16
giugno


Italia - La Romania (ri)vince la Nations Cup. Sconfitta l'Italia in finale. By Giorgio Sbrocco

Ancora un successo della Romania nella Nations Cup che si è disputata a Bucarest. Nel match decisivo i romeni si sono imposti sugli Azzurri di Andrea Sgorlon con il punteggio di 26-13. Di rugby di qualità se n'è visto poco, ma l'Italia nel corso del secondo tempo ha solo difeso, sbagliato due piazzati e regalato (giallo Van Vuren) gli ultimi 10' di superiorità numerica. La meta dei romeni è arrivata al 78' sugli sviluppi di un buon drive avanzante dentro i 22 italiani IRB Nations Cup 2013Romania - Italia Emergenti 26 - 13 (pt 13-13)Giorgio Sbrocco

15
giugno


Italia – L'amarezza di Brunel dopo la sconfitta: “Battuti sui punti d’incontro”. By Giorgio Sbrocco

Scelgono la linea della franchezza e dell’ammissione degli (enormi) limiti della loro squadra il ct Brunel e il capitano Parisse dopo la batosta di Nelspruit contro Samoa. “Possiamo dire che siamo a fine stagione, che contro Samoa non abbiamo giocato spesso, che eravamo stanchi. Sarebbero scuse. La verità è che Samoa oggi è stata migliore di noi e lo ha dimostrato sul campo. Siamo frustrati e delusi, soprattutto perché sappiamo molto bene di poterci esprimere ad un livello superiore a quello mostrato oggi. Abbiamo perso, dobbiamo accettarlo e riconoscere che Samoa è una grande squadra, avere l’umiltà per dire che hanno giocato meglio. Sono settimi nel ranking, abbiamo grande rispetto per loro, ma noi avremmo potuto fare meglio di quanto fatto” la dichiarazione di Parisse in conferenza stampa.Ammette il ct: “Sapevamo benissimo cosa dovevamo evitare. Sapevamo che i punti d’incontro sarebbero stati fondamentali, e proprio nei breakdown siamo stati carenti. Lì, più che in ogni altra fase di gioco, abbiamo perso la nostra sfida e la partita. Non ho molto da aggiungere all’analisi di Sergio se non che nel primo tempo siamo stati, più o meno, a livello dei nostri avversari. Ma anche nei primi quaranta minuti abbiamo sbagliato molto, eravamo in difficoltà, al limite. Abbiamo giocato al di sotto delle nostre possibilità, concesso mete da palloni di recupero, nel secondo tempo abbiamo pagato anche su piano fisico ma credo sia normale, avevamo perso il controllo del match, è stata una conseguenza e non una causa. Stiamo giocando sicuramente peggio che nel Sei Nazioni sotto ogni punto di vista". E ancora: “Siamo consapevoli di cosa e dove abbiamo sbagliato e adesso abbiamo una settimana per lavorare ed apportare correttivi a tutte quelle situazioni di gioco che non hanno funzionato”.A Nelspruit si è intanto concluso il primo tempo di Sud Africa – Scozia. Scozia in vantaggio 10-6.Giorgio Sbrocco

15
giugno


Italia – La dura lezione di Samoa: il rugby comincia e finisce al breakdown! By Giorgio Sbrocco

Samoa – Italia 39 – 10 ( pt 10 – 3)Marcatori: 21’ m. Williams tr. stesso, 27’ cp Orquera, 31' cp Williams, 42’ mnt Leiua, 50’ cp Williams, 52’ m. Leota tr. Williams, 64’ m. Tuifu’a tr. Williams, 70’ mT Italia tr. Di Bernardo, 74’ m. So’oialo tr. AnufeGialli: 70’ Leiua (S) IL FILM DELLA PARTITASA – ITA 10 – 340’ Di Bernardo al posto di OrqueraSA – ITA 15 – 342’ grande accelerazione di Samoa e entra nela metà campo italiana, allarga a destra e con Pisi mette un grubber incrociato dietro a Orquera. Arriva il velocissimo Leiua che sprinta, brucia Iannone all’interno e firma la seconda meta.47’ Parisse in sostegno trova il varco dalla chiusa dentro i 22 di Samoa. Sprinta (si fa per dire) e…calcia a seguire. Samoa al volo e mark che allontana la minacciaSA – ITA 18 – 350’ fuori gioco Italia su lunga sequenza di Samoa. Williams piazza da 46 metri centrale. Centrra i pali ed è + 15 SamoaSA – ITA 25 – 353’ Tracollo Italia: perdiamo palla al contatto (Iannone), Pisi recupera dentro ai propri 22 e attacca. Palla a Leota che trova un’autostrada da percorrere in serenità fin sotto i pali. SA – ITA 32 – 364’ Samoa insiste dentro i15 metri di sinistra. Azzurri in affanno. Buca Treviranus perfettamente sostenuto, Parisse alla disperata sul tallonatore Avei che però serve l’accorrente Tuifu’a. Meta (accordata dal TMO) trasformata che vale il bonus.SA – ITA 32 – 1070’ Sono 14 le fasi dell’Italia nei 5 metri samoani. Giallo a Leiua e Parrise domanda la mischia a cinque. Spinta e illegalità volontaria di Samoa. Meta tecnica accordata all’ItaliaSA – ITA 39 – 1074’ Volata di So’oialo, lanciato da Va’aulu che schiaccia vicino ai pali. Meta in inferiorità numerica di Samoa. Ancora su palla di recupero. 78’ Italia brutalizzata in mischia ordinata! Introduzione rubata Nota tecnica1. Migliori in campo: il n. 8 Taiasina Tuifu'a e il tallonatore Ole Avei2. 13 palloni persi sul breakdown dicono che Samoa sui punti d’incontro la guerra l’ha fatta e l’ha vinta3. Le statistiche dicono che il possesso è stato 50-50. Ma loro hanno segnato 30 punti (arrotondati) più di noi. Solo questione di qualità4. Parisse impalpabile e molto (molto) carente in difesa5. Samoa è al 7. Posto nel Ranking, è arrivata due volte ai quarti ai Mondiali, nel recente passato ha battuto Galles e Scozia. Oggi l’Italia. Superiorità evidente e incontestabile6. Con la (sola) superiorità in mischia ordinata non si vincono le partite7. Da quel che si è visto Manici è uno che promette (molto) bene8. È stato il match di addio alla Nazionale di: Canale, Garcia, Mauro Bergamasco, Bortolami e Masi? Giorgio Sbrocco

15
giugno


Italia – A Nelspruit Samoa al riposo in vantaggio. By Giorgio Sbrocco

Samoa – Italia 10 - 3Marcatori: 21’ m. Williams tr. stesso, 27’ cp Orquera  Italia in maglia bianca, sulle gradinate dello stadio di Nelspruit (primo test match nell’impianto dove l’Italia di Lippi pareggiò con la Nuova Zelanda ai Mondiali di calcio) qualche migliaio di spettatori.IL FILM DELLA PARTITA11’ secondo calcio a favore dell’Italia in mischia ordinata. De Marchi domina Census Johnsona sinistra14’ quarto pallone recuperato da Samoa nella zona di collisione. Azzurri in ritardo di sostegno e incapèaci di rimanere in piede a contatto17’ fallo del tallonatore Avei su De Marchi a terra, Orquera piazza da sinistra ma spara fuori sul primo palo20’ Inannone placca il pilone Taulafu e recupera! SA – ITA 7 - 021’ Il calcio di liberazione viene preso da Tuilagi che contrattacca e innesca Pisi, palla a Williams che brucia Parisse in velocità e deposita vicino ai pali. Dentro la trasformazione di Pisi25’ Fuori Ghiraldini, debutto Azzurro di ManiciSA – ITA 7 - 327’ calcio contro Samoa (Avei non rotola via dopo il placcaggio). Orquera ci prova da 33 metri sulla sinistra dei pali e non sbagliaSA – ITA 10 - 330’ fuori gioco di De Marchi dopo che un brutto calci odi liberazione di Masi aveva innescato un contrattacco dei Samoani. Williams chiede i pali e allungaSA – ITA 10 - 333’ fuori gioco di Johnson e calci oche Garcia prova a piazzare da 55 metri (posizione centrale). Corto anche se di pocoSA – ITA 10 - 337’ 9 pick and drive samoani dentro I 22 costringono Parisse (?) al fallo a terra. Williams piazza da 30 metri (linea dei 15) a destra dei pali, Fuori!SA – ITA 10 - 3 40’ Canale da fucilazione sul posto!! Interviene al piede su passaggio sbagliato al largo di Samoa. Rincorre la palla: non la raccoglie, non la controlla e, da terra, se la fa portare via da Lam in versione Superman.Nota tecnica1. Parisse votato (solo) alla distribuzione di palloni al largo pare un lusso che non ci possiamo permettere2. Sette (7!) palloni persi nella guerra del breakdown sono troppi3. Masi estremo che quando usa il piede mette in difficoltà la squadra non è una bella cosa4. Se l’Italia cala ulteriormente in zona di collisione è notte fonda5. Non si possono mancare occasioni come quella mancata da Canale al 40’ Giorgio Sbrocco  

15
giugno


Italia – Domani sera con la Romania a Bucarest la finale della Nations Cup. By Giorgio Sbrocco

Italia con Ragusi estremo (per Benettin che passa centro) e il “trevigiano” Ambrosini apertura nel match che assegnerà la vittoria nell’IRB Nations cup 2013 he gli Azzurri di capitan Pratichetti disputeranno domani a Bucarest contro l’imbattuta Romania. Si gioca a Bucarest alle 20 ora italiana . Il match è disponibile in streaming sul sito dell’IRBITALIA EMERGENTI15 Simone RAGUSI (Estra I Cavalieri Prato)14 Alessandro CASTAGNOLI (Rugby Reggio)13 Alberto BENETTIN  (Zebre Rugby)*12 Andrea PRATICHETTI (Benetton Treviso, 1 cap)*11 Alex MORSELLINO (Petrarca Padova)*10 James AMBROSINI (Benetton Treviso)9 Giorgio BRONZINI (Rugby Viadana)8 Gabriele CICCHINELLI (Cammi Calvisano)*7 Filippo FERRARINI (Zebre Rugby)*6 Emiliano CAFFINI (Zebre Rugby)*5 Marco FUSER (Benetton Treviso, 1 cap)*4 Michael VAN VUREN (Zebre Rugby)3 Dario CHISTOLINI (Gloucester Rugby)2 Tommaso D’APICE (Gloucester Rugby, 10 caps)*1 Andrea DE MARCHI (Zebre Rugby) – capitanoIn panchina16 Ornel GEGA (Petrarca Padova)17 Andrea LOVOTTI (Cammi Calvisano)*18 Pietro CECCARELLI (Stade Rochelais)19 Edoardo RUFFOLO (Estra I Cavalieri Prato)*20 Saverio COLABIANCHI (Mantovani Lazio)21 Guglielmo PALAZZANI (Cammi Calvisano)22 Ross MCCANN (Estra I Cavalieri Prato) *Accademia Fir Giorgio Sbrocco

14
giugno


Italia – A Roma e a Marbella l’Italia del Seven in campo nel week end. By Giorgio Sbrocco

Week end nel segno del Rugby Seven per le rappresentative italiane maschile e femminile impegnate rispettivamente a Roma e a Marbella Selezione Italiana 7s maschile – Roma Sevens - venerdì 14 e sabato 15 giugnoLa Selezione Italiana 7s maschile è impegnata da stamattina e sino a domani sera nel torneo internazionale “Roma Seven” che si disputa presso il Campo dell’Unione di Roma. Le fasi finali della manifestazione saranno trasmesse in diretta da Rai Sport 2 dalle 22 di domani sino alla Finalissima, con conclusione prevista intorno all’una di mattina. In attesa della diretta tv, il live-tweeting della manifestazione è disponibile sull’account twitter del torneo, twitter.com/romasevens________________________________________Nazionale Italiana 7s femminile – Grand Prix FIRA  - sabato 15 e domenica 16 giugnoSettime nella prima tappa del Grand Prix FIRA di specialità, due settimane fa a Brive, le Azzurre del rugby a sette provano a migliorarsi sotto il sole di Marbella, in Spagna, dove tra sabato e domani va in onda il secondo torneo del circuito europeo.Nella fase a gironi, tra sabato e domenica mattina, la squadra di Andrea Di Giandomenico affronta Russia, Spagna, Olanda, Galles ed Ucraina.Tutto il torneo può essere seguito in diretta streaming su Grand Prix FIRA di Marbella – diretta streamingGiorgio Sbrocco

14
giugno


Italia – Parisse su Samoa: "Colpirli nei loro punti deboli”. By Giorgio Sbrocco

Sergio Parisse sul match che attende gli Azzurri domani a Nelspruit: “Quando si pensa a Samoa si tende a parlare molto della fisicità degli isolani. E’ sicuramente una loro peculiarità ma come ha detto ieri Jacques Brunel i nostri avversari sono oggi molto più organizzati degli anni scorsi, sono cresciuti in mischia, le prime linee giocano ad alto livello in Europa ed anche in rimessa laterale hanno fatto progressi. Sintetizzando, oggi Samoa sa giocare in modo molto più ordinato”.Ancora sulla sconfitta di Durban: “Non siamo soddisfatti della nostra prova contro Sudafrica. E’ vero che nei primi venticinque minuti del secondo tempo abbiamo mostrato un buon gioco, ma abbiamo subito 40 punti e non possiamo certo considerare positiva questa prestazione. Quella di domani sarà una gara chiave per il nostro tour: contro la Scozia, Samoa ha dimostrato di essere un avversario pericoloso. E’ una squadra pericolosa, che rispettiamo profondamente, contro cui sarà difficile giocare. Per noi però è imperativo vincere, al di là del piazzamento finale in questo torneo, per andare con grande fiducia verso l’ultima giornata”.Sui contenuti previsti della partita: “La volontà, l’obiettivo è quello di esprimerci da subito come nella ripresa contro il Sudafrica. Sarà decisivo il possesso, palla in mano abbiamo dimostrato di poter impensierire ogni avversario ed in più avere la palla, domani, significherà non esporsi al loro attacco, molto pericoloso. Dovremo iniziare subito molto bene, diversamente da quanto fatto a Durban, prendere da subito il controllo del match, non rischiare nel nostro campo ed occupare il loro terreno. Il gioco al piede come detto non è la loro dote principale, dovremo colpirli nei loro punti deboli”. Classifica Castle Lager Series: Sudafrica 5 punti; Samoa 4; Scozia e Italia 0Giorgio Sbrocco

13
giugno


Italia – Brunel in attesa di Samoa: “Loro fortissimi, ma fisicamente non li temiamo”. By Giorgio Sbrocco

Conferenza stampa di Jaques Brunel al Protea Hotel di Nelspruit subito dopo che la comitiva azzurra ha raggiunto la città del Transvaal proveniente da Durban. Sulla partita di sabato: “Mi aspetto una partita dura, contro un avversario di grande qualità. Samoa può contare su una generazione di grandi giocatori, nell’ultimo anno ha centrato risultati importanti battendo il Galles a Cardiff ed andando vicina a superare i francesi in casa loro: sono imprese difficili per chiunque, danno il metro del loro valore così come la loro vittoria di sabato scorso contro la Scozia, la prima di sempre” Sugli avversari: “Samoa è una squadra consistente, ben organizzata, con grandi qualità fisiche ed individualità che possono fare la differenza: sono tutti gli elementi di una grande formazione”.Sul 10-44 di sabato scorso a Durban con il SA: “È  successo qualcosa che avevamo già visto nel primo tempo di Firenze contro l’Australia e in una certa misura nel Sei Nazioni contro l’Inghilterra, anche se in quel caso bisogna dire che erano stati maggiori i meriti degli inglesi nel dominare i primi quaranta minuti. Ma è vero che a volte fatichiamo ancora ad entrare in partita nel migliore dei modi”.Timore dell’aggressività dei samoani? “E’ vero che Samoa è una squadra molto fisica, ma non sono preoccupato per come potremo reggere il confronto in questo senso. E’ vero che la Scozia è uscita da Durban con tanti infortuni ma non li imputerei al modo di giocare dei samoani, quanto piuttosto a normali infortuni di gioco”  .Sulla formazione dell’Italia: “I sette cambi non devono sorprendere: abbiamo convocati trentadue giocatori per questo tour, è importante vederli tutti e penso che la squadra per sabato rappresenti un buon mix di esperienza con due centri come Canale e Garcia e Mauro Bergamasco ed alcuni giovani come Iannone dal primo minuto o Manici in panchina per dare freschezza”.Su Castrogiovanni che (forse) giocherà contro il suo futuro cognato: “Ha avuto un ottimo impatto quando è entrato nella ripresa contro il Sudafrica, ma sono anche molto contento della performance di Cittadini nel primo tempo ed anche nel 6 Nazioni contro l’Irlanda. Castro è la nostra prima scelta per la maglia numero tre e sicuramente uno dei migliori destri al mondo, ma lui e Lorenzo sono molto vicini nella nostra classifica interna. Di Bernardo in panchina? E’ ancora presto per dare giudizi, per capire le sue qualità a questo livello: credo che abbia bisogno di una stagione intera per adattarsi alla scena internazionale”.Giorgio Sbrocco 

12
giugno


Italia – Nubifragio a Bucarest: partita sospesa con gli Azzuri in vantaggio. By Giorgio Sbrocco

Italia Emergenti – Russia 22 - 12 (pt 16 – 12)Nel primo tempo: Italia superiore in mischia chiusa e in rimessa laterale,  Russia fisicamente dominante nella zona di collisione anche perché gli Azzurri non riescono a giocare mai in piedi. Lo score vive del duello fra i due calciatori e vede la Russia avanti 12 – 9 (giallo a Pratichetti per fallo a terra al 35’) grazie alla precisione dell’apertura russa e di Ragusi. Al 40’ la Russia gioca al largo una palla vinta a metà campo in rimessa laterale, la gli angoli di corsa sono palesemente inefficaci ed è facile per Castagnoli inserirsi in pressione nel canale dei 15 metri, arpionare l’ovale e filare indisturbato al centro dei pali. L’Italia chiude il primo tempo in vantaggio 16-12. Secondo tempo con molto poco da segnalare tranne la pioggia che a partire dal 50’ ha preso a flagellare  il campo di gioco, tanto da indurre il direttore di gara a sospendere le operazioni a 9 minuti e mezzo dall’80’ con l’Italia in vantaggio 22 – 12 (altri due centri di Ragusi). Al momento le squadre sono in tribuna (coperta) in attesa di ulteriori decisioni. E il pubblico presente balla sulle note di Funiculì Funiculà.Giorgio Sbrocco

12
giugno


Tags
,

Italia – Mulipola, la sorella di Castrogiovanni e la partita da vincere. By Giorgio Sbrocco

Il (futuro?) cognato contro e una partita che l’Italia deve assolutamente vincere. Il parente acquisito di Martin Castrogiovanni è il samoano Logovi’i Mulipola, di mestiere pilone sinistro che sabato a Nelspruit partirà dalla panchina e che a Leicester è compagno di squadra del nostro irsuto pilone destro di origini argentine, oltre che boy friend della di lui sorella Maria Ines. “Per fortuna sabato partirà dalla panchina perché pesa 135 chili, non è proprio semplice giocarci contro. Intanto ci hanno pensato i miei genitori ad avvisarlo: se ci troveremo uno di fronte all’altro e dovesse spingere un po’ troppo, si troverebbe subito estromesso dalla famiglia”. Anche questo è vigilia di Italia-Samoa. Il match che potrebbe (bonus o 45 punti di scarto) valere la finale del Torneo. E che potrebbe rompere legami affettivi da poco sbocciati.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball