25
maggio


Italian League Eccellenza – Petillo, Frati e il tempo di tacere. By Giorgio Sbrocco

Così Luca Petillo, terza linea dei Cavalieri Prato oggi in finale al Chersoni per lo scudetto n. 83 del rugby italiano all’indomani della notizia della sua esclusione dalla formazione che scenderà in campo contro Mogliano, su Filippo Frati e Andrea De Rossi suoi allenatori: “…due persone che valgono zero! Due persone piccole cosi! Irrispettose, che meritano lo schifo che tutti gli dicono alle spalle! Due  persone senza il coraggio di guardarmi negli occhi mentre mi dicono ciò (l’esclusione, ndr)! Vergogna! C’è solo rabbia nel mio cuore".Così le ultime righe della replica di Filippo Frati: “…con quelli come te, che cercano la compassione degli altri su Facebook anziché comportarsi da uomini, ci si deve comportare di conseguenza. Rileggi quello che hai scritto e vergognati!". Ecclesiaste 3.7: …tempus scidendi et tempus consuendi, tempus tacendi et tempus loquendi. Tacendi, tacendi. Tacendi tutta la vita! Giorgio Sbrocco

Rugby Ball