Rugby Seven - Gloucester campione. Pateciperà alla World cup a Twickenham. By Giorgio Sbrocco

Finale JP Morgan 7s Premiership 2013 Gloucester - Leicester  24 - 17   (pt 17- 0) Marcatori: mnt Reynolds (G), mnt Reynolds (G), mt McAtee (G); mt Davies (L), mnt Williams (L), mt  Codlin (G), mnt Pointer (L) E' di Gloucester il primo trofeo della stagione 2103/2014 della Premiership inglese. Nella finale del Recreation Ground di Bath decidono due mete di Reynolds e una di McAtee  nel primo tempo. Grazie a questo successo Gloucester conquista anche l'accesso alla prima edizione della World Cup Seven per club che si disputerà a Twickenham  il 17 e 18 agosto. Giorgio Sbrocco

Premiership - A Bath la finale del Seven è Leicester - Gloucester. By Giorgio Sbrocco

Leicester Tigers per la prima volta in finale nella serata conclusiva delle JP Morgan 7s Series giocata al Rec di Bath davanti a 7260 spettatori paganti. Per la formazione Seven del club campione d’Inghilterra: primo posto nel girone A conquistato con il doppio successo su Worcester e Harlequins, quest’ultimo frutto di una fantastica rimonta che ha portato le Tigri da 5-17 a 19-17 in una manciata di minuti. Nel girone B, decisiva la sfida fra Gloucester e Saracens, giunti al match conclusivo della fase di qualificazione con una vittoria a testa (su Newcastle). Ha vinto Gloucester di misura e ha conquistato la finale. Fase di qualificazioneGirone A - Worcester Warriors - Leicester Tigers 12 - 35Girone B - Gloucester Rugby - Newcastle Falcons 21 - 0Girone A - Leicester Tigers – Harlequins 19 - 17Girone B - Newcastle Falcons – Saracens 15 - 19Girone A - Worcester Warriors – Harlequins 14 - 29Girone B -  Gloucester Rugby - Saracens 17-14ClassificheGirone A: Leicester 9, Harlequins 6, Worcester 0Girone B: Gloucester 8, Saracens 5, Newcastle 1 Finale Leicester - Gloucester Giorgio Sbrocco

11
luglio


Aviva Premiership – Ben Toft, dai Leiceter Tiger al campionato romeno.By Giorgio Sbrocco

Anche questa è globalizzazione: sabato nell'11esimo turno della stagione regolare di Cec Bank League debutterà nella squadra del Farul di Costanza l’inglese Ben Toft, il primo giocatore con esperienze di Premiership a spostarsi nel campionato romeno. Toft (27 anni) che gioca sia estremo sia ala, ha vestito la maglia dei Leicester Tigers dal 2002 al 2006, per poi trasferirsi in Francia (ProD2) a Oyannax e quindi tornare in Inghilterra presso Coventry e Doncaster (Championship). Insieme con Toft sarà in campo anche l’australiano Nathan Joel che ha all’attivo una breve esperienza con i Reds in Super Rugby. Prima di loro l’unico straniero a disputare la Cec Bank League era il neozelandese Sosene Anesi, 32enne estremo samoano di origine ma con all’attivo una convocazione con gli AB (2005 in panchina contro Fiji) tesserato per il Timisoara. Sosene in carriera ha vestito la maglia di prestigiosi club di Super Rugby come i Waikato Chiefs e Waratahs.Giorgio Sbrocco

11
luglio


Avvia Premiership – Spostati i termini per l’appello delle Tigri. By Giorgio Sbrocco

Prolungati fino al 18 luglio i termini a difesa concessi al Leicester che sta preparando il ricorso avverso alla squalifica di nove gare inflitta al capo allenatore Richard Cockerill, colpevole do comportamento scorretto nel corso della finale contro Northampton. Il termine era stato originariamente fissato al 9 luglio. “Ci riteniamo insoddisfatti delle modalità con cui la federazione  è arrivata a pronunciare una così pesante sentenza” ha fatto sapere la dirigenza dei Tigers campioni d’Inghilterra.Giorgio Sbrocco

02
luglio


Aviva Premiership – Nove settimane di squalifica all'osceno Cocks. Giustizia è fatta. By Giorgio Sbrocco

Mano pesantissima e nessuna concessione nei confronti dell’allenatore della squadra campione d’Inghilterra. È costata nove partite di sospensione a Richard Cockerill, allenatore capo dei Leicester Tigers, la lunga serie di “esternazioni” pronunciate nel corso della finale di Twickenham con Northamptonm all’indirizzo del quarto uomo Stuart Terheege . Il suo linguaggio, in sentenza, è stato definito: “osceno, inappropriato e non professionale”. La sua condotta tale da “risultare pregiudiziale agli interessi del gioco e della Union”. La sospensione riguarda il periodo 7 settembre – 2 novembre. C’è anche ina multa di 500 pounds. Per la cronaca: Cokerill scese dalla tribuna da dove seguiva la partita, per protestare (nel modo fedelmente riportato dall’estensore del provvedimento) dopo che la sua apertura Toby Flodd era stata placcata molto duramente ma in ritardo dalla seconda di Northampton. Azione che venne replicata a distanza di pochi minuti e che causò l’uscita dal campo del n. 1° titolare. Della serie: una qualche ragion e per protestare il buon Cocks ce l’aveva anche. Ma come si dice: est modus in rebus! O no? È atteso ricorso.Giorgio Sbrocco

26
giugno


Aviva Premiership – Lunedì a Coventry il processo a Richard Cockerill. By Girogio Sbrocco

“Cockers is Cockers”, sentenziò al termine della sfida che assegnò il titolo di campione d’Inghilterra alle Tigri di Leicester il capo allenatore dello sconfitto Northampton Jim Mallinder, riferendosi all’episodio di contestazione verso la terna arbitrale che aveva visto protagonista il suo collega e avversario Richard Cockerill (del quale aveva bonariamente storpiato il cognome), nel corso del match. “Forse qualcuno può pensare che lui si comporti così per intimidire gli arbitri e ottenere dei vantaggi. Non ci credo. È che… Cockers is Cockers”. Appunto. Molto meno accondiscendenti nei confronti del vulcanico tecnico di Leicester si sono dimostrati i giudici investiti del caso. Lunedì a Coventry, Cockerill apparirà davanti alla commissione di disciplina per rispondere del suo comportamento sicuramente censurabile. È attesa una sentenza esemplare.Giorgio Sbrocco

Aviva Premiership – Cockerill a giudizio per… unprofessional language. By Giorgio Sbrocco

 Il capo allenatore dei Leicester Tigers freschi campioni d’Inghilterra (titolo n.10) Richard Cockerill è stato deferito alla commissione di disciplina della RFU per aver usato “obscene, inappropriate and/or unprofessional language and behaviour” nei confronti del quarto uomo Stuart Terheege nel corso della finale di campionato a Twickenham contro Northampton. A scatenare le ire del tecnico fu il placcaggio (in ritardo) della seconda linea dei Saints Louw ai danni dell’apertura Toby Flood (poi costretto a uscire). Data e luogo dell’udienza non sono ancora stati comunicati.Giorgio Sbrocco

Aviva Premiership – Manu Tuilagi: con Leicester ancora per molte stagioni. By Giorgio Sbrocco

Leicester Tigers e Manu Tuilagi si sono giurati (nero su bianco) oggi eterno...amore. Il 22 enne prodotto del vivaio, star indiscussa dell'Inghilterra e attualmente in preparazione con i B&I Lions al Tour in Australia (domani a Hong Kong con i Barbarians sarà in tribuna) ha raggiunto con il club un accordo per un contratto a lungo termine, del quale per il momento nono sono stati resi noti i contenuti (e probabilmente mai lo saranno) che legherà il centro di origini samoane al club fresco di titolo inglese. “Giocatore di classe internazionale” lo ha definito Richard Cockerill. “Uno che ha affrontato e vinto le sfide degli ultimi tre anni con la determinazione di un giocatore maturo”.Giorgio Sbrocco

26
maggio


Aviva Premiership - Anthony Allen (Tigers): “Le sconfitte ci sono state utili”. By Giorgio Sbrocco

È il 26enne centro dei Leicester Tigers - Anthony Allen - il Man of the match della finale di Premiership che le Tigri hanno vinto ieri contro Northampton a Twickenham (82mila sugli spalti). “Non è stato facile  conquistare questo decimo titolo, venivamo da due finali consecutive perse, una con i Saracens e l’altra con gli Harlequins”. Sulla partita di sabato: “Abbiamo giocato una partita fantastica, abbiamo rischiato di farcela sfuggire di mano ma siamo riusciti a riprenderla in tempo. L’esperienza delle precedenti sconfitte ci ha aiutato”. Sugli avversari sconfitti: “Hanno messo in campo tutto ciò di cui disponevano e anche in 14 (tutta la ripresa, ndr) non hanno mollato di un centimetro”.Giorgio Sbrocco

Aviva Premeirship – Leicester campione!

LEICESTER – NORTHAMPTON  37 – 17 (pt 16 – 5)Marcatori: 5’ cp Flood,  8’ m. Morris tr. Flood, 15’ mnt Myler, 33’, 40’ cp Ford, 43’ mnt Foden, 47’ mnt,  Kitchener, 55’ cp Ford, 57’ m. Dickinson tr. Myler, 65’ mnt Tuilagi, 74’ mnt Goneva, 80' cp Fordarbitro: W. BarnesRosso: 40’ Hartley (N)Leicester campione d’Inghilterra davanti agli 82mila di Twickenham al termine di una gara di altissimo livello tecnico in parte segnata dal rosso al tallonatore Hartley sul finire dei primi 40’.Uniche pecche di giornata: Louw placca in ritardo Flood al 20’ e meriterebbe il giallo. Barnes ignora l’ evidente illegalità. Idem un paio di minuti dopo. Missione compiuta: non è rugby ma, evidentemente, il professionismo anche questo ci ha portato. Flood esce e al suo posto entra il baby Ford (20 anni). Verso la fine del primo tempo Foden segna una meta che l’arbitro non vede e  il TMO non concede ma che molto probabilmente c’era. E poi il rosso, che in una finale testimonia meglio di mille analisi dell’inadeguatezza del giocatore punito e che non poteva non pesare sugli equilibri della gara.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball