09
settembre


Aviva Premiership – Northampton vince il posticipo con bonus. In testa: Tigri e Arlecchini. By Giorgio Sbrocco

Grande partita al Franklin’s Garden (12 mila spettatori) nel posticipo della seconda giornata fra Northampton e Exeter. Dopo un primo tempo chiuso sul 13-12 per gli ospiti, bravi a recuperare lo 0-12 del 27’, i padroni di casa hanno fatto valere la miglior organizzazione offensiva e si sono portati in vantaggio 24-16 al 63’ grazie alla meta del tallonatore Hatley, per poi resistere fino al termine e contenere il ritorno di un Exeter mai domo e alla continua ricerca dell’azione efficace.  Da segnalare la prima meta in Premiership del 24enne Luther Burrell. Grazie ai cinque punti conquistati Northampton (9)sale al quarto posto in classifica e affianca i Saracens a una sola lunghezza dalla coppia Harlequins – Leicester (10) che guidano che guidano a punteggio pieno e in doppio bonus. Sesto posto per Exeter. In coda solo London Irish è ancora a zero punti. Posticipo Northampton - Exeter Chiefs 24 - 21 (pt 12-13)   Classifica Harlquins, Leicester 10Saracens, Northampton 9Bath 8Exeter 6Gloucester 5Wasps 3Worcester, Sale 1London Irish 0Giorgio Sbrocco  

Aviva Premiership - Coach Davies (Gloucester): “Ci è mancato l’istinto del killer”. By Giorgio Sbrocco

Brucia parecchio la sconfitta interna (19-24), rimediata contro I Saints al debutto in campionato; al capo allenatore di Gloucester Nigel Davies: “Non abbiamo concretizzato e abbiamo concesso ai nostri avversari soluzioni facili nei momenti di loro supremazia”. Ma la cosa che più ha fatto arrabbiare e preoccupare l’ex tecnico degli Scarles è stata “la mancanza di determinazione. Quella capacità che ogni grande squadra deve possedere e che si chiama killer-instinct. Avevamo la partita a portata di mano: Northampton in 13 (Gerrit-Jan van Velze e Paul Doran-Jones fuori per giallo), noi sotto di 5 punti a 9 minuti dalla fine con una meta tecnica appena trasformata…abbiamo perso e solo per nostra colpa. I nostri avversari hanno ampliamente meritato di vincere”.  Resta comunque il rammarico “per un primo tempo giocato su buoni livelli e per l’incapacità di sfruttare le situazioni favorevoli”.Giorgio Sbrocco

11
agosto


Pro 12 - Zebre - Northampton, il tabellino della seconda vittoria "francese"

Zebre - Northampton Saints 30-28 (pt 13-21) Marcatori :4’m Orquera tr Orquera; 14’m Roberts tr.Lamb;18’, 21' cp Orquera;28’ m Burrell tr Lamb; 32’ m Elliott tr Lamb (21-13), 43’m Sinoti; 47’ m Armstrong tr Myler; 70’ mnt Venditti; 79’ m Pace tr Orquera Northampton Saints: Artemyev (40’ Diggin), Elliott (40’ K.Pisi), May (40’ Waldouck), Burrell (40’ G.Pisi, 50’ Wilson), Cato (40’ Armstrong), Lamb (40’ Myler), Roberts (40’ Glynn), Van Velze (40’ Manoa), Harrison (40’ Dowson), Craig (40’ Dyer), Sorenson (40’ Day), Hicks (40’ Woolford), Mercey (40’ Doran Jones), McMillan (40’ Hartley), Tonga’uiha (40’ Waller) all.Mallinder Zebre: Sinoti , Sarto (68’ Buso), Quartaroli (40’ Pace), Garcia (cap), Venditti, Orquera (56’ Chiesa, 78’ Orquera), Chillon (40’ Tebaldi), Cristiano, Ferrarini (31’ Van Schalkwyk, 60’ Belardo), Cattina (68’ Ferrarini), Caffini (14’ Sole, 60’ Cazzola), Geldenhuys, Leibson (50’ Ryan), Festuccia (50’ Giazzon), Perugini (40’ Aguero). all.Gajan arb.Mathieu Raynal (internazionale francese) Calciatori: Orquera (Zebre) 4/5, Tebaldi (Zebre) 0/1 , Lamb (Northampton Saints) 3/3, Myler (Northampton Saints) 1/1, Cartellini: 20’ giallo a McMillan (Northampton Saints) Note: cielo limpido,serata calda, temperatura 27°, terreno in buone condizioni. 1000 spettatori. Presenti in tribuna il ct dell'ItaliaJacques Brunel e l’allenatore dei trequarti Philippe Berot.  

Heineken cup: Tre francesi, due inglesi, due irlandesi e una gallese ai quarti. Sostiene Sean Holley. By Giorgio Sbrocco

 L’ex tecnico degli Ospreys Sean Holley ha messo nero su bianco (The Rugby paper) la sua analisi e, soprattutto, il suo pronostico  sulla prossima edizione della Heineken cup, la Champions league della palla ovale. Una competizione che, grazie all’eccellenza della cifra tecnica espressa e all’estremo equilibrio che da anni la contraddistingue ha conquistato un posto fra le grandi disfide ovali del pianeta. Una competizione, fanno notare i “non amici” di Sean Holley, che gli è costata il posto sulla panchina della squadra gallese dopo nove stagioni e tre Celtic vinte (oltre a una Anglo-Welsh) all’indomani del 36-5 subìto a Biarritiz nel match che avrebbe potuto qualificare gli Ospreys ai quarti di finale. Quanto all’edizione 2012/2013, la previsione più fuori dal coro riguarda i vice campioni d’Inghilterra dei Leicester Tigers che, secondo Holley, non passeranno la fase a gironi. Quella più in linea con il parere degli "esperti" riguarda Edimburgo che, secondo il coach galelse, non ripeterà l'exploiti delal passata stagione che lo portò in semifinale dopo aver eliminato Tolosa nei quarti. Procedendo con ordine.Pool 1 -  Saracens al primo posto, seguito da Munster che però non si passerà il turno come miglior secondo. Due i giocatori da tenere sotto attenta osservazione: Schalk Britz (Saracens) e Petere O’Mahonney (Munster) Pool 2 (il girone della Benetton Treviso) – Vincerà Tolosa ma gli Ospreys, secondi, passeranno ai quarti. Occhi puntati su:Ryna Jones (Ospreys) e Luke McAllister (Tolosa) Pool 3 – (il girone delle Zebre) - Harlequins primi davanti a Biarritiz che volerà ai quarti. Osservati speciali: Chris Robshaw (Harlequins) e Dimitry Yachvili (Biarritz) Pool 4 – Vincerà Ulster davanti a Northampton che però non passerà oltre. Migliori del girone: Ryan Lamb (Northampton) e Tommy Bowe neo acquisto dell’Ulster. Pool 5 – Vincerà Leinster che metterà dietro Clermont. Francesi fuori dai giochi dopo la prima fase. Individualità di spicco: Jonathan Davies (Scarlets) e Jamie Healship (Leinster) Pool 6 – Senza dubbio Tolone, che sovrasta (e schiaccia) la concorrenza anche sul piano del budget. Secondo: Montpellier ma niente quarti di finale. Da ammirare: Fernandez Lobbe (Tolone) e Jamie Roberts (Cardiff) pronto a spiccare il volo con i Lions in tour. Giorgio Sbrocco  

11
maggio


Premiership – È Quins – Saints la prima semifinale. Capitan Robshaw suona la carica: “Bravi, ma non abbiamo ancora vinto niente!” By Giorgio Sbrocco

Sarà la sfida del Twickenham Stoop fra gli Harlequins di coach O’Shea dominatori della stagione regolare e i Saints di Northampton che hanno chiuso al quarto posto, la prima delle due semifinali per il titolo della massima divisione inglese. Gli Halequins sono alla loro seconda semifinale di Premiership (la prima risale al 2009 quando vennero sconfitti 0-17 dai London Irish). Per gli ospiti di coach Jim Mallinder, mai approdati alla finale per il titolo si tratta, invece della terza semifinale consecutiva. Il bilancio degli scontri stagionali è in parità e registra altrettanti successi interni. L’ultimo successo dei Santi a Londra risale al 2004 (20-16). Occhi puntati sul capitano dei Quins, il 25enne Chris Robshaw, giunto al termine di una stagione per lui assolutamente stellare. “Se qualcuno mi avesse detto un anno fa che avrei raggiunto la semifinale di campionato con la mia squadra dopo aver vinto la stagione regolare e che sarei stato nominato capitano dell’Inghilterra al Sei Nazioni, probabilmente gli avrei riso in faccia. E invece è tutto vero!”. Sulla partita: “Northampton farà di tutto per non perdere la terza semifinale di fila. Ma noi sappiamo cosa occorrerà fare sul campo. Al nostro fianco avremo il calore del nostro pubblico. Siamo consapevoli di aver disputato un buon campionato ma, anche, che finora non abbiamo vinto niente. Le partite a eliminazione diretta sono quelle che preferisco. Il migliore vince sempre”. Sabato 12 maggio ore 15.45: Harlequins – Northampton Saints Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo.

Rugby Ball