12
dicembre


Petrarca – Arrriva dall’Argentina il pilone Acosta. By Giorgio Sbrocco

Arriva dall’Argentina e più precisamente dalla provincia di Tucuman la soluzione dei problemi in prima linea del Petrarca di Andrea Moretti. Con Furia in procinto di andare sotto i ferri per un problema alla schiena (in campo fra 4/5 mesi), Mercanti fermo per problemi al ginocchio fino a gennaio , Staibano ancora in fase di recupero, Leso e Novack non al meglio della condizione, il club del presidente è corso ai ripari e ha ingaggiato il 21enne Romulo Acosta, che può ricoprire entrambi i ruoli di pilone, proveniente dal Los Tarcos, con alcune presenze nella rappresentativa regionale che ha recentemente vinto il campionato argentino battendo in finale Rosario. “E’ un giocatore di passaporto italiano che arriva in prova fino alla fine di gennaio e che se poi si inserirà  bene nel gruppo rimarrà naturalmente fino alla fine della stagione. Avevamo  bisogno di un uomo di prima linea, reparto dove siamo colpiti da molti  infortuni” ha dichiarato il ds del club padovano Corrado Covi. Acosta è atteso a Padova in serata. Giorgio Sbrocco

01
dicembre


Italian League Eccellenza – Rovigo al comando. Basta un tempo al Petrarca per battere l’Urc. By Giorgio Sbrocco

Vincono Petrarca e Rovigo nei due posticipi della VII giornata del campionato di Eccellenza disputati nel pomeriggio. A Padova i bianconeri di Andrea Moretti incassano il bonus nel primo tempo e lasciano ai giovani romani (bene Buscema e Bocchino) la ripresa che insidiano i padroni di casa senza però arrivare al clamoroso sorpasso. Decisivi un drop da 50 metri di Minniti e un in avanti sulla linea di meta dela Capitolina nei minuti iniziali. Fatica anche Rovigo a Reggio Emilia ma alla fine riesce a prevalere e a incassare l’extra punto per le 4 mete realizzate. In classifica i rossoblu salgono al rimo posto davanti a Calvisano e Petraca di stanziati di 3 lunghezze (Petrarca una partita in più) e Viadana di quattro. Eccelenza – VII giornata Petrarca – Urc 27 – 21 R. Reggio – Cz Rovigo 13 – 26 Classifica: Cz Rovigo 25, Calvisano, Petrarca 22, Viadana 21, Prato 18, Mogliano 17, San Donà 16, FFOO 12, Lazio 7, Urc 5, R. Reggio 1 Giorgio Sbrocco

01
ottobre


Top14 – Il…padovano Sisa risorge a Brive. By Giorgio Sbrocco

A Padova i tifosi del Petrarca se lo ricordano molto bene. E sono in molti a rimpiangerlo. Un numero 8 come lui non si è più visto nella città del Santo. Cacciato l’anno scorso da Bordeaux per una (brutta e mai completamente chiarita) storia di indisciplina, il gigante figiano Sisa Koyamaibole sta vivendo una seconda  fantastica giovinezza a Brive. Migliore in campo da inizio stagione, sabato è stato il protagonista del pareggio (12-12) strappato dai suoi in casa di Grenoble nonostante l’inferiorità numerica. Quando c’è il talento…c’è tutto!Giorgio Sbrocco

27
settembre


Italian League Eccellenza – Moretti vuole un Petrarca disciplinato e aggressivo contro la Lazio. By Giorgio Sbrocco

 Consapevole del pronostico avverso il tecnico della Lazio De Angelis: “Partiamo certamente sfavoriti, ma con la voglia di fare bella figura e di provare a portare a casa qualche punto”, ha detto l’allenatore biancoceleste. “Padova non è mai un campo facile, questo si sa. Loro si sono rinforzati e vorranno sicuramente rifarsi della sconfitta di Prato. Questo, però, non ci preclude la possibilità di fare bene la nostra parte e iniziare la stagione con una bella prova”. Petrarca “obbligato” a vincere che forse farà debuttare il neozelandese Middleton in seconda linea. Osserva coach Moretti: “Veniamo da una brutta sconfitta a Prato, dove siamo mancati sia dal punto di vista della disciplina che dal punto di vista dell'attitudine e aggressività. Due fattori importanti, sui quali abbiamo lavorato in settimana e sui quali ci aspettiamo dai ragazzi una risposta positiva. Aspettiamo con  grande determinazione il calcio d'inizio per poter dimostrare che la  sconfitta in Toscana è stata un incidente di percorso, utile comunque  alla nostra crescita”. Non ancora comunicata la formazione dei bianconeri padovani.I convocati del Petrarca: Caporello, Furia, Novak, Mercanti, Delfino, Staibano, Leso, Tveraga, Mainardi, Middleton, Sarto, Conforti, Giusti, Targa, Francescato, Billot, Marcato, Menniti-Ippolito, Morsellino, Innocenti, Bellini, Chillon,  Bettin, Cerioni, Jordaan.Lazio: Rubini Gi.; Tartaglia, Lo Sasso, Nathan, Sepe F.; Bruni S., Giangrande; Dionisi, Ventricelli, Riccioli; Colabianchi (cap), Civetta; Pepoli, Fabiani, Pietrosanti. In panchina: Datola, Cannone, Vannozzi, Nitoglia M., Filippucci C., Mannucci/Bruno, Gentile, Giancarlini.Giorgio Sbrocco

24
settembre


Italian League Eccellenza – Una seconda neozelandese da Waikato per il Petrarca. By Giorgio Sbrocco

Si chiama Chris Middleton, è neozelandese e ha 26 anni (198, 111 kg) lo straniero che il Petrarca di Andrea Moretti ha ingaggiato per la stagione 2013/2014. Arriverà a Padova giovedì e non è escluso che sabato sia in campo contro la Lazio nella partita valida per il secondo turno del massimo campionato. Proviene dalla franchigia di Waikato (Hamilton) con cui ha disputato 22 partite di ITM Cup (Premiership). Quest’anno ha giocato tre partite: Northland (17.08), Otago (23.08), Auckland (14.09). Waikato è attualmente al penultimo posto in classifica generale. Giorgio Sbrocco

20
settembre


Italian League Eccellenza – Cavalieri pronti a dare battaglia. Pratichetti: “Il Chersoni è la nostra fortezza!”. By Giorgio Sbrocco

Comincia con quattro defezioni di peso (Garfagnoli, Lombardi, Vezzosi e Von Grumbkov) l’avventura di Carlo Pratichetti sulla panchina dei Cavalieri Prato che domani al Chersoni apriranno la stagione di Eccellenza contro il Petrarca di Andrea Moretti. Dopo due stagioni vissute ai vertici del rugby nazionale e (almeno) uno scudetto mancato, la formazione toscana punta a partite con il piede giusto in un torneo che non la veder fra le favorite. “La prima partita è molto importante, i ragazzi stanno lavorando benissimo dall'inizio della preparazione e sono molto contento per questo inizio di avventura a Prato”. Il commento del coach romano. “Sarà subito molto dura, il Petrarca è una squadra importante, giovane, con alle spalle un ottimo campionato. Hanno dichiarato di voler entrare ai playoff e non vorranno sbagliare il primo appuntamento. Noi siamo pronti, al Chersoni non vogliamo sbagliare: è la nostra casa e dovrà diventare la nostra fortezza”. Ha dichiarato il coach dei bianconeri padovani:  “Giocare in trasferta  contro Prato sarà molto difficile. Nonostante abbiano perso diversi giocatori  rispetto all'anno scorso, hanno comunque mantenuto una rosa competitiva,  soprattutto con i primi 15 uomini, e affamata di riscattare sul campo le vicissitudini societarie degli ultimi mesi. Occorrerà perciò un Petrarca  molto combattivo e disciplinato che riduca al minimo gli erroriCavalieri Prato: 15 Browne, 14 Tempestini, 13 Majstorovic, 12 EnNaour, 11 Souare, 10 Zucconi, 9 Patelli (k), 8 Bernini, 7 Saccardo, 6 Cicchinelli, 5 Nifo, 4 Boscolo, 3 Biancotti, 2 Giovanchelli, 1 De Gregori. In panchina: Traorè, Tenga, Lupetti, Gerosa, Damiani, Del Nevo, Della Ratta/Ferrini, Manganiello/Lunardi. Petrarca: Jordaan, Morsellino, Bellini, Bettin, Innocenti, Menniti-Ippolito, Francescato, Targa (cap.), Conforti, Sarto, Tveraga, Giusti, Leso, Mercanti, Furia. In panchina:  Novak, Delfino, Staibano, Mainardi, Nostran, Billot, Chillon, CerioniGiorgio Sbrocco

15
settembre


Italian League Eccellenza – Al Petrarca il triangolare di Colorno. By Giorgio Sbrocco

Il Petrarca di Andrea Moretti e Rocco Salvan si è imposto nel triangolare "Sostegno ovale" di Colorno disputato sabato sui campi del club emiliano. Al secondo Posto la formazione dell’Accademia federale (da quest’anno con sede a Parma) che partecipa al campionato di serie A1, allenata da De Marigny e Prestera.Torneo “Sostegno ovale”Colorno – Accademia Fir 14 – 17Petrarca – Colorno 26 – 0Petrarca – Accademia Fir 26 – 0Giorgio Sbrocco

09
settembre


Italia – Cavinato & Moretti concordano: “Servono cattiveria e determinazione”. By Giorgio Sbrocco

Gran cosa la determinazione e l’aggressività! Componenti irrinunciabili di un gioco – il rugby – che senza di esse snatura in uno dei tanti giochi collettivi con la palla smarrendo contenuti e peculiarità. Due allenatori: Andrea Cavinato delle Zebre Pro12) e Andrea Moretti del Petrarca (Eccellenza) sull’argomento hanno idee coincidenti. Ha osservato l’allenatore della franchigia federale negli spogliatoi di Galway dopo la sconfitta contro Connacht nella prima uscita ufficiale della stagione celtica: “Abbiamo fatto una partita troppo timorosa in attacco, regalando troppi punti al Connacht senza avere la giusta rabbia per segnare”. Ha replicato, a migliaia di chilometri di distanza Moretti all’indomani del trofeo Pedrini di Badia e della sconfitta del suo i Petrarca nel derby con Rovigo: “In campo non abbiamo messo la giusta carica, siamo stati troppo a lungo passivi, subendo le iniziative del loro pacchetto di mischia”. Concludendo: una cosa è l’organizzazione del gioco, una cosa è la strategia, un’altra ancora la “filosofia” cui un allenatore  si ispira nel dettare ai suoi giocatori canoni comportamentali da esibire in partita. Altro è il fattore aggressività. L’unica componente sulla quale nessuno pare intenzionato a fare sconti. E senza la quale, a qualsiasi latitudine, vincere diventa davvero una missione impossibile.Giorgio Sbrocco

08
settembre


Italian League Eccellenza – Al Cz Rovigo il VII Trofeo Pedrini. By Giorgio Sbrocco

Il Cz Rovigo si è aggiudicato l’edizione 2013 del trofeo Omar Pedrini che si è disputato a Badia polesine e al quale hanno partecipato anche Petrarca e San Donà. I rossoblu di De Rossi e Frati hanno sconfitto prima San Donà e poi il Petrarca nel match che ha assegnato la vittoria finale.VII Trofeo Omar Pedrini – Badia Polesine (Ro)RisultatiCz Rovigo – San Donà 26 – 5Petrarca – San Donà 17 – 14Cz Rovigo – Petrarca 35 – 14Classifica: Rovigo, Petrarca, San DonàGiorgio Sbrocco

30
agosto


Rabo Pro 12 – Vittoria dei Leoni nel derby con il Petrarca. Dominio quasi assoluto ma tanti errori. By Giorgio Sbrocco

Benetton – Petrarca  46 - 0(24 – 0, 15-0, 7-0)Marcatori: 5’ mnt Gori, 9’ m. Sgarbi tr. Ambrosini, 17’ mnt Gori, 21’ m. Vosawai tr. Ambrosini, 32’ mnt Filippucci, 39’ mnt Williams, 56’ mnt Ceccato, 79’ m. Filippucci tr. Di BernardoBenetton:  McLean, Nitiglia, Morisi, Sgarbi, Pratichetti, Ambrosini, Gori, Vosawai, Zanni, Favaro, Bernabò, Pavanelo, Rouyet, Ghirlandini, De Marchi. Entrati: Ceccato, Rizzo, Cittadini, Maistri, Fuser, Filippucci, Barbieri, Budd, Semenzato, Berquist, Esposito, Loamanu, Williams, Di BernardoPetrarca: Cerioni, Innocenti, Favaro, Bertetti, Russo, Marcato, Francescato, Targa, Nostran, Sarto, Micheletto, Tveraga, Furia, Mercanti, Leso. Entrati: Npvak, Delfino, Cecchinato, Staibano, Mainardi, Berton, Billot, Soffiato, Menniti, Di Giorgio, Rossi, Morsellino, Casalini, Jordaan, Giusti, Conforti, ZagoArbitro: Blessano (Tv)Sono accorsi in tre mila a Monigo per la replica (amichevole) dello storico derby fra Benetton e Petrarca  che è tornato sul verde dello stadio trevigiano dopo tre anni di assenza. Leoni al quarto anno di Celtic, padovani con una formazione giovane e senza la necessaria consistenza nelle situazioni di uno contro uno. Treviso di un’altra cilindrata. Partita vera se n’è vista poca. Monologo Treviso anche se il numero di errori, a una settimana dal via della stagione di Pro12 è parso oggettivamente eccessivo.IL FILM DELLA PARTITA5’ Dorme il Petrarca su rimessa laterale veloce (e furba) di Treviso a cinque metri. Gori schierato primo saltatore riceve la palla e fila in meta praticamente indisturbato. Fuori di un soffio il tentativo di conversione di Ambrosini.9’ Palla al largo di Treviso che raggiunge Gori sotto le tribune. Chip a seguire e Sgarbi si avventa sulla pala e fila fino sotto i pali. Dentro la conversione di Amborsini. Treviso 12-017’ Azione insistita degli avanti di casa. Risolve Gori con un guizzo radente dopo una finta di trasformazione al largo da ruck dentro i cinque metri22’ Mischia a cinque per Treviso, perfetta partenza di Vosawai dalla base e meta sulla sinistra dei pali. Ambrosini centra la porta ed è + 24 per i Leoni30’Dentro il sudafricano Jordaan per il Petrarca che si schiera estremo. Treviso risponde con Di Bernardo che si schiera apertura.32’ Drive vincente di Treviso che Filippucci conclude oltre la linea bianca. Fuori il calcio di Ambrosini.39’ Pubblico in piedi per applaudire Dingo Williams che si inserisce sul terzo canale e fila in meta come ai bei tempi. Meta da incorniciare anche per la rigorosa costruzione. Continua la serata no per Ambrosini dalla piazzola56’ Ceccato raccoglie e schiaccia in meta dopo un lungo possesso di Treviso cui Padova oppone una difesa ordinata ma non impeccabile negli spazi ristretti.Ultimi 20’ di partita79’ Guizzo di Filippucci che recupera palla sul fondo in ina rimessa laterale del Petrarca e fila fin sotto i pali. Dentro la conversione di Di Bernardo.Giorgio Sbrocco 

Rugby Ball