03
maggio


Rabo Pro 12 – Vince Munster di 2. Decide il piede di Keatlety. By Giorgio Sbrocco

Zebre – Munster 25 – 27 (pt 22 – 14)Marcatori: 2’ cp Halangahu, 5’ m. Murphy tr. Keatley, 14’mnt Sinoti, 17’ m. Butler tr. Keatley, 24’ cp Halangahu, 27’ cp Garcia, 38’ mnt. Venditti, 40’ cp Garcia, 41’, 58’ cp Keatlety, 60’ cp Halangahu, 65’ m. Botha tr. KeatleyArbitro: Mc Manemy (Sco) la cronaca *Si apre con un tenuto di Tebaldi dentro i propri 22 su ricezione da calcio d’invio. Keatley non sbaglia il calcio del – 5* Fuori gioco Zebre da rimessa laterale sulla destra dei propri 22. Keatley piazza (58’) e porta Munster a – 2*Fuori gioco di Ronan appena entrato e Halangahu (60’) allunga per il 25-20Fallo di Bargamsco in ruck sull’incrocio dei 10 con i 5 a destra dei pali italiani.  Errore di Keatley e si riparte dai 22.*Botha (65’) conclude oltre la linea un doppio pick & go dentro i 22 dopo un calcio indiretto giocato velocemente da Butler (ingaggio anticipato Zebre). Keatley non sbaglia ed è sorpasso 27-25 MunsterFallo di Munster dentro i 5 metri. Piazza Halangahu da posizione angolata e sbaglia.Fuori gioco di Tebaldi ai lati di un raggruppamento a terra di Munster appena fuori dai 22 (78’). Keatley ci prova ma non trova i pali!Ultimo disperato tentativo delle Zebre di uscire dai 22 palla in mano e risalire il campo. Munster ruba (79’) palla a Halangahu sull’impatto Allo scadere mischia Munster sui 5. Bergamasco si stacca ed è calcio. Keatlety spara la palla in tribuna. FinitaMigliori delle Zebre: Ferrarini, Tebaldi, Halangahu, Bortolami e BergamascoZebre chiudono la stagione a zero vittorie ma senza disonore.Giorgio Sbrocco

03
maggio


Pro 12 – Belle Zebre che vanno al riposo sul + 8 contro Munster. By Giorgio Sbrocco

Zebre – Munster 22 – 14Marcatori: 2’ cp Halangahu, 5’ m. Murphy tr. Keatley, 14’mnt Sinoti, 17’ m. Butler tr. Keatley, 24’ cp Halangahu, 27’ cp Garcia, 38’ mnt. Venditti, 40’ cp GarciaArbitro: Mc Manemy (Sco) Zebre per pochi intimi nel sole ancora alto di Moletolo. Bianconeri a secco di vittorie contro un Munster del tutto fuori dai giochi play off ma  nobilitato dalla presenza nel XV di partenza del capitano Paul O’Connell. Partita di addio per Tebaldi, Sinoti e Halangahu in partenza a fine stagione.La cronaca*Zebre in vantaggio al 2’ per un’ostruzione di Munster sul maul di ricezione del calcio d’invio. Halangahu centra i pali da destra.*Meta irlandese (5’) in prima fase da mischia ordinata con inserimento dell’estremo e rientro sul secondo centro. Palla fuori all’ala Murphy ed è meta. Keatley converte per il 7-3 Munster.*Meta di Sinoti (14’) che schiaccia oltre la linea bianca un perfetto grubber di Halagahu sparato dentro i 5 metri verso destra. Zebre avanti di un punto 8-7*Mischia vincente di Munster (17’), partenza del n. 8 Butler e meta dello stesso dopo tre ripartenze radenti. Keatley trasforma per il + 6 Munster*Al 24’ Halangahu non sbaglia da  quasi 40 metri (fallo a terra) e accorcia le distanze. Munster avanti 14-11*Garcia da 50 metri pareggia (27’) dopo un fallo di Munster in chiusaAzione fotocopia di Garcia che mette un grubber identico a quello della meta del 14’. Sinoti schiaccia ma ha un appoggio fuori e il Tmo Damasco annulla.*Mischia e palla al largo (38’) fino a Venditti (bene lo scambio Benettin – Sinoti) che schiaccia sulla bandierina per il 19-14 .Al 40’ ancora Garcia da 55 metri!Zebre al riposo sopra di 8 con pieno meritoGiorgio Sbrocco

02
maggio


Tags
,

Rabo Pro 12 – Zebre con Munster per la prima. Benettin centro, Venditti ala e Tebaldi 9. By Giorgio Sbrocco

Venditti torna al suo ruolo naturale di ala, Benettin centro al fianco di Garcia e mediana Halangahuu-Tebaldi (al match di addio all’Italia). In mischia si rivede Bergamasco, Sole è confermato in seconda e i piloni saranno Ryan e Aguero con Giazzon in mezzo. Zebre all’assalto dell’Armata Rossa di Munster a Moletolo (19.45 diretta su Sportitalia) alla ricerca della prima vittoria stagionale. Irlandesi senza più nulla da chiedere al campionato e alla Coppa dopo la grande prestazione di Montpellier contro Clermont. Che sia la volta buona? ZEBRE15 Ruggero TREVISAN*14 Giovanbattista VENDITTI*13 Alberto BENETTIN*12 Gonzalo GARCIA11 Sinoti SINOTI10 Daniel HALANGAHU9 Tito TEBALDI8 Andries VAN SCHALKWYK7 Mauro BERGAMASCO6 Filippo FERRARINI*5 Marco BORTOLAMI (cap)4 Josh SOLE3 David RYAN2 Davide GIAZZON1 Matias AGUEROIn panchina : 16 Andrea MANICI*17 Luciano LEIBSON18 Andrea DE MARCHI19 Emiliano CAFFINI*20 Filippo CRISTIANO21 Alberto CHILLON*22 Matteo PRATICHETTI23 Samuele PACE *Accademia Fir Giorgio Sbrocco

30
aprile


Rabo Pro 12 – Troiani (Zebre): “Con Munster alla ricerca di una vittoria importante”. By Giorgio Sbrocco

Vigilia di fine della stagione regolare per le Zebre che venerdì chiuderanno la loro prima annata celtica ricevendo gli irlandesi di Munster. L’allenatore degli avanti Vincenzo Troiani: “L’atto conclusivo di una stagione deludente per quel che riguarda i risultati, ma positiva per la crescita del gruppo, dei singoli e del gioco. Lo staff tecnico può ritenersi soddisfatto per alcuni aspetti ma è conscio che si deve migliorare su tanti altri. E’ indubbio che alcuni giocatori hanno fatto ottime esperienze maturando a livello tecnico: sono convinto che alcuni di loro presto faranno parte del giro della nazionale maggiore. Le convocazioni le fa Brunel…ma penso che molti dei miei avanti più giovani, all’esordio in questo campionato, possano far parte del gruppo nazionale per continuare a crescere: questo era uno dei nostri obiettivi tecnici ad inizio stagione. Con il lavoro, la filosofia di questa franchigia e la possibilità di mettersi alla prova questi giocatori hanno dimostrato di non essere inferiori ai loro coetanei gallesi, irlandesi o scozzesi. Il bilancio generale lo faremo dopo la partita di venerdì, ma posso dire che siamo cresciuti rispetto alle prime sconfitte dove non eravamo abituati a giocare un rugby davvero ad un ritmo e  velocità non nostre. Attraverso questa crescita siamo riusciti ad imporre il nostro gioco che più di una volta è stato superiore sui nostri avversari, ma non nel punteggio. Non è bastato per vincere: dobbiamo crescere nel saper concretizzare nei momenti giusti del match, questo si acquisisce solo col tempo. Bisogna essere costanti nella performance di gioco ed avere elementi che riescano a cambiare la partita tirando fuori la squadra dalle difficoltà. Nella nostra classifica mancano almeno 6 vittorie alla nostra portata: ci ritroviamo a cercarla fortemente venerdì contro Munster che certamente è una squadra molto superiore a tante altre nel campionato”.Giorgio Sbrocco

27
aprile


Heineken cup – Super Clermont batte un grande Munster e conquista la sua prima finale. By Giorgio Sbrocco

 Clermont – Munster 16- 10 (pt 13-3)Marcatori: 5’ cp O’Gara, 8’ m. Nialaga tr. Parra, 13’, 17’, 47’ cp Parra, 60’ m. Hurley tr. O’Gara Il Clermont di Vern Cotter sarà in campo sabato 18 all’Avvia stadium di Dublino per la finale di Heineken cup. Questo ha detto la battaglia di Montpellier che ha messo di fronte la corazzata francese agli irlandesi di Munster, discretamente acciaccati, reduci da una stagione celtica non esaltante ma capaci di esprimersi ad altissimi livelli quanto a determinazione, sacrificio e dedizione.Solo Clermont nei primi 20’, dopo il vantaggio firmato O’Gara al 5’. Nialaga viola la meta irlandese all’8’ e poi ci pensa Parra a concretizzare una superiorità che l’Armata rossa non riesce che in minima parte a limitare. Il secondo quarto, però…E le 10 lunghezze di vantaggio dei francesi al riposo non sembrano garanzia sufficiente a dichiarare evasa la pratica e a laureare l’Armata gialla di Clermont (mai arrivata tanto in alto nella storia) prima finalista dell’HC 2013. Avanti di Clermont abrasivi dentro i 22 irlandesi in avvio di secondo tempo, conquistano un calcio in mezzo ai pali che Parr trasforma in punti (16-3) mentre dalle gradinate dello stade de la Mosson di Montpellier (tutto esaurito) si levano le note della Marsigliese. Al 56’ gli irlandesi rinunciano a un calcio da posizione favorevole e giocano al largo. Brock James si intercala nel terzo canale e arpiona il pallone destinato a Hurley. Ed è proprio Hurley (entrato dalla panchina per Earls) che al 60’ firma la meta della speranza irlandese raccogliendo un perfetto calcio a seguire di O’Gara sulla destra del fronte di attacco dopo una bella progressione dell’estremo Jones nel cuore della difesa francese. O’Gara non sbaglia la conversione e si entra nell’ultimo quarto con i francesi avanti di 6.La reazione di Clermont è immediata, i bianchi si installano nei 22 di Munster ma la difesa irlandese non si sbilancia, conquista una rimessa laterale in difesa e allontana con Zebo. Parrà ci prova da posizione molto difficile al 68’ ma allarga tropo la traiettoria e Munster rimane sotto break. Brivido lungo la schiena dei francesi al 70’: calcio lungo di O’Gara e pressione su palla vagante nei pressi della bandierina di sinistra. Meta? No, il giudice di linea non ha dubbi e consiglia Owen di concedere mischia a Clermont. Il replay dice che ha ragione lui. Bravo! Ancora Marsigliese al 73’. Paura di perdere o orgoglio nazionale? Presa a due man idi Munster dentro i 22. Parte il drive ma la difesa di Clermont è spietata: recupero e calcio di liberazione di Parra. Ancora lancio irlandese, stavolta (79’) sulla linea dei 22. Rubata in secondo controllo!! Brock James calcia lontano, Munster contrattacca ma un passaggio (leggermente!) in avanti decreta mischia Clermont e fine della partita.Migliori in campo per Clermont: il flanker Bardy e l’apertura James; per Munster: O’Connell e O’Gara. Domani alle 16 a Twickenham: Saracens-ToloneGiorgio Sbrocco

25
aprile


Heineken Cup – Munster perde alcuni pezzi pregiati in vista della sfida a Clermont. By Giorgio Sbrocco

Dove non arriva la giustizia (terrena, in questo caso)...arriva la Sf... Graziato (scandalosamente) il “calciatore di teste” di Munster  Paul O'Connell e rifiutato l'ingresso in campo del neozelandese di Clermont Mike Delany dalla “giustizia degli uomini”, tocca al destino pareggiare i conti, sotto forma di una mezza epidemia di indisponibilità che colpisce la formazione irlandese alla vigilia della semifinale di HC con il XV di Verne Cotter. Nell'ordine, mancheranno all'appello dell'Armata Rossa di Limerick: l'AB Doug Howlett (spalla in disordine) e  Donncha O'Callaghan (ginocchio) di sicuro. Mentre è molto probabile che non possano giocare: Peter O'Mahony (piede) e Keith Earls (spalla). Giorgio Sbrocco

24
aprile


Heineken cup – Clermont protesta: Mike Delany fuori dalla Coppa per un cavillo. By Giorgio Sbrocco

Niente semifinale di HC per l'apertura  del Clermont Mike Delany. Il Board dell'Erc ha infatti rifiutato di considerare “eleggibile” il giocatore neozelandese che si è aggregato al club da due settimane con lo status di “ joker médical” e che ha già disputato le partite conto Tolone e Tolosa. Giocando davvero bene, oltretutto! Nel motivare il diniego l'Erc ha richiamato il regolamento che impone la data del 21 marzo come termine ultimo per l'inserimento nelle liste di nuovi giocatori. Termine che Clermont non è stato in grado di rispettare in quanto non ancora in possesso delle documentazione necessaria a formalizzare il tesseramento. Clermont ha protestato ritenendo che, nella fattispecie, si dovesse far riferimento alla norma che prevede la possibilità di inserire in lista un nuovo giocatore entro le ore 12 del martedì precedente la gara. Termine che Clermont ha, in effetti, rispettato. “Si tratta – fanno sapere fonti del club dell' Auvergne – di un evidente vuoto legislativo, che l'Erc (che ha sede a Dublino..., ndr) ha deciso di interpretare d'autorità a nostro sfavore”. E per finire un po' di sana (si fa per dire) demagogia al potere: “Mentre noi, per una questione di interpretazione, dovremo rinunciare a un giocatore, i nostri avversari di Munster potranno schierare Paul O'Connell (quello del pedatone in testa all'ala degli Ospreys, ndr)...”. Osservazione prima di qualsiasi logica (O'Connell non è stato punito) e completamente fuori tema. Ma quando si tratta di accendere il fuoco della polemica e di alimentarlo per impedire che si spenga, i francesi sono riconosciuti maestri! Toccherà a coach Verne Cotter sbrogliare l'intricata matassa, decidendo a chi affidare la maglia numero 10. Tante, ma non tutte immediatamente praticabili le opzioni: Brock James (fuori da tre settimane); David Skrela (infortunato da tempo) o Ludovic Radosavljevic che ha ben impressionato nel quarto di finale con Montpellier. Giorgio Sbrocco

17
aprile


Rabo Pro 12 – Joe Schmidt e Leo Cullen (Leinster) contro O’Connell. By Giorgio Sbrocco

Non promette niente di buono la decisione della commissione disciplinare del Pro 12 che ha decretato il “non doversi procedere” carico del capitano di Munster Paul O’Connell che nel corso del derby con Leinster ha mandato all’ospedale l’ala Dave Kearney con un poderoso calcione alla testa. Francia e francesi a parte, che si ritengono “penalizzati” dal fatto di aver permesso alla seconda linea irlandese di disputare la semifinale di Heineken con Clermont il prossimo 27 aprile, O’Connell ha trovato giudizi negativi anche in patria. Ha dichiarato Joe Schmidt, capo allenatore di Leinster: “In tutta la mia carriera di allenatore non mi era mai capitata una cosa talmente brutta. Non voglio passare per uno troppo facilmente impressionabile ma impressionarsi è un atto spontaneo davanti a certi accadimenti. Se non vengono perseguiti comportamenti come quello di O’Connell temo si verrà a creare una giurisprudenza che renderà accettabili comportamenti che nel nostro sport non dovrebbero essere ammessi”. Sulla stessa lunghezza d’onda il capitano di Leinster Leo Cullen: “Era impossibile arrivare su quel pallone senza colpire la testa di Kearney. Il nostro è uno sport di contatto, ma deve sempre esserci un limite che non va superato”. Questa la posizione del diretto interessato: “A fine partita non ho mai pensato che qualcuno potesse accusarmi di gioco scorretto e mandarmi a giudizio” ha dichiarato O’Connell. “Perché sapevo esattamente cosa era accaduto sul campo. E ho continuato a non essere preoccupato anche dopo aver vistole immagini. Grazie a Dio non sono stato punito. Sarebbe strato frustrante a questo punto della stagione”.  Giorgio Sbrocco

15
aprile


Heineken Cup – Il calcione di O'Connell sulla testa di Kearney? Negligenza!. By Giorgio Sbrocco

L'avevamo scritto domenica mattina, commentando la direzione di gara del signor Phillips al Liberty Stadium in occasione di Ospreys-Benetton: se sei irlandese...puoi stare tranquillo. Nulla di male ti potrà accadere. Se sei arbitro, pensavamo. Alla luce della nazionalità degli attuali vertici della categoria. E invece no! La regola vale anche per i giocatori! Prendete il capitano di Munster Paul O’Connell, che nel corso della partita di Pro 12 con il Leinster al Thomond park, al minuto 62, ha giocato a calcio con la testa di Dave Kearney, momentaneamente a terra dopo la ricezione di un pallone alto in due tempi. Per la cronaca (sportiva), Dave Kearney ha abbandonato il terreno di gioco in stato di incoscienza. Per quella nera (di cronaca): Paul O'Connell non sarà neanche citato davanti al giudice e potrà disputare la semifinale di HC contro Clermont il prossimo 27 aprile a Montpellier. Da appendere al muro in bella evidenza il dispositivo con cui la Commissione di disciplina (!), visionato il filmato dell'episodio, ha mandato assolto (con formula piena) il calciatore irlandese. “Si è trattato – ha scritto e controfirmato il giudice investito del caso – di un incidente causato da negligenza e non di un gesto intenzionale”. In Francia si sono incavoilati di brutto, anche perché il Paul O'Connell delle ultime uscite (Harlequins a Londra sporpattutto), averlo contro i campo o seduto in tribuna a scontare una squalifica...Giorgio Sbrocco

13
aprile


Rabo Pro 12 – Lascia Marcus Horan. Un pezzo di storia di Munster. By Giorgio Sbrocco

Marcus Horan (36 anni) ha annunciato il ritiro dal rugby professionistico a fine stagione. Con lui se ne va una parte importante della storia recente di Munster, di cui Horan ha indossato la maglia ininterrottamente per 14 stagioni, tanto da diventare l’avanti "most capped" della storica Provincia isolana con 224 presenze, che aggiunge alle 67 apparizioni nella Nazionale d’Irlanda. Il debutto (Interprovincial series ) risale all’agosto 1999, quello in Heineken cup avvenne qualche mese dopo al Thomond Park contro i gallesi di Pontypridd. Horan era in campo nella prima storica vittoria di Munster in Francia (Colomiers). Pilone sinistro di grande caratura internazionale, ha al suo attivo anche numerose apparizioni sul lato destro della prima linea. Al momento delle dichiarazioni di commiato Horan ha ritenuto di dover ringraziare (oltre alla sua famiglia, lo staff e i compagni di squadra): "Il meraviglioso pubblico di Munster, la cui splendida lealtà nel corso degli anni è stata parte importante dei nostri successi. Gente favolosa!". Giorgio Sbrocco

Rugby Ball