22
giugno


Australia – Lions avanti al riposo. In campo risplende la stella Folau. By Giorgio Sbrocco

Australia – B&I Lions 12 - 13Marcatori: 12’ m. Folau tr. O’Connor, 23’ cp Halfpenny, 26’ m. North tr. Halfpenny, 32’ cp Halfpenny, 34’ mnt Folau, Arbitro: Pollock (NZ) Sono 30 mila i supporter europei dei B&I “scesi” fino alla terra dei canguri per essere parte di una Serie che promette di entrare nella storia. Tutto esaurito il Suncorp stadium di Brisbane, città dove i Lions hanno vinto tutti i Test fin qui disputati (sette) Alla prima carica di Jonathan Davies (1’) nel canale centrale dopo conquista in rl. il centro Christian Leali’ifano resta a terra in stato confusionale. Barella e partita finita. Dentro McCabe.Un fallo a terra (BOD, 5’) concede a O’Connor (38 caps) la possibilità di passare in vantaggio. Tentativo fallito (corto)Ancora un comportamento illegale (7’), secondo l’arbitro neozelandese, di BOD che tenta il recupero a terra. Altro tentativo di O’Connor e altro errore.Devastante la mischia ordinata dei B&I (10’): Australia asfaltata e calcio a favore dei britannici*Capolavoro-Genia (12’): gioca veloce un cp dentro i propri 22 dopo 19 (!) fasi dei Lions. Phillips lo lascia andare e lo accompagna fino a metà campo. Il mediano di mischia Wallabies con un perfetto chip sul lato aperto innesca il debuttante Fiolau (ex calciatore e ex XII) che vola in mezzo ai pali per il 7-0*Un fatto di Horwill (23’) in rimessa laterale concede a Halfpenny un calcio da 38 metri che il gallese non sbaglia. B&I a – 4*Barnes calcia alto (26’) per mettere il triangolo dei Lions sotto pressione. North riceve al volo e…accelera. Niente da fare per McCabe e Barnes. Il gallese è imprendibile. Dentro i due punti di conversione ed è soprasso Lions!Salgono i Lions. Chip di Sexton per se steso e poi lungo al piede di J Davies Genia esce e si salva in out. Lancio Lons e drive devastante.  Due ripartenze e palla sul lato chiuso per North che passa sopra a Genia e Flau per schiacciare sulla bandierina. Pollock (30’) chiama il TMO che non convalida (gomito sula linea di fallo laterale prima del toccato).*Halpenny (32’) piazza il calcio assegnato precedentemente e segna i punti del 13-7*Spettacolo Folau!! Riceve palla lungo l’out destro (34’) , elude la difesa dei Lions (Sexton il primo ad andare a vuoto) e fila in meta quasi senza toccare l’erba del campo. Fantastico! Il TMO dice che è tutto regolare. Wallabies a – 1. Che partita!Su calcio a seguire di Sexton, North spinge Folau (palla in mano) che si schianta contro Barnes che rimane a terra colpito al capo. Dentro Beale e barella (precauzionale) per l’estremo australiano.Buco di Corbisiero-Croft (40’, tutto legale?) e palla al largo, BOD serve J. Davies che viene fermato a un metro dalla meta. Calcio contro e Halpenny ci prova. Ma la palla passa al lato dei pali.Giorgio Sbrocco

15
giugno


Italia – A Nelspruit Samoa al riposo in vantaggio. By Giorgio Sbrocco

Samoa – Italia 10 - 3Marcatori: 21’ m. Williams tr. stesso, 27’ cp Orquera  Italia in maglia bianca, sulle gradinate dello stadio di Nelspruit (primo test match nell’impianto dove l’Italia di Lippi pareggiò con la Nuova Zelanda ai Mondiali di calcio) qualche migliaio di spettatori.IL FILM DELLA PARTITA11’ secondo calcio a favore dell’Italia in mischia ordinata. De Marchi domina Census Johnsona sinistra14’ quarto pallone recuperato da Samoa nella zona di collisione. Azzurri in ritardo di sostegno e incapèaci di rimanere in piede a contatto17’ fallo del tallonatore Avei su De Marchi a terra, Orquera piazza da sinistra ma spara fuori sul primo palo20’ Inannone placca il pilone Taulafu e recupera! SA – ITA 7 - 021’ Il calcio di liberazione viene preso da Tuilagi che contrattacca e innesca Pisi, palla a Williams che brucia Parisse in velocità e deposita vicino ai pali. Dentro la trasformazione di Pisi25’ Fuori Ghiraldini, debutto Azzurro di ManiciSA – ITA 7 - 327’ calcio contro Samoa (Avei non rotola via dopo il placcaggio). Orquera ci prova da 33 metri sulla sinistra dei pali e non sbagliaSA – ITA 10 - 330’ fuori gioco di De Marchi dopo che un brutto calci odi liberazione di Masi aveva innescato un contrattacco dei Samoani. Williams chiede i pali e allungaSA – ITA 10 - 333’ fuori gioco di Johnson e calci oche Garcia prova a piazzare da 55 metri (posizione centrale). Corto anche se di pocoSA – ITA 10 - 337’ 9 pick and drive samoani dentro I 22 costringono Parisse (?) al fallo a terra. Williams piazza da 30 metri (linea dei 15) a destra dei pali, Fuori!SA – ITA 10 - 3 40’ Canale da fucilazione sul posto!! Interviene al piede su passaggio sbagliato al largo di Samoa. Rincorre la palla: non la raccoglie, non la controlla e, da terra, se la fa portare via da Lam in versione Superman.Nota tecnica1. Parisse votato (solo) alla distribuzione di palloni al largo pare un lusso che non ci possiamo permettere2. Sette (7!) palloni persi nella guerra del breakdown sono troppi3. Masi estremo che quando usa il piede mette in difficoltà la squadra non è una bella cosa4. Se l’Italia cala ulteriormente in zona di collisione è notte fonda5. Non si possono mancare occasioni come quella mancata da Canale al 40’ Giorgio Sbrocco  

08
giugno


Italia - Sud Africa dominante. Primo tempo tutto Springboks. By Girogio Sbrocco

SUD AFRICA - ITALIA  20 - 0 Marcatori: 4’ , 10’ cp M. Steyn, 14’ m. Strauss, 24’ m. JJ Engelbrecht tr. M. Steyn Arbitro: Pascal GauzèreGialli: 14’ Bortolami Non c’è… ressa sulle gradinate del King Park di Durban, ma di gente ce n’è (oltre 23 mila i paganti) e l’effetto freezer è scongiurato. In campo il Sud Africa che prepara il Championship 2013 e l’Italia che punta ad alzare la concorrenza interna. E che spera di creare qualche problema agli avversari in prima linea (Du Plessis, Strauss, Mtawariri…). Occhi puntati su Di Bernardo, Morisi e Sgarbi. Tutti, anagrafe a parte, a modo loro “debuttanti”.Papera di Venditti (1’) su ricezione da calcio d’invio. Rimessa laterale per il SALungo possesso inefficace del SA dentro i 22 che finisce con un errore di trasmissione*Fallo di Gori a terra e punizione che M. Steyn  prova a trasformare in punti (4’). Li trova e porta i suoi avanti 3-0Gauzere ci salva concedendo al SA un calcio per placcaggio su Habana in volo mentre Jean de Villiers stava pressando  nei nostri 22 (7’)Inserimento di Habana sul fondo della RL appena fuori da 22. Palla al largo e in avanti di Spies (8’)Prima mischia ordinata: anticipato ingresso degli Azzurri. Calcio indiretto. SA chiede mischia (9’)*Altra sequenza, De Marchi (10’) non lascia il placcato (?) ed è ancora punizione davanti ai pali. M. Steyn non sbaglia. Sa allunga 6-0Primo attacco azzurro nella metà campo del SA. Ghiraldini (12’) perde palla. SA contrattacca e conquista un cp sulla linea dei 10.RL per il SA dentro i nostri 22 (13’):presa a due mani, fallo Italia e drive. Bortolami ripete la furbata commessa in avvio (giro in palese fuori gioco dopo conquista) stavolta Gauzere lo vede ed è giallo.*Rimessa per il SA a 5 metri: perfetto drive del SA e Strauss (14’) schiaccia nei pressi del palo sinistro. Dentro anche la trasformazione. E fanno: 13-0Bene Ghiraldini dalla chiusa sui 10 metri. Poi l’aggressività sudafricana ( 16’) guadagna un turnover nella zona di collisione Sgarbi fatto prigioniero)Mischia SA nel canale centrale vicino alla metà campo. Il SA  ci spinge indietro e guadagna un altro calcio. Steyn in rl a 10 metri dalla meta.Cittadini placca Strauss alle caviglie (21’) e salva la situazione. SA spara palla al largo ma Leroux sbaglia il passaggio*Pasticcia Morisi sotto pressione, con l’aiuto di Parisse allontana la minaccia. Ma sul calce Marchi e libera JJ Engelbrecht che vola in meta. Dentro i due punti di Steyn ed è  20-0Rientra Bortolami (parziale di 0 - 14)Parisse gioca un calcio veloce, chip, NcLean riconquista l’ovale e occasione da meta. Ma sul passaggio  del capitano Gori commette in avanti (27’)Placcaggio alto su Masi (di Botha: e il giallo?), Di Bernardo piazza ma sbaglia da posizione non impossibile (28’)Italia pressata nei propri 22 dopo un perfetto calci odi spostamento di Steyn. Gori libera ed è lancio SA sul 10. Un bel placcaggio di Morisi ferma l’avanzamento  della linea arretrata SAItalia in trincea. Parisse ai limiti del regolamento (placcaggio alto) ma efficace (34’). Introduzione Italia appena fuori dai 5.Italia in possesso ma Di Bernardo non trova la rimessa laterale. Sul contrattacco c’è un fallo del SA a terra. Grande Cittadini su Vermaak preso palla in mano.Le Roux calcia lungo oltre la linea del pallone morto. Mischia Italia in attacco (38’)Proviamo ad attaccare sul lato dell’introduzione. Bene Parisse – Gori ma la palla per Sgarbi (39’) è in avanti.Fallo SA in chiusa (39’). Di Bernardo conquista una RL dentro i 22. Ultima azione del primo tempo. L’Italia tenta un drive ma Gori commette in avanti a ridosso del raggruppamento ed è mischia SA.SirenaGiorgio Sbrocco

Italia League Eccellenza – Calvisano avanti al 40'. Ma la strada per la finale è ancora lunga. By Giorgio Sbrocco

Calvisano – Cavalieri Prato 14 - 3Marcature: 2’ MT Calvisano tr. Griffen, 7’ cp Ragusi, 26’ m. Vunisa tr. GriffenArbitro: CalvisanoTMO: MarramaGialli: 23’ Garfagnoli (P) Prato non ha mai subito quattro mete da Calvisano, il cielo sopra il San Michele promette poco di buono, i campioni d’Italia devono rimontare 18 punti e non concedere bonus.Cavinato manda in campo Marcato all’apertura, Visentin centro e Griffen n. 9. In seconda non c’è Hehea (infortunio) e davanti  non c’è Ferraro per scelta tecnica sostituito da Morelli.Tanti tifosi toscani sulle tribune.*Contrattacco di Scanferla (1’) su liberazione di Ngawini. Visentin viene placcato sulla linea di meta. Mischia per Calvisano sui cinque.  Prato cede e Damasco assegna la meta tecnica. 7-0 dopo 2’Prato attacca sul terzo canale con Rufolo (6’) e cerca il calcio cambiando fronte e controllando il possesso. *Lo trova (7’) per un fallo di Costanzo  che non si allontana dal placcato. Dal centro dei pali Ragusi non sbaglia e accorcia le distanze Fallo di Marcato sui 22 di Prato  e rimessa a metà campo per i toscani.Mark di Ngawini sul calcio lungo di Bergamini lanciato da una rimessa veloce . Majstorovich anca un facile passaggio al largo dopo che Prato ha rubato il lanci odi Morelli.Siale (15’) recupera palla su Griffen e Patelli spara in lungo nel deserto dietro la linea. Berne rincorre annulla ma Damasco concede (jQuery15206449463136483348_1368978269778) la mischia a cinque per Prato. Fallo di assetto di Carfagnoli e accenno di rissa.Damasco convoca Saccardo (Prato), lo catechizza e lo perdona.La rimessa laterale dei bresciani (17’) ha tanti problemi. Damasco li amplifica punendo Calvisano su salto anticipato di…PratoFallo di Lovotti (20’) in chiusa sui 30 metri. Ragusi ci prova ma, secondo i giudici di linea, sbaglia la mira. La panchina di Prato protesta e Damasco chiede il parere del TMO che non convalida.Il territorio nei primi 20’ dice: Prato.Vunisa  recupera a terra e rilancia. Garfagnoli (23’) sgambetta Andreotti e si becca il giallo.Calvisano penetra nel secondo canale (25’) dopo un lancio lungo di Morelli. Fallo di Prato e Berne spara a cinque metri.*Conquista a due mani, accenno di drive. La parte chiusa di Prato è sguarnita. Vunisa si stacca e entra in meta (26’) camminando! Griffen non sbaglia e firma il 14-3.Calvisano è a metà dell’opera!Bella difesa di Calvisano su drive di Prato. Andreotti mette le mani sulla palla e conquista il turnover (30’)Il pack di Calvisano distrugge Prato in chiusa e guadagna un fallo. Berne ancora in rimessa laterale (31’)Prato restituisce la cortesia su ripartenza di Vunisa dalla chiusa. Mischia per i toscani poco dentro i 22.Crollo di Prato in prima linea (Pozzi) e Berne porta i suoi a cinque metri.Lancio di Morelli, drive messo a terra regolarmente.  Griffen “perde tempo” secondo Damasco e la mischia è per Prato in parità numerica (34’). Rotazione irregolare di Pratio: turnover Calvisano!Mischia a cinque per i padroni di casa (35’), parte Vunisa, arriva il sostegno e Damasco vede (jQuery15201801580034662038_1368983966360?) un tenuto di Andreotti sotto il mucchio selvaggio. Eccessivo!                Lungo calcio di liberazione di Berne (38'). Vince Prato ma Roan si isola e commette tenuto. Griffen prova a piazzare da 41 metri a sinistra dei pali ma sbaglia la mira. Finisce il tempo con Calvisano e Prato che si insultano. Giorgio Sbrocco

26
aprile


Rabo Pro 12 – Primo tempo per Connacht a Monigo. Leoni poco reattivi e poco lucidi. By Giorgio Sbrocco

Benetton – Connacht 3 – 10Marcatori: 4’ cp Di Bernardo, 18’ m. F. Vainikolo tr. D. Parks, 35’ cp D. Parks Treviso meno lucido ed efficace del solito fatica contro Connacht e giunge alla mezz’ora sotto di quattro punti, con Dan Parks che sbaglia due calci da posizione non impossibile. Dell’ala Vainikolo l’unica meta dei primi 30’ siglata al 18’ e trasformata dall’apertura, Per Treviso solo 3 punti dal piede di Di Bernardo in avvio. Al 35’ l’esperto mediano di apertura scozzese aggiusta la mira e allunga . Le squadre vanno al riposo con la formazione di Galway avanti di 7 lunghezze. Treviso ha ancora 40’ per alzare il livello della prestazione e vincere una partita oggettivamente alla sua portata.Giorgio Sbrocco  

21
aprile


Rabo Pro 12 - Fantastiche Zebre! Raggiunto Leinster al 40'. By Giorgio Sbrocco

ZEBRE - LEINSTER 17 - 17 Marcatori: 2’cp Sexton, 6’ Halangahu, 10’ m. Denton tr. Sexton, 15’ m. McFadden tr. Sexton, 26’ m. Sinoti tr. Halagahu, 39’ m. Halangahu tr. Halagahuarbitro: Paterson (Sco) Primavera piena a Reggio Emilia, e pubblico discreto sulle gradinate dello stadio del Tricolore per una sfida Zebre-Leinster che, lodevoli finalità benefiche a parte, serve ai dublinesi per conquistare certezze play off che ancora non possiedono.Zebre senza Sarto, Trevisan passa all’ala e estremo gioca Benettin.*Ritmo elevato di Leinster che trova due calci a favore nei primi 2’. Sexton prova a piazzare il secondo  da 35 metri ed è 3-0.Leinster attacca dai propri 22 alla mano. Zebre attente e rigorose contrattaccano dopo un calcio troppo lungo di Sexton (5’).*Fallo a terra su Halangahu e calci oda mettere fra i pali (6’). Ci prova Halangahu e pareggiaErrore di McGrath sui 5 metri in attacco e mischia Zebre in difesa. Parte Sole, finta dalla chiusa e guadagna i 22 metri.*Lungo possesso irlandese, Denton (10’) schierato al largo plana in meta in evidente soprannumero. Dentro anche la conversione di SextonBortolami fa crollare un raggruppamento (13’) e rischia il giallo. Leinster porta tutto al largo. McFadden e Nacewa fanno paura.*BOD si presenta a Venditti (14’): lo placca e gli ruba la palla. Sugli sviluppi dell’azione è McFadden che segna la seconda meta su palla persa dalle Zebre mortalmente “ricostruita” dai dublinesiPratichetti (17’) serve senza volerlo (sottomano) un avversario a metà campo. Poi Venditti intercetta e si fionda in meta. Sembra fatta ma McFadden lo recupera a 10 metri dalla meta. Che gambe!Leinster si affida alla circolazione continua del pallone. Le Zebre difendono bene anche su Carr dopo cambio di fronte giocato con due salti di uomo.Leinster c’è anche in difesa. Strauss placca Chillon e poi mette le mani sull’ovale (24’) guadagnando un turnover*Numero di Sinoti!!! Mischia Zebre a destra dei 22 di Leinster. Sinoti schierato primo attaccante accelera, rompe due placcaggi e schiaccia vicino ai pali. Halangahu trasforma e porta i suoi a – 7Le Zebre crescono! Sinoti è scatenato. Fallo Leinster  a terra e Zebre in rimessa laterale vicino ai 5 metri. Parte Bergamasco dalla chiusa. Palla lavorata dagli avanti nello stretto, poi Chillon trasforma al largo è l’azione sfuma. Sequenza mostruosa (2’ 15”) di Leinster. Bel duello Strauss-Sinoti (33’) lungo l’out sinistro. Risultato finale 1-1. Grande Chillon (35’) sotto pressione dentro i 22: resiste al placcaggio, avanza e guadagna un calcio a favoreBergamasco (37’) placca BOD senza palla, lo alza e lo sbatte per terra. L’irlandese ostruiva e se l’è cercata. L’arbitro  lascia correre.Mischia rubata da Leinster ma le Zebre recuperano e liberano (38’)*Buco di Manici (39’) a metà campo! Chillon, Aguero e Halangahu in sostegno. META dell’australiano al centro dei pali!!Al riposo 17-17 Zebre da applausi!Giorgio Sbrocco

19
aprile


Rabo Pro 12 - Benetton sorpassa al 40'. Al riposo sopra di 3. By Giorgio Sbrocco

Benetton - Edinburgo 13 - 10 Marcatori: 3' cp Laidlaw, 13' m. Scott tr. Laidlaw, 26', 34' cp Di Bernardo, 40' m. Vosawai tr. Di Bernardo Gialli: 34' Brown (E) Comincia con un minuto di silenzio a Monigo, in memoria dello scomparso Vinicio Artuso, la sfida fra i Leoni di Franco Smith e l'Edinburgo di Visser e del rientrante De Luca. E stasera a Treviso NON PIOVE! Di Bernardo si presenta con un ottimo calci odi liberazione dopo calcio d'invio lungo degli scozzesi. Treviso ruba il lancio di Ross ma Di Bernardo spreca con un calcio (2') che finisce oltre il pallone morto. *Alla prima mischia ordinata (3') l'arbitro vede un fallo di assetto Treviso e concede un calcio che Laidlaw  non sbaglia e firma il 3-0 Lungo possesso di Treviso (4') dopo calcio incrociato di Edinburgo. Davanti ai 22 c'è fuori gioco di Jacobsen. Di Bernardo cerca i pali ma spara fuori a sinistra da posizione non impossibile. Bel turnover Benetton dentro i 22 scozzesi (7') e mischia a introduzione Semenzato a destra della porta scozzese. Partenza sul primo canale ma Bernabò trattiene un avversario sulla palla liberata da ruck e viene penalizzato. Grave il fallo in attacco! Buca Nitoglia  (10') che non trova il sostegno. Edinburgo (Cox) sporca il passaggio e recupera. Davanti ai pali altro fallo di Treviso (e due!) Brivido! Loamanu perde palla in attacco al contatto, Edinburgo contrattacca con Talei al piede e porta la minaccia dentro i 22 dei Leoni. Mischia per gli scozzesi vicino ai 5 metri a sinistra. Bella difesa di Treviso che recupera su Visser dalla chiusa (12') e libera. Grande Loamanu nella circostanza. *Benetton ruba il lancio per la terza volta. Calcio lungo oltre la metà campo. Raccoglie palla Talei (13') che lancia Visser. L'olandese fa il vuoto (briciato Zanni )in accelerazione. Placcato, serve Scotto che vola in meta. Dentro la conversione che fa 10-0. Mischia Benetton (17') a destra vicino appena fuori dai 22 di Edinburgo. La prima linea impone la propria superiorità e guadagna un calcio. Di Bernardo prova per la seconda volta. MA NON E' SERATA! Treviso ha possesso e fa volume. MA NON AVANZA! Leonard ha 20 anni e stavolta si vede. Sbaglia scelta e calcia troppo  lungo (19'). Treviso ringrazia e prova a giocare sul terzo canale. Ma Zanni commette in avanti sulla ripartenza da ruck. Super drive di Treviso a metà campo e poi fuori sui 10 (22'). Ma sui 22 recupera Edinburgo. Al 23' Dingo prova a sprintare verso l'esterno cercando l'aggiramento. Difesa implacabile e Williams viene portato fuori nei pressi della bandierina.   *Velo di Derbyshire davanti a Nitoglia (25') ma c'era un calcio a favore che Di Bernardo prova a trasformare e stavolta da 35 metri non sbaglia per il 3-10 al 26' L'ala di Edinburgo Fife (forse) meriterebbe il giallo al 28' sul calcio d'invio per fallo sul giocatore in volo. Ma viene perdonato. Al 29' Benvenuti prova a bucare all'esterno il suo centro ma una volta entrato nell'intervallo prova un passaggio impossibile e l'azione sfuma. Al 31' Favaro perde palla in avanti a contatto dentro il terzo canale. Ghiraldini si ferma per problemi alla caviglia. TANTI ERRORI DI CONTROLLO DEL POSSESSO PER TREVISO. Troppi! La Grange esce sanguinante (taglio alla fronte). Al suo posto entra Burton (33') *Bella partenza sull'asse delle terze di Treviso da mischia (34') ma Derbyshire (sgambettato?) spreca davanti ai 22 scozzesi. L'arbitro non ha visto ma il giudice di linea (Traversi di Rovigo) sì. L'estremo Brown prende il giallo e Treviso un calcio in mezzo ai pali. Di Bernardo firma il 6-10 Placcaggio alto di Mcinally (37') mentre esce Derbyshire che non riesce a correre. Dentro Vosawai Bel drive dei Leoni  e crollo illegale di Edinburgo (38'). Treviso vuole la rimessa ai 5 metri Lancia Ghiraldini, lungo su Zanni a due mani. Sacking riuscito. Lunga serie di pick & go. Poi è mischia davanti ai pali (39') *Treviso cerca la spinta vincente. Non serve: perfetta rotazione con avanzamento a destra, Vosawai parte dalla base e nessuno lo ferma. META! E due punti di conversione. 13-10 al riposo. AMPIAMENTE MERITATO Giorgio Sbrocco                        

13
aprile


Rabo Pro 12 - I calci di Biggar e una meta fantasma portano gli Ospreys avanti di 11 al riposo. By Giorgio Sbrocco

Ospresys - Benetton 14 - 3Marcatori: 7' cp Botes, 20 ', 26, 30'' cp Biggar, 40' mnt John Piove a Swansea quanto i Leoni di Franco Smith scendo in campo per l'ultima trasferta dell'anno celtico. Non c'è McLean, al suo posto: Dingo Williams. Ospreys "obbligati" a vincere per non perdere contatto con gli Scarlets *Buon pick & go trevigiano (7') dentro i 22 gallesi dopo bella presa a due mani in rimessa laterale. Fallo Ospreys, calcio a favore, Botes porta avanti i suoi 3-0 Mischia gallese dominante (errore Esposito) dentro i 22 Benetton a sinistra dei pali. Crollo illegale. Biggar piazza ma centra il palo. Errore di Gori e mischia a 5 pèer i padroni di casa. Introduzione di Webb (11') e recupero di Treviso! Grande Botes nello stretto. Ambrosini (11') contrato davanti ai pali, poi La Grange salva tutto. Scintille a terra fra Ian Evans e Favaro (13'). L'arbitro irlandese Phillips chiede lumi al giudice di linea e punisce la seconda linea gallese. Ci prova Botes dalla piazzola ma il suo destro è corto. Il drive di Treviso fatica ad avanzare. Iannone (18') spreca di piede in azione di avanzamento servendo Webb ben piazzato dietro la linea. Derbyshire e Favaro fantastici nel placcaggio-recupero! Pavanello (20') esce toccato duro nella zona lombare. Dentro Bernabò. *Fallo di assetto in prima linea di Treviso. Biggar chiede la piazzola e stavolta non manca il bersaglio e pareggia Buon avanzamento di Ambrosini (23') sulla linea del vantaggio e buona liberazione. Bravo il ragazzino! *"Strano" fallo fischiato a Derbyshire(25')  dentro un raggruppamento dopo presa a due mani e maul formata. Biggar mette fra i pali e sorpassa. Fantastico recupero di Vosawai ( 27') a terra! Grande avanzamento di Treviso dentro i 15 di sinistra (Ghiraldini, Minto, Vosawai) al 29'L'azione porta a una rimessa Ospreys a 10 metri dalla meta. Webb libera *Vosawai placca Tipuric davanti ai pali. Minto arriva in sostegno e Phillips "vede" un fallo che Biggar trasfroma in altri 3 punti. Ambrosini sbanana male il calcio d'invio e regala una mischia ai gallesi. Ingresso anticipato e calcio, mancati distanza e altri 10 metri. Ospreys chiedono mischia. Altro super placcaggio-recupero di Vosawai. Stavolta è solo mischia Treviso (36'). Ma che bella organizzazione difensiva ha Treviso! *Devastante avanzamento di Tipuric che gli Ospreys trasformano al largo. Grande placcaggio di Esposito sull'ala John che sta planando in meta. Treviso batte la veloce da dentro l'area di meta. Sotto pressione Botes calcia male. Jonh riceve l'ovale, schiaccia e Phillips convalida la meta. Rimessa giocata dalla linea di touch di metajQuery15207988241504695932_1365877436472???? Mai vistoGiorgio Sbrocco   

23
marzo


Rabo Pro 12 – Treviso domina ma Cardiff resta in partita. Grande Di Bernardo! By Giorgio Sbrocco

Benetton – Cardiff Blues 13 – 10 Marcatori:12’ cp Sweeney, 15’ m. Zanni tr. Di Bernardo, 30’ m. Hewtt tr. Sweeney, 35’, 38’ cp Di BernardoArbitro: Vivarini (Padova) Piove a Monigo, e la serata sembra tutto tranne che un sabato di primavera, ma il pubblico non tradisce i Leoni di Franco Smith che inseguono il sogno fi mettere sotto i Cardiff Blues e di insediarsi al settimo posto in classifica generale.Drive gallese sula linea dei 22 da rimessa laterale (7’) e poi trasformazione al largo. Grande difesa di Treviso e Semenzato libera dalla linea di meta.Benetton dominante in chiusa (9’). Grande Cittadini a destra!*Pressione difensiva dela linea arretrata Benetton davanti ai propri 22. Qualcuno cade oltre il placcato…Vivarini (12’) decreta il calcio in mezzo ai pali. Ci prova Sweeney ed è 3-0 per Cardiff*Fantastico calci odi spostamento di Di Bernardo, Toby lo tocca e la rimessa è di Treviso a cinque metri. Due mani di Van Zyl e drive, Zanni aspetta sulla chiusa, Semenzato lo serve (15’) e il friulano non sbaglia! Dentro (dall’angolo) la conversione. Treviso avanti 7-3Si presenta Filo Paulo (17’), la seconda samoana da poco ingaggiata dai Blues schierato fra i centri. Palla persa a contatto. Da rivedere.Capolavoro Nitoglia (18’) che da ala chiusa parte da rimessa laterale e buca sul primo canale, passa la palla a Van Zyl che manca la ricezione nei pressi della linea di meta.Semenzato e Cittadini (20’ e 23’): due in avanti per colpa di un ovale-saponetta difficile da trattare.Dingo Williams (25’) usa il destro per portare Treviso nella metà campo gallese. Iannone (25’) usa il destro rasoterra sul lato sinistro del fonte d’attacco. Troppo lungo. Ma corretta la scelta.Ancora errori di controllo a contatto (26’, Iannone lanciato da rimessa veloce per le mani di Minto)*Errore difensivo di Treviso sul primo canale da rimessa laterale, il centro Hewitt entra (troppo facilmente) e schiaccia. Sorpasso di Cardiff che si porta 10-7.Possesso e territorio sono di Treviso. Ma bisogna passare all’incasso!Grande progressione di Iannone che penetra sui 22 (attacco da sinistra a destra) e incrocia con Williams all’interno. Dingo passa a Notoglia…che manc palla, meta e salva i gallesi.*Vivarini (34’) pesca il n.9 William a introdurre storto. Mischia a Treviso e fallo della prima linea di Cardiff. Calcio contro che Di Bernardo decide di piazzare. Ed è pareggio 10-10Van Zyl perde (un’altra) palla a contatto (37’)*Loamanu “tira su” una palla vagante dalla spazzatura, carica e trova un fuori gioco di Cardiff. Di Bernardo ci prova da 40 metri a destra dei pali. E fanno 13-10!   Giorgio Sbrocco  

23
marzo


Italian League Eccellenza – Risultati dei primi tempi. By Giorgio Sbrocco

Sorpresa al Fattori dove L’Aquila va al riposo sul 6-0 con Viadana. In vantaggio il Petrarca a San Donà, Mogliano a Rovigo, Lazio in casa con i Crociati e le FFOO a Reggio Emilia.Eccellenza  - XVI giornataRisultati PRIMO TEMPORovigo – Mogliano 3 - 13L’Aquila – Viadana 6 - 0San Donà – Petrarca 11 - 17Lazio – Crociati 15 - 6R.Reggio – FFOO 7 - 20 Giorgio Sbrocco

Rugby Ball