29
maggio


Avvia Premiership – Hartley (Northampton) non ricorre in appello. “Ma il f... imbroglione è Tom Youngs”. By Giorgio Sbrocco

  Il tallonatore dei Northampton Saints Dylan Hartley, espulso (per aver offeso il direttore di gara Wayne Burns) al 40' della finale di Premiership contro Leicester e squalificato per 11 settimane ha deciso di non presentare appello. Hartley (27 anni titolare della nazionale inglese), convocato da Warren Gatland per il Tour dei B&I Lions in Australia, è stato sostituito dall'irlandese Rory Best. Nel comunicare alla stampa la decisione Hartley ha però ribadito che l'”abuso verbale” a lui attribuito e effettivamente proferito (fottuto imbroglione) era diretto al suo avversario diretto Tom Youngs e non all'arbitro. Il quale però, in sede di udienza davanti alla commissione disciplinare, non ha cambiato di una virgola la sua prima deposizione. E siccome (giustamente) la parola di un arbitro vale più di quella di un giocatore...Giorgio Sbrocco

28
maggio


Premiership – Aviva fino al 2018. A 6 milioni all'anno! By Giorgio Sbrocco

Prima che altri si facciano avanti e ci portino via il giocattolo....Funzionano così le cose in Inghilterra, sul versante della Premiership ovale. È di oggi la notizia che Aviva (assicurazioni) si è assicurata l'abbinamento commerciale in qualità di title sponsor con il massimo campionato di club fino al 2018, bruciando tutti sul tempo a prolungando l'attuale accordo in scadenza  nel 2015. Top secret la cifra pattuita. Si parla di (almeno) 6 milioni di euro all'anno. Salute!Giorgio Sbrocco

Aviva Premeirship - Jonathan Thomas a Worcester dopo 10 stagioni a Swansea. By Giorgio Sbrocco

Il 30enne flanker gallese Jonathan Thomas  (nativo di Pembroke, formatosi con lo Swansea Rfs, 67 caps con i Dragoni), in forza alla franchigia regionale degli Ospreys fin dalla sua costituzione (2003) ha rescisso con un anno di anticipo il contratto che lo legava alla formazione di Pro12 e la prossima stagione giocherà in Premiership con la maglia del Worcester. “Gli Ospreys  hanno rappresentato molto per una lunga e importante fase della mia vita” ha dichiarato il giocatore a commento del trasferimento in Inghilterra. “E certo sarà una sensazione strana svolgere la preparazione pre campionato in un luogo diverso da Llandarcy. Sono orgoglioso di quanto ho fatto in questi anni e dei traguardi che insieme abbiamo raggiunto insieme in questi dieci anni (4 Celtic league e un’edizione della Edf cup). Mi ritengo fortunato ad aver vissuto tali esperienze”.Giorgio Sbrocco

Aviva Premiership - Dylan Hartley (Saints): 11 settimane di squalifica. Niente Australia con i B&I. By Giorgio Sbrocco

 Tour del B&I Lions addio! Il tallonatore  di Northampton Dylan Hartley, espulso sul finire del primo tempo della finale di Premiership di ieri vinta da Leicester è stato squalificato per 11 settimane. Si tratta del primo giocatore a subire un cartellino rosso in una finale di campionato inglese. A causa della sospensione Dylan Hartley non potrà vestire la maglia rossa della super Nazionale britannica in Tour in Australia. PAre scontato che il suo posto verrà preso dall'irlandese Rory Best.Giorgio Sbrocco

26
maggio


Aviva Premiership - Anthony Allen (Tigers): “Le sconfitte ci sono state utili”. By Giorgio Sbrocco

È il 26enne centro dei Leicester Tigers - Anthony Allen - il Man of the match della finale di Premiership che le Tigri hanno vinto ieri contro Northampton a Twickenham (82mila sugli spalti). “Non è stato facile  conquistare questo decimo titolo, venivamo da due finali consecutive perse, una con i Saracens e l’altra con gli Harlequins”. Sulla partita di sabato: “Abbiamo giocato una partita fantastica, abbiamo rischiato di farcela sfuggire di mano ma siamo riusciti a riprenderla in tempo. L’esperienza delle precedenti sconfitte ci ha aiutato”. Sugli avversari sconfitti: “Hanno messo in campo tutto ciò di cui disponevano e anche in 14 (tutta la ripresa, ndr) non hanno mollato di un centimetro”.Giorgio Sbrocco

Aviva Premeirship – Leicester campione!

LEICESTER – NORTHAMPTON  37 – 17 (pt 16 – 5)Marcatori: 5’ cp Flood,  8’ m. Morris tr. Flood, 15’ mnt Myler, 33’, 40’ cp Ford, 43’ mnt Foden, 47’ mnt,  Kitchener, 55’ cp Ford, 57’ m. Dickinson tr. Myler, 65’ mnt Tuilagi, 74’ mnt Goneva, 80' cp Fordarbitro: W. BarnesRosso: 40’ Hartley (N)Leicester campione d’Inghilterra davanti agli 82mila di Twickenham al termine di una gara di altissimo livello tecnico in parte segnata dal rosso al tallonatore Hartley sul finire dei primi 40’.Uniche pecche di giornata: Louw placca in ritardo Flood al 20’ e meriterebbe il giallo. Barnes ignora l’ evidente illegalità. Idem un paio di minuti dopo. Missione compiuta: non è rugby ma, evidentemente, il professionismo anche questo ci ha portato. Flood esce e al suo posto entra il baby Ford (20 anni). Verso la fine del primo tempo Foden segna una meta che l’arbitro non vede e  il TMO non concede ma che molto probabilmente c’era. E poi il rosso, che in una finale testimonia meglio di mille analisi dell’inadeguatezza del giocatore punito e che non poteva non pesare sugli equilibri della gara.Giorgio Sbrocco

25
maggio


Aviva Premiership – Tigri contro Santi a Twickenham: per saperne di più. By Giorgio Sbrocco

Leicester disputa la finale di Premiership per la NONA volta consecutiva. Delle precedenti 8 ne ha vinte però solo 3. Nelle due ultime finali giocate Leicester è stato sconfitto da Saracens (2011) e Harlequiins (2012) e corre per il titolo n.10 della sua storia. Northampton, che non ha mai ha raggiunto una finale, è la nona squadra nella storia a centrare l’obiettivo. La partita di domani è la seconda finale della storia in cui non risulta coinvolto il club vincitore della stagione regolare. Mai una squadra classificatasi al termine delle 22 giornate di gara dopo la seconda posizione ha vinto il titolo. Per i Saints quella di oggi è la sesta partita a Twickenham: solo due le vittorie (Munster 2000, Exeter 2008). Leicester e Northampton si sono incontrate 227 volte, la prima risale al 6 novembre 1880 e finì 0-0. La partita replica la finale di LV=Cup del 2012 disputata a Worcester e vinta da Leicester 26-14 Leicester ha vinto le ultime 7 sfide con Northampton dal 5 settembre 2010 a oggi Leicester scenderà in campo con la stessa formazione di partenza che ha battuto gli Harlequins in semifinale e una solo cambio in panchina Northampton, che in stagione è stato anche al sesto posto in classifica, è l’unica squadra di Premiership ad aver sconfitto i Saracens sul loro terreno I bookmakers danno Leicester favorito Giorgio Sbrocco

24
maggio


Aviva Premeirship – La finale è il derby delle West Midlands. Tigri favorite. By Girogio Sbrocco

Finale di campionato fra due non londinesi quest’anno in Premiership. A contendersi lo scettro di miglior formazione inglese saranno le Tigri di Leicester (Castro parte dalla panchina e poi, forse, andrà a Tolone) alla nona (!) finale consecutiva e i Santi di Northampton. In pratica: un derby. Fra due realtà appartenenti all’area geografica delle Midlands orientali, un centinaio di km a nord della capitale e distanti fra loro una sessantina di chilometri. Leicester favorito in tutti i pronostici. Northampton (quarto alla fine della stagione regolare) nel ruolo della vittima (quasi) designata. Lo stesso ruolo che fu chiamato a sostenere all’Allianz Park in semifinale contro i Saracens, quando vinse e conquisto la quarta finale della sua  storia. Molto della sfida si deciderà in cabina di regia: da una parte Young-Flood (Lçeicester), dall’altra Dickinson-Myler. Da seguire anche: l’estremo Ben Foden e il centro Luther Burrell (N), Tuilagi (L). LEICESTER TIGERS15Mathew Tait14Niall Morris13Manusamoa Tuilagi12Anthony Allen11Niki Goneva10Toby Flood9Ben Youngs1Logovi'i Mulipola2Tom Youngs3Dan Cole4Graham Kitchener5Geoff Parling6Tom Croft7Julian Salvi8Jordan CraneIn panchina16Rob Hawkins17Fraser Balmain18Martin Castrogiovanni19Ed Slater20Steve Mafi21Sam Harrison22George Ford23Matt Smith NORTHAMPTON SAINTS15Ben Foden14Ken Pisi13James Wilson12Luther Burrell11Jamie Elliott10Stephen Myler9Lee Dickson1Soane Tonga'uiha2Dylan Hartley3Brian Mujati4Courtney Lawes5Christian Day6Phil Dowson7Tom Wood8Samu ManoaIn panchina16Mike Haywood17Alex Waller18Tom Mercey19Ben Nutley20GJ van Velze21Martin Roberts22Ryan Lamb23George Pisi Giorgio Sbrocco

Aviva Premiership - Jim Mallinder (Saints): “Mai smesso di crederci!”. By Giorgio Sbrocco

Felice come una…Pasqua fuori stagione il Director of rugby dei Northampton Jim Mallinder all’indomani della vittoria in semifinale (la prima dopo tre sconfitte consecutive nelle ultime tre stagioni) sui Saracens (27-13) all’Allianz Park che ha fruttato un posto in finale con le Tigri di Leicester. “Non abbiamo mai smesso di crederci” è il suo primo sintetico commento. “Intorno a noi un sacco di gente continua a sostenere che non siamo una delle migliori quattro squadre del paese e del campionato. Venivamo dalla sconfitta con Leicester, è vero. Ma nelle partite contro le migliori ci siamo sempre battuti alla pari. E anche se sconfitti, abbiamo perso di poco”. Quanto alla finale: “Leicester è una squadra molto forte, esperta e capace di un gioco molto efficace. La partita contro gli Harlequins è stata davvero una dimostrazione di potenza e di grande qualità. Loro sono una grande squadra ma noi le nostre carte ce le giocheremo fino in fondo”. Attestazione di stima verso i Saints arrivano da Mark McCall, coach dei Saracens: “Primo tempo da dimenticare, tropi errori e Northampton bravo a metterci in difficoltà. Secondo tempo un po’meglio ma non abbastanza per ribaltare l sorti del match”.Giorgio Sbrocco

Aviva Premiership – Colpo dei Saint! Battono i Saracens e volano in finale con Leicester. By Giorgio Sbrocco

Saracens – Northampton 13 - 27  (pt 0 – 17)Marcatori: 20’ m Mujati tr. Myler, 22’ m. Eliott tr. Myler,  27’ cp Myler, 50’, 55’ cp Farrell, 60’ m. Van Venze tr. Myler, 64’ m. Taylor tr. Farrell, 73’ cp Myler Il risultato che non ti aspetti. Northampton corsaro sul sintetico dell’Allianz Park al termine di un incontro nel corso del quale i pronosticati Saracens hanno fatto vedere poco del loro smisurato potenziale. La finale 2013 sarà Leicester – NorthamptonLa cronacaDue errori del cecchino Myler nei primi 6’ non traducono in punti il dominio territoriale dei Saints in avvio di partita. Il tallonatore Britz e l’apertura Hodgson pagano la pesantezza dei placcaggi di Northampton e hanno bisogno delle cure del fisio. La 25’ (Tmo) il pilone Mujati schiacia sugli esiti di un perfetto drive avanzante sul lato destro del fronte d iattacco Saints. Mayler trasforma ed è 7-0. Saracens in rottura prolungata: palla recuperata su Ashton (22’), due passaggi e le gambe dell’ala Eliott che vola lungo l’out sinistro siglano la seconda meta. Dentro anche il calcio di Myler e Northampton vola! Farrell passa apertura dopo l’uscita di Hodgson e si presenta (27’) con un placcaggio in ritardo sul 10 avversario che costa un calcio a favore dei Saints che Myler non sbaglia per l’incredibile (alla vigilia) + 17. In campo c’è una sola squadra e si chiama Northampton! Sul finire del tempo i Saracens si scuotono e provano a mettere gli avversari in difficoltà. Tanta buona volontà ma manca la necessaria lucidità. E la difesa Saints funziona. Al 38’ (fallo del placcatore a terra) Farrell ha sul destro i primi punti del match ma clamorosamente spara fuori da posizione non impossibile. Secondo tempo sotto la pioggia. I Saracens partono a mille e Strettle (44’) viene “tenuto alto” (da Foden) in area di meta dopo una mostruosa sequenza efficace iniziata con il calcio d’invio. Nella successiva mischia la prima linea Saracens “si stappa” e viene giustamente penalizzata. I Saints perdono Lawes (48’) per un problema alla spalla. Saracens in difficoltà (anche) in chiusa. Partita finita? Forse no. Al 50’ Farrell ci prova da 40 metri e non sbaglia. Poi al 55’ concede il bis da dentro i 22 per il 6-17. Ma tutto crolla per i londinesi al 60’, quando Van Venze, servito da Dickinson, plana in meta dopo una corsa indisturbata dalla chiusa sul lato sinistro del fronte di attacco. Sul 24-6 resta poco da dire. Il giallo a Eliott (placcaggio a uomo in volo al 62’) lascia i Saints in 14 contro 15. Saracens a testa bassa e arriva la meta (64’) di Duncan Taylor su ottima imbeccata di Farrell al largo. Gioco rotto e cambi di possesso in serie. La partita si infiamma. Un fuori gioco Saracens al 73’ smorza momentaneamente i toni. Myler piazza e trova 3 punti probabilmente decisivi. Finisce 27-13, con tanto di scazzottata sui titoli di coda, per la gioia del pubblico, del Tmo incaricato dell’indagine e dei frequentatori dei pub della zona. Trionfo Saints. Per i Saracens: un’inattesa disfatta.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball