05
settembre


Zebre – Domani la partenza per l’Irlanda. Cavinato: “Capiremo di che pasta siano fatti”. By Giorgio Sbrocco

Domani mattina le Zebre saliranno a Milano sull’aereo che condurrà la franchigia federale a Dublino e poi a Galway dove sabato aprirà la sua seconda stagione celtica affrontando il Connacht di Pat Lam“Ripartiamo dalla partita contro Munster che ha chiuso il 2012/2013 – ha dichiarato in conferenza stampa il presidente Bernabò – e dagli ottimi segnali che in quella gara la squadra ha mostrato, dall’affluenza di pubblico registrata in quell’occasione. Sono solidale con la squadra, vicino ad uno staff formato interamente da tecnici italiani. L’impianto di Moletolo, profondamente rinnovato, è un piccolo gioiello in linea con gli standard richiesti da due manifestazioni di alto livello. Vogliamo coinvolgere il territorio, i club, le scuole, le università, tutte componenti fondamentali: puntiamo ad ottenere risultati, in campo e fuori”. Andrea Cavinato, alla prima stagione su una panchina celtica: “Per me è una grande opportunità, la più importante della mia carriera. Ringrazio la Fir per avermi messo nelle condizioni di scegliere lo staff con cui lavorare: ci aspettano delle grandi battaglie e sono felice di poterle affrontare con uomini di cui mi fido e di esperienza come Umberto Casellato, Vincenzo Troiani, Silvano Garbin. Sabato contro Connacht capiremo di che pasta siamo fatti – ha detto il tecnico trevigiano – ma posso garantire che andremo sempre in campo per vincere, specialmente contro le avversarie alla nostra portata”.Giorgio Sbrocco

05
settembre


Rabo Pro 12 – Pronti? Via! Leinster a Llanelli, Benetton a Monigo e Zebre a Galway. By Giorgio Sbrocco

Leinster campione in carica  a Llanelli conto gli Scarlets; Ulster finalista 2013 a Newport le due formazioni irlandesi impegnate in trasferta nella prima giornata del campionato celtico di Pro 12. Impegni casalinghi, invece, per il rinnovato Connacht affidato alle cure di Pat Lam e per l’ (ex?) Armata Rossa di Munster, rispettivamente con Zebre e Edinburgo. In casa Glasgow, l’altra scozzese, che allo Scotstoun riceverà Cardiff. Impegno interno sul verde di Monigo anche per la Benetton di Franco Smith che al suo quarto anno di esperienza celtica ha gettato definitivamente la maschera e per voce del proprio allenatore sudafricano ha fatto chiaramente intendere di puntare ai play off. Per il rugby italiano sarebbe una fantastica iniezione di fiducia e di prestigio.Rabo Pro 12 – I giornataDomani Scarlets – LeinsterNewport – UlsterGlasgow – CardiffSabato Connacht – ZebreMunster – EdinburgoBenetton - Ospreys Giorgio Sbrocco

05
settembre


Tags
,

Rabo Pro 12 – In campo D’Arcy nel Leinster a Llanelli. By Giorgio Sbrocco

Comunicata la formazione del Leinster che scenderà in campo domani a Llanelli contro gli Scarlets nel match inaugurale del Pro 12 2014. Nel XV di partenza dei detentori del titolo (e della Challeng Cup) capitanato dal flanker Shane Jennins si rivede Gordon D’Arcy nel ruolo di centro. In mediana: Eoin Reddan alla mischia e Jimmy Gopperth median odi apertura.LEINSTER:15: Dave Kearney14: Darragh Fanning13: Fergus McFadden12: Gordon D'Arcy11: Luke Fitzgerald10: Jimmy Gopperth9: Eoin Reddan1: Jack McGrath2: Sean Cronin3: Martin Moore4: Tom Denton5: Devin Toner6: Rhys Ruddock7: Shane Jennings cap.8: Jordi Murphy In panchina16: Aaron Dundon17: Jack O'Connell18: Mike Ross19: Mike McCarthy20: Dominic Ryan21: Isaac Boss22: Noel Reid23: Brendan MackenGiorgio Sbrocco

05
settembre


Rabo Pro 12 – Matthew Rees e Andrew Coombs capitani di Cardiff e Newport. By Giorgio Sbrocco

Il tallonatore Matthew Rees (arrivato dagli Scarlets nel corso del mercato estivo) sarà il capitano dei Cardiff Blues nel match di apertura del Pro 12 che i gallesi disputeranno allo Scotstounm di Glasgow contro i Warriors venerdì (20.35 italiane).  A guidare invece la squadra regionale gallese di base a Newport nella sfida del Rodney Parade (venerdì 20.15 italiane) contro il favorito Ulster, sarà l’internazionale Andrew Coombs, al debutto come Skipper dei Dragons al Rodney ParadeGiorgio Sbrocco

05
settembre


Tags
,

Rabo Pro 12 – Ian Gough lascia Swansea dopo 6 stagioni con gli Ospreys. By Giorgio Sbrocco

La seconda linea Ian Gough (36 anni) ha rescisso consensualmente il contratto che lo legava alla franchigia gallese degli  Ospreys (avversari sabato a Monigo della Benetton nel match di apertura del Pro 12)con un anno di anticipo sulla scadenza programmata. Gough, a Swansea del 2007. Ha disputato 119 partite in maglia Ospreys ed è stato selezionato 64 volte con il Galles A. “È arrivato il momento di annunciare la mia uscita di scena” ha dichiarato. “Ho apprezzato ogni singolo minuto trascorso in in questo ambiente. I ricordi di questi magnifici sei anni mi accompagneranno per sempre”.Giorgio Sbrocco

05
settembre


Tags
,
,

Rabo Pro 12 – Tanto rugby in TV nel week end. Non c’è più la Premiership. By Giorgio Sbrocco

Sabato ricco di grande rugby e domenica illuminata dal Top14 nel primo week end di settembre che per gli appassionati italiani della palla ovale aprirà ufficialmente la stagione 2014 che partirà “orfana” dell’Aviva Premiership. Questo il cartelloneSabato 7 – Sky TVore 9.35 All Blacks – Argentina (Four Nations)ore 20.05 Australia – Sud Africa (Four Nations)Sabato 7 – Italia 2Ore 19.30 Benetton – Ospreys (Pro 12)Domenica 8 - Sky TVOre 21.00 Stade Francais – Clermont (Top14)Giorgio Sbrocco

04
settembre


Rabo Pro 12 – Il dentista nordirlandese Paterson dirigerà Benetton – Ospreys. By Giorgio Sbrocco

Sarà l'arbitro nordirlandese Neil Paterson a dirigere la sfida tra Benetton Treviso e Ospreys, prima giornata di Pro12 edizione 2014, allo stadio Monigo, sabato 7 settembre (calcio d'invio alle 1930). Paterson (38 anni)n è originario di  Belfast, ma fa parte   della Federazione Scozzese in quanto  tesserato  della Midlands Society of Scottish Rugby Union. Di professione  dentista, Paterson ha giocato con il Malone Rfc e con il Dundee Hsfp prima di intraprendere la carriera arbitrale.Lo scorso anno, due diretto due volte il Benetton: la prima giornata di Heineken Cup, il 12 ottobre, nel match perso 38-17 a Swansea contro gli Ospreys, e il 24 febbraio nella vittoria 34-10 contro Munster a Monigo. In quell’occasione si infortunò al 12’ del primo tempo e venne rilevato dal giudice di linea (esordiente in Pro12) Stefano Traversi di Rovigo che sabato è stato designato come assistente in coppia con il padovano  Giuseppe Vivarini.Giorgio Sbrocco

04
settembre


Tags
,

Rabo Pro 12 – Tendine lesionato. Il pilone Arthip (Ospreys) fuori sei mesi. By Giorgio Sbrocco

Si interrompe prima di cominciare la stagione celtica del 24enne pilone moldavo degli Ospreys Dmitri Arhip che in allenamento ha riportato una lesione al tendine d’Achille che lo terrà lontano dai campo di gioco per una periodo stimato di almeno sei mesi. Giorgio Sbrocco

03
settembre


Tags
,

Zebre – Ufficiale: D’Apice al posto di Festuccia. By Giorgio Sbrocco

Parte (destinazione London Wasps in Premiership) Carlo Festuccia, arriva (da Gloucester) Tomamso D’Apice. Un tallonatore che va e uno che viene. E le Zebre come capolinea di carriere che sono state e che si annunciano radiose. Il 25enne beneventano, (10 caps con l’Italia)si è messo oggi  a disposizione del tecnico Andrea Cavinato dopo la firma del contratto.  “Con l’arrivo di D’Apice – ha dichiarato il ds Roberto Manghi  – aggiungiamo alla nostra rosa una pedina di valore e riportiamo in Italia un atleta nel pieno della propria carriera, al ritorno da un’esperienza importante. Siamo felici di dare il benvenuto a Tommaso, che va ad aggiungersi a due altri giovani tallonatori nel giro della Nazionale come Davide Giazzon ed Andrea Manici: anche in occasione delle finestre internazionali, quali che siano le scelte del ct Brunel, le Zebre potranno contare su un tallonatore di alto livello”. Ho allenato Tommaso nelle Nazionali giovanili – ha detto il tecnico  Andrea Cavinato – e non posso che essere entusiasta all’idea di ritrovarlo per questa nuova avventura. Si tratta di un ottimo giocatore, dotato di una grande dinamicità e capace di fare la differenza in campo aperto e come ball-carrier: avrà voglia di mettersi in mostra ad alto livello e le Zebre sono in grado di offrirgli il giusto palcoscenico”.Giorgio Sbrocco

03
settembre


Tags
,

Rabo Pro 12 – Benetton pronto per il grande salto? Le risorse a disposizione dicono di sì. By Giorgio Sbrocco

Treviso, inteso come Benetton  Rugby & Franco Smith: ultimo atto. Non è un mistero che questa sarà la stagione dell’addio del tecnico sudafricano ai Leoni della Marca. In attesa di conoscere il futuro prossimo delle nostre due franchigie celtiche (dopo il 30 settembre, ha assicurato il prendente Fir Alfredo Gavazzi) e evitando di correre dietro ai lanci del toto panchina che è già cominciato (arriva White dai Brumbies!), resta da valutare quanto la squadra del presidente Amerino Zatta e del dg Vittorio Munari possa considerare “normale amministrazione” la stagione che sta per cominciare. Una cosa pare fuori discussione, soprattutto alla luce dei molti segnali positivi che il gruppo ha dato nelle precedenti tre annate. L’importante, stavolta, non sarà più: partecipare. E perdere qualche partita di poco, magari sul filo di lana di un finale convulso e mal gestito, non sarà più da considerarsi dazio da pagare al noviziato ma errore su cui riflettere e da non ripetere. Con la maglia di Treviso scende in campo la Nazionale o quantomeno 13/15 di essa. Domanda: è ragionevole, con una tale potenza di fuoco, puntare ancora una volta al “primo posto della seconda fascia”, cioè alla settima piazza assoluta? È velleitario ritenere che per risorse umane e per esperienza internazionale ormai saldamente acquisita la squadra di captian Pavanello possa e debba correre per un posto nei play off? Il rugby moderno di alto profilo è, prima di tutto, competizione fra risorse finanziarie a disposizione. Gara di budget. Prima ancora, a volte, che di oculata e illuminata gestione. Domanda: quante sono le squadre del Pro12 la cui gestione complessiva “costa” meno di quella di Treviso? Se la risposta è: cinque, il settimo posto è da considerarsi traguardo ragionevole e in qualche misura “dovuto”. Al tempo stesso ambizioso ma scontato. Fossero di più… sarebbe il caso di alzare il tiro e di dichiararsi pronti per la grande impresa. Se lo augurano tanti tifosi e tutti gli appassionati. Giorgio Sbrocco

Rugby Ball