14
agosto


Italia League Eccellenza – Mirco Bergamasco è perfettamente guarito. By Giorgio Sbrocco

Arriva da Rovigo la notizia che tutti volevamo sentire. A darla è il preparatore atletico della Cz Tommaso Boldrini che ha dichiarato a Roberto Roversi de Il Gazzettino: “Mirco Bergamasco si è presentato perfettamente guarito dal problema al ginocchio e si sta  regolarmente allenando come tutti gli altri giocatori del gruppo. Da un punto di vista fisico non ci sono problemi. Tra l'altro sta dimostrando un grande impegno e una grande professionalità”. Sulla professionalità e sull’impegno del biondo trentenne padovano nessuna ha mai nutrito dubbi. Sulle condizioni del suo ginocchio infortunato (gravemente) a Firenze contro l’Australia nel novembre 2012 invece qualche dubbio invece c’era. Ora non più. Appuntamento al Sei Nazioni?Giorgio Sbrocco

13
agosto


Italian League Eccellenza – Mahoney Bersagliere per la campagna abbonamenti di Rovigo. By Giorgio Sbrocco

Il neozelandese Luke Mahoney (tallonatore e capitano della squadra) in tenuta da gioco con cappello piumato dei bersaglieri. Così ieri in piazza Matteotti a Rovigo all’ombra delle torri medievali. È il set del servizio fotografico che farà da supporto alla campagna abbonamenti del club rossoblu del presidente Francesco Zambelli in vista della stagione 2013/2014. Per la storica società di via Alfieri: nuovo logo, nuova guida tecnica, nuova (nuovissima!) line arretrata e “nuovo” stadio senza recinzione. Di antico c’è solo la voglia di vincere. Che a Rovigo, nonostante tutto, non è mai andata in crisi. Obiettivo della campagna abbonamenti è “quota mille”. Da raggiungere e, possibilmente, da superare.Giorgio Sbrocco

09
agosto


Amlin Challenge cup – Rovigo in Coppa al posto di Prato? Ma va! By Giorgio Sbrocco

È vero che riempire pagine di sport l’8 di agosto non è esattamente un’operazione scontata. E che l’inventare storie è una più che rispettabile attività. Per alcuni una splendida vocazione. Ma ritenere praticabile l’ipotesi che i Cavalieri Prato (società salvata dal fallimento dall’anticipo pronta cassa da parte della Fir della quota di contributo Erc spettante per la partecipazione alla Challenge cup 2014) diserti l’impegno europeo e che il suo posto venga preso dal Rovigo…Vero è che coach Frati, alla domanda: ci andreste volentieri? Ha risposto: di corsa. Ma da qui ad andare i pagina!!Giorgio Sbrocco

08
agosto


Italian League Eccellenza – Polla Roux ricomincia dai giovani a Valsugana. By Giorgio Sbrocco

Polla Roux, tecnico del Cz Rovigo recentemente sostituito alla guida della prima squadra dalla coppia De Rossi – Frati ricomincia da Padova. Il sudafricano, come informa il Gazzettino di Rovigo, sarebbe infatti molto vicino a formalizzare l’accordo con il Valsugana Rugby, la cui formazione senior guidata da Alessandro Battistin è stata recentemente promosso in A2 . Polla Roux, che a Padova (sponda Petrarca) è stato per due anni assistente di Pasquale Presutti,  sarà responsabile dell’attività del settore giovanile del club.Giorgio Sbrocco

07
agosto


Italian League Eccellenza – Al Battaglini via la rete di recinzione. By Giorgio Sbrocco

ABBONATEVI scritto caratteri cubitali lungo la linea dei 15 davanti alla vecchia tribuna e altezza della recinzione abbassata fino a un metro. Sono queste le ultime novità dallo stadio Battaglini dove il Rovigo del presidente Francesco Zambelli sta preparando la stagione dello scudetto dopo aver allestito una squadra che ha tutte le carte in regola per puntare al titolo. Il promo stadio ovale a eliminare le reti di recinzione fu lo Zaffanella di Viadana. L’iniziativa rappresenta, come ha spiegato l’assessore Andrea Bimbatti che ha autorizzato la modifica (i lavoro inizieranno nei prossimi gironi): “un simbolico ed ulteriore avvicinamento della squadra ai tifosi. Un intervento che può essere un segnale al calcio dilettantistico, affinché anche in quello sport vengano eliminate le separazioni con il campo”. Sembrano passati secoli da quando i tifosi del Rovigo recapitarono (di fatto lanciandolo sopra la rete, che a quei tempi c’era ed era alta) un maiale vivo alla panchina degli odiati cugini bianconeri del Petrarca occupata da Vittorio Munari. La moglie del quale, venuta a conoscenza dell’accaduto, denunciò la cosa alla Protezione animali. Anni ’80. Altri tempi.Giorgio Sbrocco

06
agosto


Italian League Eccellenza – A Rovigo cercano il fotografo ufficiale. By Giorgio Sbrocco

A Rovigo: fotografo ufficiale cercasi. Questo l’appello lanciato dalla società rossoblu del presidente Francesco Zambelli alla vigilia del campionato 2013/2014. Gli interessati dovranno inviare  candidatura,, curriculum e qualche scatto dimostrativo a info@rugbyrovigodelta entro il 20 agosto. Oltre alle ovvie abilità professionali è richiesta la disponibilità a seguire le partite ufficiali e gli eventi collegati. Non si parla di compenso.Giorgio Sbrocco

04
agosto


Italian League Eccellenza – Edoardo Ruffolo a Rovigo. By Giorgio Sbrocco

Alla fine Edorado Ruffolo è arrivato a Rovigo dove, assicura a Il Gazzettino “la gente ti riconosce, ti ferma per strada, si presenta, ti saluta e ti fa gli auguri”. Tutto è bene quel che finisce bene. De Rossi e Frati avevano inserito il 22enne seconda linea ex Parma nella lista dei desideri e il presidente Francesco Zambelli li ha accontentati. Sborsando, come racconta Alice Sponton dalle colonne del quotidiano del Nordest, 20mila euro che sono andati ai Cavalieri Prato come pagamento del parametro (o di una parte di esso). Dopo aver affollato la linea arretrata di nomi importanti e di talenti indiscussi (Bergamasco su tutti), ora il club rossoblu comincia ad allestire anche un pacchetto che sia all’altezza della situazione e in linea con gli obiettivi più volte annunciati. Che sono: lo scudetto e lo stadio pieno di gente che paghi il biglietto per vedere buon rugby. Una missione che, visto il quadro generale entro cui si muove il campionato di Eccellenza, merita il rispetto e la massima considerazione da parte di tutti.Giorgio Sbrocco

28
luglio


Italian League Eccellenza – Il Neurotraker a Rovigo. Per saperne di più. By Giorgio Sbrocco

Mettiamola così : con i precedenti che il genere umano ha prodotto negli ultimi due millenni (ma anche in epoche precedenti), prima di “parla male” della scienza applicata è sempre bene riflettere non una ma mille volte. E prima di sminuire procedure e protocolli, almeno in apparenza, innovativi se non proprio rivoluzionari…anche.  Perciò, prima di affermare che il Neurotraker del prof. Jocelin Faubert, direttore del laboratorio di “Visual perception” presso l’università di Montreal, attualmente in uso presso il campo di allenamento della Cz Rovigo è, a tutti gli effetti, nulla più che un simpatico video gioco che allena (come tutti i video giochi che si rispettino) la visione periferica e incrementa, affinandole, le abilità che vanno sotto il nome di “keeping decision”… Ai nostri affezionati lettori suggeriamo però i due links sottoriportati. Così, giusto per farsi un’idea. Se non proprio per capire tutto. http://neurotracker.net/http://neurotracker.net/#/performance/4569915661Giorgio Sbrocco Avviso ai naviganti : l’università di Valdosta esiste e non è in Val d’Aosta ma nella Georgia del sud (Usa) ai confini con la Florida e a quattro ore di auto da Atlanta.

24
luglio


Italian League Eccellenza – A Padova la mental trainer, a Rovigo il neurotraker. By Giorgio Sbrocco

Nell’organigramma del Petrarca Padova c’è Cristina Carraro (psicologa) che ricopre il ruolo di mental trainer e ieri il Cz Rovigo ha presentato ufficialmente il neurotraker del prof Philippe Arnau (univ. Montreal), sorta di innovativa scatola nera a lettura tridimensionale, custodita all’interno di uno speciale casco che, indossato dal giocatore per almeno 6’, fornisce “la neuro-tipologia del soggetto” in base alla quale “si potrà capire se l'atleta ha effettivamente le caratteristiche adatte al suo ruolo e tracciare profili compatibili e affini con i compagni di reparto”. Rugby: questione di testa.Giorgio Sbrocco

Italian League Eccellenza – Mirco Bergamasco a Rovigo: “Unica offerta seria”. By Giorgio Sbrocco

“Sono a Rovigo perché l’ambiente è serio. Professionale e familiare allo stesso tempo. L’ ideale per centrare l’ obiettivo di un ritorno in Nazionale”. Così Mirco Bergamasco alla stampa nel giorno del raduno della Cz Rugby Rovigo allo stadio Battaglini. Il trentenne padovano (ex Stade Fancais e  Racing Parigi) ha poi aggiunto che “quella del club del presidente Zambelli  (che ha confermato l’importo dell’ingaggio definendolo “in linea con quelli della rosa”) è stata l’unica offerta seria che mi sia arrivata”. Tradotto: Zebre non interessate ad averlo in squadra. Strano, soprattutto alla luce del fatto che nel corso della stessa conferenza stampa è stata data la notizia della completa guarigione e del completo recupero di Bergamasco dall’infortunio subito a novembre contro l’Australia a Fiorenze. Lo ha detto Yarno Caleghin, fisioterapista dei rossoblu che collabora da anni con la Nazionale. Così stando le cose par di capire che quella di non interessarsi (seriamente) a  Mirco Bergamasco sia stata una scelta dettata da considerazioni di carattere tecnico. Eppure nella linea arretrata delle Zebre (in verità: anche di Treviso) i giocatori di classe ed esperienza superiori a quelle di Mirco…non abbondano. La cosa non è di poco conto. Dal momento che, interpellato sulla questione, lo stesso ct dell’Italia Jaques Brunel ha tenuto a precisare che “per tornare in Nazionale servono partite di alto livello. E il campionato di Eccellenza questo l’vello non ce l’ha”. Basterà qualche partita da permit?Giorgio Sbrocco

Rugby Ball