo posto è stato chiamato l'uncapped Ryan Wilson,  dei Glagow Warriors.SCOZIA Arrières: Max Evans (Castres), Tom Heathcote (Bath Rugby), Stuart Hogg, Sean Lamont, Sean Maitland, Duncan Weir, Peter Murchie, Henry Pyrgos, Peter Horne, Ruaridh Jackson, Sean Kennedy, Alex Dunbar (Glasgow Warriors), Greig Laidlaw, Matt Scott, Tim Visser (Edimbourg), Nikki Walker (Worcester Warriors) , (Glasgow Warriors). Avants: John Barclay, Ryan Grant, Dougie Hall, Rob Harley, Alastair Kellock, Moray Low, Pat MacArthur, Tom Ryder, Jon Welsh, Ryan Wilson (Glasgow Warriors), Johnnie Beattie (Montpellier), Kelly Brown (Saracens), Geoff Cross, Ross Ford (Edimbourg), Alasdair Dickinson, Richie Gray (Sale Sharks), Jim Hamilton (Gloucester), Euan Murray (Worcester Warriors), Alasdair Strokosch (Perpignan).

Rugby Ball