23
novembre


Italia – Sergio Parisse: “La priorità sarà rallentare le loro ruck”. By Giorgio Sbrocco

Capitan Sergio Parisse (90 caps) ha parlato con la stampa dopo la seduta di rifinitura svolta dagli Azzurri sul verde dell'Artemio Franchi in mattinata: “Prima della partita contro la Nuova Zelanda c’era molta attenzione e pressione anche mediatica sulla squadra, questa settimana abbiamo lavorato con più serenità, sempre senza alcuna pressione per il risultato. Non vorrei più parlare della prova di sabato scorso, già in passato dopo buone prestazioni contro avversari di livello abbiamo avuto delle contro-performance la settimana successiva. Domani non vogliamo commettere nuovamente questo errore, non possiamo permetterci il lusso di affrontare alla leggera la sfida ai Wallabies perché parliamo di una grandissima squadra che la settimana scorsa ha battuto l’Inghilterra a Twickenham. Per noi è una gara importante, pensiamo di averla preparata nel modo giusto ed adesso sta a noi giocare per tutti gli ottanta minuti al nostro meglio, evitando di crollare nel finale come a Roma”.Ancora sulla sconfitta con la Nuova Zelanda: “Eravamo stanchi nell’ultima parte della gara, abbiamo perso lucidità e fatto qualche scelta non ottimale. Abbiamo giocato a ritmi a cui forse non siamo abituati ma ci siamo divertiti, abbiamo fatto vedere un buon rugby contro i migliori al mondo. Sappiamo che non basta per vincere e per questo domani con l’Australia sarà importante giocare per tutti glio ottanta minuti con la stessa concentrazione e determinazione che abbiamo avuto per sessanta minuti all’Olimpico”.Sul lavoro svolto: “In settimana abbiamo recuperato bene, i carichi di lavoro sono stati inferiori ed arriviamo a questa partita in ottime condizioni fisiche. Brunel ha potuto scegliere la formazione avendo l’intera rosa disponibile. Vogliamo finire questa finestra internazionale con la stessa sensazione positiva della settimana scorsa, dimostrare ancora una volta ciò che l’Italia sa fare contro le grandi squadre. E’ vero che l’Australia non sta giocando il suo miglior rugby, ma sarebbe presuntuoso da parte nostra credere che sia una partita agevolmente alla nostra portata”.Sull'Australia: “Abbiamo analizzato molto i Wallabies, una squadra molto più organizzata degli All Blacks e che di questa organizzazione di gioco, insieme ad un gioco veloce e di movimento, fa il proprio punto di forza. Gli All Blacks sanno adattarsi molto meglio alle situazioni di gioco rotte, gli australiani se forzati all’errore tendono ad avere più difficoltà. Per questo domani dovremo fermare i loro avanzamenti da touche e da mischia, essere bravi a rallentarli e non dare velocità al loro gioco alla mano che è stato la chiave vincente la settimana scorsa in Inghilterra insieme ad una grande prestazione dei loro avanti”. Sulla formazione Wallabies:“Gli australianio hanno grandi individualità e personalmente mi ha impressionato il giovane flanker Hooper. Beale, che domani sarà all’apertura, è sicuramente un atleta chiave, un giocatore talentuoso, imprevedibile e ottimo resgista Dobbiamo limitarlo mettendolo sotto controllo in fase difensiva, portando su di lui molta pressione. Il primo obiettivo che ci poniamo è rallentare le uscite veloci del pallone dalle loro ruck”.Giorgio Sbrocco Nella foto Sergio Parisse in azione contro gli AllBlacks (ph Elena Barbini)

20
novembre


Tags
,

Italia – L'Accademia in visita agli Azzurri in ritiro. Parisse: “Il vostro sogno è il nostro”. By Giorgio Sbrocco

Giornata di lavoro sul campo per la Nazionale di Jaques Brunel in ritiro a Firenze in attesa del Test match di sabato al “Franchi” contro l’Australia. Ospiti graditi degli Azzurri di capitano Parisse in allenamento presso il centro Figc di Coverciano i ragazzi dell'Accademia federale “Ivan Francescato” di Tirrenia che hanno assistito alla seduta mattutina accompagnati dai tecnici responsabili Roland De Marigny e Luca Bot e dal manager Gino Donatiello. “Siamo veramente felici di avervi qui – ha detto Sergio Parisse – e sappiamo che tutti voi lavorate sodo per coronare il vostro sogno, che è stato anche il nostro. E’ stato bello ed importante per noi potervi avere nostri ospiti in vista di una partita tanto importante come quella con l’Australia”.Giorgio Sbrocco

10
novembre


Tags
,

Italia – Brunel: “Male il nostro primo tempo”. Parisse: “Addolorato per il giallo”. By Giorgio Sbrocco

Volti distesi e toni pacati in conferenza stampa dopo la vittoria dell’Italia su Tonga Jaques Brunel: “Noi male nel primo tempo, in cui abbiamo concesso troppo e siamo stati insufficienti sul piano della disciplina. Per fortuna nella ripresa abbiamo rimesso a posto le cose e, grazie alla superiorità in mischia e in rimessa laterale, siamo riusciti a controllare la partita e a portarla fino in fondo. La mediana Botes-Burton ha fato buone cose nella ripresa, mentre nei primi 40’ si è adattata ai ritmi di gioco imposti da Tonga. Positivi il debutto di Iannone e la prova di Furno. Tonga si è dimostrata una squadra capace di giocare a buoni livelli con evidenti riferimenti comuni. Anche se stanno poco insieme, sul campo sanno ritrovarsi e costruire strutture sempre pericolose. Vincere era tutt’altro che scontato”. Sergio Parisse: “Soddisfatto della vittoria. Meno del modo in cui l’abbiamo ottenuta e addolorato pert il giallo che ho subito. Il fallo c’era, niente da dire. Certo è che dobbiamo migliorare, per gicoo e disciplina. Ci aspetta la partita con gli All Blacks, dovremo essere all’altezza”. Nella foto di Elena Barbini: attacco di Sgarbi. Giorgio Sbrocco  

31
ottobre


Test Italia – Presentati a Roma i tre test di novembre. Gavazzi: “L'anno prossimo Italia-argentina a Napoli”. By Giorgio Sbrocco

Presenti Alfredo Gavazzi (Fir), Raffaele Pagnozi (Coni), il ct Jaques Brunel e il capitano Sergio Parisse, si è svolta stamattina nel salone d'onore del Coni a Roma la cerimonia di presentazione dei tre test di novembre che la Nazionale italiana disputerà contro Tonga, Nuova Zelanda e AustraliaIl segretario generale del Coni Pagonzzi ha dichiarato: Questa di novembre sarà la prima uscita internazionale dell'Italia nel percorso che riporterà questo sport alle Olimpia. Bisogna essere orgogliosi di ciò che ha fatto il rugby azzurro in questi anni, è entrato nel Sei Nazioni ed oggi siamo nell’èlite  mondiale. Con gli All Blacks cadrà il record di presenze allo stadio Olimpico. Nnemmeno le partite di cartello del calcio richiamano tanta gente quanto le gare degli azzurri del rugby: quella dell’Olimpico sarà una grande festa” Il presidente della Fir Alfredo Gavazzi: “Ringrazio Cariparma, che continua ad affiancarci e che è presente sulle maglie della nostra Nazionale e tutti gli sponsor e i partner della Federazione. Un grazie sentito al Coni - il villaggio ospitalità di Roma sarà qualcosa di unico al mondo - e alle amministrazioni di Brescia, Roma e Firenze che ospiteranno le partite. Per l’Italia si tratta di tre incontri di grande importanza, fondamentali per continuare nella crescita della squadra: faccio a Brunel, Parisse ed a tutti gli Azzurri il più sentito degli auguri. Per quanto mi riguarda sono felice di fare il mio esordio da presidente contro Tonga nella mia città natale: una gara molto importante dal punto di vista sportivo, anche se dobbiamo avere il dovere di puntare al risultato in ognuna delle gare che affronteremo. Per il 2013 abbiamo già iniziato a considerare varie opportunità: posso dire solo che la volontà della Fir è quella di organizzare Italia - Argentina dell'anno prossimo allo Stadio San Paolo di Napoli ”. Il ct Jacques Brunel: “Vogliamo continuare a crescere, e per farlo è necessario confrontarsi con i migliori. In questo senso, le tre partite che ci aspettano a novembre saranno fondamentali: Tonga ha fatto un ottimo Mondiale, ed è sicuramente la gara più insidiosa e più importante perché darà il ritmo alle altre due partite che verranno. Noi stiamo lavorando per imporre il nostro gioco: si parla molto della sfida con gli All Blacks ed è normale che sia così, noi dobbiamo rimanere concentrati esclusivamente sulla gara con i tongani” Il capitano Sergio Parisse: “Considerare semplice e scontata la partita con Tonga sarebbe un grave errore: sarà invece una gara molto complicata, fondamentale per iniziare subito con il piede giusto. Non parliamo di obiettivi minimi o massimi, non facciamo promesse se non quella di dare tutto in ogni partita. Il pubblico come sempre ci sosterrà, non ho dubbi. Stiamo bene, siamo in forma, siamo pronti a scendere in campo da subito con lo spirito giusto. Vincere una o due partite sarebbe un buon risultato, senza dubbio, ma ora non  ha senso pensare a quello che sarà tra tre settimane: siamo concentrati sul match di Brescia del prossimo 10 novembre”.Giorgio Sbrocco

27
ottobre


Top 14 – Due mete di Parisse fermano Tolosa a Parigi. Vincono Clermont e Tolone che mantiene il comando. By Giorgio Sbrocco

La notizia del giorno arriva da Parigi dove lo Stade Francais (due mete di Parisse, decisiva la sua seconda al 74’) ha messo sotto i campioni in carica di Tolosa. Bayonne. Vittorie esterne di Bordeaux e Castres. Il Perpignano di Delpoux e De Carli vittorioso di sul Racing nel posticipo serale dell’Aimé Giral grazie al piede del gallese Hook.Top 14 – IX giornataAgen – Castres 14-22Mont de Marsan – Bordeaux 12-17Montpellier – Grenoble 23-6Tolone – Bayonne 59-0Stade Fr. – Tolosa 28-24Clermont – Biarritz 19-12Perpignano – Racing 17-13Classifica: Tolone 37, Clermont 32, Tolosa 29, Montpellier 27, Castres 24, Grenoble 22, Biarritz, Racing, Perpignano 20, Stade Fr. 19, Bordeaux, Bayonne 15, Agen 14, Mont de Marsan 2 Giorgio Sbrocco  

22
ottobre


Tags
,

Italia – Per adesso è amatriciana al dente firmata Dente. By Giorgio Sbrocco

Comincia a tavola la rincorsa degli azzurri di Jaques Brunel, in ritiro all'Aquacestosa, ai test match di novembre con Nuova Zelanda, Australia e Tonga. Oggi la truppa ha ricevuto la visita di  Anna Dente, chef che il comunicato stampa diramato dalla Fir definisce “ autentica istituzione della cucina della Capitale” e che, si apprende dallo stesso dispaccio, vanta la titolarità della recente cena degli Oscar a Hollywood. Per l'occasione l'inventrice dello  show-cooking (?) si è esibita in uno spaghetto all'amatriciana che, a giudicare dagli sguardi estasiati di Parisse, Lo Cicero, Bergamasco e Iannone, reclutati nell'occasione in qualità di assaggiatori-testimonial, devono aver incontrato il favore della squadra. Tornando per un attimo al rugby, il manager dell'Italia luigi Troiani così si è espresso circa il match di Brescia contro Tonga: “La gara di Brescia è sicuramente la più importante per noi. Ci troveremo di fronte un avversario che, nel corso dell’ultimo Mondiale, ha saputo mettere in difficoltà tutti gli avversari, superando nella fase a gironi anche la Francia  che ha poi raggiunto la finale. Dei tre test di novembre è sicuramente quello più importante, perché Tonga ci segue nel ranking di una sola posizione e noi vogliamo andare a mantenere e migliorare la nostra  anche in vista del sorteggio dei gironi per la Rugby World Cup 2015 che si terrà a Londra il prossimo 3 dicembre, a conclusione della finestra internazionale”. Giorgio Sbrocco

15
aprile


Tags

TOP 14 – CLERMONT VINCE E RAGGIUNGE TOLOSA IN VETTA. ALLE LORO SPALLE CINQUE SQUADRE PER QUATTRO POSTI PLAY OFF. IN CODA: BAYONNE BATTE BIARRITZ E DISTANZIA LIONE SEMRPE PIU’ SOLO- By Giorgio Sbrocco

La 23esima giornata del Top 14 si è aperta con l’inattesa vittoria di Perpignano sulla capolista Tolosa (25-10) nell’anticipo di venerdì. Il successo di Clermont (sceso in campo con molti rincalzi)  sullo Stade di Ceika e Parisse (25-9) ha così formato la coppia regina al comando della classifica. A comporla: Tolosa e Clermont, che accedono direttamente alle semifinali con tre giornate di anticipo sulla fine della stagione regolare. Alle spalle delle due super potenze del campionato si trova attualmente un agguerrito gruppetto di pretendenti ai quarti di finale composta da: Tolone che ha perso in casa dell’Agen (22-13) a quota 63, da Montpellier (62) vittorioso su Lione (43-12), dalla coppia Racing-Castres rispettivamente vittoriosi su Brive (40-19) e Bordeaux (44-20). Fuori dalla zona play off, per il momento, i parigini dello Stade Francais, che occupano la settima piazza e inseguono a sei lunghezze. In coda:  fondamentale successo (24-19) di Bayonne nel derby con Biarritz. Ora la formazione allenata da Didier Faugeron si trova al penultimo posto ma con otto punti di vantaggio su Lione Risultati della XXIII giornataCastres – Bordeaux 44-20Bayonne – Biarritz 24 – 19Agen – Tolone 22 – 13Clermont – Stade Fr. 25-9Montpellier – Lione 43-12Racing – Brive 40-19Perpignano  -Tolosa 25-10Classifica: Tolosa, Clermont 78, Tolone 63, Montpellier 62, Racing, Castres 59, Stade Fr. 53, Agen 48, Perpignano 44, Biarritz 43, Brive 42, Bordeaux 41, Bayonne 38, Lione 30

16
marzo


Contro la Scozia l'ultimo sforzo del 6 Nazioni 2012, by Sergio Parisse

Allenamento mattutino alla vigilia della partita di domani contro la Scozia che conclude il cammino dell'Italia nell’RBS 6 Nazioni 2012. Noi e i nostri avversari siamo in una situazione simile, abbiamo giocato buone partite e siamo andati vicini a risultati importanti, ma ci troviamo alla fine del 6 Nazioni a giocarci l’ultimo posto. Per noi è una gara ancor più importante perché sentiamo la pressione di giocare davanti al nostro pubblico e regalare loro una soddisfazione, ringraziare i nostri tifosi che ci sostengono sempre con tanto entusiasmo. Nessuno lo dice, ma la Scozia è una grande squadra che come noi avrebbe meritato quest’anno di battere l’Inghilterra e che nel corso del Torneo ha espresso un ottimo rugby. In ogni caso, per tutti noi, giocatori e staff, è importante vincere per continuare a lavorare con serenità come abbiamo fatto sinora. La settimana scorsa in Galles le touche non sono andate bene ma abbiamo lavorato molto per migliorare le rimesse laterali in fase offensiva, mentre credo che complessivamente abbiamo difeso piuttosto bene le rimesse laterali nelle prime quattro giornate. Di certo la nostra capacità di essere performanti più di quanto siamo stati sino ad oggi sui nostri possessi sarà una delle chiavi del match di domani.Siamo tutti convinti che il nuovo gioco portato da Brunel possa permetterci di marcare punti e di imporci sugli avversari. Contro il Galles purtroppo abbiamo perso palloni importanti finendo per difendere la maggior parte del tempo ed in Irlanda è arrivata una brutta sconfitta: quello che ancora ci manca è solo un poco di continuità. Infine un saluto: Fabio Ongaro si ritira dall’attività internazionale al termine della sfida agli highlanders. Fabio è un amico prima che un compagno di squadra, è bello che possa chiudere la sua carriera domani contro la Scozia in una cornice importante come quella dello Stadio Olimpico. Fabio ha dato moltissimo alla Nazionale, è un atleta che trasmette grande sicurezza e ha grande carisma. Sono sicuro che farà una grande in partita, tutti noi faremo un modo che possa finire nel migliore dei modi la sua avventura in Nazionale. Facebook Sergio Parisse "official page" Twitter @sergioparisse

Rugby Ball