08
giugno


Italia a San Juan - Brunel: “Nazionale da costruire in poche settimane. Contro i Pumas partita diversa dal solito”. By Giorgio Sbrocco

“La sfida è quella di allestire una squadra competitiva in queste poche settimane”. Così il ct Jacques Brunel alla vigilia del primo dei tre test-match  che domani (20.40 in Italia) metterà gli Azzurri di Marco Bortolami (capitano in attesa del recupero di Parisse) di fronte all’Argentina di Santiago Phelan, settima nel ranking Irb e prossima al debutto nel Four Nations australe. “Questo tour è importante per la nostra crescita – ha aggiunto Brunel – anche perché le occasioni di provare nuovi giocatori ad alto livello non sono molte nel corso dell’anno. Dobbiamo conservare, in questo tour, lo stesso spirito che ha caratterizzato il nostro Sei Nazioni soprattutto quando, come domani, affrontiamo un avversario di grande qualità”. E ancora: “Le partite tra Italia ed Argentina sono sempre molto combattute, strette nel punteggio, ma sinceramente non so dire che partita sarà quella di domani. Spero sarà una partita diversa dal solito, veloce e con tanto gioco, ma vedremo, è presto per dirlo”. Giorgio Sbrocco

Mondiale under 20 – Undici cambi nell’Italia anti Sud Africa. By Giorgio Sbrocco

Italia under 20 in campo domani (18.45, differita Rai Sport 2 sabato ore 11.20), al Western Cape University Stadium di Cape Town, contro il Sudafrica (battuto all’esordio dall’Irlanda) nella seconda giornata del Mondiale di categoria. Fuori il centro Campagnaro per infortunio. Undici cambi nel XV titolare scelto dal ct neozelandese Green rispetto alla prima giornata, con il centro della Mantovani Lazio Giulio Bisegni che rileva i gradi di capitano da Giovanni Maistri, che parte dalla panchina con Luca Conti tallonatore titolare. Giorgio Sbrocco ITALIA UNDER 20 15 Filippo GUARDUCCI (Marchiol Mogliano)* 14 Alex MORSELLINO (Petrarca Padova)* 13 Giulio BISEGNI (Mantovani Lazio) - capitano 12 Tommaso BONI (Marchiol Mogliano)* 11 Leonardo SARTO (Petrarca Padova)* 10 John APPERLEY (Rugby Reggio) 9 Marcello VIOLI (Rugby Noceto)* 8 Alessio ZDRILICH (Ospitaletto Rugby)* 7 Jacopo SALVETTI (Sertori Sondrio)* 6 Guglielmo ZANINI (M-Three San Donà)* 5 Marco BELLUCCI (Rugby Emergenti Cecina)* 4 Matteo FERRO (Femi-CZ Vea Rovigo) 3 Pietro CECCARELLI (Stade Rochelais) 2 Luca CONTI (Udine Rugby)* 1 Luca SCARSINI (Udine Rugby)* a disposizione 16 Giovanni SCALVI (Rugby Reggio) 17 Giovanni MAISTRI (Cammi Calvisano)* 18 Sami DRISSI-PANICO (UR Capitolina)* 19 Alfio MAMMANA (L’Aquila Rugby)* 20 Ruben RICCIOLI (Mantovani Lazio) 21 Guido CALABRESE (San Gregorio Catania)* 22 Edoardo PADOVANI (Marchiol Mogliano)* 23 Andrea BETTIN (Rubano Rugby)*

Pro 12 – Si chiamerà Zebre la nuova franchigia italiana in Celtic league. Fatto lo staff. By Giorgio Sbrocco

Morti gli Aironi, saranno le Zebre (un omaggio al glorioso  invitation team milanese fondato nel 1973) a rappresentare il rugby italiano nella prossima stagione celtica di Pro 12. La direzione sportiva è stata affidata a Roberto Manghi, 53 anni, direttore generale e guida tecnica del Rugby Reggio nel campionato d’Eccellenza 2011/2012. Christian Gajan, su indicazione del Commissario Tecnico Jacques Brunel, ha invece assunto il ruolo di direttore tecnico della franchigia: il 55enne allenatore francese, già in possesso di una profonda conoscenza del rugby italiano avendo rivestito il ruolo di capo-allenatore alla Benetton Treviso dal 1998 al 2000 ed al VeneziaMestre nella stagione 2008/09, vanta un curriculum internazionale di alto profilo. Gli allenatori   saranno Vincenzo Troiani, che dopo aver guidato la Rugby Parma nel Super 10 2005/2006 raggiungendo i play-off e vincendo la Coppa Italia ha svolto tutta la trafila come tecnico delle Nazionali giovanili ed è al momento impegnato presso l’Accademia U18 “Lorenzo Sebastiani” di Roma, e l’ex mediano di mischia dell’Italia Alessandro Troncon, dal 2007 e sino all’RBS 6 Nazioni 2012 assistente allenatore della Nazionale, dove è stato responsabile dei trequarti. Fabio Ongaro, tallonatore della Nazionale ha assunto invece il ruolo di Team Manager dopo aver annunciato in giornata il ritiro dall’attività agonistica. Massimo Zaghini, quest’anno all’Accademia FIR “Ivan Francescato”   è stato scelto per ricoprire il ruolo di preparatore atletico. Fatta (bene) la struttura, ora non manca che mettere in piedi una rosa all’altezza della situazione. Operazione oggettivamente assai complessa. Giorgio Sbrocco

07
giugno


Italia Emergenti – Guidi conferma il XV di Mogliano per il debutto con la Russia. By Giorgio Sbrocco

Fatta l’Italia Emergenti per il match di apertura del Nations cup 2012 contro la Russia in programma domani a Bucarest (17 in Italia)  che sarà possibile seguire in streaming su  http://tv.gsp.ro. Per l’occasione il ct Guidi ha confermato la formazione che ha superato per 29-0 il XV della Serenissima nel match dipreparazione giocato a Mogliano. Gradi di capitano per il flanker del Rovigo  Filippo Cristiano. “La squadra ha lavorato bene, i ragazzi sono stimolati, sanno che l’Italia Emergenti può aprire le porte a livelli più alti del gioco, ma siamo consapevoli che contro la Russia non sarà una passeggiata. I nostri avversari schierano molti reduci dell’ultimo Mondiale in Nuova Zelanda, sotto il piano dell’intensità e della fisicità ci aspetta una gara impegnativa ma importante per capire il nostro valore” ha commentato Guidi. Pronostico tutto per l’Italia che, probabilmente, si giocherà la vittoria nel torneo contro la Romania nel turno di chiusura. Giorgio Sbrocco ITALIA EMERGENTI 15 Paolo BUSO (Aironi Rugby, 1 cap) 14 Andrea BACCHETTI (Femi-CZ Vea Rovigo, 2 caps) 13 Denis MAJSTOROVIC (Estra I Cavalieri Prato) 12 Matteo PRATICHETTI (Aironi Rugby, 24 caps) 11 Tommaso IANNONE (Benetton Treviso)* 10 Alberto CHIESA (Estra I Cavalieri Prato)* 9 Guglielmo PALAZZANI (Cammi Calvisano) 8 Michael VAN VUREN (Banca Monte Parma Crociati) 7 Filippo CRISTIANO (Femi-CZ Vea Rovigo) - capitano 6 Emiliano CAFFINI (Banca Monte Parma Crociati)* 5 Filippo CAZZOLA (Estra I Cavalieri Prato)* 4 Leandro CEDARO (Mont de Marsan) 3 Dario CHISTOLINI (Gloucester Rugby) 2 Enrico CECCATO (Benetton Treviso) 1 Carlo FAZZARI (Benetton Treviso)* a disposizione   16 Gabriele MORELLI (Cammi Calvisano)* 17 Andrea DE MARCHI (Femi-CZ Vea Rovigo) 18 Nicola BELARDO (Estra I Cavalieri Prato)* 19 Marco BARBINI (Petrarca Padova) 20 Alberto CHILLON (Petrarca Padova)* 21 Joe VAN NIEKERK (Femi-CZ Vea Rovigo) 22 Alessandro TARTAGLIA (Mantovani Lazio)*

07
giugno


Italia in tour – Barbieri capitano contro i Pumas. In prima linea debutta De Marchi e si rivede Festuccia. By Giorgio Sbrocco

Solo un esordiente (dei sette portati aggregati alla comitiva), il pilone Alberto De Marchi, nel XV allestito dal ct Brunel in vista del test di sabato  San Juan contro l’Argentina (20.40 italiane). Capitano sarà il veterano Marco Bortolami(per lui 38esima volta con i gradi), in attesa del rientro di Sergio Parisse previsto per la terza sfida. Molto giovane (23 anni di media) la linea arretrata, che parte con McLean numero 15 e la coppia Venditti-Sgrbi ai lati del triangolo. Proiettata nel futuro anche la coppia dei centri composta da Quartaroli e Sgarbi. Gori-Burton la mediana dietro alla mischia che avrà nell’italo canadese Barbieri della Benetton il numero 8 titolare, con Bergamsco (90 caps) e Zanni nel ruolo di flankers. Seconda linea tutta veneta con Bortolami accanto al quasi debuttante Pavanello. Prima linea in parte rinnovata, con Festuccia (al ritorno in azzurro dopo oltre un anno di assenza) tallonatore, Castro a destra e il deb Giazzon sul lato dell’introduzione. Due gli esordienti in panchina, il tallonatore della Femi-CZ Rovigo Davide Giazzon ed il pilone Lorenzo Romano, mentre completano la lista dei ventidue il seconda linea Furno, il flanker Simone Favaro, il mediano di mischia  Tebald (un altro ritorno) l’apertura Riccardo Bocchino e l’utility Toniolatti. A San Juan i Pumas e gli Azzurri si sfidano per la diciottesima volta. Il bilancio è di cinque vittorie italiane, undici dei sudamericani e un pareggio. L’ultima vittoria azzurra risale al 2008 (12-13 a Cordoba) mentre nell’ultimo scontro diretto nel novembre 2010 a Verona la vittoria era andata all’Argentina per 16-22. Arbitrerà il francese Garces, che ha arbitrato l’Italia una sola volta in carriera, lo scorso febbraio all’Olimpico di Roma contro l’Inghilterra. Giorgio Sbrocco

07
giugno


Ritiro – Fabio Ongaro dice addio al rugby giocato. “Vorrei giocare un’ultima partita con il mio Casale”. By Giorgio Sbrocco

Probabilmente chiuderà a settembre, con un’ultima partita sul campo che molti anni fa lo vide debuttare nel “rugby dei grandi”. Si fermerà a Casale sul Sile (lungo la strada che da Treviso porta al mare, il club dove mosse i primi passi) la lunga e fantastica carriera ovale di Fabio Ongaro (35 anni, 81 caps con l’Italia, esperienze all’estero con i Saracens e ultima stagione in Celtic con gli Aironi). Così ha dichiarato lo stesso Fabio Ongaro (per lui un futuro da team manager con la franchigia federale in Pro 12), confermando il suo ritiro dal rugby giocato: “E’ la decisione giusta al momento giusto, ho avuto la fortuna di giocare in grandi club, mi sono tolto molte soddisfazioni sia in Italia che all’estero, ho vissuto una meravigliosa avventura con la maglia della Nazionale ma a 35 anni credo sia arrivato il momento di dire basta, lasciare spazio ai tanti giovani di qualità che si stanno affacciando nel ruolo. Ringrazio tutti, allenatori, dirigenti e compagni di squadra, che in questi anni hanno contribuito a far sì che quella che era la mia grande passione potesse diventare anche il mio lavoro, un privilegio che non capita a tutti. Mi piacerebbe giocare ancora una partita con la maglia del Casale, il club dove ho iniziato la mia avventura nel rugby e con il quale sarebbe emozionante, all’inizio della prossima stagione, scendere in campo un’ultima volta”. Giorgio Sbrocco

03
giugno


Serie A -San Donà vince la finale di Prato e torna in Eccellenza dopo 11anni di assenza. By Giorgio Sbrocco

Sarà la formazione di San Donà di Piave (Ve) a disputare la stagione 2012/2013 nel campionato Eccellenza. Così ha deciso la finale di serie A disputata sul neutro di Prato (1500 spettatori)  fra S.Donà e Fiamme Oro che il XV veneto si è aggiudicato con il punteggio di 13-9. Decisiva la meta di Zanusso al 33’. Tutti dei calciatori MUcelli (Fiamme) , Brussolo e Benetti (San Donà) gli altri punti a referto. Per il XV allenato dal neozelandese Wright, si tratta del ritorno nella massima divisione dopo un’assenza di 11 anni. Giorgio Sbrocco Fiamme Oro Roma -  M-Three San Donà 9-13 Marcatori: p.t. 11’ cp. Mucelli (0-3); 25’ cp. Mucelli (0-6); s.t. 6’ drop Benetti (3-6), 33’ m. Zanusso tr. Brussolo (3-13); 36’ cp. Benetti (6-13): 39’ cp. Benetti (9-13) Fiamme Oro Roma: Barion (24’ st. Mariani); Rosa, Sapuppo, Forcucci, De Gaspari; Boarato (24’ Massaro), Benetti; Vedrani, Pellegrinelli (33’-35’ pt. Gasparini; 1’ st. Pettinari), Zitelli (40’ st. Lombardo); Cazzola, Riedi (24’ st. Flammini); Cerqua (12’ st. Favaro), Vicerè, Cocivera (38’ pt. Gasparini) all. Valsecchi M-Three San Donà: Secco; Bressan (46’ st. Florian), Brussolo, Iovu (29’ st. Cibin), Damo; Dotta (8-10’ pt. Cibin), Mucelli (31’ pt.-1 st., 29’ st. Rorato); Pelepele, Bacchin (29’ st. Pilla), Di Maggio; Minello, Montani (40’ st. Venturato); Filippetto (12-18’ pt., 1’ st. Zamparo), Zecchin, Cendron (19’ st. Zanusso) all. Wright Arbitro: Liperini (Livorno)

03
giugno


Italia Seven – Male anche la seconda giornata a Lione. Battuta l’Ucraina ma alla fine è decimo posto. By Giorgio Sbrocco

Niente di buono nella seconda giornata del torneo Fira di Lione per l’Italia Seven di De Rossi e Martin. Reduci da tre sconfitte nella giornata inaugurale e sconfitti dalla Francia 15-0 nell’ultimo turno del girone di qualificazione, gli azzurri hanno poi superato l’Ucraina 14-5 ma si sono arresi all’Olanda 14-21. Nella classifica finale del torneo l’Italia si è classificata al decimo posto. Giorgio Sbrocco

03
giugno


World cup under 20 – L’Italia debutta contro l’Inghilterra a Cape Town. By Giorgio Sbrocco

Fatta l’Italia under 20 che nel pomeriggio affronterà l’Inghilterra allo stadio dell’University of Western Cape Town nella giornata inaugurale della World cup di categoria che si disputa in Sud Africa. Il ct Craig Green ha schierato una linea arretrata tutta made in Veneto, con Calabrese mediano di mischia e il lombardo (Sondrio) Marrazzi al centro della terza linea. Capitano il tallonatore Maistri (Calvisano) in prima linea con i nuovi Bortoletti e Drissi. L’incontro verrà trasmesso in differita alle 18.45 su Rai Sport 2.   ITALIA 15 Filippo GUARDUCCI (Marchiol Mogliano) 14 Alex MORSELLINO (Petrarca Padova) 13 Michele CAMPAGNARO (Rugby Mirano) 12 Andrea BETTIN (Rubano Rugby) 11 Leonardo SARTO (Petrarca Padova) 10 Edoardo PADOVANI (Marchio Mogliano) 9 Guido CALABRESE (San Gregorio Catania) 8 Vittorio MARAZZI (Sertori Sondrio) 7 Federico CONFORTI (Petrarca Padova) 6 Ruben RICCIOLI (Mantovani Lazio) 5 Alfio MAMMANA (L’Aquila Rugby) 4 Matteo FERRO (Femi-CZ Vea Rovigo) 3 Leonardo BORTOLETTI (Rubano Rugby) 2 Giovanni MAISTRI (Cammi Calvisano) 1 Sami DRISSI-PANICO (UR Capitolina) a disposizione 16 Giovanni SCALVI (Rugby Reggio) 17 Luca SCARSINI (Udine Rugby) 18 Pietro CECCARELLI (Stade Rochelais) 19 Marco BELLUCCI (Rugby Emergenti Cecina) 20 Jacopo SALVETTI (Sertori Sondrio) 21 Marcello VIOLI (Rugby Noceto) 22 John APPERLEY (Rugby Reggio) 23 Giulio BISEGNI (Mantovani Lazio)

03
giugno


Top 14 – Tolone batte Clermont e il pronostico. In finale dopo venti anni di attesa. Grande Wilkinson. By Giorgio Sbrocco

Tolone – Clermont 15 – 12, (pt 9-6) Marcatori: 8’ cp Parra, 12’, 22’ cp Wilkinson, 30’ cp Parra, 34’, 59’cp Wilkinson, 62’, 73’cp Parra, 78’ cp Wilkinson Tolone ritrova la finale dopo vent’anni di attesa grazie alla vittoria su Clermont maturata grazie a un calcio messo fra i pali di Johnny Wilkinson al 78’ e a uno di Parrà a tempo scaduto (tenuto di Samson) che si spegne a poche decine di centimetri dalla traversa della porta ad H ed esclude la formazione di coach Cotter da una finale con Tolosa che in molti avevano pronosticato come la conclusione naturale di una stagione regolare sostanzialmente dominata. Alla vigilia del match disputato a Tolosa Bernard Laporte aveva dichiarato: “le possibilità di vittoria di Tolone sono lo 0.5%”. Di certo non lo pensava, ma la mossa si è dimostrata clamorosamente vincente. Zero le mete segnate, come nell’altra semifinale che ha promosso Tolosa ai danni di Castres e duello a distanza fra due specialisti della piazzola. Ha vinto l’inglese 5-4, al termine di una partita poco spettacolare, in costante e quasi assoluto equilibrio, giocata da due formazioni fortemente ancorate alle fasi di conquista e praticamente perfette quanto a distribuzione e interventi in fase difensiva. La finale si disputerà sabato 9 allo Stade de France di Parigi. Giorgio Sbrocco

Rugby Ball