20
giugno


Italia – Il ct Brunel: “Non vogliamo il quarto posto!”. By Giorgio Sbrocco

Cos’ Jaques Brunel in conferenza stampa dopo l’annuncio dei (tanti) cambio nella formazione dell’Italia che sabato affronterà la Scozia a Pretoria: “ L’atteggiamento sabato in campo contro Samoa non è stato quello giusto, ho pensato fosse giusto cambiare delle cose: ci sono giocatori che hanno giocato poco in questo tour, ma che hanno avuto un buon impatto sulla partita contro il Sudafrica, ed è giusto rivederli, magari dall’inizio. E ci sono tre esordienti che in questo tour non hanno ancora trovato spazio ed è giusto dare loro una possibilità”.Sugli avversari: “La Scozia è una squadra che, nonostante le sconfitte, ha confermato anche in queste due partite contro Samoa e Sudafrica quella crescita che aveva evidenziato durante il Sei Nazioni. Hanno chiuso davanti a noi nel Torneo e noi in casa loro abbiamo perso e sofferto. E’ vero che, come noi, da due sconfitte in questo tour, ma hanno disputato due gare di qualità. Noi, di certo, non vogliamo chiudere questo quadrangolare all’ultimo posto”.Ancora sul match di Durban: “Contro il Sudafrica nella ripresa abbiamo giocato per quasi mezz’ora con l’intensità che mi aspetto dalla nostra squadra, mentre con Samoa né l’intensità né la reattività sono state quelle richieste. Sapevamo che i punti d’incontro e la nostra efficacia in questa fase di gioco sarebbero state decisive contro i samoani, ed invece è lì che abbiamo perso la partita. Mi aspetto passi avanti in questo senso”Sulla mediana azzurra: “Botes parte come mediano di mischia titolare e può all’occorrenza rimpiazzare Di Bernardo lasciando spazio a Chillon come numero nove ma anche McLean, in caso di emergenza, può adattarsi all’apertura”.Giorgio Sbrocco

20
giugno


Italia – Sabato ovale da non perdere. By Giorgio Sbrocco

Aria condizionata a palla, schermo gigante, tempo a disposizione e, a scelta, birra o bollicine. Sì, è vero, nella vita c’è di meglio! E le cose importanti da fare sono altre. Ma nell’attesa di incidere sui destini del mondo e di risolvere i problemi che affliggono l’umanità: sabato c’è un cartellone ovale che sarebbe davvero un peccato (veniale, beninteso!) lasciarsi scappare.Eccolo:ore 9.35, New Plymouth (Sky Sport 2)Nuova Zelanda - Franciaore 12.00, Brisbane (Sky Sport 2)Australia - B&I Lionsore 14.15, Pretoria (Sky Sport 2)Italia - Scoziaore 17.15, Pretoria (Sky Sport 3)Sud Africa - Samoaore 21.10, San Juan (http://myp2p.ec/ ?)Argentina - Georgia Giorgio Sbrocco  

20
giugno


Scozia – Annunciato il XV anti Italia. By Giorgio Sbrocco

Scozia in campo sabato a Pretoria contro l’Italia con le (ultime) risorse umane disponibili dopo i due match con Sud Africa e Samoa che hanno riempito l’infermeria e messo a dura prova la rosa dei titolari. Peraltro già indebolita dalle partenza per il Tour australiano dei B&I Lions. “La prestazione con il Sudafrica è stata incoraggiante – ha detto il tecnico scozzese Scott Johnson  - ma adesso dobbiamo essere sicuri di costruire su quelle basi per progredire contro l’Italia. Ad inizio del tour avevo detto che avremmo dovuto usare queste partite per allargare la rosa e capire se alcuni giocatori fossero pronti per il palcoscenico internazionale. E’ quello che è successo ed è quello che volevamo, adesso però vogliamo anche finire questo torneo nel migliore dei modi contro l’Italia, una squadra che conosciamo bene e che rispettiamo profondamente”. Sette su 23 (Visser parte dalla panchina) gli scozzesi con più di 20 caps internazionali.SCOZIA 15 Peter MURCHIE (Glasgow Warriors, 1 cap) 14 Tommy SEYMOUR (Glasgow Warriors, 1 cap) 13 Alex DUNBAR (Glasgow Warriors, 2 caps) 12 Matt SCOTT (Edinburgh Rugby, 14 caps) 11 Sean LAMONT (Glasgow Warriors, 78 caps) 10 Tom HEATHCOTE (Bath Rugby, 2 caps) 9 Greig LAIDLAW (Edinburgh Rugby, 20 caps) - capitano 8 Johnnie BEATTIE (Montpellier, 23 caps) 7 Alasdair STROKOSCH (Perpignan, 34 caps) 6 David DENTON (Edinburgh Rugby, 13 caps) 5 Alastair KELLOCK (Glasgow Warriors, 54 caps) 4 Tim SWINSON (Glasgow Warriors, 1 cap) 3 Euan MURRAY (Worcester Warriors, 55 caps) 2 Scott LAWSON (Newcastle Falcons, 37 caps) 1 Alasdair DICKINSON (Edinburgh Rugby, 26 caps) in panchina 16 Fraser BROWN (Glasgow Warriors, esordiente) 17 Loray LOW (Glasgow Warriors, 20 caps) 18 Jon WELSH (Glasgow Warriors, 1 cap) 19 Grant GILCHRIST (Edinrbugh Rugby, 2 caps) 20 Robert HARLEY (Glasgow Warriors, 4 caps) 21 Henry PIRGOS (Glasgow Warriors, 8 caps) 22 Duncan TAYLOR (Saracens, 2 caps) 23 Tim VISSER (Edinburgh Rugby, 11 caps)Giorgio Sbrocco

20
giugno


Italia – Con la Scozia a Pretoria e in diretta su Sky. By Giorgio Sbrocco

Chiamiamola pure “finale di consolazione”. Anche se una finale vera e propria non è e quanto a consolazione…Diretta Sky per Scozia – Italia di sabato a Pretoria (14.15 calcio d’inizio). Telecronaca di Antonio Raimondi. Commento tecnico affidato a Vittorio Munari, l’uomo che ha (finalmente!) spiegato a tutti la differenza fra Renzo Piano e una coppia di muratori serbi!Giorgio Sbrocco

18
giugno


Italia – Orquera out, recuperato Venditti. In attesa di diagnosi Ghiraldini e Gori. By Giorgio Sbrocco

Tour finito anche per l’apertura dell’Italia Luciano Orquera. Il consulto radiologico ha confermato la frattura della decima costa destra. Orquera non sarà dunque disponibile per la gara contro la Scozia, ma rimarrà con la squadra sino alla conclusione del tour estivo. Buone notizie per Giovambattista Venditti, che si allenato regolarmente con la squadra. Fermo in attesa di una valutazione definitiva del danno il mediano di mischia Edoardo Gori, mentre Leonardo Ghiraldini (in attesa del consulto con un odontoiatra) ha svolto una preparazione a parte senza contatto fisico.Giorgio Sbrocco

18
giugno


Italia – Il prof Ieracitano responsabile medico della World Cup Seven di Mosca. By Giorgio Sbrocco

Non ci sarà l’Italia ai prossimi Mondiali di Rugby seven in programma a Mosca dal 28 al 30 luglio. Ma i colori della Nazionale saranno rappresentati dal prof. Vincenzo Ieracitano, che l’Irb ha nominato responsabile medico della manifestazione. Genovese, consigliere della Fmsi, Ieracitano è una delle figure più autorevoli e conosciute in ambito medico del rugby italiano. Reduce dal Cile dove ha accompagnato in veste di sanitario al seguito l’Italia under 20 di Gialuca Guidi, nel commentare la designazione ha osservato che “Il rugby a seven è uno sport in crescita, prossimo all’ingresso nei Giochi, e da uomo di sport in generale e di rugby in particolare non posso che essere entusiasta di poter partecipare ai Mondiali di Mosca. Desidero ringraziare l’IRB per avermi designato per questa importante manifestazione dove sarò impegnato, in particolare, nel garantire la corretta applicazione dei protocolli volti a tutelare il più efficacemente possibile la saluto dei giocatori e delle giocatrici”.Giorgio Sbrocco

17
giugno


Tags
,

Italia – Iannone sta bene, Garcia no, per gli altri deciderà lo specialista. By Giorgio Sbrocco

Iannone recuperato per sabato contro la Scozia, Ghiraldini, Orquera in attesa del responso radiologico e Garcia out per due settimane. Questo il bollettino medico emesso dal manager della Nazionale Troiani: Il tallonatore Leonardo Ghiraldini ha riportato un trauma facciale e Luciano Orquera, una sospetta frattura costale. Entrambi hanno svolto stamane esami strumentali   e restiamo in attesa di un consulto con uno specialista radiologo nelle prossime ventiquattro ore per definire la diagnosi e valutarne la disponibilità contro la Scozia. Iannone, che aveva riportato un trauma testicolare, ha ripreso oggi ad allenarsi regolarmente con il resto del gruppo e non ci sono limitazioni ad un suo eventuali utilizzo sabato, mentre dall’esame clinico di Gonzalo Garcia è emersa una distorsione di primo grado alla caviglia sinistra, con una prognosi di quindici-venti giorni che lo rende indisponibile per l’ultima giornata del tour. Davide Giazzon, che aveva saltato la gara con Samoa per una botta alla coscia riportata contro il Sudafrica, è rientrato oggi a lavorare con il gruppo dopo una settimana e sarà a disposizione per l’ultima gara, mentre domani indagheremo le condizioni di Venditti che, nelle quarantotto ore successive alla gara contro i samoani, lamenta dolore al costato sinistro”  Oggi la Nazionale si è allenata presso la Northwood High School di Uhmalanga, alla periferia di Durban, con allenamento per reparti, seduta di videoanalisi, palestra e sessione collettiva. Giovedì l’annuncia del XV per la Scozia.Giorgio Sbrocco

17
giugno


Italia – Emergenti e U20 in Sud Africa per far concorrenza ai titolari? Magari! By Giorgio Sbrocco

Facile prendersela con la scarsa concorrenza interna responsabile della poca “bava alla bocca” dei nostri Azzurri contro Samoa. Facile come tutti gli azzardi a costo zero. Onrugby.it lancia (al ct Brunel, che sulla concorrenza interna aveva detto qualcosa in chiave positiva alla viglia del match con gli isolani) una proposta che ritiene essere una provocazione: chiamare dall’Italia qualche giocatore della Nazionale Emergenti o Under 20 e poi farne giocare almeno uno nel match di sabato contro la Scozia. Il tutto anche in considerazione degli infortuni abbastanza gravi toccati a Ghiraldini, Iannone, Garcia e Orquera. Secondo l’ottimo Onrugby.it l’operazione servirebbe “a far capire concretamente a tutti che se nessuno là in alto deve sentirsi un intoccabile, nemmeno quelli che stanno sotto devono sentirsi inseriti in una lista d’attesa che ha pochissime speranze di essere evasa, se non in tempi molto lunghi”. E per finire, un chiaro invito a Brunel: “Forza Jacques, fagliela fare tu un po’ di esperienza (agli Emergenti e agli U20, ndr), metti un po’ di pepe dove non batte il sole a chi sta davanti e fa venire la bava vera a chi insegue… “. Solo una richiesta: nomi, per cortesia. Così, tanto per uscire dal vago e dal generico. E magari per cominciare a parlare di cose concrete e non per assunti  ideologici. Io le partite dell’Italia u20 in Cile e di quella Emergenti in Romania le ho viste. Se le ha viste anche Brunel temo che non aderirà all’invito e non chiamerà nessuno.Giorgio Sbrocco

17
giugno


Tags
,
,

Italia – Azzurri al posto n.12. La Top Ten è lontana. By Giorgio Sbrocco

Costa cara all’Italia la sconfitta di quasi 30 punti rimediata a Nelspruit a opera di Samoa. Morale sotto i tacchi a parte, l’aggiornamento del lunedì del Ranking mondiale dice che il XV azzurro scende al posto n.12 (75.08), superata da Tonga (76.17) e Scozia (76.05).  La Top Ten è davvero (molto) lontana, e se dovessimo prenderle anche dalla Scozia sabato, si allontanerebbe ancora di più. Retrocedono anche Galles e Francia (sconfitte con Giappone e NZ). Inghilterra (seconda vittoria in Argentina coi Pumas) prima delle europee al quarto posto.IRB RANKING 1. Nuova Zelanda 90.082. Sud Africa 86.943. Australia 86.874. Inghilterra 85.765. Francia 81.596. Galles 81.367. Samoa 80.508. Irlanda 79.589. Argentina 76.6710. Tonga 76.1711. Scozia 76.0512. Italia 75.0813. Canada 72.4014. Fiji 71.2915. Giappone 70.91Giorgio Sbrocco

17
giugno


Tags
,

Italia – Contro la Scozia senza Ghiraldini, Iannone, Orquera e Garcia. By Giorgio Sbrocco

Infermerie a confronto in vista della “finale di consolazione” terzo-quarto posto del quadrangolare sudafricano in programma sabato a Pretoria fra Italia e Scozia. Gli Azzurri hanno fuori uso: Orquera, Garcia, Ghiraldini e Iannone. Gli scozzesi, reduci da una sconfitta (molto) meno pesante di quella azzurra con Samoa di fronte al Sud Africa (e con gente del calibro di Hogg, Maitland e Grey in Australia con i B&I), dovranno fare a meno di Ryan Wilson in terza linea e dell’apertura Peter Horne, entrato in sostituzione dell’altro n.10 Ruaridh Jackson e subito uscito per un brutto colpo al ginocchio.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball