21
ottobre


Tags
,

HC – La stampa francese contro l’arbitro Hodges. Treviso favorito contro Tolosa? Pare di sì…By Giorgio Sbrocco

Mathieu Gherardi su Rugbyrama ha parlato di  “prestation douteuse” (favori immotivati) . Secondo il collega francese l’arbitro gallese di Treviso -Tolosa, mister Hodges, non ha certo brillato per equilibrio e perizia interpretativa. Fra le questioni sollevate a carico del direttore di gara: la scarsa attenzione al gioco sui punti d’incontro, le linee di fuori gioco non rispettate e, nello specifico, l’aver concesso troppo a Barbieri prima di punirlo con il cartellino giallo. Un metro molto diverso da quello applicato nei confronti, prima  del pilone Tolofua, poi di Clerc. “Tolosa non pretende trattamenti di favore” conclude Gherardi. “Ma non può accettare che si usi qualsiasi mezzo per creare delle soprese”. Questa ci mancava!Giorgio Sbrocco

21
ottobre


Tags
,

HC – Briatore e i Benetton: cosa bolle in pentola? By Giorgio Sbrocco

Non è passata inosservata, ieri a Monigo, la presenza in tribuna di Flavio Briatore accanto al presidente Amerino Zatta e a Gilberto Benetton,  in occasione del match di Heineken cup fra Treviso e Tolosa. Del chiacchieratissimo 62enne manager piemontese si  conoscono da tempo i vasti interessi  e le capacità imprenditoriali. Oltre alla storica e solida amicizia con la famiglia di Ponzano. Per i colori della cui scuderia Briatore vinse, praticamente inventando dal nulla una realtà organizzativa che poi ha fatto scuola, titoli mondiali e Gran premi in grande quantità.  Fu Briatore, fra le altre cose, a scoprire e a credere in un certo Michael Shumacher, che portò in Benetton, prelevandolo dalla Jordan,  nonostante avesse corso un solo Gran premio in carriera. Un vincente, insomma. Uno che ha dimostrato, coi fatti, di saperci fare. E che come tutte le persone di alto profilo si è coltivato, nel tempo, due orticelli paralleli: quello degli amici sinceri e quello dei nemici giurati. Una figura, comunque dalla professionalità e dalle capacità operative indiscusse. Proprio ciò di cui avrebbe bisogno il rugby italiano per quel salto di qualità, anche organizzativo, che da anni in molti hanno cercato, senza successo, di compiere. Non è dato  sapere, al momento, se dietro l’apparizione allo stadio del rugby di Briatore sabato a Treviso ci sia (allo stato più o meno embrionale)un progetto di collaborazione con il gruppo proprietario della squadra. In assenza di qualsiasi segnale sull’argomento, non resta che attendere.  Magari speranzosi il giusto. Giorgio Sbrocco    

21
ottobre


Tags
,

HC – Traille dopo Biarritz-Zebre: “Occorreva vincere e ci siamo riusciti. Ma in campionato dovremo fare molto meglio”. By Giorgio Sborcco

Vittoria sulle Zebre con punto di bonus buono per la classifica (girone 3) e per il morale. Dati oggettivi  che, però, nono sodisfano completamente il veterano Damien Traille. Che come deve fare un condottiero di lungo corso e di lunga prospettiva, guarda avanti: “Ci sono ancora troppe cose che non vanno” ha dichiarato alla fine del matc vinto sotto il nubifragio dai suoi 38-17. “Siamo soddisfatti per la vittoria, che in effetti era la priorità della serata. Ma ora ci attendono due trasferte davvero difficili, una a Clermont e l’altra a Grenoble e le cose saranno decisamente diverse. Se vogliamo ben figurare dovremo mettere in campo altre cose”. Non mancano, comunque, gli aspetti positivi, anche nel successo contro la franchigia italiana, a partire dalle cinque mete segnate. “E dal fatto che, dopo, cinque sconfitte consecutive, finalmente abbiamo portato  a casa una vittoria” ammette il 34enne centro della formazione basca.Giorgio Sbrocco     

20
ottobre


Tags

HC – I risultati del secondo turno

Heineken cup II giornata Glasgow – Ulster 8-19Castres – Northampton 21-16Scarlets – Leinster 13-20Benetton – Tolosa 21-33Saracrens – Racing Metro 30-13Exeter – Clermont 12-46Connacht – Harlequins 22-30Biarritz  -Zebre 38-17

20
ottobre


Tags
,
,

HC – Biarritz d’autorità nella ripresa chiude sopra di 21 e centra il bonus. By Giorgio Sbrocco

Biarritz – Zebre 38-17 (pt19-9)Marcatori: 6’ m Barcella tr, Barraque, 8’ cp Halangahu, 12’ m.Lesgourges tr. Barraque, 19’ mnt Ngwenia, 25’ cp Halangahu, 29’ cp Garcia, 46’ mnt Taele, 49’ cp Halangahu, 52’ m. Lesgourges tr. Barraque, 61’ m. Heguy tr. Peyrelongue, 79’ mnt Van SchalkwykArbitro: Dudley Phillips (Irl)Gialli: 59’ Caffini (Z) Al ritorno in campo  Gajan manda in campo il reggiano Odiete al posto di Orquera. Per lui un debutto di altissimo profilo.Al 43’ Burotu entra fra Odiete e Trevisan sul lato sinistro del fronte di attacco prima planare in area di meta. L’arbitro vuole vederci chiaro e appalta la decisione al Tmo (Peter Fergusson) che non concede la segnatura.  Ne nasce una tambureggiante azione dei biancorossi cui le Zebre (45’) oppongono una feroce resistenza sulla linea del vantaggio.  Terza mischia davanti ai pali e altro calcio contro (Perugini?). Si ripete, e stavolta la carica dei baschi è davvero selvaggia. Taele (46’) schiaccia, il Tmo dice che è meta. Biarritz incassa il tanto agognato (e meritato) bonus offensivo. Obiettivo centrato. Basterà?Pronta  la reazione Zebre con Halangahu da 40 metri per il - 12, un attimo prima che Biarritz cambi in blocco l’intera prima linea.  Al 52’ drive pesante di Biarritz fermato irregolarmente. Il numero 9 di casa parte su calcio a favore sui cinque metri e segna indisturbato la meta numero 5. Dentro le panchine. Applausi per il veterano Peyrelongue al 56’ che entra in compagnia del Puma Bosh.Al 59’ va fuori Caffini per aver messo le mani dove non avrebbe dovuto. Zebre in  inferiorità numerica e in riserva. Un paio di placcaggi troppo morbidi e in meta ci va Heguy a fianco dei pali.Prima volta delle Zebre nei 22 di Biarritz al 62’. Al 63’ Halangahu perde palla sopra la linea di meta con vantaggio a suo favore finito da una manciata di secondi. Disdetta! La miglior azione delle Zebre.Possesso infinito delle Zebre dentro i 22 francesi che però si perde (67’) per un in avanti di Garcia al largo. Lezione di Biarritz in chiusa alla prima linea italiana.Traille pennella (69’) sulla destra per Baby che serve Burotu in velocità. Buon placcaggio di Odiete e pallone che cade in avanti. Meta salvata! Bella progressione sull’asse Benettin – Tebaldi al 71’: doppio offload e terzo malamente eseguito da Ferrarini che vanifica il tutto.Al 79’ Van Shalkwyk corona una prestazione di alto profilo e firma la meta della bandiera che premia il coraggio e la determinazione di tutta la squadra. Uomo del match viene eletto Burotu. Ma il migliroe in campo è stato l’estremo Balshow. Questione di opinioni. E Ferrarini continua a crescere…Giorgio Sbrocco

20
ottobre


Tags
,

HC – Biarritz avanti di 10 sotto il diluvio. By Giorgio Sbrocco

Biarritz – Zebre 19-9Marcatori: 6’ m Barcella tr, Barraque, 8’ cp Halangahu, 12’ m.Lesgourges tr. Barraque, 19’ mnt Ngwenia, 25’ cp Halangahu, 29’ cp GarciaArbitro: Dudley Phillips (Irl)’ Pioggia (tanta) e terreno pesante al Parc du Sport del capoluogo basco che riceve per la prima volta le Zebre di Christian Gajan per il secondo turno di Hc. UIna partita che Biarritz deve assolutamente vincere (con bonus) per dimenticare gli Halrequins e epr alimentare sogni di gloria nell’Europa ovale che conta.Monopolio Biarritz del pallone nei primi 2’. Zebre senza affanno ma due volte colte in fallo  dal direttore di gara. La terza illegalità è a ridosso della linea di meta. Traille trova una rimessa sui cinque. Drive, tre raccogli e vai e palla fuori per le gambe di Burotu fermato  a un niente dalla meta. Arriva Barcella (6’) che completa l’opera e firma l primi punti che contano. Barraque trasforma. Halangahu prova a piazzare (8’) da posizione centrale e mette a referto tre punti.Orquera (9’) manca la presa su candela di Bolshow e concede ai padroni di casa una mischia poco fuori i 22. Ne nasce un’azione infinita (condita di qualche liscio difensivo non degno di questi livelli) e impreziosita dallo sprint di Ngwenia, che il mediano di mischia Lesgourges conclude vicino ai pali in perfetto sostegno.Biarritz tiene il piese sempre sull’acceleratore. La pioggia aumenta di intensità e aiuta (un poco) l’azione difensiva delle Zebre.Ma l’acqua è traditrice…un chip di Barraque (19’) affoga in una pozza davanti all’area di meta e trae in inganno l’incolpevole Trevisan. Arriva Ngwenia, raccoglie e schiaccia per la terza meta. Primo quarto andato!Un buon calcio di Trevisan rimette Biarritz sulla difensiva dentro i propri 22. La conquista non è un granché, ma Traille è…Traille e libera con autorità. Un fuori gioco dei padroni di casa mette Halangahu sulla piazzola (25’) per il secondo centro della serata. L’australiano non sbaglia ed è un 6-19 che fa bene al morale.Al 29’ tocca a Garcia provare a trovare i pali da oltre 50 metri. Ci riesce! Ed è meno 10.Pessima ricezione di Geldenhuys e pessima gestione dell’introduzione in mischia da parte dei baschi: turnover! Poi è Burotu a seminare il panico ma Traille (32’) stavolta sbaglia e spara in pallone morto.In chiusa affiorano problemi sul lato di Redolfini che mette ginocchio a erra e viene penalizzato. La partita è molto calata. Ci pensa Ngwenia ad accelerare (35’) e Festuccia si fa pescare in un mani in mischia che porta Biarritz in rimessa a 10 metri. Segue drive, con Zebre in trincea ai limiti del regolamento. Mischia a cinque: parte Lakafia ed è ancora fallo. Biarritz (38’) chiede un’altra mischia. Ne nasce una serie infinita di pick and go ma le Zebre non mollano e mettono le mani sotto la palla in area di meta (bravo Halanghau!). Al 39’ è ancora mischia! Ma Biarritz non trova spazi utili e l Zebre avanzano placcando. Brave davvero!Giorgio Sbrocco

20
ottobre


Tags
,
,

HC - Vince Tolosa. Benetton da applausi. By Giorgio Sbrocco

Benetton – Tolosa   21-33 (pt 18 – 9)Marcatori: 3’ cp Burton, 7’ cp McAllister, 10’, 13’, 16’cp Burton, 21’ cp McAllister, 25’ cp Burton, 30’ cp McAllister, 34’ cp Burton, 44’ cp Mcallister, 47’ cp Burton, 54’ mT Tolosa tr. Mcallister, 59’ m. Picamoles tr. Mcallister, 63’ m. Clerc tr, Mcallister,Gialli: 32’ Tolofua (T), 46’ Clerc, 48’ Barbieri (B), 75’ Tolofua (T  -rosso)Arbitro: Leighton Hodges (Wal) Fari accesi su Monigo. In tribuna non ne vuole parlare nessuno, ma si sente che l’impresa è nell’aria. Quella mancata di un niente nel 1995 (18-9, corsi e ricorsi storici sul tabellone…) nell’edizione numero uno della Coppa sembra davvero a portata di mano. Bisognerà vedere quanta cattiveria (agonistica) Tolosa sarà in grado di produrre dopo la prevedibile sfuriata di Guy Noves negli spogliatoi. E quanta benzina sarà rimasta nel serbatoio di questo meraviglioso Benetton Treviso tutto italiano. E la panchina di Tolosa scalpita…L’inizio non è dei migliori: Matanavu sbaglia la presa (senza pressione) in mezzo al campo e Treviso  carica con Barbieri-Zanni-Vosawai da mischia chiusa (42’). Poi Minto perde l’impatto e la palla appena dentro i 22. Noves manda in campo una prima linea nuova di zecca. E comincia un’altra partita. Fallo su Picamoles in rimessa laterale. Stavolta McAllister ci prova e non sbaglia (44’). Vincent Clerc (47’) ferma con una manata volontaria l’incursione di Toniolatti. Secondo giallo e Burton sulla rampa di lancio. Dentro! Barbieri (49’) caccia una palla a terra ma secondo l’arbitro gallese merita il giallo. McAllister stampa sul palo l’ovale del probabile – 6.Mischia Tolosa sui 22 a sinistra. Non c’è Barbieri. Tolosa rulla e Treviso e trova un calcio, che stavolta McAllister manda in rimessa  sui 5 metri. Pericolo! Benetton si difende ma in maniera illegale. Dusautoir ci rimette (quasi) un ginocchio ma si rialza e torna a lottare. Mischia Tolosa: spinta, confusione, meta tecnica (54’). Il rugby comincia in prima linea… Tolosa 19, Benetton 21. Dusautoir (55’) imbraga McLean, e guadagna un turnover. Segnali preoccupanti. Buco di Fickou (57’) che regala palla a Treviso. Si riparte da metà campo. Doppia mischia. Benetton agli sgoccioli, Smith non cambia i piloni. E in mischia Tolone fa ciò che vuole. Turnover. Parte Picamoles, Zanni lo affronta e lo ferma. Ma il bolide rossonero si è messo in moto e il motore romba. Picamoles torna sul pallone e Iannone (con Burton) può solo guadarlo mentre schiaccia per i punti del primo vantaggio francese. Mancano 20’ al termine. Troppi per una sconfitta dignitosa?La chiusa è un massacro. Al 62’ Treviso commette il fallo n.13. Drive da rimessa per Tolosa, palla fuori per McAllister che accarezza l’ovale di collo per l’accorrente Clerc in mezzo ai pali. Ora Tolosa cerca il bous della meta numero 4. McLean (66’) cerca una rimessa nei 22 da un calcio per fuori gioco a metà campo e la trova. Una mezza furba dentro i 5 per poco non coglie i francesi nel sonno, ma la palla di Barbieri a Ceccato è tutto tranne che perfetta. Peccato! Nel gioco rotto Tolosa si esalta, ma quando a metterci le mani sono i piloni…al 69’ entra Favaro in terza linea ed esce Steenkamp. In prima linea però la musica non cambia. Tolosa chiede la ripetizione sull’uscita di Cittadini. Buona 8 – 9 – 15 con chip di Huget per Clerc che non raccoglie. Mischia  a 5 per Treviso. La sofferenza continua. Botes libera (74’) e Tolosa riparte da rimessa appena fuori i 22. Più forma che sostanza  nella trasformazione al largo. Burton vede la palla fuori e di destro allontana la minaccia. Poi Tolofua (75’) prende il giallo numero 2 che si trasforma in rosso e abbandona la compagnia. Più appariscente che grave il suo fallo in raggruppamento. C’è ancora tanto Tolosa in campo, ma Treviso subisce senza smarrire lucidità e orgoglio. Finisce sotto di 12, con Tolosa che torna in Francia senza bonus e costretto a una discreta fatica. Bravi Leoni! Di più non si poteva! Nella foto di Elena Barbini: l'inarrestabile avanzata del pack di TolosaGiorgio Sbrocco      

20
ottobre


Tags
,
,

HC – Treviso sogna! In vantaggio su Tolosa al riposo. Burton perfetto! By Giorgio Sbrocco

Benetton – Tolosa 18 - 9Marcatori: 3’ cp Burton, 7’ cp McAllister, 10’, 13’, 16’cp Burton, 21’ cp McAllister, 25’ cp Burton, 30’ cp McAllister, 34’ cp BurtonGialli: 32’ Tolofua (T)Arbitro: Leighton Hodges (Wal) Monigo sembra piccolo, con le tribune piene di gente (tanti anche i francesi), colore  e entusiasmo nei minuti che precedono un match destinato a entrare nella storia. Solo il cielo non sembra voler partecipare alla festa. Il grigio la fa da padrone. Pazienza! In tribuna è sfilata di Vip: accanto a Amerino Zatta siede Flavio Briatore.Benvenuti e McLean provano ad attaccare la  linea del vantaggio al largo e infiammano le gradinate. Poi ci pensa Vosawai che carica dritto per dritto e guadagna un piazzato centrale da meno di 40 metri. Lo calcia Burton ed è 3-0. Si comincia a sognare!Furbata di Treviso alla prima chiusa (ingaggio anticipato). Poi Benvenuti semina il panico, si beve il suo centro e si fionda fin davanti ai 22. Pasticci in serie e calcio contro: Tolosa libera e poi (drive) guadagna un altro calcio per placcaggio alto di Pavanello su Dusoutoir. McAllister (7’) ci prova, 40 metri a sinistra dei pali e non sbaglia. Un fuori gioco di linea di Tolosa concede a Burton la possibilità di allungare. Da 45 metri l’apertura non sbaglia! Treviso ancora avanti! Huget deve essere qui in gita: una palla di McLean che gli arriva addosso dall’alto lo costringe all’errore. Pessimo segnale!Tolosa scadente (dominato?) anche in prima linea. Un’entrata storta e illegale regala a Burton un’altra pedata pesante ed è + 6. In campo c’è solo Treviso. Troppo bello per essere vero. Ma finché dura…Al 15’ Rizzo e Cittadini si bevono i due piloni in maglia rossonera. Fallo di disperazione dei francesi e Burton timbra la quarta pedata che passa dove deve passare e porta i Leoni a + 9.La domanda è: quando si sveglierà Tolosa?La prima timida risposta arriva dal 18enne Fickou che buca per 40 metri come se fosse in riscaldamento. Per fortuna perde palla in avanti ed è mischia. In prima linea Tolosa si fa rispettare, guadagna un calcio (19’) indiretto che gioca e spreca  a pochi metri dalla meta di casa. Un drive ben fatto frutta ai francesi un piazzata da destra che McAllister mette dentro con apparente facilità.Nella zona di collisione Treviso è all’altezza, addirittura superiore.  Anche se in chiusa (23’) Tolosa comincia a dare segni (preoccupanti) di vita. In coda a una rimessa laterale (lanciata male) Vosawai scippa l’ovale e si fionda nel cuore della difesa. Reazione fallosa e altro calcio per Treviso. Burton è i giornata di grazia e mette il 5/5 del 16-6Clerc (32 mete in Hc) scalda i motori sul lato destro del fronte di attacco, Fickou dà spettacolo ma McAllister azzarda un offload che non va a buon fine.  Lancio storto di Tolosa dentro i propri 22, ma la guerra degli assetti favorisce i francesi.Dusoutoir suona la carica (placcaggio monumentale su Sgarbi!) al 29’ e Tolosa sembra alzare testa, ritmo e intensità.  Trova un calcio sui 30 metri a sinistra e McAllister  firma il – 6.Mischia Treviso nei 22 (in avanti da calcio d’invio), il 18enne Tolofua “stappa” irregolarmente in prima linea e l’arbitro gli sventola il giallo. Poi ci pensa Burton in giornata di grazia a scrivere 18-9 sul tabellone. Un tenuto di Barbieri a metà campo regala a Tolosa una rimessa dentro i 22 (37’) , ne nasce un drive da cui esce Botha che porta la palla sui 5. Treviso, in formato barricate, resiste e viene graziato da un in avanti millimetrico dei francesi (?) a un mezzo passo dalla meta.  Mischia, parte Barbieri, Botes per McLean e palla lontana. Cavolata Treviso su palla rubata i rimessa laterale, Vosawai a terra subisce la controruck, ci mette le mani e prende calcio contro a tempo scaduto. McAllister sbanana fuori e stavolta perdona. Nella foto di Elena Barbini: Botes contrasta PicamolesGiorgio Sbrocco      

20
ottobre


Tags

HC – Nel girone 4 vincono Ulster e Castres. Northampton in bonus. By Giorgio Sbrocco

Successi di Castres in casa e dell’Ulster in trasferta negli anticipi della seconda giornata di HC che hanno riguardato le formazioni del girone 4. A Glasgow si è imposto il pronosticato Ulster (1-1 le mete segnate) che però non ha colto il preventivato bonus, mentre a Castres (12 mila spettatori) i padroni di casa hanno prevalso di 5 su Northampton (2 – 1 il computo delle mete per i francesi). La classifica del girone vede ora a l comando l’Ulster a 9 punti, seguito da Northampton e Castres rispettivamente a tre e a cinque lunghezze.Hineken cup II giornataGlasgow – Ulster 8 – 19Castres – Northampton 21 – 16 Giorgio Sbrocco

19
ottobre


Tags

HC – Il ricco menù del week end di Sky Sport

Le partite delle due italiane e, domenica, ancora Leicester Tigers, stavolta contro gli Ospreys nel menù televisivo di Sky in occasione del secondo turno di Heineken cup. Tutto ovviamente in diretta. Sabato 20 ottobre, ore 14.35Benetton Treviso - Tolosa, Sky Sport 2Sabato 20 ottobre, ore 19.00Biarritz - Zebre, Sky Sport 2Domenica 21 ottobre, ore 16.00Leicester Tigers - Ospreys, Sky Sport 2

Rugby Ball