20
settembre


Italian League Eccellenza – Al Battaglini Bacchetti debutta con le Fiamme contro il suo Rovigo. By Giorgio Sbrocco

Ci sarà il debutto in maglia cremisi dell’ala Andrea Bacchetti al Battaglini di Rovigo nel match di apertura della stagione di Eccellenza che vedrà il XV della Polizia di Stato rendere visita a una delle favorite per la vittoria finale. Alla vigilia dela sua prima volta “contro”, nella città dove è nato e sul campo dove si è formato, Bacchetti ha così descritto il suo molto particolare stato d’animo: “Sicuramente quando entrerò al Battaglini mi emozionerò, perché in questo stadio c’è un pezzo del mio cuore. Ma la mia maglia adesso è quella delle Fiamme e farò di tutto per onorarla al meglio. A fine partita  andrò a salutare quelli che fino allo scorso anno erano i miei tifosi e con loro, dopo il match, avrò occasione di scambiare un po’ di battute”. A completare una coppia di attaccanti che promette scintille ci sarà anche Michele Sepe. Per un accordo intervenuto fra i due club, nessun giocatore delle Fiamme Oro indosserà la maglia numero 10: in ricordo dello scomparso Stefano Casotti che militò sia nel Rovigo sia nelle Fiamme. Per Matteo Gasparini (giovanili Benetton): primo match di Eccellenza e prima volta con le FFOO. “Come ho già detto più volte – ha dichiarato il tecnico della squadra romana Pasquale Presutti – prima o poi le squadre forti bisogna affrontarle tutte. Certo, noi iniziamo con quella che è una delle candidate alla vittoria finale. Ci servirà anche come banco di prova per vedere quanto siamo cresciuti dallo scorso anno". Terna arbitrale triveneta con Claudio Blessano (Treviso) coadiuvato dai  giudici di linea Navarra (Udine) e Favero (Treviso). Quarto uomo: Sibillin (Treviso).Fiamme Oro: Gasparini, Sepe, Massaro, Forcucci, Bacchetti, Benetti Canna, Amenta, Zitelli, Vedrani, Cazzola, Perrone, Duca, Cerqua, Cocivera. In panchina. : Naka, Vicerè, Di Stefano, Mammana, Balsemin, Vassallo, Sapuppo, De Gaspari.CZ Rovigo: Basson, Ngawini, Bergamasco, Van Niekerk, Lubian L., Rodriguez, Frati, De Marchi, Lubian E., Ruffolo, Montauriol, Ferro, Roan, Mahoney (cap.), Quaglio. A disposizione: Borsi, Gatto, Pozzi, Maran, Folla, Calabrese, Fratini, Menon.Giorgio Sbrocco

08
settembre


Italian League Eccellenza – Al Cz Rovigo il VII Trofeo Pedrini. By Giorgio Sbrocco

Il Cz Rovigo si è aggiudicato l’edizione 2013 del trofeo Omar Pedrini che si è disputato a Badia polesine e al quale hanno partecipato anche Petrarca e San Donà. I rossoblu di De Rossi e Frati hanno sconfitto prima San Donà e poi il Petrarca nel match che ha assegnato la vittoria finale.VII Trofeo Omar Pedrini – Badia Polesine (Ro)RisultatiCz Rovigo – San Donà 26 – 5Petrarca – San Donà 17 – 14Cz Rovigo – Petrarca 35 – 14Classifica: Rovigo, Petrarca, San DonàGiorgio Sbrocco

31
agosto


Italian League Eccellenza – Rovigo supera Viadana al Battaglini, By Giorgio Sbrocco

Cz Rovigo – Viadana 22 – 5 (pt 10 – 0)Marcatori: 10’ cp Bergamasco, 35’ m. Lubian tr. Bergamasco, 59’ m. Quaglio tr. Basson, 66’ mnt Van Niekerk, 80’ mnt BronziniArbitro: Mitrea (Tv)Gialli: 44’ Zanini (R), Moreschi (V), 50’ Van Jaarsveld (V), 55’ Minari (V) Netta vittoria del Rovigo di Frati e De Rosi nell’amichevole di oggi al Battaglini (1500 spettatori, ingresso gratuito, meno del previsto) che ha visto i veneti padroni di casa per lunghi tratti dominare la partita. Decisivi nella ripresa i tre gialli in sequenza dei mantovani.Primo tempo equilibrato con Rovigo che trova la meta con il flanker Lubian al 35’ su bella iniziativa di Rodriguez sostenuta al largo da Bortolussi. In precedenza Mirco Bergamasco aveva centrato i pali su punizione al 10’ (fallo a terra). Due fiammate del XV di Phillips: una al 4’ su intercetto al largo di Sintich, placcato nei pressi della linea di meta dopo una volta di quasi 80 metri, la seconda due minuti dopo con Moreschi in penetrazione su perfetto offload di Cagna. In apertura di ripresa gli animi si surriscaldano per un paio di punti d’incontro poco chiari: prima Zannini e Moreschi, poi la seconda linea Van Jaarsveld subiscono altrettanti gialli per (inutili) accenni di scazzottate. Al 55’ Minari interviene fallosamente sul  saltatore di Rovigo, Mitrea caccia anche lui e il gioco riprende con Rovigo in doppia superiorità numerica.  La pressione dei rossoblu trova la meta con Quaglio al 59’ dopo che Apperley (non  male da mediano di mischia) due minuti prima aveva evitato la segnatura con un mezzo miracolo su mischia a cinque. La terza meta arriva al 66’: Basson inventa un contrattacco individuale  concluso con un perfetto servizio a Van Nikerk che segna vicino alla bandierina. Una bella iniziativa di Bronzini allo scadere regala a Viadana la meta della bandiera che Fenner non trasforma.Giorgio Sbrocco

Italian league Eccellenza – Tutte in campo, celtiche comprese, tranne l’Urc . By Giorgio Sbrocco

Ultimo week end di agosto con (quasi) tutto il campionato di Eccellenza in campo per le amichevoli di pre stagione. Unica formazione a non essere impegnata in test ufficiali è la Capitolina Roma che il 7 settembre ospiterà il triangolare tutto romano (con Lazio e FFOO) in memoria del pilone Brendan Linch. Ricco il programma delle sfide incrociate fra squadre da tempo candidate a recitare un ruolo di primo piano nella stagione 2013/2014. In campo anche le due celtiche (Benetton e Zebre). I campioni d’Italia di Mogliano saranno di scena a San Donà, mentre i “nuovi” Cavalieri Prato di coach Pratichetti saranno a Roma, presso gli impianti della Polizia di Stato per l’atteso triangolare con Lazio e FFOO. Calvisano riceve le Zebre degli ex Andrea Cavinato, Vunisa e Palazzani; il Petrarca di Andrea Moretti stasera sarà a Monigo contro la Benetton, il Viadana  domani al Battaglini per sfidare il rinnovato e potenziatissimo Rovigo della coppia De Rossi-Frati, mentre Reggio Emilia si sposta sul sintetico di Recco per sfidare il XV ligure che nel corso dell’estate è stato a un passo dal ripescaggio nella massima divisione.AMICHEVOLI WEEK END  30 agosto – 1 settembreBenetton – Petrarca (Treviso)Zebre – Calvisano (Colorno)Rovigo – Viadana (Rovigo)San Donà – Mogliano (San Donà)FFOO – Prato – Lazio (Ponte Galeria/Rm)Pro Recco – R. Reggio (Recco)Giorgio Sbroc

27
agosto


Italian League Eccellenza – Rovigo non si ferma. Dopo le auto i marciapiedi. By Giorgio Sbrocco

La notizia (la riporta Alice Sponton su Il Gazzettino) racconta meglio di un saggio di marketing sportivo o di sociologia applicata quanto sideralmente distanti siano, a volte, mondi in apparenza simili, se non uguali. Il riferimento è ai campionati ovali professionistici (Top14, Super Rugby, Premiership, Eccellenza…). “Igiocatori della Vea Femi Cz Rugby Rovigo Delta tornano con la nuova iniziativa “Pulizie di casa”. Domani, a partire dalle sette (del mattino!! Ndr), i rossoblu rifaranno il look allo stadio. Montata una balaustra in legno ai bordi del campo. - ha spiegato l'a.d. Nicola Azzi - alcuni ragazzi (giocatori, Ndr) poteranno le piante che circondano lo stadio, altri installeranno una rete ombreggiante sul nuovo parcheggio interno creato a fianco degli spogliatoi. I giocatori si occuperanno anche di ripulire la parte esterna e i marciapiedi antistanti oltre che spazzare entrambe le tribune”. L'iniziativa, voluta dagli allenatori Filippo Frati e Andrea De Rossi mira ad avvicinare i tifosi e la città ai propri beniamini e a consolidare il gruppo rossoblu. I lavori proseguiranno fino all'ora di pranzo”. Fin qui Il Gazzettino, il cui titolista se l’è cavata con un sobrio “Dopo il car wash, pulizie allo stadio”. Molto più oltre si è invece spinto il suo omologo de Il Resto del Carlino che sul pezzo di Osvaldo Prestia ha titolato “Rossoblu con la scopa in cerca di ispirazione”. Pel la serie: scopare fa bene alla salute e anche l’intelletto ne guadagna. Tesi non particolarmente originale né innovativa ma ampiamenti condivisibile. Buon lavoro Bersaglieri!Giorgio Sbrocco

23
agosto


Rabo Pro 12 – Benetton in scioltezza, Rovigo coraggioso. By Giorgio Sbrocco

Benetton – Rovigo  43’ – 0 (10 – 0, 14-0, 7-0)Marcatori: 7’ mnt Vosawai, 10’ mnt Morisi, 25’ m. McLean tr. McLean, 35’ m. McLean tr. McLean, 54’ m. Vosawai tr. McLean, 62’ mnt Morisi, 78’ m Vosawai tr. Ambrosini  Benetton: Williams, Nitoglia, Morisi, Sgarbi, Esposito, McLean, Gori, Loamanu, Zanni, Vosawai, Bernabò, Pavanello (cap), Cittadini, Ghiraldini, Rizzo.Entrati: Ceccato, De Marchi, Royet, Maistri, Favaro, Semenzato, Ambrosini, Botes, PratichettiRovigo: Basson, Ngawini, Bergamasco, Van Niekerk, Lubian, Ragusi, Frati, De Marchi, Lubian E., Folla, Motauriol, Ferro, Roan, Mahoney, Quaglio.Entrati: Balboni, Borsi, Pozzi, Maran, Cecchetti,Calabrese, Menon, Pavanello, McCann, Frattini, Chimera, Riedo, Boggiani, Gatto, GajonArbitro: Falzone (Pd) Piove su Monigo ma l’acqua non cambia il copione della partita: Treviso in controllo assoluto delle operazioni e Rovigo votato alla difesa strenua sugli spazi. Leoni che non usano l’opzione del gioco al piede e partita che si fa apprezzare dal folto pubblico.Al 50’ esce Mirco Bergamasco fra gli applausi dei tifo rossoblu.54’ altro devastante drive di Treviso che Vosawai conclude tuffandosi sopra la linea bianca.Il terzo quarto di chiude sul parziale di 7-0 per la Benetton62’ Morisi  raccoglie  in velocità un pallone da terra e vola sulla destra dei pali sopo un perfetta penetrazione dei suoi dentro i 22.78’ Terza segnatura personale per Vosawai che conclude al meglio un drive avanzante dentro i 22 dopo rimessa laterale conquistata a due mani Giorgio Sbrocco  

23
agosto


Rabo Pro 12 – Treviso fa quattro mete nel primo tempo con Rovigo. By Giorgio Sbrocco

Benetton – Rovigo  24 – 0 (10 – 0, 14-0)Marcatori: 7’ mnt Vosawai, 10’ mnt Morisi, 25’ m. McLean tr. McLean, 35’ m. McLean tr. McLean  Benetton: Williams, Nitoglia, Morisi, Sgarbi, Esposito, McLean, Gori, Loamanu, Zanni, Vosawai, Bernabò, Pavanello (cap), Cittadini, Ghiraldini, Rizzo.Entrati: Ceccato, De Marchi, Royet, Maistri, Favaro, Semenzato, Ambrosini, Botes, PratichettiRovigo: Basson, Ngawini, Bergamasco, Van Niekerk, Lubian, Ragusi, Frati, De Marchi, Lubian E., Folla, Motauriol, Ferro, Roan, Mahoney, Quaglio.Entrati: Balboni, Borsi, Pozzi, Maran, Cecchetti,Calabrese, Menon, Pavanello, McCann, Frattini, Chimera, Riedo, Boggiani, Gatto, GajonArbitro: Falzone (Pd) Oltre 3mila sugli spalti di Monigo per la riedizione di un derby antico fra due piazze storiche del rugby veneto.7’ prima volta dei Leoni nei 22 di Rovigo. Rimessa vinta a due mani da Zanni e lungo drive che Vosawai conclude vicino alla bandierina10’ Palla conquiostata da Sgarni che innesca una perfetta trasformazione al largo che Morisi conclude schiacciano vicino alla bandierina di sinistra. Il primo quarto si chiude con un chip di McLean che innesca la volata di Williams in area di meta. L’estremo si tuffa ma tocca quando la palla ha già superato la linea di pallone morto.25’ McLean opera un perfetto cambi odi direzione interno e batte la difesa di Rovigo  su trasformazione al largo dopo rimessa vinta dentro i 2227’ un fallo in rimessa laterale di Quaglio sul saltatore trevigiano innesca una mini scazzottata (“come ai bei tempi!” si sente commentare in tribuna) che i due capitani provvedono a sedare35’ McLean si ripete e firma la quarta meta dei padroni di casa dopo una bella trasformazione al largo sostenuta da Williams e Nitoglia.Squadre al riposo con Treviso avanti 24-0Giorgio Sbrocco

21
agosto


Italian League Eccellenza – A Rovigo è il girono del Car Washing pro Battaglini. By Giorgio Sbrocco

Negli Usa è pratica comune  nelle high school di tutto il paese. Quando si apre la stagione sportiva e ci sono le nuove divise da comprare, i componenti delle formazioni dei vari sport che fanno capo alla scuola “occupano” una piazzola di servizio della più vicina tangenziale o un parcheggio di qualche mega store e si offrono di lavare le auto di genitori, prof e tifosi. Con i dollari incassati si provvede a rifornire il guardaroba. A Rovigo i giocatori della Cz del presidente Francesco Zambelli riproporranno l’usanza stelle e strisce oggi (15-19) in via Cime di Lavaredo 110. Lo slogan rivolto ai tifosi, forse un po’ eccessivo, è “siamo al vostro servizio”. Con il ricavato, fa sapere l’ufficio stampa del club rossoblu, si provvederà all’acquisto di attrezzature per la manutenzione dello stadio Battaglini. La cura dello storico impianto cittadino, si apprende, sarà eseguita a cura dei giocatori. Rovigo corre per il premio Livio Tempesta o è solo un’operazione di marketing?Giorgio Sbrocco

20
agosto


Rabo Pro 12 - Jack Jones agli Ospreys via Rovigo. By Giorgio Sbrocco

Giovani Dragoni crescono. La seconda linea Jack Jones, reduce dalla finale della WC under 20 persa contro l’Inghilterra ha firmato il suo primo contratto (biennale) professionistico con la franchigia degli Ospreys. Jones, che può essere utilizzato anche nel ruolo di terza linea sul lato chiuso, si è fomato all’interno del circuito giovanile della formazione di Swansea, concludendo il suo periodo junior presso l’ Ysgol Gyfun Ystalyfera, Llandovery College e il Neath Port Talbot College, è stato capitano di di Swansea Rfc e nell’ultima stagione ha disputato il campionato italiano di Eccellenza con la maglia del Cz Rovigo (15 presenze) nel quadro del protocollo di collaborazione che lega la società polesana alla formazione regionale gallese.Giorgio Sbrocco  

19
agosto


Italian League Eccellenza – La notte in discoteca del CZ Rovigo finisce a pugni. Bella roba! By Giorgio Sbrocco

Una squadra italiana del campionato di Eccellenza (il Cz Rovigo) invitata dal proprietario del locale a passare la serata in discoteca. Bilancio della comparsata: naso e zigomo fratturati al padrone di casa e quattro denti rotti (con un pugno) alla cassiera. La linea difensiva di uno dei giocatori della squadra rossoblu indicato (e denunciato per lesioni) dal titolare è: siamo stati provocati. Asserzione che costituisce anche il titolo a tutta pagina (la prima!) del quotidiano La Voce di Rovigo di oggi. Sia detto senza voler entrare nel merito di una vicenda  su cui le autorità di polizia e poi forse la magistratura sono e saranno chiamate a fare piena  luce, e a esclusivo uso e consumo dei più giovani: uno sportivo professionista quando si trova in un locale pubblico e viene provocato, prima fa finta di non sentire e poi, se serve, imbocca la più vicina uscita e si allontana. Un simpatico ma sprovveduto dilettante allo sbaraglio, di quelli che anche indipendentemente dall’importo dell’ingaggio, fanno scrivere sulla carta d’identità e sul cv “rugby player”, invece, rompe la faccia al proprietario del locale e a una ragazza che era lì solo per lavorare. Questione di stile, di educazione e di neuroni (numero dei).Giorgio Sbrocco

Rugby Ball