21
dicembre


Aviva Premiership – Flood lascerà Leicester. Per dove? By Giorgio Sbrocco

“Mi ha chiamato giovedì e mi ha preannunciato che l’anno prossimo non giocherà più con noi”. Così oggi Richard Cockerill tecnico di Leicester ha chiarito definitivamente la questione del futuro dell’apertura Toby Flood. Non ha però precisato quale sarà la nuova destinazione del n.10 inglese. Lui stesso, nella telefonata citata, pare abbia detto di non avere ancora le idee chiare in proposito. Sarà Tolosa come in molti sostengono? Giorgio Sbrocco

20
dicembre


Super Rugby – Torna SBW, parte Toby Flood e Fenner lascia Viadana. By Giorgio Sbrocco

Tre notizie di mercato che delineano tre scenari fra loro simili ma profondamente diversi.  La prima arriva dalla Nuova Zelanda, terra di campioni e inesauribile “fabbrica” di talenti, la cui federazione ha ufficializzato il ritorno al Rugby XV di Sonny Bill Willams (attualmente in Australia) a datare dalla stagione 2015 di Super Rugby. SBW (ri)vestirà la maglia dei Chiefs e resterà a disposizione degli AB fino al 2017. Come dire: faci vincere Mondiale e Olimpiadi e poi fa un po’quel che vuoi. Di giocatori come SBW ne nascono pochi in un secolo. Fare di tutto per tenerlo è un atto in qualche maniera dovuto e sensato. Anche da parte di una Union espressione di un movimento ricco per numero e qualità di praticanti. La seconda è un’indiscrezione raccolta rilanciata da RMC. Si dice che Toby Flood (in scadenza di contratto e poco propenso, pare, a rinnovare con il club inglese) lascerà Leicester l’anno prossimo per andare a Tolosa. Non dovesse essere lui, il n.10 di Tolosa sarà uno a scelta fra Freddie Burns (Gloucester) e Rhys Priestland (Scarlets). La terza arriva da Viadana: Tony Fenner (piede d’oro e estremo di buona qualità del XV di Rowland Phillips) ha firmato un contratto di un mese con l’Edinburgo del sudafricano Alan Solomons in Pro 12. Andrà (è già partito) in Scozia per coprire il buco di organico che si è venuto a creare dopo gli infortuni di Harry Leonard, Piers Francis e Gregor Hunter. Forse prolungherà. E forse Viadana dovrà fare a meno di uno dei suoi uomini più rappresentativi e validi nella volata play off. Capita, quando è una precisa clausola del contratto a prevederlo. Giorgio Sbrocco

08
ottobre


Aviva Premiership – Pablo Matera dal Four Nations alle Tigri di Leicester. By Giorgio Sbrocco

È stata (per alcuni) la rivelazione del recente Championship. Per altri, che giù lo conoscevano, si è invece trattato di una scontata conferma. Pablo Matera, Pumas argentino di soli 20 anni è avviato sulla strada di una carriera internazionale di primissimo piano. Possiede doti abbondanti di talento per riuscirci. Ne sono convinti i dirigenti di Leicester che, dovendo sopperire all’assenza di Tom Croft (ginocchio andato, un anno fuori) hanno pensato a lui per non togliere una stila di qualità al gioco del loro pacchetto e all’efficienza della loro squadra campione d’Inghilterra. Scommettiamo che Matera a Leicester ci invecchierà? A meno che dalla Francia non arrivi un bastimento (stra)carico  di dobloni? Magarti da Tolone?Giorgio Sbrocco

02
ottobre


ERC – Cokerill minaccia e le spara grosse. “Inghilterra ai Mondiali senza giocatori”. By Giorgio Sbrocco

Richard Cockerill, tecnico dei campioni di Leicester, uno che quando apre bocca…avrebbe bisogno di un dispositivo che gliela chiudesse subito, non ha resistito e ha detto la sua sulla questione che vede schierati su fronti opposti club e Unions (con Erc) in tema di nuova organizzazione delle Coppe europee. Uomo abituato a esprimersi senza uso di metafore o giri di parole (vedasi l’intervento nel corso della finale di campionato di maggio che gli costò una super squalifica per linguaggio osceno), Cockerill ha (mafiosamente, diremmo noi mediterranei) avvertito la federazione: “Provate ad andare alla Rugby World Cup 2015 (che si disputerà in UK, ndr)  senza giocatori, funzionerebbe bene, no?". Con ciò volendo intendere che: o la nuova Champions Rugby cup si fa come vogliono i club inglesi e francesi, o i datori di lavoro dei giocatori negheranno il permesso ai loro dipendenti di rispondere alla chiamata della Nazionale”. Una str…che non sta né in cielo né in terra. Ma nella testa del sig. Richard Cockerill evidentemente: sì. Dio salvi la regina.Giorgio Sbrocco

24
settembre


Aviva Premiership – Strappato Manu Tuilagi (Leicester). Niente HC e Test di novembre. By Giorgio Sbrocco

Strappo dei pettorali per il centro Manu Tuilagi e prima brutta tegola sul ct dell’Inghilterra Stuart Lancaster che dovrà farne a meno in occasione dei test di novembre (NZ, Aus, Arg). Problemi anche per i campioni in carica di Leicester che dovranno rinunciare al giocatore in campionato e in Coppa.Giorgio Sbrocco

15
settembre


Aviva Premiership – Bath cent’anni dopo. Coach Burke: “Rimonta mancata”. By Giorgio Sbrocco

Festa grande al Recreation Ground (12mila spettatori) di Bath per la vittoria del XV di casa contro i campioni in carica di Leicester nel match del centenario (sett. 1913 la prima sfida fra i due club. Vinta da Leicester 19-5). Così il 20enne mediano di apertura George Ford autore di 17 punti, ex di gironata: “Non sono stato io a giocare contro Leicester, la sfida era Bath contro Leicester. Io avevo solo una gran voglia di giocare e per fortuna sono arrivato a questa partita con quattro-cinque partite in fila nelle gambe, compreso il pre campionato. Cercherò di impegnarmi al massimo in allenamento, di lavorare duramente e vedremo dove tutto ciò di porterà. È stata una partita impegnativa, nella ripresa abbiamo perso un po’ di intensità e Leicester si è fatto sotto. Ce l’aspettavamo, ma abbiamo sbagliato l’approccio all’inizio del secondo tempo. La loro condizione fisica è davvero invidiabile riescono a martellare e a tenere alto il ritmo fino all’ultimo minuto di gioco”. Gli risponde indirettamente Paul Burke, tecnico delle Tigri sconfitte: “Chiuso il primo tempo 3-21 ci siamo condannati a dover scalare una montagna. Ma siamo riusciti a reagire, a mettere in ordine un paio di cose e a tornare in partita. Sono orgoglioso di come i ragazzi hanno giocato i secondi 40’. Abbiamo creato molte azioni pericolose e messo in crisi Bath al largo. Eravamo venuti a Bath per giocare e segnare. Abbiamo realizzato 3 mete, i nostri avversari: due. Sul 20-24 avevamo la partita in pugno. Bath si limitava a calciare palloni lunghi, ero convinto che ce l’avremmo fatta a rimontare”.Giorgio Sbrocco

11
settembre


Aviva Premeirship – Fuori alla prima giornata. Per la Tigre Tom Croft la stagione è già finita? By Giorgio Sbrocco

La fortuna è cieca ma la sf… ci vede benissimo. Scontata battutaccia? Per informazioni: chiedere a Tom Croft, colonna dell’Inghilterra (38 caps), dei B&I Lions (5) e delle Tigri di Leicester campioni in carica dalla stagione 2005. Dopo aver perso quasi un’intera stagione per problemi al collo (rientro in campo giusto in tempo per il Tour in Australia dei B&I), la forte terza linea nativa di Basingstoke (Hampshire) è ora costretta a dichiarare forfait per un brutto infortunio ai legamenti del ginocchio. Per lui, quasi sicuramente: stagione finita. Per Leicester un (grosso) problema da risolvere.Giorgio Sbrocco

09
settembre


Aviva Premiership - Tigri vincenti ma la difesa…By Giorgio Sbrocco

Partenza sparata per le Tigri di Leicester che nel match di apertura della stagione hanno conquistato vittoria e bonus contro Worcester (32-15) al Welford road. Opposti alla formazione del nuovo tecnico Dean Ryan hanno messo una seria ipoteca sul risultato finale andando in meta con Thompstone e Mele nel primo tempo. Ma a preoccupare Paul Burke, allenatore della difesa, sono le due marcature subite nella ripresa a opera di Chris Jones e Josh Matavesi che hanno consentito agli avversari prima della meta decisiva di Goneva. “C’è molto di cui discutere in settimana” osserva Burke. “Anche perché sabato giocheremo in trasferta a Bath, e sarà un match davvero difficile”. Ma qualcosa di positivo c’è: “Il bonus conquistato allo scadere è un segnale certamente positivo. Dimostra che la squadra ha lottato per raggiungere l’obiettivo fino all’ultimo minuto”. Resta il fatto che “Nel terzo quarto abbiamo concesso troppo a Worcestert. Segno di un’attenzione limitata e di un’efficacia difensiva non sufficiente. Ci dovremo lavorare sopra seriamente in settimana. Altrimenti a Bath rischiamo seriamente di perdere”.Giorgio Sbrocco

08
settembre


Aviva Premiership – Leicester vittorioso con bonus. In testa con Northampton e Saracens. By Giorgio Sbrocco

Comincia con una vittoria secondo pronostico la stagione di Premiership dei campioni di Leicester. Opposti a Worcester sul campo amico di Welford road, le Tigri hanno chiuso il primo tempo avanti 18-3 grazie alle mete dell’ala Thompstone e del mediano di mischia francese (ex Perpignano) David Mele. Per gli ospiti solo un calcio dell’apertura argentina Mieres. Nella ripresa, in superiorità numerica per il giallo alla seconda linea di Worcester -  Williams -  le Tigri marcano la terza meta con il n. 8 Jordan Crane. La reazione di Worcester produce (56’) la meta della seconda linea Chris Jones e una del centro figiano Matavesi (65’) che fissano il punteggio sul 25-15. La situazione cambia al minuto 80, quando l’ala Goneva firma la meta del bonus. In classifica generale Leicester affianca in vetta Northampton e Saracens.Premiership – I giornataLeicester – Worcester 32 – 15 (pt. 18-3)Classifica: Northampton, Saracens, Leicester 5, Bath, Sale, Harlequins 4,  Wasps, Gloucester 1,  Worcester, Newcastle, L. Irish, Exeter 0Giorgio Sbrocco

19
agosto


Aviva Premiership – Toby Flood è il nuovo capitano di Leicester. By Giorgio Sbrocco

 Toby Flood, 28enne mediano di apertura inglese di Frimley (Sussex) è stato nominato capitano di Leicester campioni in carica in sostituzione del dublinese Geordan Murphy (35). L’interessato, alla sesta stagione con la maglia dei Tigers ha definito la nomina: un onore e un privilegio. “Toby è un giocatore molto esperto e di alato livello, come testimoniano i suoi 57 caps con la Nazionale inglese” ha dichiarato l’allenatore Richard Cockerill. “Un elemento maturo che esercita un’influenza molto positiva sulla squadra sia in campo sia fuori”.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball