14
luglio


Super Rugby – Brad Thorne a 38 anni continua, Damien Traille forse no. By Giorgio Sbrocco

Più di trenta (anni) e non sentirli, o quasi. Anche se non tutti hanno nei confronti del tempo che passa e dell’età che avanza gli stessi parametri di valutazione. Per un Damien Traille (34, 86 caps con la Francia) che non pare del tutto convinto a disputare un’altra stagione di Top 14 dopo che il suo contratto sarà spirato, c’è il quasi quarantenne (38, 59 caps AB) Brad Thorne ha annunciato che giocherà un altro anno con la maglia degli Highlanders in Super Rugby.  “È il mio ultimo anno di contratto con Biarritz – ha detto il centro Traille – e non sono affatto sicuro di voler continuare. Questa potrebbe essere la mia ultima stagione. Vedremo cosa ne penserà il mio fisico, ma non escludo di smettere a fine anno. A una certa età i tempi di recupero si allungano...Nella mia testa non mi sento stanco, ma nella vita bisogna anche sapersi fermare”. Per il “vecchio” Thorne ha parlato il tecnico del XV di Dunedin (Otago) Jamie Joseph: “La presenza di Brad anche per il 2014 è una notizia fantastica. Lui porterà alla squadra importanti iniezioni di professionalità. Il suo denso del dovere, la su esperienza e la sua leadership saranno molto utili per tutti”Giorgio Sbrocco

Super Rugby – Rebels a fil di sirena superano gli Highlanders a Melbourne. By Giorgio Sbrocco

Chiusura di stagione regolare nel segno dell’occasione mancata sul filo di lana e per gli Highlanders di capitan Hore e del (futuro) vice-Carter Colin Slade che, a Melbourne, sono stati battuti dai  Rebels al termine di una partita che nulla aveva da dire quanto a classifica e piazzamento finale ma che ha mostrato il classico andamento a due facce. Chiusa la prima metà gara avanti 31-7, gli uomini di Dunedin hanno infatti tentato, senza riuscirvi, di controllare le operazioni e di contenere il ritorno dei padroni di casa.  Australiani in controllo quasi totale della gara (70% del possesso) e tre volte in meta, fino a “vedere” gli avversari a – 6 al 12’ dalla sirena (28-34 e O'Connor in campo dalla panchina). Una meta di Bryce Hegarty al 74 porta i Rebels a – 1 ma al 77’ Hayden Parker centra i pali per il 37-33 a favore degli Highlanders. Il sorpasso arriva a fil di sirena e lo firma ancora l’apertura Bryce Hegarty che segna la seconda meta personale dell’incontro che vale il successo per  i padroni di casa. Domani (14.15) su Sky Sport 3HD diretta di Cheetahs - Blues. Per i Rebels: mete di .English (2), C.Vuna (2), B. Hegarty (2)Per gli Highlanders: mete di B.Smith, H.Gear, T.Ellison, T.Woodcock Super Rugby XX giornataMelbourne Rebels – Highlanders 38- 37 (pt 7-31) Giorgio Sbrocco

29
giugno


Super Rugby – Dan Carter ne fa 25 e i Crusaders vedono i play off. By Giorgio Sbrocco

Dan Carter firma 25 punti personali e i suoi Crusdaers conquistano vittoria e bonus contro gli Highlanders  nel turno n.18 del Super Rugby australe. Grazie alla vittoria del Forsyth Barr Stadium di Dunedin il XV di capitan George Whitelock, attualmente al quinto posto e con due partite ancora da disputare,  può ancora sperare nei play off e nel primo posto nella cponference davanti ai Chiefs. Per i Crisaders: mete di G.Whitelock, A.Ellis, D.Carter, T.Veianu, per i padroni di casa: mete di B.Smith, H.Gear, una trasformata da SladeSuper Rugby – XVIII giornataHighlanders – Crusaders 12 – 40 (pt 7-13)Giorgio Sbrocco

20
maggio


Super Rugby – Ma' a Nonu guarisce e vola a Perth per evitare agli Highlanders il Cucchiaio di legno. By Giorgio Sbrocco

Rientra l'AB  Ma’a Nonu sabato a Perth con la maglia degli Highlanders in occasione della sfida con gli australiani di Western Force, partita valida per il 15esimo turno di Super Rugby e che, di fatto, risulterà decisiva nell'assegnazione del Cucchiaio di legno del torneo. Attualmente W. Force occupa la penultima posizione in classifica con 19 punti, mentre gli Highlanders sono ultimi a quota 16. Nonu, che a causa di un infortunio al ginocchio aveva disertato gli impegni in Sud Africa, ha raggiunto Perth in aereo per non mancare l'importante appuntamento. Oltrre al centro della Nazionale, gli Highlanders recupereranno anche il pilone  Bronson Murray e il mediano di apertura Trent Renata.Giorgio Sbrocco

Super Rugby – La prima volta degli Highlanders! A Dunedin si arrendono gli Sharks. By Giorgio Sbrocco

 Prima vittoria stagionale per il fanalino di coda Highlanders che a Dunedin ha sconfitto il XV sudafricano dei Natal Sharks nel primo match del sabato inserito nel programma del turno n. 12 del Super Rugby . La formazione di capitan Hore (in svantaggio 7-15 all’intervallo) è andata tre volte in meta con S.Treeby, A Smith e C. Slade e ha messo a referto 10 punti con il piede dell’apertura Colin Slade. Tre le mete della squadra del Natal capitanata dal flanker Keegan: 2 di M.Bosman e una di L.Mvovo, il resto (7 punti) dal calciatore Pat LambieSUPER RUGBY – XII giornataHighlanders – Sharks 25-22Giorgio Sbrocco

03
aprile


Super Rugby – Nuova Zelanda - Giappone e ritorno. Destinazione: Dunedin. By Giorgio Sbrocco

Smisurato finché si vuole, il parco giocatori della “sterminata” (rugbisticamente parlando) Nuova Zelanda. Ma non infinito. Almeno a giudicare dal ripertersi di chiamate di emergenza in direzione Giappone che provengono dal Super Rugby. Ultimi in ordine di tempo a lanciare l'Sos sono stati idirigenti della franchigia degli Highlandres di Dunedin (ancora a zero vittorie) che hanno richimato in patria il 32enne terza linea  Mose Tuiali'i, emigrato nel 2008 (9 caps AB), in sostituzione dell'infortunato Nasi Manu. Tuiali'i è il quinto “emigrato” neozelandese che negli ultimi due anni lascia il Paese del Sol levante per fare ritorno a Otago. Prima di lui è stata la volta di Neil Brew (34 anni), Jake Paringatai (32) Brad Thorn (38) e Tamati Ellison (31).Giorgio Sbrocco

Rugby Ball