12
ottobre


Eccellenza – Tre settimane a Mahoney (Rovigo) per il rosso nel derby con il Petrarca. Indulto per Montauriol. By Giorgio Sbrocco

È costata cara (non carissima) al Rovigo di Polla Roux l’espulsione del suo capitano Mahoney (placcaggio sull’uomo staccato da terra) nel corso del derby (perso) al Plebiscito contro il Petrarca. È di tre settimane la squalifica decretata dal giudice sportivo a carico del tallonatore neozelandese. Mahoney salterà quindi i primi due turni di Amlin con Perpignano e  Worcester, e non sarà in campo nel big match del 27 ottobre contro Prato nel campionato di Eccellenza. Grazie all'indulto federale è invece tornato a disposizione della squadra la seconda linea Montauriol.Giorgio Sbrocco

07
ottobre


Eccellenza – Il Petrarca vince il derby n. 149. Il Rovigo, troppo brutto per essere vero, perde anche Mahoney per squalifica. By Giorgio Sbrocco

Petrarca – Rovigo 33 - 9 (pt 13-6) Marcatori: 4’ cp Menniti, 7’ cp Basson, 10’ m. Innocenti tr.Menniti, 23’ cp Menniti, 34’, m 43’ cp Basson, 46’, 60’ cp Menniti, 63’ m. Innocenti tr.Menniti,  32’ m. Bellini tr. MennitiArbitro: Mancini (Rm)Gialli: 50’ Novak  (P), 60’ Mahoney (R) Rossi: Mahoney (80’) Quando si dice: male fino in fondo! Rovigo perde nettamente il derby con Padova n.149 allo stadio Plebiscito e, per almeno un paio di settimane, dovrà fare a meno del suo capitano neozelandese Mahoney. Colpevole, a tempo scaduto, di un fallo (placcaggio illegale) figlio solo della totale assenza di lucidità e di quantità industriali di frustrazione. Senza Gerber (sostituito da Ceglie), con Bacchetti in panchina e con Wilson in versione numero 9 più lento del mondo, Rovigo manca (Basson e Duca) quattro calci che avrebbero potuto dire qualcosa sull’esito finale della partita, perde 3-0 il parziale delle (propria) superiorità numerica (giallo al pilone Novak) e 0-14 quello della superiorità padovana (Mahoney al 60’). Poco altro da dire su un derby che ha detto della complessiva pochezza dei rossoblu e della discreta consistenza della mischia del Petrarca. Oltre che del piede fatato di Menniti. Cacio sui maccheroni, dopo due belle segnature di Lorenzo Innocenti (Man of the Match, nella foto di Elena Barbini il tutffo in mezzo ai pali della sua prima segnatura) anche quella del debuttante (18 anni) Mattia Bellini, che schiaccia vicino alla bandierina perfettamente servito sulla parte chiusa. In classifica generale Petrarca si porta a quota 13, a una lunghezza da Calvisano e a due dalla coppia di testa Prato-Viadana. Giorgio Sbrocco      

Rugby Ball