08
dicembre


Rugby in carrozzina – Padova campione d’Italia. By Giorgio Sbrocco

Parla padovano il primo scudetto della storia del rugby in carrozzina italiano. Al Palazzetto dello Sport della Fondazione OIC di Padova, il Padova Rugby ha alzato il trofeo del primo Campionato Italiano Sperimentale di Rugby in carrozzina. Con la doppia vittoria riportata sull’ASD H81 di Vicenza (46 – 41) e sulla Sportequal di Trieste (53 – 46), la formazione padovana è riuscita a rimanere imbattuta per tutti e tre gli appuntamenti del Campionato, dominando con 18 punti la classifica finale. Nel confronto diretto tra le inseguitrici invece, la Sportequal ha battuto l’H81 per 50 a 45 e ha chiuso al secondo posto con 9 punti davanti alla compagine vicentina, rimasta a secco. Davide Giozet, capitano della squadra di casa e della nazionale italiana, interpreta così questa tappa storica per il Rugby in carrozzina: “È un risultato strepitoso per tutti noi se pensiamo a quello che siamo riusciti a fare in due anni. Abbiamo partecipato ad un Campionato con sole tre squadre, ma questo ci ha permesso di dare grande visibilità al nostro sport che ora potrà aprirsi ad altri giocatori e team. È un’immagine davvero importante per le nuove leve e un invito per i ragazzi che hanno subìto un trauma a non avere paura. Lo sport è uno dei motori più importanti per uscire dal guscio, per avere una vita sociale attiva e divertirsi. Il Rugby in carrozzina in particolare è uno degli sport più importanti per chi è affetto da patologie molto gravi che non trova sbocchi al di fuori ed è una disciplina che favorisce l’integrazione perché ha bisogno di tutte le categorie di disabilità per essere giocata.” Nicola Carabba, consigliere Federale FISPES: “Questo Campionato è stato un primo evento sperimentale che ha fatto registrare buoni risultati in termini di spettatori, interesse suscitato e tesseramento di nuovi atleti. Il movimento sta crescendo in maniera significativa e da parte nostra c’è il massimo impegno per sostenere la base e contribuire a creare un gruppo che a livello internazionale possa far pesare la sua presenza sulla strada verso le Paralimpiadi di Rio 2016. Con l’affiliazione alla Federazione di una nuova squadra di Roma, il prossimo anno ci sarà un Campionato a tutti gli effetti.” Particolarmente soddisfatto è stato il ct della nazionale italiana, Renè Schwarz: “Dal 2011 abbiamo fatto un grande lavoro. Questo torneo ha fatto vedere buone cose e io sono molto fiero di far parte della famiglia italiana del Rugby in carrozzina. Ora dobbiamo alzare ancora di più il livello tecnico, cercare nuovi talenti e giocare il più possibile il prossimo anno per centrare la qualificazione agli Europei del 2015". Presente in tribuna anche Mirco Bergamasco, volto simbolo del rugby nazionale, che non ha voluto far mancare il suo sostegno ai giocatori: “Sono molto contento di essere qui, è una festa bellissima. Conosco questo sport perché l’ho seguito molto alle Paralimpiadi di Londra. Il rugby ci accomuna sullo stesso fronte e vorrei lanciare la sfida di giocare una partita ad armi pari tra Rovigo Rugby e una rappresentativa di wheelchair rugby.” Risultati ASD Padova Rugby - ASD H81:             46 - 41 ASD Padova Rugby – Sportequal:        53 - 46 Sportequal - ASD H81:                       50 - 45 Classifica finale ASD Padova Rugby      18 punti Sportequal                 9 punti ASD H81                    0 punti   Giorgio Sbrocco  

08
settembre


Rugby in carrozzina – I risultati della prima giornata ndel Campionato italiano. By Giorgio Sbrocco

Presso la tensostruttura dell’ OIC di via Toblino a Padova si sono disputate le partite del primo turno dell’edizione sperimentale del campionato italiano di Rugby in carrozzina. Cui hanno preso parte i vicentini dell’Asd H81, l’Asd Padova Rugby e Sportequal di Trieste  . Al termine delle tre partite incrociate che si sono svolte nel weekend, la formazione di Padova ha prevalso sulle due squadre avversarie, portandosi già in testa alla classifica provvisoria a punteggio pieno.RisultatiAsd Padova Rugby - Asd H81: 43 - 31Sportequal - AsdH81: 55 -35Asd Padova Rugby – Sportequal: 48 - 42ClassificaAsd Padova Rugby  6 punti Sportequal  3 punti Asd H81  0 punti I prossimi turni si svolgeranno il 19/20 ottobre presso la palestra comunale di Camposampiero (Pd) e il 7/8 dicembre presso la palestra Ist. Briosco di Padova.Giorgio Sbrocco

02
settembre


Rugby in carrozzina - Presentato a Padova il primo Campionato italiano. By Giorgio Sbrocco

Stamattina nei locali dell’OIC di via Toblino a Padova si è tenuta la presentazione ufficiale della prima edizione del Campionato italiano di rugby in carrozzina, ultima in ordine di tempo fra le discipline paralimpiche riconosciute del Cip. La manifestazione si articolerà in tre giornate di gara fra il 7 settembre e il 9 dicembre. Tre le formazioni ai nastri di partenza, provenienti da Trieste (Sportequal), Padova (Asd Rugby) e da Vicenza (Asd H81). Alla conferenza stampa hanno preso parte, fra gli altri: il presidente Inail del Veneto Alessandro Crisci, il presidente della Fondazione OIC e ideatore di Civitas Votae Angelo Ferro, Ruggero Vilnai in rappresentanza del Cip (Comitato italiano paralimpico) veneto, Claudio Da ponte, Team Manager della Nazionale italiana reduce dai campionati europei di Anversa oltre ad atleti azzurri delle discipline paralimpiche e a numerose autorità regionali e provinciali. I tre turni del campionato sperimentale si disputeranno presso la tensostruttura dell’OIC di Padova (7-8 settembre), a Camposampiero (Pd, 19-20 ottobre) e presso la palestra Briosco di Padova (7-8 dicembre). Giorgio Sbrocco

Rugby in carrozzina – Parte il primo campionato sperimentale. By Giorgio Sbrocco

Presentazione ufficiale lunedì (11.30) presso la sede O.I.C. di via Tobino a Padova della prima edizione del Campionato sperimentale di Rugby in carrozzina. A fare gli onori di casa: il presidente Fispes Sandro Porru e quello dell’Asd Padova Rugby Renzo Morini. Fra gli enti organizzatori dell’evento:il comitato regionale veneto del Cip, l’Inail e Civitas Vitae.Giorgio Sbrocco

28
agosto


Italia – Europei di rugby in carrozzina sabato su Sky Sport 2.

Sabato 31 agosto Sky Sport 2 manderà in onda, nell’intervallo di Clermont – Tolosa (Top14, ore 15) un servizio dedicato alla Nazionale italiana di rugby in carrozzina che ha partecipato al recente Campionato europeo di Anversa. Claudio Da Ponte mob. +39 348 6024435

26
agosto


Rugby in carrozzina – Lo spot del primo Campionato Italiano. By Giorgio Sbrocco

Ecco il link dello sport promozionale del primo "CAMPIONATO ITALIANO SPERIMENTALE di RUGBY IN CARROZZINA" che si aprirà a Padova sabato 7 settembre alle ore 10 con la conferenza stampa di presentazione cui seguirà la prima partita del torneo.https://www.dropbox.com/s/irup5t0t6m673ah/promo%20CAMPIONATO%20ITALIANO%20SPERIMENTALE%20di%20RUGBY%20in%20CARROZZINA.wmvGiorgio Sbrocco

17
agosto


Rugby in carrozzina – Il comunicato ufficiale da Anversa.

Gli azzurri del rugby in carrozzina trovano finalmente la primavittoria ai campionati europei di rugby in carrozzina di Anversa. LaRepubblica Ceca, ovvero la nazione che solo venti mesi fa ci aveva“asfaltato” alla prima uscita in un match internazionale e annichilito sotto una differenza di ben 50 punti, ha dovuto subire oggi las uperiorità degli azzurri che, apparsi come una “tempesta perfetta”,sono stati in grado di travolgere gli avversari sovrastandoli in tutti gli aspetti tecnici, tattici e fisici. “Il match è stato molto intenso fin dall’inizio e quando siamo riusciti a raggiungere le quattro metedi vantaggio non abbiamo più mollato fino alla fine, anzi abbiamo incrementato la nostra superiorità e finito con ben otto punti di differenza” – così si esprime, tra gli abbracci dei compagni, MassimoGirardello, soprannominato “superman” per i numerosi voli con cadute acrobatiche che ha fatto vedere in tutto il torneo, frutto non solo della sua grande intensità di gioco, ma anche della grandedeterminazione nell’affrontare ogni avversario senza la minima paura. Questa è una dote fondamentale dello sport del rugby dove il contatto fisico, anche duro, è ritenuto uno dei momenti tipici di tale sport. Ora, con la partecipazione alla nona edizione di questi campionatieuropei e questa bella vittoria, il nostro ranking europeo guadagna due posizioni e raggiunge l’undicesimo posto. Non è poca cosa se si pensa che il progetto, così fortemente voluto dalla Fispes, è iniziato solo un paio di anni fa. I complimenti ricevuti dalla viva voce di John Bishop, presidente del board mondiale dell’IWRF, durante la cerimonia di premiazione, ci hanno fatto grande onore, così come tutte le dichiarazioni di stima ricevute dalle altre nazioni presenti via via che le nostre prestazioni in campo diventavano sempre più convincenti. “Dobbiamo rimanere con i piedi per terra – afferma il coach Rene Schwarz, felicemente convinto di tale risultato – Dobbiamoconsiderare quanto fatto in questo europeo non come un punto di arrivo, ma l’inizio di un cammino che ci deve portare a raggiungere un posto tra le prime quattro nazioni in Europa. L’Italia ha dimostrato che i presupposti per fare bene ci sono tutti ed ora ci aspetta la parte più dura del progetto: confermare quanto ottenuto e migliorare le nostre capacità”. Quello di cui ora in effetti abbiamo più bisogno è costruire una base molto più ampia di atleti disposti a sacrificarsi per questo sport, incrementare la diffusione e promozione della disciplina e, non ultimo, reperire risorse economiche importanti che ci consentano di fare il vero salto di qualità, permettendoci di sviluppare un programma che sia coerente con le prospettive che ci attendono. Siamo certi che la Fispes saprà cogliere l’importanza di quanto raggiunto oggi e assieme ai vari partner ed istituzioni, che sino ad oggi ci hanno accompagnato in questo cammino, vorrà sostenere il progetto di crescita già in un immediato futuro.  I buoni risultati ottenuti dai nostri atleti sul campo in questo super evento europeo sono da condividere con tutto lo staff che li ha supportati in questi due anni e con gli altri ragazzi rimasti a casa, ma che hanno costruito assieme parte di questo primo importante risultato. Risultati: Italia – Repubblica Ceca : 50 - 42 Tutte i risultati possono essere visti sul sito del torneowww.ecwcrugby2013.be Claudio Da Ponte- Team Manager – Relazioni EsterneWheelchair Rugby Italia  

17
agosto


Rugby in carrozzina – Italia vittoriosa sulla Repubblica Ceca. By Giorgio Sbrocco

“Eccola! Finalmente è arrivata la vittoria tanto attesa” questo il testo del breve sms con cui l’Italia del Rugby in carrozzina ha dato la notizia che il successo, finora inutilmente inseguito agli Europei di Anversa, è giunto al termine della sfida con la Repubblica Ceca nella partita che metteva in palio l’11esimo posto della rassegna continentale. Seguirà comunicato.RisultatiItalia – Rep. Ceca 50 – 42Giorgio Sbrocco

16
agosto


Rugby in carrozzina – Italia sconfitta di due punti dall’Austria. By Giorgio Sbrocco

Ancora una sconfitta di misura per l’Italia del Rugby in carrozzina agli europei di Anversa. Opposti all’Austria gli azzurri si sono arresi per soli due punti al termine di una gara entusiasmante impreziosita dalla rimonta che da -9 li ha portati a fiorare il successo. Domani l’Italia affronterà la Repubblica Ceca sconfitta dalla Polonia 56-43. In palio l’11esimo posto.Risultati – IV giornataAustria - Italia 47 - 45Rep. Ceca – Polonia 43 – 56Giorgio Sbrocco

16
agosto


Rugby in carrozzina – Sconfitta di misura con la Danimarca agli Europei di Anversa.

Gli azzurri del rugby in carrozzina disputano un match da favola e perdono dalla Danimarca per sole tre mete. Nell’ultima partita del girone eliminatorio si è vista la migliore Italia scesa in campo sino ad ora nel complesso sportivo “Extra Time” di Anversa. Il punteggio finale di 51 a 48 per i danesi racconta di quanto il match sia stato in equilibrio fino alla fine e di quanto possa essere rivalutato il potenziale agonistico del gruppo. “Questa discontinuità di prestazione – sostiene Franco Tessari, assistente allenatore con passato rugbystico di livello nazionale – è frutto della ancora assai scarsa esperienza in ambito internazionale e della facilità a cadere preda della pressione psicologica a cui la quasi totalità degli atleti non è abituata per un agonismo di così alto livello. Ben vengano quindi partecipazioni a tornei internazionali e soprattutto l’opportunità di allenare mentalmente il gruppo, inserendo tale preparazione all’interno di un programma di miglioramento di tutta la prestazione sportiva”. La Danimarca, sesta nel ranking mondiale e seconda in Europa, ha dovuto impegnarsi al massimo per contenere le numerose mete messe a segno da Raourahi, Toscano e Giradello, alternati nella prima linea di attacco e supportati da ricambi decisamente all’altezza per il topico momento (Fusilli e Guatelli) e da una forte difesa costruita sul capitano Giozet e i difensori Sacerdoti, Corbatti e Testa.  Alla fine, il numeroso pubblico locale ed il folto gruppo di tifosi italiani presenti, hanno tributato una vera ovazione alla prestazione degli azzurri che aspettano ora più fiduciosi l’Austria, avversaria di oggi (ore 11) per provare a conseguire la prima vittoria in questa bellissima edizione dei campionati europei.RISULTATI TERZA GIORNATA Rep. Cekia – Austria 38 - 48   Finlandia – Gran Bretagna 56 - 50                                                                                                                                                                                                Svizzera – Svezia 33 - 48   Francia - Polonia 51 - 39   Italia – Danimarca  48 - 51  Belgio – Gran Bretagna 38 - 47  Austria – Germania 46 - 59  Finlandia – Rep. Cekia 51 - 37  Francia - Svizzera 46 - 43 Claudio Da PonteTeam Manager – Relazioni Esterne Wheelchair Rugby Italia

Rugby Ball