05
dicembre


Rovigo – Coach Frati sospeso 60 giorni per ingiurie all’arbitro Vivarini. By Giorgio Sbrocco

Squalifica di 60 giorni per il tecnico del Cz Rovigo Filippo Frati per frasi ingiuriose pronunciate nel corso di Reggio – Rovigo di sabato, gara valida per la VII giornata del campionato di Eccellenza vinta dai rossoblu polesani non senza una certa fatica. Nella sentenza del giudice sportivo si parla di "offese reiterate nei confronti dell'arbitro", nell’occasione. Nell’occasione: il padovano Vivarini che diresse l’ultima finale scudetto fra Prato e Mogliano. Frati (allontanato dal campo con cartellino rosso) potrà tornare in panchina il 2 febbraio. Probabile che presenti appello. Giorgio Sbrocco

01
dicembre


Italian League Eccellenza – Rovigo al comando. Basta un tempo al Petrarca per battere l’Urc. By Giorgio Sbrocco

Vincono Petrarca e Rovigo nei due posticipi della VII giornata del campionato di Eccellenza disputati nel pomeriggio. A Padova i bianconeri di Andrea Moretti incassano il bonus nel primo tempo e lasciano ai giovani romani (bene Buscema e Bocchino) la ripresa che insidiano i padroni di casa senza però arrivare al clamoroso sorpasso. Decisivi un drop da 50 metri di Minniti e un in avanti sulla linea di meta dela Capitolina nei minuti iniziali. Fatica anche Rovigo a Reggio Emilia ma alla fine riesce a prevalere e a incassare l’extra punto per le 4 mete realizzate. In classifica i rossoblu salgono al rimo posto davanti a Calvisano e Petraca di stanziati di 3 lunghezze (Petrarca una partita in più) e Viadana di quattro. Eccelenza – VII giornata Petrarca – Urc 27 – 21 R. Reggio – Cz Rovigo 13 – 26 Classifica: Cz Rovigo 25, Calvisano, Petrarca 22, Viadana 21, Prato 18, Mogliano 17, San Donà 16, FFOO 12, Lazio 7, Urc 5, R. Reggio 1 Giorgio Sbrocco

19
novembre


Rovigo – Un altro Barbarian rossoblu: dopo Bettarello il pilone Roan. By Giorgio Sbrocco

Dopo Stefano Bettarello, l’apertura  che venne convocato nel 1987 e nel 1988, un altro giocatore del Rovigo è stato convocato con la prestigiosa squadra a inviti dei Barbarians. Stavolta si tratta di un argentino, il pilone Guillermo Roan (25 anni, 3 caps con i Pumas) che farà parte del XV allestito da Steve Hansen (capo allenatore NZ) al fianco di gente del calibro di Mealamu, Burger, Du Plessis, Whitelock. L’occasione sarà lo speciale evento del 30 novembre quando, a Twickenham, i Baa Baas affronteranno Fiji per celebrare il centenario della federazione isolana. Giorgio Sbrocco

15
novembre


Italian league Eccellenza – Montauriol (Rovigo) fuori 4 settimane per un rosso che… By Giorgio Sbrocco

Non sta bene e non fa bene (al rugby, allo sport, alla coscienza civile di un paese…) parlare male degli arbitri, come dei giudici in generale. Ma una critica, senza alcun retro pensiero e, soprattutto, senza alcun interesse privato o di “cuore” da difendere, non rientra nelle cose in assoluto riprovevoli e perciò da evitare. Almeno credo.  I fatti: la commissione disciplinare della Fir ha sospeso il giocatore Jeff Montauriol espulso (cartellino rosso) all’ultimo minuto della partita di domenica scorsa al Battaglini fra Rovigo e Lazio per un comportamento ritenuto (gravemente) illegale dal direttore di gara il quale, nel sanzionare la gomitata del giocatore rossoblu, ha anche allontanato dal terreno di gioco il laziale Colabianchi colpevole di reazione.  Tutto è stato generato da un (capita a tutti, ci mancherebbe!) clamoroso errore di valutazione del direttore di gara  che, meno di un minuto prima, aveva sanzionato con un calcio di punizione la squadra romana per un inesistente fallo di fuori gioco di un proprio giocatore (servito da un rodigino nei pressi della linea di meta senza che si fossero punti d’incontro  e relative linee di fuori gioco).  A tempo scaduto e a partita ormai da un pezzo decisa, ecco la gomitata, la reazione… e la decisione dell’arbitro di estrarre il doppio cartellino rosso, sentito il suo collaboratore. Molto più sensata sarebbe stata la decisione di soprassedere.  Per fortuna che (a volte accade, mica sempre) è intervenuto il buon senso (in questo caso: del giudice). E, di fatto, le quattro settimane di sospensione comminate al giocatore francese del Rovigo si sono trasformate in una sola partita da saltare, quella di campionato con il San Donà. Due,  volendo contare quella contro Reggio per il Trofeo di Eccellenza che probabilmente non avrebbe giocato per turnover. Giorgio Sbrocco

01
novembre


Italian League Eccellenza – Al Battaglini il big match. La parola ai tecnici. By Giorgio Sbrocco

 È al Battaglini di Rovigo il big match della V giornata del campionato di Eccellenza. In campo le due squadre che gtan parte dei pronostici  considerano naturali candidate alla finale scudetto 2014. Rovigo arriva alla super sfida sulle ali dell’entusiasmo per il pareggio strappato domenica in casa del Calvisano a tempo scaduto, Mogliano dopo una (salutare?) settimana di riposo.Osserva il tecnico di Rovigo Filippo Frati: “Con il Mogliano ci attende un'ulteriore prova di maturità. Giocheremo contro i Campioni d'Italia che arrivano al Battaglini reduci da un weekend di riposo e due partite di Coppa europea. Rispetto alla partita pareggiata con Calvisano dovremo prestare più attenzione alla fase difensiva e alla disciplina mantenendo lo stesso spirito, la stessa attitudine e la stessa voglia di giocare per tutta la durata del match”. “Torniamo tra le mura amiche – sottolinea Andrea De Rossi che con Frati condivide la conduzione tecnica del XV rossoblu – contenti di ritrovare il grande pubblico che ci ha seguito anche nell'ultima trasferta. Giocare contro i Campioni d'Italia è sempre motivo di crescita e di sfida; vogliamo rimanere imbattuti al Battaglini e ancora una volta ci siamo soffermati sul lavoro della mischia chiusa e della rimessa laterale. Dovremo riuscire a fermare il motore di una squadra che gira molto intorno a Lucchese e al ritorno di Cornwell, giocatore di grande esperienza. Ancora una volta abbiamo apportato qualche cambio nel XV rispetto a Calvisano, quindi massima fiducia e confidenza ad un pacchetto di mischia molto giovane”. Così Francesco Mazzariol, subentrato a Umberto Casellato sulla panchina di Mogliano: "Rovigo quest’anno ha investito molto rinforzando la squadra con grandi individualità e sembra imbattibile. Noi veniamo da un buon periodo dove anche in coppa e anche cambiando giocatori siamo riusciti ad ottenere prestazioni interessanti. La sosta ci ha permesso da un lato di recuperare qualche acciaccato dall'altro, forse, tolto un po’ quel vantaggio che si ottiene giocando le coppe per quanto riguarda il ritmo partita e l'abitudine ad impatti diversi. Dopo la pausa siamo ancora primi e con molte squadre vicine in classifica che ancora devono osservare il turno di stop, pertanto giocheremo senza particolare pressione ma con la fame di chi vuole restare in vetta e con lo spirito che, soprattutto nella partita contro Bordeaux, ci ha portato a sfiorare il successo. Abbiamo cercato di lavorare sugli errori che non ci hanno permesso di ottenerlo e di migliorare in attacco ed in difesa per trovare nuove soluzioni e marcare senza subire punti in base al tipo di gioco dell'avversario. Pensiamo di essere pronti e non vediamo l’ora di verificare il nostro livello attraverso questa sfida." Cz Rovigo: Basson, Bortolussi, Bergamasco, Van Niekerk, Ngawini, Rodriguez, Frati, Ferro, Lubian E., Folla, Montauriol, Maran, Roan, Mahoney (cap), Quaglio. In panchina: Borsi, Gatto, Balboni, Riedo, Zanini, Calabrese, Ragusi, McCann.Mogliano: 15 Galon, 14 Onori, 13 Ceccato Enrico, 12 Bacchin, 11 Fadalti, 10 Cornwell, 9 Lucchese,  8 Halvorsen, 7 Candiago Edoardo (Cap.), 6 Ceccato Andrea , 5 Bocchi, 4 Swanepoel, 3 Ravalle, 2 Gianesini, 1 Costa Repetto. In panchina: 16 Gega, 17 Meggetto, 18 Ceglie, 19 Maso, 20 Lazzaroni, 21 Endrizzi, 22 Padovani, 23 BoniGiorgio Sbrocco  

Italia – Mirco Bergamasco: “Quello che non mi uccide mi rafforza!”. By Giorgio Sbrocco

A Milano, alla recente due giorni di full immersion in hotel per “parlare della stagione che attende l’Italrugby” c’era. Unico giocatore proveniente da un club di Eccellenza chiamato da Brunel. La cosa, inutile negarlo, aveva fatto ritenere a molti (compreso l’interessato) che a quell’incontro informale sarebbe seguita la convocazione per  i test di novembre. E invece il nome di Mirco Bergamasco nella lista diramata dal ct proprio non c’è. Chi si aspettava o confidava in una reazione scomposta e “gridata” del biondo padovano è stato deluso. Così oggi a Gazzetta e RovigOggi: “Sto bene, punto. Sono stanco di leggere cose inesatte: fisicamente quando sono arrivato a Rovigo stavo già bene, il 21 settembre è iniziato il campionato e sono in gran forma” . E ancora: “Quello che non mi uccide, mi rafforza. Se non me lo sono meritato significa che devo lavorare di più, evidentemente quello che ho fatto non è sufficiente”. Così parlano i campioni. Auguri Mirco!Giorgio Sbrocco

27
settembre


Italian League Eccellenza – Il big match dello Zaffanella: un anticipo di finale tricolore? By Giorgio Sbrocco

L’anno scorso fini 1-1 in stagione regolare, con le due contendenti che si aggiudicarono lo scontro in casa. Il big match della seconda di campionato allo Zaffanella fra Viadana e Rovigo “rischia” quest’anno di essere il prologo di qualcosa di (molto) più importante. Forse addiorittura della finale scudetto“Questa settimana abbiamo fatto un buon lavoro – ha dichiato il tecnico dei rossoblu polesani Andrea De Rossi – e studiato i video della partita tra Viadana e Reggio di sabato scorso. Siamo consapevoli che giocheremo contro una squadra ben organizzata nelle fasi statiche e con atleti di qualità. Abbiamo deciso di fare qualche cambio nel XV, poiché la rosa a disposizione ce lo permette: abbiamo 34 giocatori intercambiabili. Siamo stati molto contenti per come la squadra ha gestito la disciplina nella partita contro le Fiamme Oro, un aspetto importante che ha contribuito alla vittoria e che vogliamo confermare anche a Viadana”. Il gallese Rowland Phillips,c apo alelnatore dei gialloneri mantovani: “Siamo cresciuti molto da quella partita e sabato potremo verificare i progressi fatti. Ci sono tutti gli ingredienti per una grande giornata che auspico possa essere condivisa dal numero maggiore possibile di tifosi. Ci sarà bisogno del loro calore! Purtroppo affrontiamo questa gara con qualche atleta fermo ai box, ma non dobbiamo certo cercare alibi, in quanto il nostro roster è competitivo e sta trovando il giusto amalgama”. Dirigerà l’internazionale padovano Falzone. Viadana: Sintich; Robertson, G. Pavan, Pizarro (cap), Fenner; Ke. Apperley, Bronzini; Padrò,  And. Denti, Pascu; Horn, Van Jaarsveld; Cagna, Ant. Denti, Cenedese. In panchina.: Bigi, Greco, Coletti, Du Plessis, Pelizzari, Travagli, Gennari, Sanchez. Rovigo: Basson, Ngawini, Bergamasco, Van Niekerk, Bortolussi, Rodriguez, Frati, Ferro, Ruffolo, Lubian E., Montauriol, Boggiani, Roan, Mahoney Quaglio.  A disposizione: Pozzi, Gatto, Borsi, Maran, De Marchi, Calabrese, McCann, Ragusi  

26
settembre


Rugby Femminile – Domenica a Rovigo il Torneo Mirco Petternella. By Giorgio Sbrocco

Domenica 29 davvero speciale per il rugby femminile: allo stadio Battaglini va in scena la 17esima edizione del torneo Mirko Petternella organizzato da Le Rose di Rovigo. Dodici formazioni seniores e sei under 16 in rappresentanza di altrettante selezioni regionali (Campania, Emilia Romagna, Lazio/Abruzzo, Lombardia, Piemonte/Liguria e Veneto) si sfideranno su uno dei campi che hanno fatto la storia del rugby italiano. Ha dichiarato Cristina Tonna, responsabile Fir del settore: “E’ sempre un grandissimo piacere tornare a Rovigo per il Petternella, appuntamento che precede di poco l’inizio della stagione della Serie A Femminile . Sono   anni che il connubio tra il nostro progetto giovanile a Sette ed il Torneo va avanti; non potremmo trovare cornice migliore per far respirare alle giovanissime l’essenza del rugby. L’organizzazione impeccabile di Gisella Quaglio, presidente della società, della figlia Enrica e dal loro staff non lascia niente al caso e le giovani atlete possono vivere quest’esperienza unica di rugby e di vita. A loro un grande ringraziamento”.La manifestazione verrà presentata alla stampa domani, alle ore 11.30, presso la Sala Consiliare dello Stadio Battaglini (Viale Alfieri 46). Nell’occasione Maria Cristina Tonna, Andrea Di Giandomenico, ct della Nazionale Femminile, e Orazio Arancio, Responsabile Fir per il Rugby a 7, presenteranno gli aspetti tecnici dell’ edizione 2014 della manifestazione. Giorgio Sbrocco

23
settembre


Italian League Eccellenza - Tutto già deciso? È presto per dirlo. Però…By Giorgio Sbrocco

I numeri non mentono. Al massimo danno della realtà un visione parziale. Ma bugie…A prendere per buoni  i numeri della prima giornata del campionato di Eccellenza si potrebbe (banalmente?) affermare che se quelli visti in campo sabato sono i reali rapporti di forza esistenti fra le 11 squadre (10, da momento che la Lazio ha cominciato la stagione con il turno di riposo) ai nastri di partenza del massimo campionato italiano extra Celtic League, la lunga stagione regolare che ci aspetta rischia di essere un’inutile perdita di tempo. Dal momento che Calvisano, Viadana, Rovigo e Mogliano possono fin d’ora cominciare a programmare turnover e carichi di lavoro in vista della doppia semifinale di maggio. A nulla sembra infatti destinata a servire la teoria delle prossime 19 giornate di gara, se non a definire compiutamente le posizioni in classifica delle prime quattro della classe. Non certo i loro nomi. Lo confermano i dati elaborati da Ivan Malfatto per Ogni Sport de Il Gazzettino di oggi: le quattro candidate ai play off  (tre giocavano in casa) hanno segnato complessivamente 25 mete, subendone solo una (da Reggio che con Viadana ha giocato alla Canalina), per un totale di 174 punti segnati e 34 subiti. Il rapporto è più di 1:5. Improponibile nello sporto di alto livello o che tale si autodefinisce. Se una tale proporzione dovesse trovare conferma nel corso del campionato, dovremmo inchinarci all’evidenza dei fatti  e accettare l’idea che le quattro grandi del torneo si giocheranno gli incroci per le semifinali solo negli scontri diretti. E il resto? Contorno. Solo onesto comprimariato, purtroppo. Non il modo miglior per rendere appetibile (a pubblico e sponsor) e tecnicamente dignitosa (è da questo campionato che dovrebbero transitare i giocatori sulla rampa di lancio per i futuri Pro12) una competizione che vivrà, al massimo, su una manciata (diciamo 8 - 10?) di partite in equilibrio e dall’esito non scontato. Osserva Malfatto che il dato in questo senso più significativo è “…il 47-9 del Rovigo sulle Fiamme Oro di Pasquale Presutti”, alla luce del comportamento del XV della Polizia di Stato nella passata stagione e dei pronostici che davano i cremisi romani fra le possibili novità dell’anno. A sparigliare le carte e a mettere qualche granello di polvere dentro un meccanismo che sembra oliato alla perfezione potrebbero essere Prato e Petrarca (3 gialli sabato nella sconfitta all’esordio in Toscana). Ma più per blasone e storia che per oggettiva caratura. La bella notizia è che il prossimo turno (ancora senza la diretta Rai  che scatterà dalla quarta giornata) propone Viadana – Rovigo. Un’occasione da non perdere, dal momento che rischia di essere evento raro.Giorgio Sbrocco

Italian League – Eccellenza – Vincono tutte le favorite. Prato batte il Petrarca. By Giorgio Sbrocco

Rovigo, Calvisano, Mogliano e Viadana in bonus, Prato a un punto e tutti gli altri a zero dopo i risultati della prima giornata i stagione regolare del campionato di EccellenzaEccellenza I giornataRovigo – FFOO 47 - 9Prato – Petrarca 22 - 11Mogliano – URC 49 - 6Calvisano – San Donà 36 - 0R. Reggio – Viadana 19 - 41Riposa: LazioClassifica: Rovigo, Mogliano, Viadana, Calvisano 5, Prato 4, Petrarca, San Donà, R. Reggio, FFOO, Urc, Lazio* 0*Una partita in menoGiorgio Sbrocco

Rugby Ball