15
gennaio


Sei Nazioni – Il Galles ci prova con cinque uncapped. Ma sarà dura ripetere il trionfo del 2012. By Giorgio Sbrocco

 Cinque facce nuove nell’elenco dei 35 gallesi che proveranno a  difendere il titolo di campioni del Sei Nazioni conquistato un anno fa. Infortuni, cali di forma e un generalizzato “impoverimento delle fonti” rende l’avventura del Galles nel Sei Nazioni qualcosa di molto simile a una vera e propria mission impossible. Salvo (clamorose soprese). Gli uncapped convocati sono Eli Walker, James King, Andrew Coombs, Josh Navidi e Andries Pretorius.GALLES Avanti: Scott Andrews (Blues), Craig Mitchell (Exeter Chiefs), Adam Jones (Ospreys) Paul James (Bath), Gethin Jenkins (Toulon), Ryan Bevington (Ospreys), Richard Hibbard (Ospreys), Ken Owens (Scarlets), Matthew Rees (Scarlets), Ryan Jones (Ospreys) Lou Reed (Blues), Ian Evans (Ospreys), James King (Ospreys), Andrew Coombs (Dragons), Josh Turnbull (Scarlets), Josh Navidi (Blues), Aaron Shingler (Scarlets), Justin Tipuric (Ospreys), Sam Warburton (Blues), Toby Faletau (Dragons), Andries Pretorius (Blues)Linea arretrata: Tavis Knoyle (Scarlets), Mike Phillips (Bayonne), Lloyd Williams (Blues), Dan Biggar (Ospreys), James Hook (Perpignan), Jonathan Davies (Scarlets), Jamie Roberts (Blues), Scott Williams (Scarlets) Alex Cuthbert (Blues), George North (Scarlets), Eli Walker (Ospreys), Leigh Halfpenny (Blues), Liam Williams (Scarlets), Lee Byrne (Clermont). Giorgio Sbrocco

26
dicembre


Tags
,

Pro 12 – Il Galles verso una riduzione delle formazioni “regionali”? Sostiene Roger Lewis…By Giorgio Sbrocco

Fanno discutere e inducono a immaginare scenari (celtici) in profondo cambiamento le parole del Ceo della federazione gallese Roger Lewis il quale, in alcune dichiarazioni   apparse sul Sunday Times del 23 dicembre ha affrontato (senza dire, in verità, nulla di sostanziale) la questione della crisi di risultati del rugby made in Galles. Il passaggio che ha fatto ritenere a molti osservatori che si tratti dell’annuncio di una riduzione dalle attuale quattro (Ospreys, Cardiff, Newport, Scarlets) a tre o addirittura a due è il seguente, che riportiamo in una traduzione quasi letterale. Dice Roger Lewis: "Dobbiamo garantire prestazioni di gran lunga migliori delle squadre gallesi  in Heineken Cup e una delle cose cui dobbiamo puntare è la creazione di una o due formazioni gallesi di alto livello. Quanto alla questione dei finanziamenti uguali per tutti, si potrebbe andare verso una situazione in cui non vi sia più l’odierna parità di finanziamenti “.Giorgio Sbrocco

26
dicembre


Tags
,

Pro12 – In campo le quattro gallesi in due derby che promettono spettacolo. By Giorgio Sbrocco

È un Boxing day (Santo Stefano) ovale e denso di umori quello programmato oggi in Galles e valido come anticipo della 12esima giornata di Pro 12 che si completerà sabato 29. All’Arms Park di Cardiff i Blues (20) ospiteranno Newport (13) per un match senza grosse ricadute in classifica generale ma che ripropone antiche rivalità “regionali” e che non mancherà di infiammare gli animi dei tifosi. Tifosi che saranno più di 16mila (dato della prevendita) al Liberty stadium di Swansea dove il derby di giornata sarà Ospreys (27) – Scarlets (38) e il profumo inconfondibile quello dei quartieri alti e della corsa che porta ai play off-Pro 12 – XII giornataCardiff – Newport (15.05)Ospreys – Scarlets (18.30)Giorgio Sbrocco

13
dicembre


Galles – Staff tecnico nuovo di zecca per il Tour estivo in Giappone. By Giorgio Sbrocco

 Sarà anche vero che poche “cose” nel mondo del rugby (anglosassone e non) sono sacre e intoccabili quanto i British and Irish Lions che l'estate prossima saranno in Tour in Australia. Ne saranno certamente convinti anche i dirigenti della federazione gallese che, senza ovviamente dire una sola parola, si sono visti,  “portare” via: Warren Gatland (infortunio a parte) che dei Lions è stato nominato head coach e che, una volta insediatosi sulla tolda di comando, ha nominato fra i suoi collaboratori quel Rob Howley  che lo aveva sostituito ad interim alla guida dei Dragoni nel (disgraziatissimo, in verità) novembre internazionale. Che fare? Anche perché in giugno il Galles sarà in tour in Giappone (test 8 e 15 a Osaka e Tokyo)...Detto e fatto: a guidare (provvisoriamente) la Nazionale in oriente sarà  Robin McBryde (Newport) che avrà al proprio fianco Shaun Edwards e Mark Jones.. Buon lavoro!Giorgio Sbrocco

10
dicembre


Six Nations – Il Galles perde Priestland. Sarà baby Patchell l'apertura del Torneo? By Giorgio Sbrocco

Si conoscerà forse domani la prognosi del grave infortunio patito dall'apertura degli Sacrlets e dalla nazionale gallese  Rhys Priestland nel corso della sfida di Heineken cup persa con Northampton. La prima sommaria diagnosi parla di lesione al tendine d'Achille. Indagini più approfondite diranno qualcosa di definitivo sull'effettiva gravità del danno e sui tempi del possibile ritorno in campo. La cosa interessa molto da vicino il ct (a interim) del Galles  Rob Howley che dovrà cominciare a pensare al sostituto per il prossimo Sei Nazioni che si aprirà con la partita contro l'Irlanda. In testa alla (non affollatissima) lista dei possibili pretendenti al ruolo ci sono gli esperti e navigati Dan Biggar (Ospreys) e James Hook (Perpignno), mentre si sta facendo strada l'ipotesi di “rischiare” il diciannovenne Rhys Patchell in forza ai Cardiff Bleus. A completare la pessima esperienza in HC degli Sacrlets, sono da registrare anche gli infortuni al pilone Samson Lee (problemi al collo) e alla terza linea  Aaron Shingler (inguine).Giorgio Sbrocco

01
dicembre


Test match – Ancora buio per il Galles. Decide una meta di Beale all’80’. By Giorgio Sbrocco

Con una meta oltre l’80’ di Beale l’Australia ha espugnato il Millenium di Cardiff e ha consegnato agli archivi e agli annali il peggior novembre internazionale della storia del Galles ovale, infliggendo ai Dragoni di mister Gatland (richiamato dalla convalescenza per tentare di centrare il successo salva-serie) la quarta bruciante sconfitta della finestra internazionale 2012. Tutti dal piede di Halfpenny i punti dei Dragoni, cui l’Australia aveva risposto con il piede della sua talentuosa apertura. Che all’ultimo minuto di una gara sostanzialmente equilibrata (e non particolarmente spettacolare) ha anche formato la condanna dei padroni di casa firmando l’unica meta del match.Galles – Australia 12-14 (pt 6-9)Giorgio Sbrocco

29
novembre


Test match – Warren Gatland cambia mezzo pacchetto in vista dell'Australia. By Giorgio Sbrocco

Torna (chiamato al capezzale dell'infermo) Warren Gatland  a comandare in casa dei Dragoni e il Galles cambia faccia in  mischia per la sfida di sabato all'Australia di Robbie Deans. Dentro per l'occasione: Gethin Jenkins, Aaron Shingler, Scott Andrews e Ian Evans. Dietro e in mediana: tutto come prima. Per convinzione e perché la scelta non è (più) così ampia.  GALLES15 Leigh Halfpenny, 14 Alex Cuthbert, 13 Jonathan Davies, 12 Jamie Roberts, 11 Liam Williams, 10 Rhys Priestland, 9 Mike Phillips, 8 Toby Faletau, 7 Sam Warburton (c), 6 Aaron Shingler, 5 Luke Charteris, 4 Ian Evans, 3 Scott Andrews, 2 Matthew Rees, 1 Gethin Jenkins.In panchina: 16 Ken Owens, 17 Ryan Bevington, 18 Samson Lee, 19 Ryan Jones, 20 Justin Tipuric, 21 Tavis Knoyle, 22 Dan Biggar, 23 Scott Williams.Giorgio Sbrocco

29
novembre


Test match – Si rivede Pockok nell'Australia al Millenium di Cardiff. By Giorgio Sbrocco

Solo tre cambiamenti rispetto alla formazione che ha sconfitto l'Italia a Firenze nell'Australia cje sabato sfiderà al Millenium di Cardiff un Galles reduce da un pessimo novembre (sconfitte con: Argentina, Samoa, Nuova Zelanda) ma più che mai intenzionato a chiudere la Serie con un successo di prestigio. Buono anche per migliorare la posizione nel ranking Irb. In campo (finalmente!) David Pockok,  Kane Douglas (per lo squalificato Sitaleki Timani) e Tatafu Polota-Nau in prima linea. AUTRALIA15 Berrick Barnes, 14 Nick Cummins, 13 Adam Ashley-Cooper, 12 Ben Tapuai, 11 Drew Mitchell, 10 Kurtley Beale, 9 Nick Phipps, 8 Wycliff Palu, 7 David Pocock, 6 Scott Higginbotham, 5 Nathan Sharpe, 4 Kane Douglas, 3 Ben Alexander, 2 Tatafu Polota Nau, 1 Benn Robinson.In panchina: 16 Stephen Moore, 17 James Slipper, 18 Sekope Kepu, 19 Dave Dennis, 20 Michael Hooper, 21 Brendan McKibbin, 22 Mike Harris, 23 Digby Ioane.Giorgio Sbrocco

22
novembre


Test match - Galles senza North contro la Nuova Zelanda. By Giorgio Sbrocco

Non ci sarà la freccia George North (infortunio in allenamento) nel Galles che riceverà al Millenium la Nuova Zelanda nel terzo Test di una serie che poche ha finora regalato ai Dragoni i coach Gatland. All'ala giocherà il 21enne Liam Williams, anch'egli degli Sacrlets. GALLES 15 Leigh Halfpenny, 14 Alex Cuthbert, 13 Jonathan Davies, 12 Jamie Roberts, 11 Liam Williams, 10 Rhys Priestland, 9 Mike Phillips, 8 Toby Faletau, 7 Sam Warburton (c), 6 Ryan Jones, 5 Luke Charteris, 4 Bradley Davies, 3 Aaron Jarvis, 2 Matthew Rees, 1 Paul James. In panchina: 16 Ken Owens, 17 Gethin Jenkins, 18 Scott Andrews, 19 Aaron Shingler, 20 Justin Tipuric, 21 Tavis Knoyle, 22 James Hook, 23 Scott Williams. Giorgio Sbrocco

22
novembre


Tags

Test match - All Blacks "da paura" per la sfida con il Galles. By Giorgio Sbrocco

E adesso i maligni diranno che contro di noi, all'Olimpico, in campo c'erano "quelli finti", dal momento che gli All Blacks "veri" il ct Hansen li ha tenuti per la sfida di Cardiff con il Galles. In effetti non è così, anche se il XV della Nuova Zelanda che sabato al Millenium sfiderà i Dragoni di Mr Gatland è di quelli che fanno davvero impressione. NUOVA ZELANDA 15 Israel Dagg, 14 Cory Jane, 13 Conrad Smith, 12 Ma'a Nonu, 11 Julian Savea, 10 Dan Carter, 9 Aaron Smith, 8 Kieran Read, 7 Richie McCaw (c), 6 Liam Messam, 5 Sam Whitelock, 4 Luke Romano, 3 Owen Franks, 2 Andrew Hore, 1 Tony Woodcock. In panchina: 16 Dane Coles, 17 Wyatt Crockett, 18 Charlie Faumuina, 19 Brodie Retallick, 20 Victor Vito, 21 Piri Weepu, 22 Aaron Cruden, 23 Ben Smith. Giorgio Sbrocco  

Rugby Ball