12
giugno


Top14 – Non c’è storia nella classifica dei n. 10. A mani basse vince Wilko. By Giorgio Sbrocco

Due francesi nei primi cinque posti della speciale classifica che Midol ha stilato prendendo in considerazione le stagioni dei numeri 10 delle squadra del Top 14. Una “gara” che, di fatto, ha messo in pali o(solo) i posti dal secondo in giù. Non dovendosi discutere sul nome di Jonny Wilkinson come il migliore dei mediani di apertura che giocano in Francia. Al secondo posto Camille Lopez del Bordeaux (non benissimo sabato all’Eden Parck contro gli AB) e al terzo Remi Tales dei neo campioni di Castres, eroe della finale di Parigi. Al quarto il neozelandese McAlister (Tolosa) e al quinto (nonostante la pessima opinione che ha di lui coach Vern Cotter) il cervello di Clermont: l’australiano Brock James.TOP 14 – 2013/2014Mediani di apertura1. Jonny Wilkinson (Tolone)2. Camille Lopez (Bordeaux)3. Remi Tales (Castres)4. Luke McAlister (Tolosa)5. Brock James (Clermont)Giorgio Sbrocco

07
giugno


B&I Lions – Jonny Wilkinson a casa per problemi all’inguine. By Giorgio Sbrocco

Svelato il “mistero” della mancata convocazione con i B&I Lions di Jonny Wilkinson. Niente a che vedere con le (errate) valutazioni del capo spedizione Warren Gatland. Semplicemente: questioni di salute. Jonny Wilkinson ha infatti subito un’operazione chirurgica all’inguine per risolvere un problema che gli impediva di continuare la preparazione. Questione di qualche settimana. Ma. Come ha dichiarato il grande (e stoico, dal momento che ha chiuso alla grande la stagione nonostante le precarie condizioni fisiche) Wilkinson: “Se anche adesso Gatland mi chiamasse per andare in Australia, le possibilità di accettare l’invito sarebbero davvero remote”. Giorgio Sbrocco

19
maggio


Heineken Cup – Jonny Wilkinson è il giocatore europeo dell’anno. By Giorgio Sbrocco

Il nostro voto è andato al centro del Clermont e della Nazionale Wesley Fofana. Ma dopo la semifinale e la finale di HC ha vinto meritatamente Jonny Wilkinson (Tolone). È lui l’ ERC Player of the Year 2013. E lo è con pieno merito. Dietro a lui: Julien Bonnaire, Wesley Fofana, Jamie Heaslip e Sitiveni Sivivatu.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball