05
aprile


HEINEKEN CUP – TOLOSA STRAFAVORITO A EDIMBURGO. MA COACH BRADELEY AVVERTE: “POSSIAMO VINCERE, L’ABBIAMO GIA’ FATTO. TUTTO LA SCOZIA E’ CON NOI”. By Giorgio Sbrocco

La sfida di sabato a Murrayfield fra Edimburgo (per la prima volta oltre il turno di qualificazione) e il Tolosa quattro volte campione d’Europa, appare la meno equilibrata del tabellone dei quarti di finale della Heineken cup 2012. Dalla prima volta, che risale al 1989 (vinsero i francesi 29-25 fuori casa), a oggi, sono stati 11 i confronti in Coppa fra i due club. E il bilancio dice 10-1 in favore dei francesi, vera bestia nera della formazione scozzese. Consapevole (o quasi) di non avere alcuna possibilità di passare il turno, il tecnico di Edimburgo Michael Bradley (intervistato da Simon Valzer per Rugbyrama) preferisce vedere il bicchiere mezzo pieno: “Tolosa ha vinto più di noi negli scontri diretti” esordisce. “Ma è anche vero che nel 2003 abbiamo vinto noi 23-16 a casa nostra, prima di essere severamente punti al ritorno (33-0)”. Secondo coach Bradley, nonostante i precedenti, le due formazioni hanno tratti in comune: “Entrambe amano il gioco sugli spazi aperti fatto di passaggi e di movimento. E questo già assicura che, risultato a parte, in campo ci sarà bel rugby”. Non è un caso che, nel girone di qualificazione, Edimburgo (Laidlaw all’apertura) abbia chiuso con 17 mete all’attivo (16 quelle di Tolosa) due volte sconfitto) e che, proprio in quella circostanza, sia stato artefice, insieme con il Racing di Pierre Berbizier, di un incredibile 48-47 finale.  Quanto alla possibilità dei suoi di ribaltare un pronostico che  tuti considerano scontato, Bradley predica ottimismo: “Per noi è un’esperienza nuova. Giocheremo davanti a una folla enorme di nostri tifosi, abbiamo fiducia nei nostri mezzi. Possiamo batterli. E sognare la nostra prima semifinale”. La conclusione è su toni solo in apparenza eccessivi: “Abbiamo l’occasione di fare la storia, avremo un a nazione interna a sostenerci. Sarà un momento unico. Il match più importante nella storia del nostro rugby di club. Il primo quarto di finale di Coppa a essere giocato sul nostro suolo. L’occasione ideale per dirsi fieri di essere scozzesi”. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo  

05
aprile


HEINEKEN CUP – S.O.S. CLERMONT: MORGAN PARRA STRAPPATO PROBABILMENTE SALTERA’ I SARACENS. COACH COTTERE VISITA L’INFERMERIA E…PREGA. By Giorgio Sbrocco

A meno di recuperi (miracolosi) dell’ultimo momento, Morgan Parra non sarà in campo domenica a Londra contro i Saracens nella partita valida come gara 1 dei quarti di finale di Heniekem cup. Al forte 23enne mediano di mischia della Nazionale francese (41 caps) e del Clermont, uscito di campo dolorante nel corso del match di Top 14 perso a Biarritz (15-14) sabato scorso, è stato diagnosticato uno strappo al muscolo semimembranoso della coscia sinistra. Una decisione definitiva sul suo eventuale impegno a Vicarage Road verrà presa nella giornata si sabato, dopo che il giocatore sarà stato sottoposto a una specifica batteria di esami per determinare il grado di cicatrizzazione della ferita muscolare. Ma che l’infermeria del club campione di Francia sia vicina al tutto esaurito è un dato oggettivo che preoccupa non poco lo staff tecnico. Sono infatti fermi ai box dopo la partita di Biarritz: la terza linea Lapandry (dolori alle cervicali), l’ala Malzieu (guai alla spalla), Zirakashvil (polpaccio), Kotze (dolori intercostali), Vosloo (adduttori) e l’All Black Sivivatu  (coscia). Per loro si nutre ancora qualche speranza di recupero, mentre è dato per sicuro il forfait di King (colpo alla testa) e dell’azzurro Canale (problemi al polso). Presa visione della situazione infortuni il tecnico Vern Cotter ha deciso che il solo gesto sensato in una tale sfavorevolissima congiuntura è (secondo il sito del club dell’Alvernia)…pregare che nessun altro si faccia male. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo    

03
aprile


HEINEKEN CUP - IL MEGLIO DEL RUGBY EUROPEO IN CAMPO NEL WEEK END DI PASQUA. SI ANNUNCIA UN DOMINIO CELTICO MA INGLESI E FRANCESI...By Giorgio Sbrocco

Sarà un week end di Pasqua da non dimenticare per gli amanti del grande rugby quello che vedrà le otto migliori formazioni di club d’Europa darsi battaglia in una due giorni di sfide imperdibili in occasione delle gare di andata dei quarti di finale di Heineken cup 2012, a tutti gli effetti (anche economici, fatte alcune debite proporzioni) la Champions league della palla ovale. Al prestigioso appuntamento sono giunte (e la cosa ha fatto discutere e riflettere i responsabilidei massimi campionati nazionali) ben cinque formaziooni provenieneti dal torneo celtico Pro 12. Fra esse la vera (grandissima) sopresa é Edimburgo, un XV poco accreditato alla vigilia, che viaggia nelle parti basse della classifica (anche se nell’ultimo turno ha messo sotto i lanciatissimi Scarlets) ma si presenta sulla ribalta piu importante d’Europa deciso a far parlare di sé. Scontata (per l’oggettivo valore degli organici e per l’eccezionale concentrazione di talenti) la presenza delle due storiche formazioni irlandesi: il Leinster detentore del titolo  e il Munster che l’anno scorso si impose nel campionato Celtico. Grande è stata invece l’impresa dell’Ulster (dal cuore sudafricano) che ha certificato l’attuale dominio del rugby isolano sul vecchio continente, almeno a livello di franchigie/club. A rappresentare il rugby inglese, e quello che secondo molti osservatori e’, se non il migliore, sicuramente il più duro e impegnativo dei campionati domestici, ci sono i Saracens  che in Premiership  lottano con gli Harlequins per la testa della classifica e che saranno protagonisti dell’unico confronto “Celtic free” della due giorni ovale. Dal Galles, fantastico vincitore del Grande Slam targato Sei Nazioni, arrivano i Cardiff Blues (che hanno appena tagliato il talentuoso ma poco affidabile Gavin Henson per motivi disciplinari) e che in Pro 12 sono ancora in corsa per i play off, anche se reduci da una pesante sconfitta a Glasgow. E infine la Francia, che porta nei pressi del tetto d’Europa solo i campioni in carica di Clermont, peraltro con buone possibilità (le condizioni di Parra saranno determinanti) di puntare molto in alto. Per (tentare di) farsi un’idea dei rapporti di forza fra le squadre in campo, è il caso di ricorrere ai numeri. In attesa di conoscere le formazioni di partenza, annotare le prime dichiarazioni dei tecnici  e scoprire le reali condizioni di alcuni infortunati eccellenti. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo SABATO 7 ore 16.00 Murrayfield EDIMBURGO – TOLOSA In Heineken cup Scontri diretti 11 Vittorie Tolosa 10 Vittorie Edimburgo 1 Mete segante Tolosa 36 Mete segnate Edimburgo 16 Punti totali Tolosa 325 Punti totali Edimburgo 146 Tolosa 88-32 Edimburgo 33-53 Media punti segnati Tolosa 28 Media punti segnati Edimburgo 19 HC  vinte Tolosa 4 Edimburgo 0 @@@@@@@@@@ SABATO 7 ore 18.45 Aviva stadium LEINSTER – CARDIFF In Heineken cup Scontri diretti 3 Vittorie Leinster 2 Vittorie Cardiff 1 Mete segante Leinster 4 Mete segnate Cardiff 5 Punti totali Leinster 58 Punti totali Cardiff 59 Leinster 74-35 Cardiff 53-44 Media punti segnati Leinster 26 Media punti segnati Cardiff 23 HC vinte Lainster 2 Cardiff 1 @@@@@@@@@@ DOMENICA 8  ore 14.45  Thomond Park MUNSTER – ULSTER In Heineken cup Scontri diretti NESSUNO Munster 86-34 Ulster 45-52 Media punti segnati Munster 26 Media punti segnati Ulster 21 HC vinte  Munster 2 Ulster 1  @@@@@@@@@@ DOMENICA 8 ore 17.30  SARACENS - CLERMONT In Heineken cup Scontri diretti 4 Vittorie Saracens 1 Vittorie Clermont 3 Mete segante Saracens 3 Mete segnate Clermont 10 Punti totali Saracens 52 Punti totali Clermont 89 Saracens 23 - 15 Clermont 30-26 Media punti segnati Saracens 27 Media punti segnati Clermont 27 HC vinte Saracens 0 Clermont 2  

28
marzo


COPPE EUROPEE: LE DUE CELTICHE IN HEINEKEN E LE PRIME QUATTRO DEL CAMPIONATO DI ECCELLENZA IN CHALLENGE. IL TEMUTO TAGLIO NNO C’E’ STATO. PER FORTUNA. By Giorgio Sbrocco

La notizia è ufficiale, a diramarla è la stessa Fir: nulla di nuovo quanto a partecipazione italiana alle coppe europee 2012/2013. Benetton e Aironi (quest’ultima solo nel caso non si avverino  i progetti di smobilitazione/fallimento di cui si parla con una certa insistenza da tempo) prenderanno parte alla Heineken cup, mentre le prime quattro classificate della regular season del campionato di Eccellenza otterranno il pass per la Chalenge cup (e il conseguente contributo Erc di circa 400 mila euro). Destituite quindi di ogni fondamento le voci che volevano (alla luce dei pessimi risultati del campo) la riduzione della nostra rappresentanza a due soli club.  Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo    

28
marzo


COPPE EUROPEE, CONFERMATO L’ASSETTO ATTUALE PER IL 2012/2013

Roma – La FIR informa che per la stagione 2012/2013 è confermata la partecipazione delle squadre italiane alle Coppe Europee secondo i seguenti criteri: Heineken CupPartecipano le due formazioni iscritte al Rabodirect PRO12 Amlin Challenge CupPartecipano le formazioni classificate dal primo al quarto posto del Campionato Italiano d’Eccellenza 2011/2012

Rugby Ball