16
dicembre


Galles – Con Gatland fino al 2019. E oltre? By Giorgio Sbrocco

Il potere logora chi non ce l’ha. Chi lascia la strada vecchia per la nuova...Squadra (e uomo) che vince non si cambia. Adagi e filosofia da bar sport a parte: il neozelandese Warren Gatland ha firmato con la federazione gallese un prolungamento di contratto che lo terrà legato ai Dragoni di Cardiff fino alla Coppa del Mondo 2019, quella che si disputerà in Giappone. Così si fa! Potendo.  Giorgio Sbrocco

10
dicembre


Tags
,

Galles – Gatland: “Non possiamo permetterci di perdere certi giocatori”. Come fare? By Giorgio Sbrocco

“Non possiamo permetterci di perdere giocatori di quello calibro”. Il noi è riferito al rugby gallese, le parole sono di Warren Gatland, ct dei Dragoni e dei B&I che interpellato da BBC Sport ha fatto chiaramente intendere quale sia la sua opinione sulla fuga di talenti dal Galles. Fuga che, a oggi è riassumibile nell’elenco sotto riportato che si limita a registrare le partenze eccellenti da Cardiff e dintorni e che pare sempre più probabile venga alimentata nei prossimi gironi con nomi come quelli di Warburton e Halpenny. La federazione gallese (se non altro a parole) si è più volte detta certa che con l’ulteriore aiuto economico elargito alle 4 realtà regionali impegnate in Pro 12, la situazione dovrebbe migliorare. O, quantomeno, non peggiorare. Difficile da credere.  GLI “ESULI GALLESI” Lee Byrne - Clermont Auvergne Luke Charteris - Perpignano James Hook - Perpignano Dan Lydiate - Racing Metro Jamie Roberts - Racing Metro Mike Phillips - Racing Metro George North - Northampton Paul James - Bath Craig Mitchell - Exeter Jon Davies - Clermont (dal 2014) Ian Evans - Tolone (dal 2014) Giorgio Sbrocco

30
novembre


Test Match – Spettacolo al Millenium. Vince l’Australia. By Giorgio Sbrocco

Partita splendida al Millenium di Cardiff fra il Galles e l’Australia (che fra un anno scarso si affronteranno ai Mondiali per giocarsi il passaggio del turno) a conclusione del super novembre ovale. Nel primo tempo: meta di North per il Galles; di Lealifano e Folau per i Wallabies. Gioco stellare anche nella ripresa, con l’Australia che costruisce molto ma che molto spreca. Al 49’ il Tmo concede la meta a Tomane nonostante un in avanti abbastanza netto di Lealifano al momento del passaggio decisivo. All’ingresso nell’ultimo quarto il Galles alza il ritmo e trova la meta in mezzo ai pali con North che porta i Dragoni a distanza di break. Al 63’ il Galles manda in campo Priestland all’apertura che trova i pali al 68’ (mani di Bowen dentro i 22) per il – 4. Al 75’ un placcaggio (lievemente) in anticipo di Quade Cooper lascia l’Australia in 14. Il Galles mette 10 giocatori in rimessa laterale sui 5 metri. Vince e attacca ma commette in avanti davanti ai pali. Sulla mischia a introduzione Australia il Galles viene penalizzato per rotazione illegale. Ultimi minuti da antologia. Australia che tiene il pallone fino a 8” dalla sirena. Poi tocca al Galles cercare la meta che vale la vittoria. Che non arriva.  Galles – Australia 26- 30 (pt 16-17) Marcatori: 2’ m. North tr. Halpenny, 11’ cp Halpenny,.13’ cp Lealifano, 17’ cp Halpenny, 18’ m. Lelaifano tr. Lealifano, 31’ cp Biggar, 36’ m. Folau tr. Lalifano, 44’ cp Lealifano, 49’ m. Tomane tr. Lealifano, 53’ cp Lealifano, 60’ m. North tr. Biggar, 68’ cp Priestland Gialli: 35’ Biggar (G), 75’ Q. Cooper (A) Giorgio Sbrocco

22
novembre


Galles – I Dragoni non brillano ma vincono. By Giorgio Sbrocco

Primo tempo con il Galles in controllo ma poco efficace in rapporto agli enormi volumi di possesso. Di Owen Williams e dell’altro centro, Beck, le mete del primo tempo, cui Tonga oppone la bella marcatura di Hakalo al 34’.Festivala delle occasioni mancate nel secondo tempo per i gallesi (clamorosa quella di Charteris al 62’) e tongani che tengono bene il campo e si rendono autori di una prova molto consistente in difesa e sulle rare palle a disposizione in attacco. Notevole la prestazione in mischia ordinata degli  isolani. Negli ultimi 10’ coach Gatland cambia prima linea e manda in campo Priestland all’apertura con il resto della sua panchina stellare. North trova la meta al 70’ ma l’arbitro annulla per ostruzione (evidente) di Charteris. Debutta il 20enne Rodry Williams degli Scarlets. Ultimi minuti di assedio del Galles nei 5 metri di Tonga ma non si passa! Negli annali: lo 0-0 del secondo tempo e l’81% di territorio e possesso a favore dei padroni di casa.. Galles – Tonga   (pt 17- 7) Marcatori: 14’ cp Halfpenny, 16’ m. O. Williams tr. Halfpenny, 25’ Beck tr.Halfpenny, 34’  m. Hakalo  tr.Fosita Spettatori: 46 mila Giorgio Sbrocco

16
novembre


Galles – Pumas travolti a Cardiff. By Giorgio Sbrocco

Partita senza storia al Millenium stadium di Cardiff. Troppo forte il Galles di Warren Gatland (4 mete) per questa Argentina capace sol od i(provare a) limitare i danni ma oggettivamente scadente quanto a consistenza offensiva. Galles – Argentina 40 - 6 Marcatori: 5' cp. Halfpenny, 8' m. Phillips tr. Halfpenny, 17' cp. Halfpenny, 23' m. North tr. Halfpenny, 28' cp. Sanchez, 40' cp. Halfpenny, 43' cp. Halfpenny, 50' cp. Sanchez, 55' m. Faletau tr. Halfpenny, 66' m. Owens tr. Halfpenny  Arbitro: John Lacey Giorgio Sbrocco

15
novembre


Argentina – A Cardiff debutta il “piccolo” Santiago Cordero. By Giorgio Sbrocco

Parte con il 19enne  Santiago Cordero (in patria ne parlano come di una sta di prima grandezza) all’ala il ct dei Pumas Hourcade che sabato a Cardiff tenterà di ripetere l’impresa che un anno fa riuscì al suo predecessore Phelan di espugnare il Millenium. Oltre a Cordero (misure minuscole, modello  Shane Williams, in apparenza inadatte al rugby di alto livello…), rispetto alla sconfitta di Twickenham, dentro: di Manuel Carizza in seconda linea, Martin Landajo mediano di mischia e Joaquín Tuculet estremo. ARGENTINA 15 Joaquín Tuculet, 14 Horacio Agulla, 13 Marcelo Bosch, 12 Santiago Fernández, 11 Santiago Cordero, 10 Nicolás Sanchez, 9 Martin Landajo, 8 Juan Manuel Leguizamón, 7 Julio Farias Cabello, 6 Pablo Matera, 5 Patricio Albacete, 4 Manuel Carizza, 3 Maximiliano Bustos, 2 Eusebio Guiñazú, 1 Marcos Ayerza In panchina: 16 Santiago Iglesias Valdez, 17 Nahuel Lobo, 18 Matías Díaz, 19 Tomás Lavanini, 20 Leonardo Senatore, 21 Tomas Cubelli, 22 Gabriel Ascárate, 23 Lucas González Amorosino Giorgio Sbrocco

11
novembre


Tags
,

Test match – Galles e Francia chiamano forze fresche in vista del secondo Test. By Giorgio Sbrocco

Partita di rara intensità quella del Millenium di Cardiff fra Galles e Sud Africa vinta sabato dagli Springboks. I Dragoni, sconfitti ma autori di una prova da applausi, hanno pagato  a caro prezzo il loro valore e il loro coraggio: Jonathan Davies (strappo ai pettorali) ha chiuso con i Test di novembre ma già si parla con una certa insistenza di un suo forfait in occasione del prossimo Sei Nazioni. Colpi duri da assorbire in tempi bravi anche per Adam Jones, Scott Andrews e Liam Williams, che la partita di sabato non l’hanno terminata. Liste riaperte e convocazioni in emergenza per Warren Gatland, che ha chiamato in Nazionale: Samson Lee e Rhodri Jones (piloni), Hallam Amos e Tom Prydie (linea arretrata). Anche la Francia (grande prestazione contro gli All Blacks)corre ai ripari. Il ct Philippe Saint-Andrè chiama Frederic Michalak e Fulgence Ouedraogo in vista della sfida con Tonga e rinuncia a Camille Lopez (in odore di squalifica) e Maxime Mermoz.Giorgio Sbrocco

09
novembre


Gallles – A Cardiff vince il Sud Africa. Ma che Galles!! By Giorgio Sbrocco

Galles – Sud Africa 15-24 (pt 12-17)Marcatori: 2’ cp Halfpenny, 5’ cp M. Steyn, 8’ cp Halfpenny, 12’ m. De Villiers tr. M. Steyn, 17’ m. B. Du Plessis tr. M. Steyn, 25’, 34’, 56’ cp Halpenny, 65’ m. F. du Preez tr. Lambie Che Galles ! Che Sud Africa! Che partita! Sotto il tetto (chiuso) del Millenium di Cardiff è andata in scena una di quelle partite che…da un lato fanno innamorare di questo sport, dall’altro ti convincono che “quelli veri” sono tutta un’altra cosa. Una partita in cui è successo praticamente di tutto, compresa una parentesi di mischie no contest in occasione del doppio giallo al pilone sinistro dei Dragoni e al destro degli Springboks (58’). Sud Africa in meta due volte in 5 ‘ nel primo tempo con De Villiers e Bismark du Plessis, Galles che non molla di un centimetro e un passettino alla volta (grazie al piede infallibile del B&I Lion Halfpenny) si porta a -2 allo scoccare (abbondante) dell’ultimo quarto. Poi è finita con un numero di Fourie che (65’) alza una palla quasi a terra per l’accorrente du Preez (autore del calcio di spostamento) che vola in meta e gela (per un paio di minuti) la muraglia umana sulle tribune. Come si dice: il Galles a casa sua non lo potrai mai battere. Al massimo puoi segnare qualche punto più di loro.  Migliore in campo: Fourie du Preez, con l’arbitro Alain Rolland e il gallese seconda linea Bradley Davies ex aequo.Giorgio Sbrocco

08
novembre


Galles – Eli Walker si fa male in allenamento. Niente Sud Africa. By Giorgio Sbrocco

Debutto e realtivo primo cap con i Dragoni rimandati per l’ala gallese degli Ospreys Eli Walker che Warren Gatland aveva inserito nel XV di partenza anti Sud Africa in vista del Test match di domani al Millenium di Cardiff. Per lui: un infortunio in allenamento che ne ha consigliato l’esclusione dalla rosa. Il suo posto verrà preso da Liam Williams (Scarlets), mentre Ashley Beck (Ospreys) andrà in panchina.Giorgio Sbrocco

06
novembre


Sud Africa – Il XV per la sfida di Cardiff al Galles. By Giorgio Sbrocco

Fatta la formazione del Sud Africa che sabato al Millanium stadium di Cardiff sfiderà il Galles nel primo Test europeo del suo tour 2013. Fuori per infortunio Jannie du Plessis, il ct Heyneke Meyerha deciso di partire con Frans Malherbe (22 anni, Storners, Western Province) a destra della prima linea e JP Pietersen all’ala. Mediano di mischia: Fourie du Preez, candidato fin d’ora al titolo di miglior giocatore del match.Sudafrica: 15 Patrick Lambie, 14 JP Pietersen, 13 Jaque Fourie, 12 Jean de Villiers, 11 Bryan Habana, 10 Morné Steyn, 9 Fourie du Preez, 8 Duane Vermeulen, 7 Francois Louw, 6 Willem Alberts, 5 Flip van der Merwe, 4 Eben Etzebeth, 3 Frans Malherbe, 2 Bismarck du Plessis, 1 Tendai Mtawarira.In panchina: 16 Adriaan Strauss, 17 Gurthrö Steenkamp, 18 Coenie Oosthuizen, 19 Pieter-Steph du Toit, 20 Siya Kolisi, 21 Ruan Pienaar, 22 JJ Engelbrecht, 23 Willie le Roux.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball