01
ottobre


Inghilterra – Rotherham in testa al Championship-seconda divisione. By Giorgio Sbrocco

 Dopo tre giornate sono gli imbattuti Rotherham Titans a guidare la classifica della seconda divisione inglese a punteggio pieno (3 volte in bonus) davanti ai retrocessi London Welsh che li tallonano a una lunghezza. Segue un gruppetto con due vittorie e una sconfitta composto da Bristol, Corrnish Pirates, London Scottish e Plymouth. In coda, ancora a zero punti, I londinesi di EalingEnglish Championship – III giornataClassifica: Rotherham 15, London Wels 14, Bristol 11, Cornish P.10, London Scottish, Leeds 9, Plymouth 8, Jersey, Nottingham 4, Mosley 3, Bedford 2, Ealing 0Giorgio Sbrocco

22
settembre


Rugby Seven – Italia fuori dal podio a Bucarest. Troppo forte la Russia. Trionfa l’Inghilterra. By Giorgio Sbrocco

Italia fuori dal podio nel torneo di Bucarest valido come tappa delle Seven Series 2013 Fira. Azzurri pesantemente sconfitti dalla Russia nella finalina che assegnava il bronzo del torneo nel corso della quale hanno subito la netta prevalenza dei russi. Di Robertson (Viadana) l’unica meta italiana, di Bresson la trasformazione. Nella finalissima per il titolo l’Inghilterra ha nettamente superato la Francia.Grand Prix Series 2013 Fira – BucarestFinale 3° - 4° posto RUSSIA – ITALIA 31 – 7Finale 1° - 2° posto INGHILTERRA – FRANCIA 31 – 7Giorgio Sbrocco

02
settembre


Inghilterra: Lydon dal Galles a Londra. Lewsey dalla Cornovaglia a Cardiff. By Giorgio Sbrocco

Il mondo, anche quello ovale, è piccolo. I fatti: l’inglese Josh Lewsey (36 anni, 55 caps, campione del Mondo con l’Inghilterra nel 2003, B&I Lions nel 2005, l’anno scorso, fino a marzo Ceo dei Crnish Pirates in seconda divisione), è stato nominato responsabile del settore tecnico (head of rugby) delle federazione del Galles (WRU). Sostituirà Joe Lydon che, nel frattempo, ha assunto il ruolo di responsabile dello sviluppo degli internazionali per la federazione inglese (RFU). Entrambi si sono detti entusiasti delle rispettive nuove collocazioni. Questa la dichiarazione di Lewsey: "Sono felice dell’opportunità che mi è stata offerta di recitare un ruolo fondamentale nella costruzione di un clima sereno e di alto profilo nello sport nazionale del Galles”. Ha replicato a distanza Lydon (ex League): “Lascio a malincuore il Galles ma mi affascina la sfida che comporta un ruolo tanto delicato come quello che mi è stato offerto. Ogni mia energia sarà d’ora in vanti dedicata allo sviluppo del rugby inglese” .La giurisdizione di Lydon comprende Saxons, U20, U18, Sevens, Inghilterra femminile senior, Sevens e U20 .Giorgio Sbrocco

Championship Fur Nations – Australia giù dal podio. Inghilterra terza potenza mondiale. By Giorgio Sbrocco

 Cambia il podio del Ranking Irb dopo la disputa della prima giornata del Championship. La sconfitta interna dell’Australia con la Nuova Zelanda è infatti costata il terzo posto ai Wallabies che si sono visti superare dall’Inghilterra di poco più di un terzo di punto. Invariato il resto della classifica, con argentina al 10° posto a l’Italia 12esima dietro a Tonga.IRB rankingNuova Zelanda 91.55Sud Africa 87.03Inghilterra 85.76Australia 85.41Francia 81.59Galles 81.36Samoa 80.42Irlanda 79.58Scozia 76.95Argentina 76.67Tonga 74.77Italia 74.17Giorgio Sbrocco

Aviva Premiership – Mallinder: “Wood capitano perfetto”. Dell’Inghilterra, non dei Saints. By Giorgio Sbrocco

Una logica c’è. O almeno dovrebbe esserci. I fatti: Jim Mallinder, dopo aver riconfermato nel ruolo di capitano il tallonatore Dylan Hartley nonostante l’espulsione in finale di campionato e la successiva maxi squalifica, ha plaudito alla scelta del ct dell’Inghilterra Stuart Lancaster che ha assegnato i gradi di capitano della Nazionale al flanker Tom Wood, anch’egli di Northampton. “Penso sia stata una scelta azzeccata. Tutti rispettano Tom (Wood, ndr) per quello che dice e per come si comporta. Stuart Lancastee ha deciso per il bene del gruppo. Anche se ha saltato il Tour con i Lions il suo futuro è in Nazionale con l’Inghilterra. Ho parlato con Stuart (Lancaster, ndr), è stato molto favorevolmente impressionato dalla prestazione di Wood”. Mallinder è da sempre sostenitore della tesi per cui una squadra è forte quanto più alto è il numero di giocatori leaders di cui dispone: “Phil Dowson, Lee Dickson, Kahn Fotuali'i  sono leaders in campo e fuori. Esattamente il tipo di giocatori di cui il club ha bisogno”. Ma la domanda sorge spontanea: perché non hai fatto capitano Tom Wood? Giorgio Sbrocco

Rugby Femminile – Il Canada vince la Nations Cup. Inghilterra battuta in finale. By Giorgio Sbrocco

Battendo l’Inghilterra in finale 27-13 (3-2 le mete) il Canada si è aggiudicato l’edizione 2013 della Nations Cup di rugby femminile che si è disputata in Colorado. Nell’Inghilterra detentrice del titolo e favorita della vigilia (sconfitta dal Canada anche nella fase di qualificazione 25-29) 11 debuttanti. “Non abbiamo difeso il titolo . ha dichiarato il ct Graham Smith – ma ci sono buone ragioni per ritenere questa prestazione positiva. L’esperienza ci ha migliorato tutti. Ha vinto la squadra più forte. Guardiamo avanti e speriamo altre possibilità di misurarci con loro”. Giorgio Sbrocco

01
agosto


Inghilterra – Lancaster ne convoca 33 per l’Inghilterra dei Test di Novembre. Sei i debuttanti. Graziato Hartley. By Giorgio Sbrocco

Fedele  alla sua impostazione secondo cui “il gruppo dei giocatori di interesse nazionale deve essere una realtà in continua evoluzione”, il ct dell’Inghilterra Stuart Lancaster ha inserito 6 nomi nuovi nell’elenco dei 33 atleti diramato oggi e con il quale intende preparare la stagione 2013/2014. I debuttanti sono: Dave Attwood, Kyle Eastmond, Matt Kvesic, Billy Vunipola, Christian Wade e  Marland Yarde. Quattro di loro hanno meno di 22 anni. Lancaster ha confermato 11 elementi della precedente lista reduci dal vittorioso Tour dei B&I in Australia e ha recuperato Chris Ashton, Danny Care, Toby Flood and Chris Robshaw a riposo nel corso dell’estate. C’è anche Dylan Hartley, il tallonatore di Northampton squalificato nel corso della finale di Premiership contro Leicester. “Gli ho parlato a lungo” ha detto Lancaster. “Sono convinto che abbia capito quali sono i limiti del comportamento da tenere e da non tenere su un campo di gioco”. Sommando ai 33 del gruppo Eps  quelli inseriti nel gruppo Saxons, il totale dei giocatori sotto osservazione in vista dei Test match di novembre (il 2 contro l’Australia) è di 65 giocatori. Non risulta fra i convocati la terza linea dello Stade Francais James Haskell. Nessuno dei convocati per il raduno dell’11 agosto gioca in club stranieri o in divisione diversa dalla Premiership. England Senior EPS (33)AvantiDavid Attwood (Bath Rugby)Dan Cole (Leicester Tigers)Alex Corbisiero (Northampton Saints)Tom Croft (Leicester Tigers)Dylan Hartley (Northampton Saints)Matt Kvesic (Gloucester Rugby)Joe Launchbury (London Wasps)Courtney Lawes (Northampton Saints)Joe Marler (Harlequins)Ben Morgan (Gloucester Rugby)Geoff Parling (Leicester Tigers)Chris Robshaw (Harlequins)Billy Vunipola (Saracens)Mako Vunipola (Saracens)David Wilson (Bath Rugby)Tom Wood (Northampton Saints)Tom Youngs (Leicester Tigers)Linea arretrataChris Ashton (Saracens)Brad Barritt (Saracens)Mike Brown (Harlequins)Freddie Burns (Gloucester Rugby)Danny Care (Harlequins)Lee Dickson (Northampton Saints)Owen Farrell (Saracens)Toby Flood (Leicester Tigers)Ben Foden (Northampton Saints)Alex Goode (Saracens)Kyle Eastmond (Bath Rugby)Manusamoa Tuilagi (Leicester Tigers)Billy Twelvetrees (Gloucester Rugby)Christian Wade (London Wasps)Marland Yarde (London Irish)Ben Youngs (Leicester Tigers)Giorgio Sbrocco

21
luglio


Rugby femminile – Nuova Zelanda imbattibile, vince anche il terzo Test. By Giorgio Sbrocco

Le Black ferns non perdonano. E, soprattutto, non si stancano mai di vincere. Si è conclusa con la vittoria per 3-0 della Nuova Zelanda sull’Inghilterra la Serie di tre Test match estivi che ha opposto le due super potenze del rugby femminile. L’ultima partita si è disputata a Pukekoh e ha visto le padrone d casa imporsi con il punteggio di 29-8. NZ in meta con : Richardson, Savage, Winiata, Cocksedge. Per le inglesi: una meta firmata da Clark. “Non era questo il modo in cui avremmo voluto chiudere il Tour” ha dichiarato il ct dell’Inghilterra Gary Street. “Ma qualcosa di buono in termini di gioco siamo comunque riusciti a mettere in campo. Siamo venuti in Nuova Zelanda soprattutto per capire il nostro effettivo valore a un anno dalla World cup. E per farlo abbiamo scelto di misurarci con le più forti al mondo”Serie 2013  I Test, Auckland: Nuova Zelanda -  Inghilterra 29-10II Test, Hamilton: Nuova Zelanda - Inghilterra 14-9IIITest, Pukekohe: Nuova Zelanda - Inghilterra 29-8 Giorgio Sbrocco

19
luglio


Rugby Femminile – Alla NZ la Serie con l’Inghilterra. Domani terzo Test. By Giorgio Sbrocco

Quando in Italia saranno le 5.35 di sabato mattina le nazionali di Nuova Zelanda e Inghilterra scenderanno in campo a Pukekohe (sud di Auckalnd) per disputare il terzo e conclusivo Test match della Serie che ha opposto le due incontrastate dominatrici del panorama del rugby al femminile reduci dalla finale della WC Seven di Mosca. Le Black Ferns padrone di casa hanno già vinto i primi due Test giocati a Auckland e a Hamilton e puntano alla vittoria per 3-0. Test match 20131° NZ – Inghilterra 29-102° NZ – Inghilterra 14-93° NZ – Inghilterra sabato ore 5.35Giorgio Sbrocco

13
luglio


Rugby Femminile – A Auckland la NZ vince il Test match n. 1000. By Giorgio Sbrocco

Vittoria delle Black Ferns sull’Inghilterra (29-10) nel primo dei tre Test che le due Nazional i disputeranno da oggi a sabato. Il match, che si è disputato all'Eden Park di Auckland, è stato il numero 1000 nella storia dei Test match ovali al femminile. La partita si è risolta a favore delle padrone di casa solo negli ultimi 10’, grazie alle mete di Amiria Rule e Justine Lavea. In meta anche Portia Woodman (stella del recente Mondiale Seven di Mosca) e  Marlie Packer. Il secondo Test è in programma martedì al Waikato stadium di Hamilton TEST MATCH 1 Nuova Zelanda - Inghilterra 29-10 Giorgio Sbrocco

Rugby Ball