11
giugno


Eccellenza – È Mogliano la regina del mercato. Dalla Benetton arriva Enzo Galon. By Giorgio Sbrocco

Ezio Galon (19 caps con la Nazionale maggiore, oltre che presenze con l’Italia seven e A), fino all’anno scorso in Celtic league con la Benetton e, prima, a San Dona, Bologna, Lyon, La Rochelle, Bourgoin e Parma è il nuovo acquisto del Mogliano di Umberto Casellato, sempre più attivo e determinato sul mercato ovale interno e ormai da tutti considerato il naturale pretendente allo scudetto 2013. Galon, che può ricoprire tuti i ruoli della linea arretrata, anche se preferisce giocare estremo o centro, seguirà nell’avventura in provincia il compagno di squadra Enrico Pavanello (seconda linea ex Benetton). “Con Ezio Galon la trattativa è stata facile” assicura coach Casellato. “Dopo  una chiacchierata, ho capito subito che poteva darci ancora qualcosa da un punto di vista tecnico e soprattutto di esperienza, è molto motivato, quindi per noi sarà importante il suo contributo. E' forse uno dei pochi giocatori italiani che  ha ricoperto tutti e proprio tutti, i ruoli della linea arretrata ad alto livello. Lui dovrà essere un  p u n to di riferimento per i compagni  anche in Amiln cup”. Giorgio Sbrocco

11
giugno


Test di novembre – Bologna non vuole l’Australia a novembre. Dopo Milano e Torino è la terza defezione. Qualcosa non va? By Giorgio Sbrocco

La notizia è apparsa sulle colonne de Il Corriere dello Sport a firma Marcello Giordano: dopo Milano (All Blacks) e Torino (Tonga), anche lo stadio Dall’Ara di Bologna è stato dichiarato indisponibile per il test di novembre fra Italia e Australia. In mancanza del Meazza la Nuova Zelanda giocherà all’Olimpico di Roma (proprietà del Coni), negato l’Olimpico del capoluogo sabaudo, si è deciso per spostamento della sfida con gli Isolani del Sud Pacifico a Brescia, ora che anche Bologna (stadio di proprietà della municipalità ma in gestione al alla società di calcio che milita in serie A) ha detto no, la Fir sta correndo ai ripari per trovare una sede alternativa. A parte la figura non propriamente splendida di chi, dopo aver annunciato ufficialmente date e sedi di tre eventi di grande richiamo, scopre di non avere un campo dove giocare, resta il dubbio che (forse) a fare difetto siano le clausole del protocollo in base al quale Fir e città ospitanti regolano il loro rapporto (anche) di natura economica. Forse qualcosa da ridiscutere c’è, dal momento che i test match della Nazionale azzurra, di pubblico e di indotto, ne attirano in gran quantità e alla “storia” del manto erboso irreparabilmente danneggiato non ci crede più nessuno. Coinvolgere anche i comuni proprietari degli impianti nella spartizione degli utili potrebbe essere un’idea? Giorgio Sbrocco

10
giugno


Italia in tour – Male l’esordio con l’Argentina. I Pumas B vincono 37-22. By Giorgio Sbrocco

Parte davvero male il tour dell’Italia di Jaques Brunel nel continente americano. Opposta nel test match di esordio a un’Argentina piena di seconde e terze scelte la formazione azzurra denuncia tutti i ben noti limiti di consistenza e di affidabilità, subendo un pesante passivo e dimostrandosi ampiamente insufficiente in fase difensiva. Male come al solito l’attacco (Burton davvero poca cosa i cabina di regia) e, stavolta, male persino le fasi statiche. Tre le mete dell’Italia (una di penalità, Gori, Bergamasco), contro le quattro realizzate dai Pumas (Leonardi, Roncero, Senatore, Contepomi) che al 73’ conducevano 37-15. Da segnalare i 17 punti al piede messi fra i pali dal capitano dell’Argentina schierato centro, che ha punito le numerose illegalità di Bortolami e compagni. Venerdì 15 a Toronto contro il Canada è in programma il secondo dei tre test del tour. Giorgio Sbrocco ARGENTINA - ITALIA 37-22 (pt 13-10) Marcatori: 2' cp. Burton, 9' cp. Contepomi, 23' m.t. Italia tr. Burton, 28' cp. Contepomi, 35' m. Leonardi tr. Contepomi, 45' cp. Contepomi, 53' m. Gori, 55' m. Roncero tr. Contepomi, 66' m. Senatore tr. Contepomi, 73' m. Contepomi tr. Contepomi, 77' m. Bergamasco tr. Bocchino Argentina:   Tuculet,    Agulla,   Ascarate,   Contepomi (c),   Gosio,   Mieres,   Landajo,   Senatore   Leonardi,   Fessia (50'De La Vega),   Farias-Cabello,  Macome,   Gomez-Kodela,   Guinazu,   Roncero. Italia:   Toniolatti,   Venditti,   Quartaroli,  Sgarbi,   Benvenuti,   Burton (Bocchino),  Gori,   Barbieri,   Bergamasco,   Zanni,   Bortolami (45’ Furno),   Pavanello,   Castrogiovanni,   Festuccia (68' Giazzon, De Marchi (68' Romano). Arbitro: Jerome Garces

10
giugno


Test di giugno – Emisfero sud – Emisfero nord 3-0. By Giorgio Sbrocco

Tutta per l’emisfero sud, in attesa del risultato di Argentina-Italia di stasera a San Juan, la prima giornata dei test internazionali di giugno. La Nuova Zelanda ha largamente superato l’Irlanda esibendo un paio di debuttanti (in mediana e in seconda linea) dal sicuro avvenire. L’Australia, dopo il passo falso casalingo con la Scozia, ha battuto il Galles grazie a un’organizzazione difensiva praticamente perfetta e il Sud Africa ha avuto ragione di un’ottima Inghilterra esibendo un Morné Steyn all’apertura infallibile di piede (tutti suoi i punti a referto) e puntuale all’appuntamento con l’unica meta dell’incontro. Giorgio Sbrocco Risultati Australia – Galles 27 – 19 Sud Africa – Inghilterra 22 – 17 Nuova Zelanda – Irlanda 42 - 10

10
giugno


Top 14 – Tolosa campione grazie alla mischia e al piede infallibile di McAlister. By Giorgio Sbrocco

Tolosa si conferma campione di Francia battendo in finale (18-12) allo stade de France di Parigi (79612 paganti) un Tolone mai domo che,  a tempo scaduto gioca con Armitage l’ultimo pallone a ridosso della meta avversaria. La partita finisce su un in avanti tolonese nel susseguente maul avanzante. Tutti di piede i punti della sfida, 6 volte a segno il neozelandese McAlitser, 5 il grande Wilkinson che però manca al 57’ l’occasione del sorpasso. Primo tempo in assoluto equilibrio (9-9) e ripresa discretamente nervosa (gialli a Bruno, Servat e Kubriashvili), contrassegnata da un’evidente superiorità di Tolosa in mischia chiusa. Per Tolosa è il 19esimo titolo conquistato, per Tolone, che tornava a disputare una finale dopo venti anni, la sesta sconfitta nel match più importante dell’anno. Giorgio Sbrocco Tolosa – Tolone 18 – 12 Marcatori: 2’ cp Wilkinson, 4’, 22’ cp McAlister, 28’, 32’ cp Wilkinson, 36’, 43’ cp McAlister, 46’ cp Wilkinson, 66’, 69’ cp McAlister

Mondiale under 20 – Storica vittoria del Galles sulla Nuova Zelanda. L’Argentina fa sul serio e dopo la Francia mette sotto anche l’Australia. By Giorgio Sbrocco

È la sconfitta (9-6) dei Baby All Blacks campioni del modo in carica (e imbattuti da quando esiste la World cup) a opera del Galles il risultato a sorpresa della seconda giornata dei Mondiali under 20 in corso di svolgimento in Sud Afirca. I Dragons, grazie allo storico successo, sono al comando del girone A, con tre lunghezze di vantaggio sulla Nuova Zelanda e cinque sui Fiji. Nel girone B, quello dell’Italia, vittoria di misura dell’Inghilterra sull’Irlanda e inglesi al primo posto a +3 dal Sud Africa che ha battuto gli azzurri. Seconda sorpresa di giornata nel girone C, dove continua il momento magico dei Pumitas argentini che comandano la classifica a punteggio pieno e hanno battuto l’Australia dopo aver messo sotto la Francia. Per effetto dei bonus non conquistati, però, il vantaggio dei sudamericani sui Galletti (vittoriosi di un punto sulla Scozia) è di solo due punti. Giorgio Sbrocco Risultati seconda giornata Girone AFiji - Samoa 15-3Nuova Zelanda - Galles 6-9Classifica: Galles 9; Nuova Zelanda 6; Fiji 4; Samoa 0 Girone BInghilterra - Irlanda 20-15Sud Africa - Italia 52-3Classifica: Inghilterra 9, Sud Africa 6, Irlanda 5, Italia 0 Girone CAustralia - Argentina 3-15Francia - Scozia 30-29 Classifica: Argentina 8; Francia 6, Australia 5; Scozia 1

10
giugno


Mondiale Under 20 – Il Sud Africa a valanga sull’Italia di Green. By Giorgio Sbrocco

Tutto (purtroppo) secondo pronostico per la Nazionale azzurra di Craig Green al Mondiale under 20 in corso di svolgimento in Sud Africa. Dopo la sconfitta con l’Inghilterra al debutto, è arrivata la pesante sconfitta contro i Junior Springboks padroni di casa, reduci dall’inatteso passo falso contro l’Irlanda al debutto e perciò più che mai determinati a non perdere altri punti nella fase di qualificazione. Punteggio finale che non ammette repliche: 52-3 sul verde della Western State University di Cape Town per il Sud Africa, con l’Italia capace di limitare i danni nei primi 40’ (19-3) ma incapace, nella  ripresa, di arginare la strapotenza del XV allenato da coach Theron. Dal piede di Apperley gli unici tre punti italiani. Prossimo avversario sarà l’Irlanda (martedì a Stellenbosh), sconfitta oggi (20-15) dall’Inghilterra ma più che mai in corsa per la parte alta del tabellone. Giorgio Sbrocco Sudafrica - Italia 52-3 Marcatori: p.t. 15’ m. Small-Smith; 20’ m. Willemse tr. Pollard (12-0); 27’ m. Serfontein tr. Pollard (19-0); 29’ cp. Apperley (19-3); s.t. 11’ m. Van der Watt tr. Pollard (26-3); 19’ m. Serfontaine tr. Pollard (33-3); 22’ m. Steyn tr. Pollard (40-3); 39’ m. Kitshoff (45-3); 41’ m. Howard tr. Jentjes (52-3) Sudafrica: Schmidt; Bovane, Small-Smith, Serfontaine, Ismaiel (28’ pt. Howard); Pollard, Van der Watt (35’ st. Griesel); Steyn (cap), Liebenberg, Majola (10’ st. Du Toit); Botha, Willemse (33’ st. Booysen); Kebble (30’ st. Dell), Thomas, Kitshoff all. Theron Italia: Guarducci; Morsellino, Bisegni (cap), Boni (2’ st. Bettin), Sarto (33’ st. Padovani); Apperley, Violi (20’ st. Calabrese); Zdrilich (27’ st. Riccioli), Salvetti, Zanini; Bellucci, Ferro; Ceccarelli (33’ st. Maistri), Conti (8’ st. Scalvi), Scarsini (1’ st. Drissi-Panico) all. Green arb. Raynal (Francia)

10
giugno


Nations Cup – Italia Emergenti vittoriosa al debutto contro la Russia. Bacchetti e Chiesa fra i migliori. By Giorgio Sbrocco

Vittoria come da pronostico contro la Russia dell’Italia Emergenti di Gianluca Guidi nella prima giornata della Nations cup in corso di svolgimento a Bucarest. Sotto 5-17 nel primo tempo gli azzurri hanno saputo reagire e, nel corso di una  ripresa disputata in totale controllo delle operazioni, hanno raggiunto e superato gli avversari grazie a una pregevole prestazione collettiva e alla grande partita disputata dal rodigino Bacchetti. “Nella prima mezz’ora abbiamo fatto di tutto per complicarci la vita, concedendo due mete ai russi da nostre ingenuità, ma sono contento di come la squadra ha saputo uscire da una situazione di difficoltà iniziando a giocare un bel rugby” l’analisi a fine gara del tecnico dell’Italia . “Abbiamo giocato una buona partita ed un ottimo secondo tempo, nel corso del quale la Russia non è praticamente mai entrata nei nostri ventidue, e le mete che abbiamo marcato sono arrivate alla fine di una serie di manovre interessanti” Sulla prestazione collettiva dei suoi: “Credo che questi ragazzi abbiano dimostrato di essere atleti di qualità, hanno difeso con attenzione ed in particolare credo che alcuni giovani come Iannone, Cazzola, Palazzani e Chiesa, che ha meritato di confermare la fiducia che gli abbiamo dato schierandolo apertura, abbiano giocato veramente una partita di qualità” ha aggiunto il tecnico dell’Emergenti”. Cinque le mete segnate dagli azzurri: due a testa di Bacchetti, Chiesa e una firmata Morelli. Prossimo avversario il Portogallo martedì. Giorgio Sbrocco Italia Emergenti  - Russia 33 – 17 (pt 17-19) Marcatori: p.t. 6’ m. Chiesa (0-5); 10’ m. Otrokov tr. Sugrobov (7-5); 19’ m. Babaev (12-5); 1’ m. Selskiy (17-5); 38’ m. Bacchetti tr. Buso (17-12); 40’ m. Bacchetti tr. Buso (17-19); s.t. 12’ m. Morelli tr. Chillon (17-26); 73’ m. Chiesa tr. Chillon Alb. (17-33) Russia: Otrokov (29’ pt.-1’ st. Ryabov); Kotov, Gerasimov, Makovetskiy, Babaev; Sugrobov (24’ st. Fatakhov), Shcherban; Gresev, Butenko (17’ st. Kvernadze), Temnov; Byrnes, Voytov (cap); Pronenko (12’ st. Zykov), Selskiy (37’ st. Popov), Botvinnikov (12’ st. Volkov) all. Jones Italia Emergenti: Buso (1’ st. Van Niekerk); Bacchetti, Majstorovic, Pratichetti M. (27’ st. Tartaglia), Iannone; Chiesa, Palazzani (1’ st. Chillon Alb.); Van Vuren (1’ st. Belardo), Cristiano (cap), Caffini (26’ st. Barbini); Cazzola F., Cedaro; Chistolini (35’ pt. Morelli), Ceccato (35’ st. Chistolini), Fazzari (1’ st. Lovotti) all. Guidi arb. Fitzgibbon (Irlanda) Note: 18’ st. giallo Van Niekerk (Italia)

08
giugno


Italia in tour – Toniolatti contro i Pumas estremo in sostituzione di McLean. By Giorgio Sbrocco

Una contusione alla coscia nell’ultima seduta di allenamento ha messo fuori squadra l’estremo McLean che non sarà in campo domani a San Juan contro i Pumas nel primo dei tre test del tour americano della Nazionale del ct Brunel. La sfida del “Bicentenario”, che mette in palio la Copa Personal, è la diciottesima tra gli Azzurri ed i Pumas: bilancio favorevole ai sudamericani con undici vittorie, un pareggio e cinque successi italiani, due dei quali nel 2005 e nel 2008 colti proprio in Argentina, a Cordoba. ARGENTINA - ITALIA Argentina: Tuculet; Agulla, Ascarate, Contepomi F. (cap), Gosio; Mieres, Landajo; Senatore, Leonardi, Fessia; Farias-Cabello, Lozada; Gomez-Kodela, Guinazu, Roncero a disposizione: Postiglioni, Tetaz-Chaparro, Macome, De La Vega, Cubelli, Montero, Miralles all. Phelan Italia: Toniolatti; Venditti, Quartaroli, Sgarbi, Benvenuti T.; Burton, Gori; Barbieri R., Bergamasco Ma., Zanni; Bortolami (cap), Pavanello A.; Castrogiovanni, Festuccia, De Marchi Al. a disposizione: Giazzon, Romano, Furno, Favaro S., Tebaldi, Bocchino, Benettin all. Brunel arb. Garces (Francia)

08
giugno


Eccellenza – Andrea Moretti allenerà il Petrarca. Con lui Rocco Salvan come assistente. By Giorgio Sbrocco

Sarà Andrea Moretti l’allenatore del Petrarca nel campionato di Eccellenza 2012/2013 in sostituzione di Pasquale Presutti che ha lasciato il club bianconero dopo sei stagioni. La società padovana ha inoltre ufficializzato l’ingaggio di Rocco Salvan come assistente che prenderà il posto lasciato vacante dal trevigiano Luca Bot Andrea Moretti, 39 anni, nato a Mantova, ha giocato al Petrarca dal 1996 al 2000, spostandosi poi a Worcester, Calvisano e Viadana (da giocatore 13 presenze con l'Italia dal '97 al 2005), dove nel 2008, terminata la carriera agonistica, ha iniziato ad allenare. Al suo attivo due stagioni da assistente di Rowland Phillips con gli Aironi in Celtic league.Rocco Salvan, 38 anni, nato a Rovigo, è stato giocatore delle Fiamme Oro dal 1994 al 1998, quindi del Petrarca, del Rovigo e del Badia dove ha concluso la sua attività da giocatore. Da allenatore, dalla stagione 2008/2009 ha seguito le Fiamme Oro, che hanno ottenuto la doppia promozione dalla serie B alla A1 Giorgio Sbrocco

Rugby Ball