19
marzo


Six Nations – Domani mattina a Londra il processo a BOD per la scarpata a Favaro. By Giorgio Sbrocco

 Il “processo” a Brian O'Driscoll, colpevole di stamping ai danni del flanker azzurro Simone Favaro nel corso di Italia-Irlanda di sabato all'Olimpico si terrà domani mattina (mid mornig, diciamo: alle 10) a Londra. Inglesi (Mike Hamlin e John Doubleday) i due  membri della commissione giudicante ( Six Nations Disciplinary Committee), gallese il presidente  Robert Williams. In teroria (molto in teoria!) il centro irlandese di Leinster rischia di saltare per motivi disciplinari il tour in Australia dei B&I Lions.Giorgio Sbrocco

17
marzo


Six Nations - Irlanda di misura a Parabiago per il Grande Slam. Italia all'altezza. By Giorgio Sbrocco

Italia – Irlanda  3 – 6 (pt 3 – 3)Marcatori: 3’ cp Schiavon, 12’, 50’cp Briggs Giallo: 48' Gai (I) San Patrizio è stato festeggiato a dovere dalle ragazze in maglia verde che, contrariamente ai loro colleghi uomini sconfitti ieri all'Olimpico sono uscite dal campo vittoriose nell'ultimo appuntamento del Sei Nazioni donne. Vince l’Irlanda, che si aggiudica (anche quest’anno): Torneo, Grande Slam e Triple Crown, ma l’Italia del ct Di Giandomenico sotto la pioggia di Parabiago non sfigura e disputa una partita all’altezza delle più titolate avversarie. Nel primo tempo in campo c’è solo le isolane che dominano  per possesso e territorio. L’Italia difende bene, placca con rigore e continuità, si distribuisce con equilibrio, in mischia chiusa si fa rispettare (in rimessa no), e in zona di collisione porta la giusta pressione e trova alcuni recuperi fondamentali. Il primo vantaggio è azzurro grazie al piede dell’apertura Schiavon (3’) cui l’estremo irlandese Briggs risponde al 12’ fissando il 3-3 al riposo. Il vantaggio irlandese arriva al 50’ con Briggs dalla piazzola con l’Italia in 14 per il giallo al pilone Gai. L’Italia rialza la testa, capitalizza un paio di buoni possessi e al 61’ Schiavon ha sul piede il calcio del pareggio ma il pallone si spegne a un paio di metri dai pali. Le migliori: Severin e Furlan. Arbitraggio: così e così… Giorgio Sbrocco

15
marzo


Tags
,

Six Nations – L’Italia u20 non sa vincere. L’Irlanda insegue e raggiunge gli azzurri grazie a un buon secondo tempo. By Giorgio Sbrocco

Italia – Irlanda 25-25 (pt 20-10)Marcatori: 4’ m. Marazzi tr. Padovani, 8’ mnt  Campagnaro, 18’ cp Padovani, 23’ m. Panther tr. Scannell, 26’ mnt  Benvenuti, 33’ cp Scannell, 44’ m. Odiete,  59’ mnt  Byrne, 66’ cp Scannell, 73’ m Scholes tr. Scannell È una Nazionale bella, simpatica e piena di buona volontà, con qualche ottima idea, una buona organizzazione e con alcune interessanti individualità. Ma si conferma squadra che non sa vincere l’Italia under 20 dell’incolpevole Gianluca Guidi che ad Avezzano segna 4 mete all’Irlanda, arriva a condurre 20-7 nella prima mezz’ora di gioco ma poi si fa raggiungere e quasi superare nel corso di un secondo tempo punteggiato da errori e inadeguatezze, nel corso del quale l’Irlanda segna 15 punti e impatta lo score (anche) grazie a un nostro lancio storto in rimessa laterale da cui i verdi costruiscono la meta dell’ala Scholes che scrive il 25-25 definitivo sul tabellone. Vittoria buttata al vento ma Cucchiaio evitato. Giorgio Sbrocco

12
marzo


Six Nations – Infermeria Irlanda: Kidney chiede tempo e aspetta. Preoccupano le condizioni di BOD. By Giorgio Sbrocco

Il ct dell’Irlanda Kidney prende tempo e sposta in avanti di due giorni la comunicazione del XV che scenderà in campo sabato a Roma contro l’Italia. A preoccupare il responsabile della Nazionale isolana (a parte i giocatori sicuramente indisponibili) è il dubbio circa le condizioni di Brian O’Driscoll che, a Roma, dovrebbe disputare la sua ultima partita internazionale. A decidere saranno i medici.  Confermati i recuperi di Sexton all’apertura e di Gilroy all’ala.Giorgio Sbrocco

11
marzo


Six Nations - Assenze di peso nell'Irlanda a Roma. Ma rientra Sexton all'apertura. By Giorgio Sbrocco

Reddan (gamba fratturata),  McFadden (costole),  Luke Marshall (centro), Donnacha Ryan (seconda) sono gli irlandesi che, sicuramente, non saranno in campo sabato all'Olimpico contro l'Italia nel match di chiusura del Sei Nazioni 2013. Dubbi anche sulla presenza di Brian O'Driscoll toccato (molto) duro nella battaglia vinta contro i francesi a Dublino. Fin qui le “belle notizie” per l'Italia che sogna in grande dopo la fantastica partita di Twickenham disputata ieri contro l'Inghilterra. A raffreddare gli animi e a spegnere buona parte dell'ottimismo dei tifosi è giunta però la notizia del rientro di Jonathan Sexton all'apertura. Un oche con i piedi (ma non solo) ci sa fare davvero. E che, a parità di occasioni (a Londra sono state 6) promette di eguagliare la percentuale di realizzazione (100%) di Toby Flood.Giorgio Sbrocco

04
marzo


Six Nations – O’Gara non convocato per la sfida alla Francia. By Giorgio Sbrocco

Non c’è Ronan O’Gara (126 caps e 2 B&I Lions) nei 32 giocatori che il ct dell’Irlanda Declan Kidney ha convocato in vista della sfida alla Francia in programma sabato, valida per il penultimo turno di Sei Nazioni. Confermati i giovani emergenti Paddy Jackson e Luke Marshall  dell’Ulster, entrambi in campo nel match perso a Dublino con l’Inghilterra. Per il grande mediano di apertura di Munster: un addio diverso da come avrebbe sperato e, senza alcun dubbio, meritato. IRLANDARory Best (Ulster)
 Sean Cronin (Leinster) Robbie Diack (Ulster)
 Keith Earls (Munster)
 Luke Fitzgerald (Leinster)
 Declan Fitzpatrick (Ulster)
 Craig Gilroy (Ulster) Cian Healy (Leinster)
 Jamie Heaslip (Leinster)
 Iain Henderson (Ulster)
 Paddy Jackson (Ulster) Dave Kearney (Leinster) Rob Kearney (Leinster) David Kilcoyne (Munster) Ian Madigan (Leinster)
 Luke Marshall (Ulster) MIke McCarthy (Connacht)
 Fergus McFadden (Leinster)
 Conor Murray (Munster)
 Sean O'Brien (Leinster)
 Donncha O'Callaghan (Munster) 
 Tommy O'Donnell (Munster)
 Brian O'Driscoll (Leinster, nella foto di Elena Barbini)
 Peter O'Mahony (Munster)
 Eoin O'Malley (Leinster) Eoin Reddan (Leinster)
 Mike Ross (Leinster)
 Donnacha Ryan (Munster) Jonathan Sexton (Leinster) Andrew Trimble (Ulster)
 Devin Toner (Leinster) Dan Tuohy (Ulster)Giorgio Sbrocco  

26
febbraio


Six Nations - Declan Kidney a rischio esonero? Arriva l'Arlecchino O'Shea? By Giorgio Sbrocco

Ma chi l'ha detto che il rugby non è come il calcio. Dove, quando le cose vanno male, a pagare sono sempre e solo gli allenatori? Declan Kidney, ct dell'Irlanda è fra quelli che in molti danno per prossimo all'esonero. La sua colpa? Aver perso domenica a Edinburgo con la Scozia per colpa del piede (scentrato) del ventenne debuttante Paddy Jckson (un talento assoluto, uno di cui sentiremo parlare tanto e bene in un futuro molto prossimo), da lui voluto al posto dell'infortunato Sexton e preferito a Maddigan e a O'Gara per la maglia numero 10. Come dire che se il debuttante Paddy avesse centrato i pali con una percentuale quantomeno decente...Declan Kidney sarebbe stato applaudito da tutti per il coraggio dimostrato nel lanciare un giovane in una sfida tanto delicata. Interessante, circa il futuro del 54enne tecnico originario della contea di Cork, la dichiarazione (riferita alla sconfitta di Murrayfield) resa al Guardian da Tony Ward (ex B&I Lions) che, per l'occasione, ha anche indicato il successore: "Credo sia l'inizio della fine per Declan . Mi spiace dirlo perché lo stimo molto, è onesto, umile e serio. Ma sulla panchina dell'Irlanda ha fatto il suo tempo. Quest'anno ha sbagliato alcune alcune scelte. Fra queste: togliere la fascia di capitano a Brian O'Driscoll e scegliere Jackson apertura con la Scozia. Il futuro? Secondo me il nome giusto per la Nazionale è quello di Conor O'Shea (attuale capo allenatore degli Harlequins campioni d'Inghilterra, ndr.). E' vincente, ha la fiducia di tanti ed è irlandese, un fattori importante in un momento in cui tutte le nostre province sono allenate da neozelandesi". Giorgio Sbrocco

20
febbraio


Six Nations – O’Gara (Irlanda) torna in panchina contro la Scozia. Paddy Jackson titolare all’apertura. By Giorgio Sbrocco

La (non buona) prestazione esibita contro la Francia ha convinto il ct dell’Irlanda Declan Kidney a rimandare in panchina il vecchio Ronan O’Gara e di partite con Paddy Jackson (Ulster, all'esrodio da titolare) al posto dell’infortunato Jonathan Sexton nel ruolo di mediano di apertura contro la Scozia a Murrayfield. Centro accanto a O’Driscoll giocherà l'uncapped Marshall, mentre Earls sostituirà Zebo all'ala.Irlanda: 15 Rob Kearney, 14 Craig Gilroy, 13 Brian O'Driscoll, 12 Luke Marshall, 11 Keith Earls, 10 Paddy Jackson, 9 Conor Murray, 8 Jamie Heaslip (c), 7 Sean O'Brien, 6 Peter O'Mahony, 5 Donnacha Ryan, 4 Donnacha O'Callaghan, 3 Mike Ross, 2 Rory Best, 1 Tom Court. In panchina: 16 Sean Cronin, 17 Dave Kilcoyne, 18 Declan Fitzpatrick, 19 Devin Toner, 20 Iain Henderson, 21 Eoin Reddan, 22 Ronan O'Gara, 23 Luke Fitzgerald Giorgio Sbrocco

18
febbraio


Six Nations - Emergenza Irlanda: Declan Kidney chiama cinque nuovi. By Giorgio Sbrocco

L'Irlanda (rugbisticamente parlando e limitatamente ai numeri dei praticanti) non è la Francia e non è l'Inghilterra. Ragion per cui, quando il numero dei titolari indisponibili (squalifiche e infortuni) sale oltre i limiti di guardia...occorre raschiare il fondo del barile. E che il barile sia di ottima Guinness...in questo caso non fa, purtroppo, alcuna differenza. In vista della partita di Murrayfield contro la Scozia il ct degli isolani  Declan Kidney ha chiamato i seguenti rimpiazzi: Chris Henry, Luke Marshall, James Coughlan, Lewis Stevenson e Devin Toner.Questo l'elenco completo dei convocatiIRLANDARory Best, Darren Cave, Tom Court, Sean Cronin, James Coughlan, Keith Earls, Luke Fitzgerald, Declan Fitzpatrick, Craig Gilroy, Robin Henshaw, Jamie Heaslip, Ian Henderson, Chris Henry, Paddy Jackson, Rob Kearney, David Kilcoyne, Luke Marshall, Fergus McFadden, Conor Murray, Sean O'Brien, Donncha O'Callaghan, Brian O'Driscoll, Ronan O'Gara, Peter O'Mahony, Eoin Reddan, Mike Ross, Donnacha Ryan, Lewis Stevenson, Devin Tone.Giorgio Sbrocco

15
febbraio


Six Nations – Emergenza Irlanda. Rotto anche il centro D'Arcy. By Giorgio Sbrocco

L'Irlanda dovrà rinunciare al centro D'Arcy per il resto del Torneo a causa di un persistente problema al piede destro insorto all'indomani del match perso domenica a Dublino contro l'Inghilterra. Gli esami diagnostici eseguiti ieri hanno evidenziato l'esistenza di una frattura da stress. Piede immediatamente immobilizzato e prognosi di almeno sei settimane. Il nome del sostituto di D'arcy (compagno di reparto di Brian O'Driscoll) sarà comunicato domenica al termine della partite del Pro 12 celtico.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball