27
agosto


Pro 12 - Kahn Fotuali’i (Ospreys): “Contro la Benetton sarà dura”. By Giorgio Sbrocco

Concorrenza in vista per la maglia numero 9 degli Ospreys, campioni Pro 12 in carica e prossimi avversari della Benetton Treviso nel match di apertura della stagione celtica venerdì 31 a Treviso. A minacciare la titolarità del ruolo, finora saldamente sulle spalle del nazionale gallese Rhys Webb, c'è il samoano Kahn Fotuali’i , giunto l'anno scorso dai Crusaders e titolare nella semifinale contro Ulster. Pronto a giocarsi il posto in squadra e in qualche maniera esaltato dall'imminente “battaglia”, il numero 9 nativo di Auckland  ha dichiarato: “Avere due giocatori che combattono per avere il posto in squadra è un bene per tutta la squadra e ai diretti interessati. Webb è un giocatore di grande qualità, anche se diverso da me come impostazione e interpretazione del ruolo. Cercherò di dare il massimo in ogni circostanza e di metter gli pressione. Lui farà la stessa cosa nei miei confronti, ne sono certo”. Uno sguardo alle amichevoli pre campionato e al Pro 12 che sta per iniziare: “Abbiamo perso con Clermont e Bath, e soprattutto contro gli inglesi abbiamo giocato davvero male. Succede, quando si provano cose nuove con nuovi compagni. Da allora, però, siamo cresciuti come gruppo e come livello di forma fisica. Ci attende un debutto molto impegnati a Treviso. Una squadra che ha cambiato poco ma che si è molto rinforzata. Io l'anno scorso ci ho giocato in HC e ricordo che abbiamo rischiato di perdere. Solo un calcio di Matthew Morgan ci ha consentito di pareggiare”. Quanto al piano di gioco: “Cercheremo di muovere un po'di più la palla e di usare con intelligenza il gioco al piede”.Giorgio Sbrocco

27
agosto


Pro 12 – Un pilone sudafricano per gli Scarlets. Coach Esaterby: “Chi viene da noi condivide i nostro obiettivi”. By Giorgio Sbrocco

A pochi giorni dall’inzio della stagione regolare gli Scarlets hanno messo sotto contratto il 27 enne pilone (destro) sudafricano  Jacobie Adriaanse, reduce dalla stagione si Super Rugby con la maglia dei Lions che ha vestito nelle ultime due stagioni. L’accordo sottoscritto con la franchigia gallese prevede una durata triennale. Adriaanse raggiungerà il Galles in autunno, al termine della Cuttie Cup. Nel cv del neo acquisto: Emerging Springbok, Boland Cavaliers, Cheetahs, Golden Lions e Griquas. Secondo coach Simon Easterby: “Si tratta di un’acquisizione importante che aumenterà la competitività e l’efficacia del nostro pacchetto di mischia”. L’arrivo del pilone sudafricano, secondo il tecnico degli Scarlets, “permetterà anche di dosare gli impegni di Rhodri Jones e Samson Lee, che sono due giovani molto promettenti , due vere promesse del rugby gallese, che in un momento tanto critico della loro formazione, non possono essere impegnati oltre il dovuto”. Easterby ha inoltre confermato la piena  condivisone di mezzi o obiettivi fra formazioni regionali e federazione gallese: “In accordo con la Wru – ha spiegato –  puntiamo a rendere i nostri nuovi acquisti parte di un progetto comune che ha per obiettivo lo sviluppo del rugby gallese nel suo complesso. Chi viene da noi deve conoscere e condividere le nostre ambizioni. E lottare con noi per ottenere il massimo in Pro 12. HC e LV=Cup”.Giorgio Sbrocco

27
agosto


Pro 12 – Domani Benetton in piazza per la presentazione ufficiale 2012/2013. By Giorgio Sbrocco

Tradizionale presentazione pubblica riservata ai tifosi per la Benetton Treviso di coach Franco Smith, che da quest’anno scenderà in campo  con il marchio GLENGRANT sulle maglie da gioco, domani alle 19 nella centralissima piazza Trentin. Presenti i giocatori della rosa, staff tecnico e dirigenza al gran completo, alla vigilia dell’attesissimo debutto in Pro 12  previsto per venerdì 31 alle 20.05 allo stadio di Monigo contro gli Ospreys di Swansea (Galles) detentori del titolo 2012.Giorgio Sbrocco

Pro 12 - Mauro Bergamasco e le Zebre: qui comincia l'avventura. By Giorgio Sbrocco

Presentazione ufficiale martedì al Regio di Parma e debutto in Pro 12 il 31 agosto in casa contro i gallesi di Newport. Mancano pochi giorni all'inizio dell'avventura delle Zebre, la nuova realtà ovale italiana che ha preso il posto degli AironiUn'avventura che Mauro Bergmasco, a 33 anni, intende affrontare con il massimo della determinazione e con il solito entusiasmo “Le Zebre sono affamate” scherza il flanker padovano che, con 92 caps, è l’Azzurro di più lunga militanza tra quelli ancora in attività. “Sono state otto settimane intense, di duro lavoro, adesso c’è tanta voglia di entrare nel vivo della competizione per dimostrare da subito che siamo in grado di dire la nostra. C’è un ottimo legame tra i tanti giovani del gruppo e noi atleti più anziani, per quanto mi riguarda sono qui per mettere la mia esperienza a disposizione del gruppo e per approfittare dell’entusiasmo che i giovani sanno trasmettere”. Costretto da un problema muscolare  a saltare le due vittoriose amichevoli con Aurillac e Northampton Saints, Bergamasco conta di rientrare a disposizione dello staff nei prossimi giorni, in tempo per il debutto di Newport, ed appare contagiato dalla voglia di mettersi in mostra dei tanti under 25 che compongono la rosa bianconera: “Tutti i ragazzi  stanno lavorando molto per poter essere il più utili possibile alla causa, evidenziando un’attitudine al lavoro importante e di cui una squadra nuova come le Zebre ha bisogno per costruire da subito la propria identità”.Dopo otto stagioni a Parigi con lo Stade Francais e due titoli Nazionali vinti, Mauro è rientrato la scorsa stagione in Italia accasandosi con gli Aironi e affrontando per la prima volta il Pro 12: “Un torneo molto duro, con  avversarii di alto livello e 22 partite molto impegnative. Insieme all’Heineken Cup è un grande palcoscenico. L' ideale per formarsi a livello internazionale”. Ancora: “Sono a fine carriera – prosegue Bergamasco – e qui alle Zebre ho trovato gli stimoli giusti per continuare a dare il meglio di me. Voglio continuare a divertirmi giocando ad lato livello, qui ho la possibilità di farlo”. Chiaro e scontato l'obiettivo personale: “Continuare a poter essere utile alla Nazionale è sicuramente qualcosa a cui ambisco, qualcosa che mi spinge a lavorare ogni giorni per far bene con la maglia delle Zebre. Il pensiero ai Mondiali di Inghilterra 2015 c’è, credo di poter competere per far parte della squadra che andrà al Mondiale e questo è un altro obiettivo a cui tengo molto. Mancano più di tre anni ma il percorso inizia con le Zebre”.Giorgio Sbrocco

24
agosto


Pro 12 – Un All Blacks capitano di Munster! Howlett sostituisce O’Connell. By Giorgio Sbrocco

Doug Howlett (33 anni) è stato nominato capitano di Munster per la stagione 2012/2013. Si tratta del secondo capitano non irlandese nella storia della Provincia, il primo giocatore della linea arretrata a ricoprire un tale incarico nell’era del professionismo. Dopo alcune partite in cui aveva già rivestito il ruolo, l’ex ala degli All Blacks debutterà stasera con la fascia al braccio nell’amichevole con i  Londono Irish a Musgrave Park (ore 20 italiane). Howlett ha al suo attivo 94 presenze con Munster, dove è arrivato nel gennaio del 2008 (debutto in HC contro Clermont) e con 32 mete segnate è l’attuale top scorer della squadra. Prende il posto della seconda linea O’Connell, capitano dal 2006, che ha così commentato: “Dopo sei stagioni consecutive era giunto il momento di fare un passo indietro e di passare il testimone a un altro. L’occasione è stata colta in tempo, avere a disposizione un elemento del livello di Doug ha facilitato enormemente la scelta. La sua grande esperienza e la sua dirittura morale non potranno che fare del bene a Munster”. Il capo allenatore Rob Penney: “Abbiamo scelto dopo aver sentito giocatori e staff. Sostituire Paul O’Connell non è stata un’operazione semplice. Ma per nostra fortuna c’era Doug. Sono sicuro che farà un ottimo lavoro”. Il diretto interessato (due anni fa si era parlato di un suo possibile arrivo a Treviso con la Benetton celtica) si è detto: “Onorato della nomina” e ha definito l’evento: “Uno dei più significativi della mia carriera”.Giorgio Sbrocco

23
agosto


Pro 12 – Nell'ultima amichevole Munster ritrova O'Leary in maglia London Irish. By Giorgio Sbrocco

Amichevole mdi lusso domani al Musgrave Park  di Cork (ore 20 italiane) fra Munster e London Irish. Per l'Armata Rossa irlandese, che dopo una stagione 2011/20102 dai risultati inferiori alle aspettative punta decisamente a riconquistare posizioni di tutto rispetto nelle gerarchie del rugby europeo, un'occasione per mettere a punto meccanismi e piano di gioco a una settimana dal debutto scozzese in Pro 12 sabato 1 settembre a Murrayfield contro Edimburgo. Avversario della serata sarà il XV inglese dei London Irish (Premiership), la nuova squadra del mediano di mischia  Tomas O'Leary, irlandese di Cork e dal 2005 al 2012 punto di forza di Munster (127 caps, 58 punti) e della Nazionale isolana (27). Di O'Leary e della sua partenza dall'Irlanda si è molto parlato nel corso dell'estate. Prima dando per avvenuto un suo passaggio a Perpignano in Top 14, poi con l'ufficializzazione della firma di un triennale con gli Exiles di Londra. Giorgio Sbrocco

23
agosto


Pro 12 - Lewis Evans capitano dopo Luke Charteris: “Dragons pronti a migliorare il nono posto del 2012”. By Giorgio Sbrocco

Recuperata la forma e guarito dall'infortunio al polpaccio che lo ha tenuto lontano del campo di gioco nelle amichevoli con Biarritz e London Irish, il neo capitano dei Newport Dragons  Lewis Evans è annunciato fra i protagonisti del debutto della franchigia gallese in Pro 12 che avverrà venerdì 31 contro le Zebre di coach Gajan. Evans (25 anni), che ha ereditato la fascia di capitano da  Luke Charteris, passato al Perpignano in Top 14 , si dice pronto a disputare un campionato di alto profilo e all'altezza delle aspettative, anche se consapevole della responsabilità legata al ruolo: “È  stato difficile sentirmi capitano senza poter stare in campo con la squadra” ha dichiarato riferendosi ai match di pre campionato non disputati, alla viglia di una stagione che i Dragon affronteranno con l'obiettivo dichiarato di migliroare il nono posto finale della passata edizione. “Adesso sto bene, ho ripreso a lavorare con i miei compagni e sto già pensando al primo discorso da capitano che farò alla squadra”. Sul suo ex capitano emigrato in Francia: “Sapeva dire la cosa giusta al momento giusto nella maniera giusta. Non parlava tanto per parlare, ma solo quando era necessario farlo. La sua presenza in campo è stata per noi fondamentale. Io cercherò di essere all'altezza dei suoi insegnamenti”. Sull'imminente campionato celtico: “Veniamo da un'ottima pre stagione e mi rendo conto che siamo molto migliorati come squadra. Daremo il massimo affinché che tali miglioramenti vengano confermati sul campo durante l'anno”. Giorgio Sbrocco

22
agosto


Pro 12 – Treviso non taglierà l’infortunato La Grange. Il dg Munari: “Sarà di sostegno e di aiuto ai nostri giovani”. By Giorgio Sbrocco

Nessun taglio all’orizzonte nella rosa della Benetton. Il centro sudafricano Doppies Lagrange, infortunatosi al gomito (da poco operato) nel corso dell’amichevole di Monigo contro i Wasps rimarrà a Treviso. La Grange è stato operato ieri in Sud Africa dalla stessa equipe che eseguì il primo intervento sul legamento lesionato. “E al suo ritorno in Italia tornerà nel gruppo” ha dichiarato il dg Vittorio Munari nel corso del suo settimanale appuntamento su Grillotalpa.it. Nessun ritorno sul mercato, quindi. “Avevamo voluto La Grange con noi perché cercavamo un giocatore di qualità e un uomo di provata esperienza che, oltre a darci una mano in campo, fosse anche una sorta di “tutor” per i tanti giovani che quest’anno abbiamo inserito nella rosa della squadra” ha spiegato Munari. “Un tutoraggio fatto di consigli tecnici, osservazioni comportamentali e sostegno morale. Un lavoro che darà frutti particolarmente preziosi e che aiuterà in maniera determinante le carriere di  Morisi, Campagnaro, Esposito e Iannone. Il progetto non smobilita per colpa dell’infortunio. La Grange, semplicemente, farà solo una parte del lavoro che gli avevamo chiesto di fare. Almeno finché non sarà guarito. Abbiamo tutte le intenzioni di aspettarlo” ha concluso il dirigente della franchigia trevigiana.Giorgio Sbrocco  

21
agosto


Pro 12 – Marco Bortolami nominato capitano delle Zebre. Ma fino a novembre non giocherà. By Giorgio Sbrocco

Sarà il 32enne seconda linea Marco Bortolami il capitano delle Zebre nella stagione 2012/2013 che segnerà il debuto della nuova franchigia federale di base a Parma nel panorama del rugby internazionale. Bortolami, originari odi Padova, ha collezionato 94cap con l’Italia (38 da capitano)  ha giocato con le maglie di: Petrarca Padova, Narbonne, Gloucester e Aironi. “Si è trattato di una scelta ovvia e scontata” ha dichiarato il ds Roberto Manghi. “Marco ha dimostrato di possedere doti di leader naturale nel corso della sua lunga carriera. Un capitan ovcon queste caratteristiche è ciò che serve a una squadra giovane come la nostra. Sarà un importante punto di riferimento per lo staff tecnico e per i giocatori anche se non sdarà in campo nella parte iniziale della stagione a causa dell’infortunio alla spalla sinistra”. Da Glasgow, dove oggi ha preso parte al pranzo ufficiale di apertura della stagione di Pro 12 Bortolami si è detto: “onorato dell’incarico” e disponibile a mettere la sua esperienza al servizio della squadra e soprattutto dei giovani. Quanto alla delicata situazione medica: “Spero di recuperare i tempo per essere a disposizione della squadra a partire da novembre”.Giorgio Sbrocco

21
agosto


Pro 12 – Zebre, due stadi e sei allenatori le novità della stagione. By Giorgio Sbrocco

Una la formazione al debutto (le Zebre), due gli impianti che per la prima volta ospiteranno le partite del campionato celtico: il XXV Aprile di Moletolo (Pr) e lo Scotstoun Stadium di Glasgow, sei le facce  nuove al debutto (tranne il gallese Phil Davies, debuttante a Cardiff ma dal 2006 al 2008 capo allenatore degli Scarlets a Llanelli) sulle panchine di altrettante franchigie che dal 31 agosto daranno inizio alla stagione regolare del Rabodirect Pro 12.Ecco i nomi dei nuovi responsabili tecnici e delle mansioni loro affidate: Cardiff Blues Director of Rugby – Phil DaviesEdinburgh Rugby Forwards Coach – Neil BackGlasgow Warriors Head Coach – Gregor TownsendMunster Rugby Head Coach – Rob PenneyScarlets Head Coach – Simon EasterbyUlster Rugby Head Coach – Mark AnscombeGiorgio Sbrocco

Rugby Ball