16
luglio


Test match – Dopo Scozia-Samoa: “Prendere un arbitro a sassate? Si può!”. Il presidente della federazione e primo ministro sotto inchiesta Irb. By Giorgio Sbrocco

Per la serie “tutto il mondo è paese”. I fatti: ritenendo di dover dire qualcosa all’indomani della sconfitta (17-16) della nazionale di Samoa (meta a tempo scaduto di Rob Harley in mezzo ai pali) nel test match disputato ad Apia contro la Scozia dello scorso 23 giugno, il presidente della federazione dell’arcipelago del Sud Pacifico  - Tuilaepa Sailele Sa'ilele Malielegaoi – che riveste anche la carica di primo ministro del governo del suo paese, non trovò di meglio che evocare un clima di discriminazione che avrebbe indotto il direttore di gara a favorire la formazione europea. Non contento della (velata?) accusa di razzismo l’uomo politico samoano ritenne di dover andare oltre. Sostenendo che in certe occasioni: “prendere a sassate un arbitro potrebbe risultare  azione giustificata”. Ieri  la replica Irb, che ha inviato una lettera alla federazione di Samoa con cui chiede “un urgente chiarimento delle parole del suo presidente”. Va segnalato che, sull’argomento, parte della stampa neozelandese (sassate a parte) si è schiarata apertamente con Samoa nel giudicare insufficiente la direzione di gara del match. A sostegno di tale tesi  Gregor Paul, sul  NZ Herald ha parlato di “una lunga serie di decisioni avverse a Samoa e, più in generale, di un “atteggiamento ingiustamente punitivo nei confronti anche di altre Nazionali del Sud Pacifico come Fiji e Tonga”.Giorgio Sbrocco

24
giugno


Francia in tour – A Tucuman rivincita Bleu sull’Argentina con sei mete e un super Michalak. By Giorgio Sbrocco

Rivincita con gli interessi della Francia  sui Pumas nel test numero 2 del mini tour in Argentina, disputato a Tucuman. Risultato finale 49-10 per i Bleus sei volte in meta, guidati da un ottimo Michalak (preciso anche dalla piazzola) e in costante controllo della partita. Di Contepomi (5) che non disputerà l’imminente Championship con NZ, Aus e SA e di De La Vega i punti del XV biancoceleste. Giorgio Sbrocco ARGENTINA - FRANCIA 10-49Marcatori: 11' m. Fall tr. Michalak, 17' cp. Michalak, 25' cp. Contepomi, 27' cp. Michalak, 30' cp. Michalak, 33' m. Huget tr. Michalak, 39' m. Machenaud tr. Michalak, 55' m. Mermoz tr. Michalak, 62' m. Huget, 67' m. Lapandry tr. Michalak, 74' m. de la Vega tr. ContepomiArbitro: George Clancy (Irlanda)

22
giugno


Scozia in tour – Ad Apia contro Samoa per il 3 su 3 e per il nono posto nel ranking Irb. By Giorgio Sbrocco

C’è in gioco il nono posto nel ranking internazionale dell’Irb domani d Apia (2.30 am ora italiana) fra Scozia e Samoa, nella sfida che conclude il (finora trionfale tour) degli uomini di Andy Robinsob in Australia e Sud Pacifico. Reduci dai successi sui  Wallabies a Newcastle (9-6) e sulle Fiji a Lautoka (37- 25), gli scozzesi puntano a tornare a casa imbattuti e a scalare la nona piazza della classifica mondiale. Al momento la Scozia occupa la posizione numero 10 (76.56 punti), dietro Samoa (77.64). Per il complicato sistema di calcolo che determina le posizioni in graduatoria, la Scozia può puntare al soprasso. Mentre in caso di successo degli isolani, il distacco dovrebbe rimanere praticamente immutato. Per la sfida dell’Apia Park, il tecnico della formazione europea parte con Hogg estremo e la coppia Lamont-Visser (due mete all’esordio nella per il ventenne di origini olandesi nella sua prima uscita da eleggibile) alle ali. Mediana di sicuro affidamento con Cusiter numero 9 e il cecchino Laidlaw all’apertura. Samoa, allenata dal 2009 da Stephen Betham, è reduce dal successo in Pacific cup (davanti a Tonga, Fiji e Giappone) e parete con (leggeri) favori del pronostico. Arbitra il sudafricano Jaco Peyper. Giorgio Sbrocco

Inghilterra in tour – Lancaster all’inseguimento della vittoria in gara 3. Ci prova con Foden ala e Goode estremo contro un Sud Africa che punta al cappotto. By Giorgio Sbrocco

Ci saranno Foden all’ala, Goode estremo, Care numero 9, Corbisiero a sinistra della prima linea, Palmer in seconda e l’accoppiata di semoventi Haskell - Waldrom in terza nell’Inghilterra disegnata da coach Stuart Lancaster che proverà a Port Elisabeth (domani ore 17) a battere il Sud Africa nella sfida numero 3 della serie, dopo che gli Springboks si sono imposti nelle prime due sfide a Durban (22-17) e a Johannesburg (36-27). Il ct sudafricano Heyeneke Meyer non fa mistero di puntare al 3-0 nella Serie, rinuncia agli infortunati Willem Alberts e Pat Lambie, e al loro posto manda in campo Jacques Potgieter e Gio Aplon. Assente (per matrimonio) Frans Steyn,  sostituito da Wynand Olivier con la maglia numero 12. Due facce nuove anche in panchina, dove debutta Elton Jantjies e  Ryan Kankowski  soffia il posto di Keegan South Africa Daniel. Dirige l’australiano Steve Walsh. Giorgio Sbrocco Inghilterra: Goode,  Ashton, Joseph, Tuilagi, Foden, Flood, Care, Waldrom, Haskell, Johnson. Parling, Palmer, Cole, Hartley, Corbisiero. In panchina: Mears, Marler, Botha, Dowson, Dickinson, Farrell, Barritt. Sud Africa: Aplon, Pietersen, J.de Villiers, Olivier, Habana, Steyn, Hougaard, Spies, Potgieter, Coetzee, Kruger, Etzebeth, J. du Plessis, B. du  Plessis, Mtawarira. In panchina: Strauss, Kruger, F. van der Merwe, Kankowski, Pienaar, Jantjies, Basson.  

Irlanda in tour – Chiusura della serie con gli AB senza Carter e McCaw numero 8. L’irlanda insegue la vittoria. By Giorgio Sbrocco

Si chiude domani a Hamilton (Waikato Stadium ore 7.35 italiane) con gara 3, la Serie 2012 fra All Blacks e Irlanda, con i padroni di casa e campioni del mondo in vantaggio 2-0 dopo i successi di Aukland (42-10) e Crhristchurch (22-19). Rispetto alla (sfortunata) sconfitta di sette giorni fa Declan Kidney cambia il compagno di reparto di Brian O’Driscoll (terza presenza per lui) consegnando la maglia numero 12 a Paddy Wallace e inserisce nel XV di partenza Keith Earls all’ala e Peter O'Mahony al centro della terza linea. Negli All Blacks di coach Steve Hansen non ci sarà Carter (al suo posto Aaron Cruden che farà coppia con l’altro Aaron, Smith in cabina di regia), McCaw giocherà numero 8. Dirige il francese Romain Poite. Irlanda: Kearney, McFadden, B. O'Driscoll, Wallace, Earls, Sexton, Murray,   O'Mahony, O'Brien, McLaughlin, Ryan,Tuohy, Ross, Best, Healy. In panchina: Cronin, Fitzpatrick, O'Callaghan, Henry, Reddan, O'Gara, Trimble Nuova Zelanda: Dagg, B.Smith, C.Smith, SB Williams, Gear, Cruden, A.Smith, Caw, Cane, Messam, Whitelock, Romano, Franks, Hore, Woodcock. In panchina:Mealamu. B.Franks, Retallick, Thomson, Weepu, Barret, Ellison. Giorgio Sbrocco

Galles in tour – A Sydney contro l’Australia XV confermato. Beale torna e gioca estremo. By Giorgio Sbrocco

Non potrà cambiare l’esito complessivo della Serie 2012, che i Wallabies hanno messo in bacheca grazie al doppio successo di Brisbane (27-19) e Melbourne (25- 23), ma quella che andrà in scena domani mattina (alle 5 ora italiana) a Sydney fra Australia e Galles, terza e conclusiva sfida nella terra dei canguri, promette di essere partita vera, dai contenuti tecnici sicuramente elevati e molto combattuta. Lo testimonia il fatto che i Dragoni di Rob Howley (che in tour, con il Journey XV si sono imposti 25-15 a Canberra sui Brumbies), con l’eccezione del tallonatore Ken Owens chiamato ad andare in panchina, non cambiano neppure un uomo rispetto alla loro ultima uscita. Nell’Australia che manderà in campo Robbie Deans si rivede il discusso (per motivi extra sportivi) Kurtley Beale nel ruolo di estremo, invariata la mediana Genia-BArnes e mischia condotta dal capitano David Pocock e Nathan Sharpe. Arbitrerà il sudafricano Craig. Giorgio Sbrocco Australia: Beale, A.Cooper, Horne, McCabe, Barnes, Genia, Palu, Pocock, Higginbotham,Sharpe, Timani, Kepu, Polota-Nau, Robinson. In panchina: Moore, Alexandre, Simmons, Dennis, Hooper, White, Faianga’a Galles: Halfpenny,   Cuthbert, J. Davies, Beck,  North, Priestland, Phillips, Jones, Warburton, Lydiate, Wyn Jones, Davies, A. Jones, Rees, Jenkins. In panchina: Owens, James, Charteris, Tipuric,  Webb, Hook, Williams

Rugby Ball