10
marzo


LV=CUP: I Leicester Tigers battono (17-16) Bath al Rec e volano in finale. By Giorgio Sbrocco

Colpo grosso dei Leicester Tigers che si aggiudicano la prima semifinale della Anglowelsh LV=Cup 2012 imponendosi 17-16 (pt 8-10) su Bath al Recreation Ground. Partita molto combattuta e in costante equilibrio. Per Bath una meta di Mears e 11 punti dal piede di Heathcote. Per le Tigri meta di Kitchener e 4 piazzati di Ford. Leicester incontrerà in finale (18 marzo a Worcester) la vincente di Northampton-Scarlets che si disputerà domenica. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo.

10
marzo


TOP 14 – Il piede di Germain e una meta a tre minuti dalla fine regalano al Racing di PB la vittoria interna su Bordeaux nell'anticipo del XX turno. By Giorgio Sbrocco

Parigi - Il Racing Metro di Pierre Berbizier si aggiudica in volata l’anticipo serale della 20esima giornata del Top 14 battendo 23-13 il Bordeaux che aveva chiuso il primo tempo avanti 7-3. Partita molto equilibrata, per lunghi tratti dominata dagli ospiti, decisa dai calci dell’estremo Germain (18 punti personali dalla piazzola) e dalla meta (penaltouche al 77’) della seconda linea Ghezal, entrato dalla panchina al 63’. Per gli ospiti, meta in apertura dell’estremo Reihana (4’) trasformata da Lopez e altri due centri del numero 10 bordolese. Grazie ai quattro punti conquistati la squadra parigina sale al quinto posto della classifica provvisoria a quota 49, mentre l’UBB si conferma in nona posizione con 37 punti. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo.

10
marzo


6 NAZIONI UNDER 20 – All'Italia non bastano due mete e la superiorità in mischia. Vince il Galles (30-23) la sfida del quarto turno. By Giorgio Sbrocco

Galles -  Italia 30-23 (p.t. 13-17) Marcatori: p.t. 6’ m. Calabrese tr. Odiete (0-7); 10’ cp. Apperley (0-10); 12’ m. Evans R. tr. Davies S. (7-10); 19’ cp. Davies S. (10-10); 36’ m. Sarto tr. Odiete (10-17); 38’ cp. Davies S. (13-17); s.t.3’ cp. Davies S. (16-17); 7’ cp. Odiete (16-20); 21’ m. Morgan tr. Williams O. (23-20); 27’ st. cp Apperley (23-23); 35’ m. Baker tr. Williams O. (30-23); Galles: Williams J. Evans I., Edwards, Dixon, Morgan; Davies S. (11’ st. Williams O.), Williams R. (23’ st. Evans J.); Baker, Young, Jenkins (cap); Jones J., Screech; Willgriff (11’ st. Lee), Sollis (27’ st. Harris), Evans R. Italia: Odiete; Esposito, Bisegni, Campagnaro, Sarto; Apperley J., Calabrese (23’ st. Padovani); Marazzi, Conforti, Salvetti (40’ pt.-7’ st. Scarsini); Ferro (23’ st. Mammana, 30’ st. De Marchi A), Zdrilich (37’ st. Moriconi); Ceccarelli (23’ st. Brandolini), Maistri (cap), Drissi (14’ st. Scarsini) arb. Phillips (Irlanda) Note: 38’ pt. giallo Drissi Colwyn Bay (Galles) - Illude e si illude l’Italia under 20 di Craig Green che sul verde del bellissimo Parc Eirias tutto esaurito (5500 spettatori), accarezza per lunghi tratti di gara il sogno di una vittoria in casa del Galles nella quarta giornata del Sei Nazioni di categoria. A decidere le sorti della sfida è la meta del numero 8 in maglia rossa Dan Baker che (75’) deposita in mezzo ai pali una palla intercettata nei pressi della metà campo, frutto di un passaggio scriteriato dell’apertura azzurra Apperley, sfortunato nell’occasione ma autore, nel complesso, di una prova molto al di sotto della sufficienza. All’Italia, in meta con Calabrese e Sarto nel primo tempo che ha chiuso in 14 per il giallo al pilone Drissi (38’) e in vantaggio 17-13, non è bastato l’oggettivo dominio in mischia ordinata (6 rubate!), la prevalenza in rimessa laterale e la buona organizzazione nella distribuzione dei giocatori nello spazio in fase difensiva. Nulli nell’uso tattico del gioco al piede, inferiori nelle situazioni di uno contro uno, spesso in difficoltà sui punti d’incontro e, nel complesso, poco efficaci con la palla in mano (tanto volume ma conquista territoriale non all’altezza), gli azzurri hanno prodotto il massimo dello sforzo nella parte iniziale della gara e tenuto saldamente i mano le redini della partita per tutto il primo tempo. Nella ripesa, per l’Italia,  solo due centri dalla piazzola con il numero 10 dalla capigliatura rasta (48’, 65’) e alcune fasi di (purtroppo sterile) dominio territoriale. Galles due volte in meta (Morgan al 56’ facilitato dall’errore di Esposito sulla chiusura al largo, prima dell’intercetto finale) e capace di portare lo scompiglio nel sistema difensivo di Maistri e compagni, creando, in almeno tre occasioni, chiare azioni da meta non concretizzate per difetto di esecuzione o per interventi in extremis (Bisegni lungo l’out destro al 58’) dei ragazzi in maglia azzurra. Per l’Italia, oltre al perdurare del dominio in chiusa, solo un paio di drive ben allestiti da rimessa laterale e (troppe) lunghe sequenze poco o per nulla produttive. Nota di merito per Sarto, Maistri, Padovani e Scarsini (entrati nel secondo tempo per Drissi e Calabrese). Prossimo impegno per gl iazzurrini, l’ultimo dell’edizione 2012 del Torneo, è in programma fra sette giorni a Calvisano contro la Scozia. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo.

09
marzo


Sei Nazioni Femminile: l’ITALRUGBY ROSA al Millennium per vincere. By Giorgio Sbrocco

C’è un’Italia al Sei Nazioni che, a pochi giorni dalla festa dell’8 marzo, scende in campo domani al Millenium stadium di Cardiff (calcio d’invio alle 18, dopo i maschi di Jaques Brunel) con la ferma intenzione e con le carte in regola per vincere. È la Nazionale femminile di rugby dei tecnici Di Giandomenico e Porrino che, sul verde del mitico impianto della capitale gallese, tenterà di ripetere le imprese di Bridgent (2010) e di La Spezia (2011). Consapevoli delle difficoltà ma confidenti nella forza e nell’affidabilità della squadra, la capitana Paola Zangirolami e la sua vice, la monzese Silvia Gaudino. Il forte numero 8 otto lombardo, non nasconde l’emozione per il debutto in uno dei templi del rugby internazionale: “E’ uno stadio immenso, un impianto avvenieristico, da sogno!” racconta. “Certamente diverso da quelli in cui siamo abituate a giocare in Italia. Per noi sarà una giornata indimenticabile in ogni senso”. Poi lascia da parte le emozioni e torna a parlare da agonista: “Siamo qui per fare risultato. Le nostre avversarie ci conoscono e ci temono. Hanno lavorato duramente e il loro obiettivo è vendicare le ultime due sconfitte nel Torneo. Noi non ci faremo intimidire. Siamo in crescita e giocheremo per portare a casa la partita. Non lasceremo nulla di intentato. Vogliamo vincere!”. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo. Italia: Furlan, Castellarin, Sillari, Zangirolami, Veronese, Schiavon, Barattin, Gaudino, Campanella, Este, Molic, Severin, Gai, Zanon, Cucchiella. In panchina: Ballarin, Bettoni, Trevisan, Pettinelli, Nespoli, Chindamo, Stefan

Azzurri Emergenti in raduno da martedì a L'Aquila in vista di Italia – England Students. A Giazzon o a Lovotti i gradi di capitano. By Giorgio Sbrocco

Il ct della (nuova) Nazionale Emergenti, il livornese Gianluca Guidi, ha diramato la lista dei 26 atleti convocati in vista dell’amichevole con la rappresentativa England Students in programma al Fattori de L’Aquila domenica 18 marzo alle 14.30 (diretta Raisport 2). Il raduno è fissato per martedì 13 nel capoluogo abruzzese. “In questi ultimi sei mesi di lavoro e di raduni – ha spiegato Guidi – abbiamo visto molti profili interessanti. Insieme ad alcuni giocatori che già l’anno passato hanno giocato in Nazionale “A” sono arrivati molti volti nuovi. Sviluppare nuovi atleti in prospettiva internazionale è l’aspetto portante del nostro progetto. Io e Stefano Romagnoli abbiamo condiviso le scelte con lo staff della Nazionale Maggiore e non vediamo l’ora di giocare”.  Quanto all’avversario: “England Students è una formazione estremamente ostica, dispone di un buon pack e di una discreta esperienza internazionale, con diversi trequarti che giocano stabilmente con la Nazionale Seven inglese”. Gradi di capitano in ballottaggio tra il tallonatore Davide Giazzon e il pilone Andrea Lovotti: “Giazzon è molto maturato – continua Guidi – e ha un ruolo centrale in questo gruppo in virtù della sua esperienza. In mischia chiusa, contro una squadra come quella inglese, sarà fondamentale. Credo che Giazzon sia un atleta in grande crescita e gli auguro di poter fare presto un ulteriore passo in avanti puntando al massimo palcoscenico internazionale”. Apertura potrebbe giocare Riccardo Bocchino, reduce dalla negativa esperienza in Rugby World Cup  in Nuova Zelanda e attualmente in forza ai Cavalieri Prato. Osserva il ct:“Riccardo può ripartire da questa maglia azzurra per riconquistare un posto in Nazionale. Crede in questo progetto  e sta lavorando con grande impegno ”.Tra i volti nuovi spicca il parmense (gioca con i Crociati) Michael Van Vuren,  capace di giocare in seconda terza linea. Di lui dice Guidi: “E’ un atleta dinamico ed aggressivo che con i suoi 199cm di altezza e quasi 110kg di peso può giocare indifferentemente numero cinque e numero sei. E’ un ottimo placcatore ed un buon portatore di palla, può essere un atleta dal futuro interessante”. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo Questi i convocati: Andrea BACCHETTI (Femi-CZ Vea Rovigo, 2 caps)Marco BARBINI (Petrarca Padova)Nicola BELARDO (Estra I Cavalieri Prato)Riccardo BOCCHINO (Estra I Cavalieri Prato, 12 caps)Emiliano CAFFINI (Banca Monte Parma Crociati)Filippo CAZZOLA (Estra I Cavalieri Prato)Alberto CHILLON (Petrarca Padova)Dario CHISTOLINI (Gloucester Rugby)Filippo CRISTIANO (Femi-CZ Vea Rovigo)Andrea DE MARCHI (Aironi Rugby)Davide DUCA (Femi-CZ Vea Rovigo)Carlo FAZZARI (Benetton Treviso)Marco FUSER (Marchiol Mogliano)Davide GIAZZON (Femi-CZ Vea Rovigo)Tommaso IANNONE (Benetton Treviso)Andrea LOVOTTI (Cammi Calvisano)Denis MAJSTOROVIC (Estra I Cavalieri Prato)Andrea MANICI (Banca Monte Parma Crociati)Luca MARTINELLI (Fiamme Oro Roma)Enrico TARGA (Petrarca Padova)Pietro VALCASTELLI (San Gregorio Catania)Joe VAN NIEKERK (Femi-CZ Vea Rovigo)Michael VAN VUREN (Banca Monte Parma Crociati)Michele VISENTIN (Cammi Calvisano)  

09
marzo


ECCELLENZA – XIV giornata: il big match è Prato-Mogliano, turno facile per Calvisano e Petarca, Rovigo rischia a Parma, a L’Aquila è in gioco la salvezza. By Giorgio Sbrocco

Anticipo sabato al Fattori e il resto delle partite in programma domenica, per evitare sovrapposizione con l’Italia di Jaques Brunel impegnata a Cardiff con il Galles,  nel quattordicesimo turno del campionato nazionale di Eccellenza che, sulla carta, si annuncia favorevole a Calvisano e Petrarca. Il Cammi di Andrea Cavinato riceve al San Michele (ore 14, arbitra Blessano di Treviso) una Mantovani Lazio fuori dai giochi per i play off ma che si sta confermando compagine da prendere con le molle e che (soprattutto in casa) si è dimostrata competitiva e consistente, fermando o facendo soffrire formazioni tecnicamente più attrezzate. È vero però che lontana dall’Acquacetosa la compagine capitolina raccoglie poco o niente in termini di punti. Anche per questa ragione, che si somma all’ottimo momento di forma del complesso giallonero, il pronostico dice Calvisano.  Con concrete  possibilità di una vittoria con bonus. Anche se le rispettive posizioni n classifica non promettono grande equilibrio in campo, il CzRovigo di Polla Roux rischia a Parma sul campo dei Crociati (arbitra Mancini). Gli emiliani, dopo un avvio di stagione disastroso (aggravato dalla pesante penalizzazione dopo il derby di Reggio) si sono recentemente allontanati dalla zona retrocessione e, forse, possono cominciare a capitalizzare l’indiscusso tasso tecnico della propria rosa. Mancherà il giovane Farolini, chiamato da Green in Galles per ilm match di Sei Nazioni under 20 contro i Dragoni. Rossoblu quarti in classifica e alla ricerca di un’altra vittoria esterna (dopo quella di Roma) per il morale e per consolidare la classifica. Turno casalingo decisamente favorevole  per il Petrarca (arbitra il livornese Liperini) di Pasquale Presutti terzo in classifica che, alla Guizza, riceve i rossoneri di Reggio Emilia. Dopo il tour de force con le prime della classe, ora coach Presutti vuole sfruttare il calendario che gli ha proposto, in fila, tre partite da bottino pieno con squadre della parte bassa della graduatoria. Dopo l’impresa esterna di Prato e il largo successo su L’Aquila, i padovani progettano bottino pieno con i reggiani, prima di scendere  in Sicilia e passare all’incasso in casa del San Gregorio. Cinque punti contro i Diavoli di coach Manghi sono nell’ordine naturale delle cose.   Il match clou di giornata è quello in programma  a Iolo fra Cavalieri Prato e Mogliano (dirige il bresciano Bertelli). De Rossi è reduce da una vittoria larga ma non agevole  a Reggio e, nell’ultimo impegno  fra le mura amiche ha perso con  il Petrarca. Sul fronte trevigiano coach Umberto Casellato predica umiltà ma medita di replicare l’impresa riuscita all’andata in casa. Sabato al Fattori, dove L’Aquila riceve il San Gregorio ultimo della classe (arbitra Vivarini), il tema dominante è la lotta per non retrocedere. Una vittoria dei neroverdi abruzzesi condannerebbe quasi definitivamente i siciliani al ritorno in serie A.  Un successo esterno degli etnei  rimetterebbero in discussione la posizione e i destini di almeno quattro formazioni. La logica e i valori finora esibiti i in campionato dicono però che la favorita è  L’Aquila, e non solo per il fattore campo favorevole.  Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo   Eccellenza - XIV giornata sabato 10 marzo  ore 14.00L’Aquila Rugby 1936 – San Gregorio Catania R. domenica 11 marzoore 14.00Cammi Calvisano – Mantovani Lazio 1927ore 15.00Banca Monte Parma Crociati – Femi-CZ Vea R. Rovigo DeltaPetrarca Padova – Rugby ReggioEstra I Cavalieri Prato – Marchiol Mogliano (differita Raisport 2 ore 18.00)

09
marzo


6 NAZIONI UNDER 20 - TURN OVER ITALIA PER PROVARE A BATTERE IL GALLES. By Giorgio Sbrocco

Colwyn Bay (Galles) - Quarto appuntamento targato Sei Nazioni per l´Italia del rugby under 20 di Craig Green e Giampiero De Carli, stasera all´Eirias Park(calcio d´inizio 20.10, differita su Raisport 2 dalle 20.30) contro i pari età del Galles. Rispetto alla pesante sconfitta di Rovigo (7-42) contro l´imbattuta Inghilterra, da tutti pronosticata sicura vincitrice del Gran Slam, il tecnico neozelandese ha apportato numerose modifiche nel XV di partenza sia nel pacchetto di mischia sia nella linea arretrata. Il triangolo profondo vede l´ingresso del petrarachino Sarto all´ala in sostituzione del compagno di club Morsellino, mentre fra i centri Betin lascia il posto a Bisegni a far coppia con il riconfermato veneziano Campagnaro. Calabrese rileva la maglia numero 9 che fu di Padovani, mentre all´apertura torna Apperley che con l´Inghilterra non aveva brillato. Marazzi (in meta a Rovigo) va a comandare la terza linea, con Conforti e Salvetti flankers. Il rodigino Ferro scala in seconda linea con il bresciano Zdrilich, mentre in  prima linea, ai lati del confermato Maistri, vanno Ceccarelli a destra e Drissi sul lato dell´introduzione. Tutti a favore del Galles i due precedenti del 2011. In ragione di ciò (ma non solo) la quasi totalità dei pronostici vede favoriti i baby Dragoni. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo ITALIA UNDER 2015 David ODIETE (Rugby Reggio E.)14 Angelo ESPOSITO (Ruggers Tarvisium)13 Giulio BISEGNI (Mantovani Lazio)12 Michele CAMPAGNARO (Rugby Mirano)11 Leonardo SARTO (Petrarca Padova)10 John APPERLEY (Rugby Reggio E.)9 Guido CALABRESE (San Gregorio Catania)8 Vittorio MARAZZI (Sertori Sondrio)7 Federico CONFORTI (Petrarca Padova)6 Jacopo SALVETTI (Sertori Sondrio)5 Matteo FERRO (Femi-CZ Rovigo)4 Alessio ZDRILICH (Ospitaletto Rugby)3 Pietro CECCARELLI (Mantovani Lazio)2 Giovanni MAISTRI (Cammi Calvisano)1 Sami DRISSI (UR Capitolina)a disposizione  16 Alain MORICONI (UR Capitolina)17 Luca SCARSINI (Udine Rugby)18 Antonio BRANDOLINI (L´Aquila Rugby)19 Luca Alfio MAMMANA (L´Aquila Rugby)20 Andrea DE MARCHI (Femi-CZ Rovigo)21 Edoardo PADOVANI (Marchiol Mogliano)22 Davide FAROLINI (Banca Monte Parma Crociati)23 Alex MORSELLINO (Petrarca Padova)      

PRO 12 – Ulster programma un futuro di altissimo profilo. La panchina al neozelandese Mark Anscombe. By Giorgio Sbrocco

Voci confermate in Rabo Pro12: sarà il neozelandese Mark Anscombe a sedere sulla panchina dell’Ulster con il ruolo di capo allenatore,  a partire dalla prossima stagione agonistica con un contratto di due anni, in sostituzione di Brian McLaughlin. Anscombe è reduce da tre stagioni alla guida dell’Auckland (Itm Cup) ed è stato ct dei baby All Blacks vincitori del Campionato del mondo under 20 disputato in Veneto la scorsa estate. “Si è trattato di una decisione a lungo ponderata” ha dichiarato il ds della provincia Nordirlandese David Humphreys. “Siamo certi che Anscombe sia la persona giusta per consolidare e prolungare  nel tempo I successi delle ultime due stagioni”, che ha definite il nuovo tecnico “un profondo conoscitore del gioco, capace di ottenere il meglio da ogni giocatore, dotato di una forte leadership personale. L’elemento ideale per  lanciare sfide costruttive agli atleti e al restov dello staff”. “Sono stato molto favorevolmente impressionato dalla progettualità e dai mezzi a disposizione dall’Ulster Rugby” è stato il commento del neo allenatore. “Essere coinvolto in un piano tanto ambizioso e importante è per me motivo di grande orgoglio”. La conferma della nuova guida  tecnica arriva solo un paio di giorni dopo l’annuncio dell’ingaggio dell’ala irlandese Tommy Bowe. Pro 12 e Heineken cup 2012/2013 sono quindi, da oggi,  nel mirino della formazione di Belfast. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo.  

08
marzo


TOP 14 – XX giornata: il Racing di PB anticipa con Bordeaux, Tolosa rischia in casa, facile ma solo sulla carta per lo Stade Francaise, in coda ci provano Bayonne e Biarritz. By Giorgio Sbrocco

È Racing (45) – Bordeaux (37) in programma nell’impianto parigino dello stadio Yves du Manoir alle 20.45 l’anticipo serale del venerdì della 20esima giornata del Top 14 ovale. Il XV di Pierre Berbizier occupa attualmente il sesto posto, l’ultimo che consente l’accesso ai  play off, incalzato a una sola lunghezza dall’Agen. Pronostico per i biancocelesti padroni di casa, che rischiano, in caso di mancata vittoria, di complicare di molto il loro futuro cammino verso i quarti di finale. Tutte in programma sabato le altre sfide. La capolista Tolosa (69),  e ancora priva dei propri (numerosissimi) internazionali e pesantemente bastonata sabato scorso da Clermont, riceve all’ Ernest-Wallon il Castres di Laurent Labit , quarto in classifica (50), reduce dal tribolato 6-6 in casa del Lione ultimo in classifica. Padroni di casa in testa nei pronostici ma partita che si annuncia piena di insidie e trappole.  Il Perpignano (32) in piena crisi di gioco e di risultati, pesantemente invischiato  nella lotta per la salvezza, viaggia fino ad Agen (44), in casa del SU di Christophe Deylaud, nettamente favorito, che vede molto da vicino le zone nobili della classifica e non ha ancor accantonato progetti di alto profilo.  Sfida dei quartieri bassi al Parc des Sports Aquiléra fra l’Olympique (30) al 12esimo posto e Brive (37) che occupa la piazza numero 10. Padroni di casa poco prolifici in attacco (penultimi nella speciale classifica) e molto vulnerabili in difesa. Le condizioni per una vittoria esterna ci sono tutte. Il Montpellier (48) di Eric Béchu sfida  Bayonne (30) in una sfida dall’esito sulla carta già scritto a favore dei padroni di casa, quinti in classifica. Ma Bayonne è (neanche tanto metaforicamente) alla canna del gas e cecherà di giocarsi fino in fondo  ogni opportunità di incamerare (pesantissimi) punti salvezza. Lo Stade Francais (42) dell’australiano Michael Cheika deve assolutamente battere Lione (26) se non vuole chiudere anzitempo la già non troppo esaltante stagione. Ma gli uomini della città dei due fiumi non intendono retrocedere senza lottare, e dopo il super pareggio di sette giorni fa saliranno a Parigi con il morale alle stelle e con tanta fame. Stesso discorso per Perpignano (32) – Tolone (56)  in notturna (20.30) all’ Aimé Giral. La formazione dell’attuale ct della Nazionale azzurra Jaques Brunel, ora guidata da Bernard Goutta è da tempo  in zona pericolo,. Per contro, i rossoneri di Olivier Azam  sono oggettivamente( e di molto) superiori,  nonostante il Sei Nazioni in corso. Se il rugby fosse una scienza esatta…Ma per fortuna non lo è. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo

07
marzo


6 Nazioni Under 20 – Pronto il Galles anti Italia. Nuovo capitano e molte novità. By Giorgio Sbrocco

 Annunciata la formazione del Galles under 20 che venerdì a Eirias (20.10da noi) affronterà l'Italia under 20 di Craig Green per quarta giorata del Sei Nazioni di categoria. I giovani Dragoni sono reduci dalla vittoria sulla Scozia (28-15) e dalle due sconfitte con Irlanda (11-6) e Inghilterra (40-9).  In campo anche il 17enne centro Jack Dixon, reduce dal debutto in Pro 12 con la maglia dei Dragons di Newport contro Munster. Numerose le novità nel XV di partenza volute dal ct Wilson all'indomani della pesante sconfitta con l'Ighilterra. Fra queste: Jordan Williams estremo, Iolo Evans all'ala, Rhodri Williams numero 9, Thomas Young e Dan Baker in seconda. Mancherà il capitano tallonatore Kirby Myhill, concesso agli Scarlets per il loro impegno (semifinale di LV=Cup) di domenica contro Northampton .I gradi di capitano andranno al flanker Ellis Jenkins dei Cardiff Blues, già capitano dell'under 18. Tutti a favore del Gallese gli ultimi precedenti con l'Italia, battuta 46-15 al Sei Nazioni 2011 e 56-6 alla World Cup in Veneto.  "Guai sottovalutare l'Italia" ammonisce Wilson. "Sono forti fisicamente e molto combattivi. Verranno in Galles per interrompere la serie negativa contro di noi. Il risultato dipenderà da quello che sapremo fare in campo: con l'Irlanda abbiamo davvero giocato male, buoni i primi 60'  la Scozia, e ancora una volta male contro l'Inghilterra. Il nostro obiettivo è tenere alto il livello della nostra prestazione per tutti gli 80'. Se ci riusciremo, il risultato verrà di conseguenza".   Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo GALLES UNDER 20: Jordan Williams (Scarlets); Iolo Evans (Scarlets), Nathan Edwards (Bridgend RFC), Jack Dixon (Dragons), Luke Morgan (Ospreys); Sam Davies (Ospreys), Rhodri Williams (Scarlets); Rob Evans (Scarlets), Jamie Sollis (Dragons), WillGriff John (Blues), Matthew Screech (Blues), Rhodri Hughes (Ospreys), Ellis Jenkins (Blues, Captain), Thomas Young (Blues), Dan Baker (Ospreys).    

Rugby Ball