03
ottobre


Festa del Minirugby al campo Saini di Milano in memoria del Capu

 Appuntamento milanese da non perdere, la Festa del minirugby al Saini di Milano, domenica 13 ottobre, in onore di Massimiliano Capuzzoni. Preceduta , sabato 12, da un convegno organizzato dall’ASR Milano sui rapporti tra educazione e prestazione per i più giovani tra i praticanti. Una giornata di festa per il Minirugby. Domenica 13 ottobre, sul campo del Centro Saini, a Milano, 600 giovanissimi del rugby si ritroveranno per  dare vita al XIX Memorial Capuzzoni, manifestazione organizzata dall’Associazione Sportiva Rugby Milano per onorare la memoria di Massimiliano Capuzzoni, grande giocatore cresciuto nell’ASR Milano e scomparso nell’agosto 1996 a soli 26 anni, poco dopo il rientro dalla Coppa del Mondo disputata in Sudafrica con la maglia della Nazionale.Si tratta di un torneo a carattere nazionale per atleti tra i 5 e gli undici anni. Sono 12 i club iscritti, provenienti da cinque diverse regioni (Veneto, Emilia Romagna, Piemonte, Liguria e Lombardia). Le partite iniziano alle 9, i club meglio classificati di ogni categoria del Minirugby verranno premiati con il Trofeo Bagnoli, intitolato all’indimenticabile animatore scomparso dell’ASR.Il tutto preceduto, sabato 12 pomeriggio, dalle ore 17, sempre al Centro Saini da un mini-convegno sul tema, delicatissimo, dell’educazione relazionata alla prestazione nel rugby. Interventi brevi e interessanti per comporre, se possibile,  un quadro sull’importanza di una esperienza sportiva di squadra in una fascia di età che richiede agli educatori preparazione e attenzioni specifiche. Tra i relatori anche Don Gino Rigoldi che parlerà dell'esperienza rugby all'interno dell'Istituto di Pena Minorile Beccaria di Milano.Per informazioni: Matteo Mizzon 339.1249933 matteo.mizzon@asrugbymilano.it  - Associazione Sportiva Rugby Milano, via Valvassori Peroni, 47 – 20133 Milano. www.asrugbymilano.it  

22
settembre


Italia – Brunel a Milano. Masi infortunato. By Giorgio Sbrocco

È in corso a Milano l’incontro che il ct dell’Italia Jaques Brunel ha organizzato per pianificare con i giocatori gli impegni agonistici di novembre e del prossimo Sei Nazioni. A tenere banco e a preoccupare è l’infortunio al ginocchio patito da Andrea Masi venerdì al 12’ di Sale – Wasps (Festuccia in campo dal 47’). Dalla prognosi dell’incidente dipenderà il futuro della stagione in azzurro del forte giocatore abruzzese e, i buona misura, anche i destini della maglia n. 15 dell’Italia. Auguri Andrea!Giorgio Sbrocco

Italia – Al fianco della scuola di rugby di Parco Sempione. By Giorgio Sbrocco

Riceviamo e volentieri rilanciamo in rete l’appello del collega Duccio Fumero in favore della scuola di rugby nata a Milano e che, come tutte le iniziative di chi si occupa di palla ovale, ha assoluto bisogno di…sostegno. Scrive Fumero sul suo ottimo sito Rugby 1823:“A Milano non c'è terreno fertile per il rugby, dicono. Eppure, proprio nella Milano che fatica a rientrare nell'elite ovale italiana i piccoli miracoli ovali accadono. Quasi un anno fa raccontavo della nascita, tra follia e utopia, di una "scuola di rugby" in pieno centro. All'Arena civica, nel parco Sempione, nasceva - appunto - il Parco Sempione Rugby. Un anno dopo la follia è diventata realtà.I Dragoni, infatti, sono nati come una scommessa di un paio di ex giocatori - oggi genitori felici -, che immaginavano di creare un appuntamento fisso per i propri figli, per i loro amichetti e poco più. Si puntava a essere 30-40 bambini tra i 6 e i 10 anni, ci si è ritrovati con 130 iscritti tra i 5 e i 10 anni (oltre al gruppo del microrugby) e circa 700 bambini che in un intero anno sono stati coinvolti nel polmone verde di Milano. Entusiasmo, divertimento e la scoperta per molti bimbi - ma anche per i loro genitori (sorpresi ed entusiasti di questa esperienza anche per loro nuova) - che ogni venerdì e sabato si sono ritrovati all'interno dell'Arena Civica di Milano per giocare e allenarsi. Fino a questo fine settimana, quando i più piccoli Dragoni, l'under 6, si è presentata a Treviso per il Trofeo Topolino. Matricole tra le matricole, i Dragoni milanesi hanno sorpreso tutti, non perdendo neppure un incontro, battendo addirittura la blasonata Benetton Treviso, e chiudendo terzi solo per la differenza d'età.Un entusiasmo e una passione che dirigenti, amici, genitori e bambini vogliono continuare anche con la ripresa della scuola il prossimo settembre. Per farlo, però, serve che il Comune di Milano conceda nuovamente l'utilizzo dell'Arena ai piccoli Dragoni milanesi. Che aspettano, con ansia, una risposta del sindaco Pisapia e dell'assessore Bisconti. Per non buttare via una follia che si è dimostrata una realtà e che ha fatto vedere che il terreno meneghino è fertile”. Forza ragazzi e forza amici di Milano!Giorgio Sbrocco

Rugby Ball