09
agosto


Pro 12 – Tante novità a Glasgow. Ma il capitano non si cambia. Al Kellock skipper per il settimo anno. By Giorgio Sbrocco

I Warriors di Glasgow cambiano lo stadio (il nuovo e civettuolo Scotstoun situato nel West End della città), lo staff tecnico (Gregor Townsend il capo allenatore) ma non il capitano. Sarà ancora la seconda linea Al Kellock a guidare in campo e fuori la squadra nella stagione che sta per cominciare. Per il forte giocatore formatosi nell’Edinburgh Rugby si tratta della settima stagione consecutiva nel ruolo di condottiero della squadra. Nel suo ricco curriculum, oltre a 76 presenze in Celtic league (70 da capitano, un record ancora imbattuto), la nomina a capitano del Best XV dell’edizione del torneo e la fascia al braccio (virtuale, nel rugby non si usa) nella vittoria della Scozia sull’Australia del 2009. Il commento di coach Gregor Townsend: “Una decisione decisamente facile e scontata. Kellock è un fantastico leader e rappresenta tutto ciò in cui crede il club. Un uomo che sul campo si è guadagnato il rispetto di compagni, avversari, arbitri e tifosi. È lui il vero e unico Mr.Glasgow Warriors, oltre che un esempio da seguire per tutti”. Perfettamente in linea le dichiarazioni del diretto interessato: “Indossare la maglia dei Glasgow Warriors è un privilegio e una responsabilità. Aspetti che aumentano di importanza e di valore quando di una tale squadra sei anche capitano”. Chiaro l’obiettivo della stagione: “L’anno scorso abbiamo conquistato i play off. Quest’anno la squadra si è molto potenziata e l’arrivo del nuovo tecnico ci sta spingendo a mettere in pratica nuove strategie di gioco”. Due le amichevoli, entrambe in trasferta, confermate in calendario: il 18 contro Sale e il giovedì 23 con Exeter. Prima giornata di Pro 12 a Belfast con l’Ulster il 31, debutto casalingo il 7 ottobre contro gli Scarlets gallesi.Giorgio Sbrocco

Pro 12 – Prima amichevole Benetton domani a Monigo contro i London Wasps. By Giorgio Sbrocco

 Prima uscita ufficiale domani (20,30, quattro tempi da 20') a  Monigo del nuovo Benetton di Franco Smith in preparazione alla terza stagione celtica di Pro12. Avversari (per la terza volta dal 2009 in match amichevoli) gli inglesi London Wasps che per l'occasione terranno a battesimo i nuovi colori sociali: giallo e blu in luogo del tradizionale giallo-nero. Novità anche sulle divise dei veneti, che recheranno sopra il numero di gara il marchio Glen Grant in forza dell'accordo di sponsorizzazione recentemente definito. Formazione di grande tradizione, reduce da un periodo non particolarmente brillante (l'anno scorso 11esima in Premiership) e sulla via del (definitivo) risanamento economico,  le Vespe possono contare su individualità di sicura eccellenza. Fra queste: il tallonatore ex capitano del Galles Thomas Rhys Thomas, il pilone ex nazionale inglese Tim Payne, il mediano di mischia dell'Inghilterra Joe Simpson, l'ex nazionale inglese anche Seven Tom Varndel,  l'estremo scozzese Hugo Southwell, i due Azzurri ex Aironi  Fabio Staibano edAndrea Masi, i due numero 10 gallesi Stephen Jones e Nicky Robinson, la velocissima ala dell'Inghilterra Christian Wade. Importanti anche i “ritorni a casa” di Tom Palmer, rientrato dallo Stade Francais, e James Haskell, ritornato dopo l'esperienza nel Super 15 con gli Highlanders. In campo anche l'ex Marco Wentzel (seconda linea, due stagioni nella Marca), divenuto dopo l'esperienza a Leeds anche capitano del team. Allenatore dei Wasps, dopo l'esperienza con i Cardiff Blues, è Dai Young, ex pilone del Galles. Le biglietterie ed i cancelli allo Stadio Monigo nella giornata di domani apriranno alle ore 19.Giorgio Sbrocco

Pro 12 – Partono male i Dragoni di Newport sconfitti da un XV di semiprofessionisti. By Giorgio Sbrocco

Non un grande inizio, sicuramente (molto) al di sotto delle aspettative di staff e tifosi, quello dei Newport Dragons, futuri avversari di Benetton e Zebre nel torneo celtico di Pro12. Nell’amichevole di apertura della stagione, giocata Rodney Parade, sono stati sconfitti (16-10) da una rappresentativa di semi professionisti allestita per l’occasione e denominata Gwent Selection. Tutti del semisconosciuto Richie Powell (autore dell’unica meta dell’incontro realizzata su intercetto ai danni di Jonathan Evans), mediano di apertura del Bedwas Rfc (nella scorsa stagione penultimo nella Premiership gallese) i punti dell’incontro. A nulla sono serviti gli ingressi dalla panchina di dei Dragons di Andy Tuilagi e dei neo acquisti Tom Prydie e Dan Evans.Giorgio Sbrocco  

07
agosto


Pro 12 – Marius Mitrea dirigerà Benetton – Wasps venerdì a Monigo. By Giorgio Sbrocco

Sarà l’arbitro italiano Marius Mitrea uno dei migliori prodotti della nuova generazione di fischietti ovali, a dirigere la prima uscita ufficiale della (nuova e potenziata ) Benetton Treviso di coach Franco Smith, in preparazione alla terza stagione del Pro12 Celtico, che venerdì 10 agosto alle ore 20.30 sfiderà il XV londinese del London Wasps (Aviva Premiership) allo stadio di Monigo. Mitrea, appartenente alla sezione Cnar di Treviso, ha diretto la finale scudetto 2012 fra Calvisano e Cavalieri Prato. Per il ruolo di collaboratori sono stati designati Vittorio Favero (Treviso) e Angelo Marchesin (Venezia). Giorgio Sbrocco

Pro12 – Strepitosi Cardiff Blues! Battuto Free State a Bloemfontein in amichevole. By Giorgio Sbrocco

Strepitosa vittoria dei Cardiff Blues (32-31) in campo senza gli internazionali, a Bloemfontein sui Cheetahs Free State nell’amichevole di lusso, giocata sabato, che ha concluso la settimana di ritiro pre stagione della franchigia gallese in Sud Africa. Decisivo il piazzato mandato fra i pali da Ceri Sweeney allo scadere, che ha suggellato il successo costruito su quattro splendide mete firmate Tom James, Chris Czekaj, Owen Williams and Macauley Cook. Per l’occasione coach Phil Davies ha schierato due distinte formazioni nei due tempi di gioco. “Vincere questa partita – ha dichiarato raggiante a fin gara – è stato il modo migliore per chiudere la nostra settimana di lavoro lontani da casa. Siamo scesi in campo con l’obiettivo di mettere a frutto in situazione reale tutto il duro lavoro svolto in allenamento, e devo dire che l’abbiamo fatto davvero bene. Di ottima fattura le quattro  mete segnate e molto bene la parte difensiva del match, anche se abbiamo commesso alcuni errori. Al nostro ritorno  riprenderemo a lavorare duramente con il massimo dell’intensità e dell’impegno”.Giorgio Sbrocco

06
agosto


Zebre – L’australiano Daniel Halangahu da Sydney per rinforzare mediana e linea arretrata. By Giorgio Sbrocco

E’ il 28enne utility back australiano Daniel Halangahu (Waratahs di Sydney) l’ultima importante acquisizione delle Zebre in tour in Francia fino all’11 agosto. Halangah (75 caps in Super XV) è stato capitano della franchigia azzurra nella stagione da poco conclusa e vanta tre primi posti nella classifica Mvp (l’ultimo nel 2009) del campionato australe. Ha giocato nell’Australia under 21, A e Seven. Può giocare primo centro, estremo e apertura. “Daniel è senza ombra di dubbio un giocatore di alto livello, non possiamo che essere entusiasti che abbia accettato di unirsi alle Zebre in vista dell’avventura che ci aspetta in Rabodirect PRO12 ed Heineken Cup. Eravamo alla ricerca di un utility back in grado di dare qualità e portare esperienza alla linea dei trequarti e di ricoprire più di una posizione chiave, Halangahu è sicuramente l’uomo giusto e siamo certi che i suoi trascorsi in Super Rugby daranno un contributo importante sia in termini di risultati che, soprattutto, di maturazione dei tanti giovani trequarti di interesse nazionale che già fanno parte della nostra rosa. Abbiamo parlato con Halangahu dell’importanza, per le Zebre, di essere funzionali alla crescita del movimento e della Nazionale e siamo convinti che la sua presenza sarà fondamentale in questo senso” ha dichiarato il dg delle Zebre, Roberto Manghi. “Sono molto felice all’idea di giocare per le Zebre. Arrivato a questo punto della mia carriera – ha dichiarato Daniel Halangahu – credo di dover ancora esprimere il meglio del mio rugby e sono intenzionato a dimostrarlo durante la mia permanenza al club. Immergersi in una meravigliosa cultura insieme alla mia compagna Nadia è un altro grande aspetto di questa opportunità e non vedo l’ora di vivere in Italia. Spero di poter usare i miei anni di esperienza nel Super Rugby per aiutare lo sviluppo e la crescita dei giovani talenti in squadra. Arrivo alle Zebre soprattutto con la speranza di conquistare risultati importanti, imparare un nuovo modo di fare rugby e di vivere, e di questa meravigliosa opportunità voglio da subito ringraziare il mio nuovo club”. Giorgio Sbrocco

05
agosto


Zebre – Storica vittoria (33-24) su Aurillac a Camarés. By Giorgio Sbrocco

Prima storica vittoria per la franchigia delle Zebre allenata da Christian Gajan che a Camarés ha battuto 33-24 la formazione francese di Aurillac (ProD2) nel quadro della XIX edizione del Challenge Armand Vaquerin. Cinque le mete (Catina 2, Cristiano, Sinoti, Leisbon) segnate dalla squadra italiana che ha costruito il successo su un ottimo primo tempo chiuso in vantaggio 21-0.Giorgio Sbrocco

05
agosto


Pro 12 – Paul O’Connel (Munster) e il ginocchio che non vuole guarire. “Fra una settimana riprendo!”. By Giorgio Sbrocco

Amarezza O’Connel, il capitano seconda linea di Munster e della Nazionale ancora alle prese con un ginocchio che non ne vuol sapere di guarire. “Ho sperato di poter andare in tour in Nuova Zelanda a giugno. Ma quando ho dovuto rinunciare mi sono consolato puntando a un complet recupero in tempo per cominciare la preparazione coni miei compagni in vista della nuova stagione agonistica”. E invece: niente! L’articolazione, prima compromessa da un brutto colpo nel corso di Irlanda – Francia al Sei Nazioni (17-17) e poi lesionata al legamento mediale nel derby vinto contro Ulster in maggio, non vuol saperne di tornare a funzionare regolarmente. “Quattro settimane di lavoro con il fisioterapista mentre gli internazionali erano via non sono bastate. Puntavo ad avere quattro o cinque settimane di pre stagione regolare” ha confessato a Irish Times O’Connel. “Ho fatto molti pesi e un buon lavoro sugli atri inferiori, ma non sono riuscito a correre e a completare l’intero programma. Spero di poter riprendere la prossima settimana”.Giorgio Sbrocco

05
agosto


Pro 12 – Tim Visser, l’olandese volante di Edimburgo, punta a un altro anno da top scorer. By Giorgio Sbrocco

Quando si dice: avere le idee chiare. E tanta, tanta fiducia nei propri mezzi. Tim Visser, l’olandese “diventato” scozzese che ha debuttato in Nazionale nel corso del tour di giugno nel Sud Pacifico ha fatto sapere che, dopo tre stagioni di Pro 12 in cui è risultato essere il marcatore più prolifico (per mete segnate) della competizione…intende ripetersi per la quarta volta. Consecutiv! Nonostante sappia perfettamente che, essendo diventato un punto di riferimento della Nazionale di coach Andy Robinson, qualche partita del torneo celtico la dovrà saltare per impegni internazionali. “Vorrà dire che l’impresa sarà un po’ più difficile” commentato Visser dalle colonne di Scotsman. “Ci proverò comunque. Segnare mete è una delle mie caratteristiche e non voglio perderla. Intendo confermare quanto fatto in questi ultimi anni con Edimburgo”. Visser, nel momento del suo massimo splendore, alla viglia che potrebbe incoronarlo fra i grandissimi del rugby europeo, ha colto l’occasione per ringraziare Andy Boyd. “Gran parte di ciò che sono come giocatore lo devo a lui e alla sua capacità di farmi maturare fisicamente. Operazione cui in verità hanno contribuito tutti gli allenatori con i quali ho avuto modo di lavorare in Scozia”.Giorgio Sbrocco 

05
agosto


Zebre - Domani contro Aurillac Gajan cambia i centri e la mediana. Debutto per Fazzari e Van Schalkwyk. By Giorgio Sbrocco

Secondo impegno francese per le Zebre domani (ore 18) a Saint-Affrique contro Aurillac (ProD2) nel quadro del torneo intitolato al grande pilone della Nazionale e del Berzier Armand Vaquerin (10 titoli di campione di Francia fra il 1971 e il 1984). Coach Gajan, per l’occasione, ha operato un certo numero di cambiamenti nel XV di partenza: nuova la coppia di centri composta da Quartaroli e Benettin, confermato il triangolo profondo con Sinoti estremo e Venditti-Sarto la coppia di ali. Mediana tutta italiana con Tebaldi numero 9 e Chiesa apertura, la stessa del secondo tempo contro Perpignano. In mischia: esordio di Fazzari (ex Benetton) a sinistra della prima linea con Giazzon tallonatore e l’argentino Leisbon a destra, Cazzola-Caffini in seconda, mentre in terza (fuori Bergamasco toccato duro all’Aimé Giral) debutta il neo acquisto sudafricano Van Schalkwyk con il numero 8. Al suo fianco Cristiano e Cattina (capitano) flankerQuesta la formazione delle Zebre : 15 Sinoti SINOTI14 Giovanbattista VENDITTI*13 Roberto QUARTAROLI*12 Alberto BENETTIN*11 Leonardo SARTO*10 Alberto CHIESA*9 Tito TEBALDI8 Andries VAN SCHALKWYK7 Nicola CATTINA (capitano)6 Filippo CRISTIANO5 Emiliano CAFFINI*4 Filippo CAZZOLA3 Luciano LEIBSON2 Davide GIAZZON1 Carlo FAZZARI*In panchina : AVANTI : Matias AGUERO, Andrea DE MARCHI, Salvatore PERUGINI, Luca REDOLFINI, David RYAN, Flavio TRIPODI, Carlo FESTUCCIA, Andrea MANICI*, Quintin GELDENHUYS, Nicola BELARDO*, Filippo FERRARINI*,TREQUARTI : Alberto CHILLON*, Luciano ORQUERA, Samuele PACE, Gonzalo GARCIA, David ODIETE Giorgio Sbrocco

Rugby Ball